Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Unione economica e monetaria

L'unione economica e monetaria (UEM) designa un processo volto ad armonizzare le politiche economiche e monetarie dei paesi dell'UE con l'obiettivo ultimo della creazione di una moneta unica, l'euro. L'UEM è stata realizzata in 3 fasi:

  • 1990-1993: libera circolazione dei capitali tra i paesi dell'UE, rafforzamento del coordinamento delle politiche economiche ed intensificazione della cooperazione tra banche centrali;
  • 1994-1998: convergenza delle politiche economiche e monetarie dei paesi dell'UE (al fine di garantire la stabilità dei prezzi e finanze pubbliche sane) e creazione dell'Istituto monetario europeo (IME) e successivamente, nel 1998, della Banca centrale europea (BCE);
  • dal 1999 in poi: fissazione irrevocabile dei tassi di cambio e introduzione della moneta unica sui mercati dei cambi e per i pagamenti elettronici. Introduzione delle banconote e delle monete in euro.

Dal gennaio 2015, l'euro sarà la valuta di 19 dei 28 paesi dell'UE.

Dopo la crisi del 2008, l'UE ha notevolmente rafforzato i propri sistemi di governance economica per meglio individuare, prevenire e correggere le tendenze economiche problematiche quali i deficit pubblici eccessivi, i livelli del debito pubblico o gli squilibri macroeconomici.