EUR-Lex L'accesso al diritto dell'Unione europea

Torna alla homepage di EUR-Lex

Questo documento è un estratto del sito web EUR-Lex.

Istruzione, formazione, gioventù, sport

Tramite i programmi per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, l’Unione europea (Unione) sviluppa e rafforza la dimensione europea, promuovendo la mobilità e incentivando la cooperazione internazionale con i programmi Erasmus+ e Corpo europeo di solidarietà. L’istruzione e la formazione svolgono inoltre un ruolo fondamentale nell’ambito dell’economia basata sulla conoscenza, nella stessa misura delle politiche dedicate alla gioventù e allo sport. Nel loro insieme, sostengono la ripresa, la crescita e l’occupazione stimolando l’affermarsi di una popolazione altamente qualificata, versatile e adattabile.

L’Unione appoggia e integra le azioni degli Stati membri dell’Unione conformemente agli articoli 165 e 166 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea. Se da un lato rispetta appieno la responsabilità degli Stati membri in merito ai contenuti didattici e all’organizzazione dei sistemi di istruzione, dall’altro lo spazio europeo dell’istruzione si fonda su una visione condivisa, ovvero far sì che entro il 2025 tutte le persone possano accedere a un’istruzione e una formazione di qualità in un autentico spazio comune europeo di apprendimento. Discenti e insegnanti dovrebbero pertanto essere in grado di migrare tra sistemi di istruzione in diversi Stati membri, rendendo la cultura basata sull’apprendimento lungo tutto l’arco della vita una condizione normale.

La pandemia di COVID-19 e il lungo periodo di chiusura delle scuole hanno ulteriormente messo in luce la necessità di affrontare le sfide e le opportunità dell’istruzione digitale. Con il piano d’azione per l’istruzione digitale 2021-2027, l’Unione sostiene l’adattamento sostenibile ed efficace all’era digitale dei sistemi di istruzione e formazione degli Stati membri.