EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32006R1791

Regolamento (CE) n. 1791/2006 del Consiglio, del 20 novembre 2006 , che adegua taluni regolamenti e decisioni in materia di libera circolazione delle merci, libera circolazione delle persone, diritto delle società, politica della concorrenza, agricoltura (compresa la normativa veterinaria e fitosanitaria), politica dei trasporti, fiscalità, statistiche, energia, ambiente, cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni, unione doganale, relazioni esterne, politica estera e di sicurezza comune e istituzioni, a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania

OJ L 363, 20.12.2006, p. 1–80 (ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, NL, PL, PT, SK, SL, FI, SV)
OJ L 352M , 31.12.2008, p. 629–708 (MT)
Special edition in Bulgarian: Chapter 01 Volume 007 P. 15 - 94
Special edition in Romanian: Chapter 01 Volume 007 P. 15 - 94
Special edition in Croatian: Chapter 01 Volume 001 P. 187 - 266

No longer in force, Date of end of validity: 13/10/2015; abrogato da 32015R1589 . Latest consolidated version: 15/07/2015

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg/2006/1791/oj

20.12.2006   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 363/1


REGOLAMENTO (CE) N. 1791/2006 DEL CONSIGLIO

del 20 novembre 2006

che adegua taluni regolamenti e decisioni in materia di libera circolazione delle merci, libera circolazione delle persone, diritto delle società, politica della concorrenza, agricoltura (compresa la normativa veterinaria e fitosanitaria), politica dei trasporti, fiscalità, statistiche, energia, ambiente, cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni, unione doganale, relazioni esterne, politica estera e di sicurezza comune e istituzioni, a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il trattato di adesione della Bulgaria e della Romania (1), in particolare l'articolo 4, paragrafo 3,

visto l'atto di adesione della Bulgaria e della Romania, in particolare l'articolo 56,

vista la proposta della Commissione,

considerando quanto segue:

(1)

A norma dell'articolo 56 dell'atto di adesione, quando gli atti delle istituzioni che rimangono validi dopo il 1o gennaio 2007 richiedono adattamenti in conseguenza dell'adesione e gli adattamenti necessari non sono contemplati nell'atto di adesione o nei suoi allegati, gli atti necessari devono essere adottati dal Consiglio, a meno che l'atto iniziale non sia stato adottato dalla Commissione.

(2)

Come risulta dall'atto finale della conferenza che ha elaborato il trattato di adesione, le Alte Parti contraenti hanno raggiunto un accordo politico su una serie di adattamenti degli atti adottati dalle istituzioni resi necessari dall'adesione e hanno invitato il Consiglio e la Commissione ad adottare detti adattamenti prima dell'adesione, integrandoli e aggiornandoli, se necessario, per tener conto dell'evoluzione del diritto dell'Unione.

(3)

Occorre pertanto modificare di conseguenza i seguenti regolamenti:

in materia di libera circolazione delle merci: regolamenti (CE) n. 2003/2003 (2) e (CE) n. 339/93 (3),

in materia di libera circolazione delle persone: regolamenti (CEE) n. 1408/71 (4) e (CEE) n. 574/72 (5),

in materia di diritto delle società: regolamento (CE) n. 2157/2001 (6),

in materia di politica della concorrenza: regolamento (CE) n. 659/1999 (7),

in materia di agricoltura (compresa la normativa veterinaria): regolamenti: (CEE) n. 79/65 (8), (CEE) n. 1784/77 (9), (CEE) n. 2092/91 (10), (CEE) n. 2137/92 (11), (CE) n. 1493/1999 (12), (CE) n. 1760/2000 (13), (CE) n. 999/2001 (14), (CE) n. 2160/2003 (15), (CE) n. 21/2004 (16), (CE) n. 853/2004 (17), (CE) n. 854/2004 (18), (CE) n. 882/2004 (19) e (CE) n. 510/2006 (20),

in materia di politica dei trasporti: regolamenti (CEE) n. 1108/70 (21), (CEE) n. 3821/85 (22), (CEE) n. 881/92 (23), (CEE) n. 684/92 (24), (CEE) n. 1192/69 (25) e (CEE) n. 2408/92 (26),

in materia di fiscalità: regolamento (CE) n. 1798/2003 (27),

in materia di statistiche: regolamenti (CEE) n. 2782/75 (28), (CEE) n. 357/79 (29), (CEE) n. 837/90 (30), (CEE) n. 959/93 (31), (CE) n. 1172/98 (32), (CE) n. 437/2003 (33) e (CE) n. 1177/2003 (34),

in materia di energia: regolamento (CE) n. 1407/2002 (35),

in materia di ambiente: regolamenti (CE) n. 761/2001 (36) e (CE) n. 2037/2000 (37),

in materia di cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni: regolamenti (CE) n. 1346/2000 (38), (CE) n. 44/2001 (39), (CE) n. 1683/95 (40) e (CE) n. 539/2001 (41),

in materia di unione doganale: regolamento (CEE) n. 2913/92 (42),

in materia di relazioni esterne: regolamenti (CEE) n. 3030/93 (43), (CE) n. 517/94 (44), (CE) n. 152/2002 (45), (CE) n. 2368/2002 (46) e (CE) n. 1236/2005 (47),

in materia di politica estera e di sicurezza comune: regolamenti (CE) n. 2488/2000 (48), (CE) n. 2580/2001 (49), (CE) n. 881/2002 (50), (CE) n. 1210/2003 (51), (CE) n. 131/2004 (52), (CE) n. 234/2004 (53), (CE) n. 314/2004 (54), (CE) n. 872/2004 (55), (CE) n. 1763/2004 (56), (CE) n. 174/2005 (57), (CE) n. 560/2005 (58), (CE) n. 889/2005 (59), (CE) n. 1183/2005 (60), (CE) n. 1184/2005 (61), (CE) n. 1859/2005 (62), (CE) n. 305/2006 (63), (CE) n. 765/2006 (64) e (CE) n. 817/2006 (65),

in materia di istituzioni: regolamento (CEE) n. 1/58 (66).

(4)

Occorre inoltre modificare di conseguenza le seguenti decisioni:

in materia di libera circolazione delle persone: decisioni della Commissione amministrativa delle Comunità europee per la sicurezza sociale dei lavoratori migranti n. 117 del 7 luglio 1982 (67), n. 136 del 1o luglio 1987 (68), n. 150 del 26 giugno 1992 (69) e n. 192 del 29 ottobre 2003 (70),

in materia di agricoltura (normativa veterinaria e fitosanitaria): decisioni 79/542/CEE (71), 82/735/CEE (72), 90/424/CEE (73), 2003/17/CE (74) e 2005/834/CE (75),

in materia di politica dei trasporti: decisione n. 1692/96/CE (76),

in materia di energia: decisione 77/270/Euratom (77) e lo Statuto dell'Agenzia di approvvigionamento dell'Euratom (78),

in materia di ambiente: decisioni 97/602/CE (79) e 2002/813/CE (80),

in materia di cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni: decisione del Comitato esecutivo, del 28 aprile 1999, riguardante la versione definitiva dell'Istruzione consolare comune (81) e decisione del Comitato esecutivo, del 22 dicembre 1994, riguardante il certificato per il trasporto di stupefacenti e sostanze psicotrope, previsto all'articolo 75 (82),

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1

1.   I seguenti regolamenti sono modificati conformemente all'allegato:

in materia di libera circolazione delle merci: regolamenti (CE) n. 2003/2003 e (CE) n. 339/93,

in materia di libera circolazione delle persone: regolamenti (CEE) n. 1408/71 e (CEE) n. 574/72,

in materia di diritto delle società: regolamento (CE) n. 2157/2001,

in materia di concorrenza: regolamento (CE) n. 659/1999,

in materia di agricoltura (compresa la normativa veterinaria): regolamenti (CEE) n. 79/65, (CEE) n. 1784/77, (CEE) n. 2092/91, (CEE) n. 2137/92, (CE) n. 1493/1999, (CE) n. 1760/2000, (CE) n. 999/2001, (CE) n. 2160/2003, (CE) n. 21/2004, (CE) n. 853/2004, (CE) n. 854/2004, (CE) n. 882/2004 e (CE) n. 510/2006,

in materia di politica dei trasporti: regolamenti (CEE) n. 1108/70, (CEE) n. 3821/85, (CEE) n. 881/92, (CEE) n. 684/92,(CEE) n. 1192/69 e (CEE) n. 2408/92,

in materia di fiscalità: regolamento (CE) n. 1798/2003,

in materia di statistiche: regolamenti (CEE) n. 2782/75, (CEE) n. 357/79, (CEE) n. 837/90, (CEE) n. 959/93, (CE) n. 1172/98, (CE) n. 437/2003 e (CE) n. 1177/2003,

in materia di energia: regolamento (CE) n. 1407/2002,

in materia di ambiente: regolamenti (CE) n. 761/2001 e (CE) n. 2037/2000,

in materia di cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni: regolamenti (CE) n. 1346/2000, (CE) n. 44/2001, (CE) n. 1683/95 e (CE) n. 539/2001,

in materia di unione doganale: regolamento (CEE) n. 2913/92,

in materia di relazioni esterne: regolamenti (CEE) n. 3030/93, (CE) n. 517/94, (CE) n. 152/2002, (CE) n. 2368/2002 e (CE) n. 1236/2005,

in materia di politica estera e di sicurezza comune: regolamenti (CE) n. 2488/2000, (CE) n. 2580/2001, (CE) n. 881/2002, (CE) n. 1210/2003, (CE) n. 131/2004, (CE) n. 234/2004, (CE) n. 314/2004, (CE) n. 872/2004, (CE) n. 1763/2004, (CE) n. 174/2005, (CE) n. 560/2005, (CE) n. 889/2005, (CE) n. 1183/2005, (CE) n. 1184/2005, (CE) n. 1859/2005, (CE) n. 305/2006, (CE) n. 765/2006 e (CE) n. 817/2006,

in materia di istituzioni: regolamento (CEE) n. 1/58.

2.   Le seguenti decisioni sono modificate conformemente all'allegato:

in materia di libera circolazione delle persone: decisioni della Commissione amministrativa delle Comunità europee per la sicurezza sociale dei lavoratori migranti n. 117 del 7 luglio 1982, n. 136 del 1o luglio 1987, n. 150 del 26 giugno 1992 e n. 192 del 29 ottobre 2003,

in materia di agricoltura (normativa veterinaria e fitosanitaria): decisioni 79/542/CEE, 82/735/CEE, 90/424/CEE, 2003/17/CE e 2005/834/CE,

in materia di politica dei trasporti: decisione n. 1692/96/CE,

in materia di energia: decisione 77/270/Euratom e lo Statuto dell'Agenzia di approvvigionamento dell'Euratom,

in materia di ambiente: decisioni 97/602/CE e 2002/813/CE,

in materia di cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni: decisione del Comitato esecutivo, del 28 aprile 1999, riguardante la versione definitiva dell'Istruzione consolare comune e decisione del Comitato esecutivo, del 22 dicembre 1994, riguardante il certificato per il trasporto di stupefacenti e sostanze psicotrope, previsto all'articolo 75,

Articolo 2

Il presente regolamento entra in vigore, con riserva dell'entrata in vigore del trattato di adesione della Bulgaria e della Romania, alla data di entrata in vigore del trattato stesso.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 20 novembre 2006

Per il Consiglio

Il Presidente

J. KORKEAOJA


(1)  GU L 157 del 21.6.2005, pag. 11.

(2)  GU L 304 del 21.11.2003, pag. 1.

(3)  GU L 40 del 17.2.1993, pag. 1.

(4)  GU L 149 del 5.7.1971, pag. 2.

(5)  GU L 74 del 27.3.1972, pag. 1.

(6)  GU L 294 del 10.11.2001, pag. 1.

(7)  GU L 83 del 27.3.1999, pag. 1.

(8)  GU 109 del 23.6.1965, pag. 1859.

(9)  GU L 200 dell'8.8.1977, pag. 1.

(10)  GU L 198 del 22.7.1991, pag. 1.

(11)  GU L 214 del 30.7.1992, pag. 1.

(12)  GU L 179 del 14.7.1999, pag. 1.

(13)  GU L 204 dell'11.8.2000, pag. 1.

(14)  GU L 147 del 31.5.2001, pag. 1.

(15)  GU L 325 del 12.12.2003, pag. 1.

(16)  GU L 5 del 9.1.2004, pag. 8.

(17)  GU L 139 del 30.4.2004, pag. 55.

(18)  GU L 139 del 30.4.2004, pag. 206.

(19)  GU L 165 del 30.4.2004, pag. 1.

(20)  GU L 93 del 31.3.2006, pag. 12.

(21)  GU L 130 del 15.6.1970, pag. 4.

(22)  GU L 370 del 31.12.1985, pag. 8.

(23)  GU L 95 del 9.4.1992, pag. 1.

(24)  GU L 74 del 20.3.1992, pag. 1.

(25)  GU L 156 del 28.6.1969, pag. 8.

(26)  GU L 240 del 24.8.1992, pag. 8.

(27)  GU L 264 del 15.10.2003, pag. 1.

(28)  GU L 282 dell'1.11.1975, pag. 100.

(29)  GU L 54 del 5.3.1979, pag. 124.

(30)  GU L 88 del 3.4.1990, pag. 1.

(31)  GU L 98 del 24.4.1993, pag. 1.

(32)  GU L 163 del 6.6.1998, pag. 1.

(33)  GU L 66 dell'11.3.2003, pag. 1.

(34)  GU L 165 del 3.7.2003, pag. 1.

(35)  GU L 205 del 2.8.2002, pag. 1.

(36)  GU L 114 del 24.4.2001, pag. 1.

(37)  GU L 244 del 29.9.2000, pag. 1.

(38)  GU L 160 del 30.6.2000, pag. 1.

(39)  GU L 12 del 16.1.2001, pag. 1.

(40)  GU L 164 del 14.7.1995, pag. 1.

(41)  GU L 81 del 21.3.2001, pag. 1.

(42)  GU L 302 del 19.10.1992, pag. 1.

(43)  GU L 275 dell'8.11.1993, pag. 1.

(44)  GU L 67 del 10.3.1994, pag. 1.

(45)  GU L 25 del 29.1.2002, pag. 1.

(46)  GU L 358 del 31.12.2002, pag. 28.

(47)  GU L 200 del 30.7.2005, pag. 1.

(48)  GU L 287 del 14.11.2000, pag. 19.

(49)  GU L 344 del 28.12.2001, pag. 70.

(50)  GU L 139 del 29.5.2002, pag. 9.

(51)  GU L 169 dell'8.7.2003, pag. 1.

(52)  GU L 21 del 28.1.2004, pag. 1.

(53)  GU L 40 del 12.2.2004, pag. 1.

(54)  GU L 55 del 24.2.2004, pag. 1.

(55)  GU L 162 del 30.4.2004, pag. 32.

(56)  GU L 315 del 14.10.2004, pag. 14.

(57)  GU L 29 del 2.2.2005, pag. 5.

(58)  GU L 95 del 14.4.2005, pag. 1.

(59)  GU L 152 del 15.6.2005, pag. 1.

(60)  GU L 193 del 23.7.2005, pag. 1.

(61)  GU L 193 del 23.7.2005, pag. 9.

(62)  GU L 299 del 16.11.2005, pag. 23.

(63)  GU L 51 del 22.2.2006, pag. 1.

(64)  GU L 134 del 20.5.2006, pag. 1.

(65)  GU L 148 del 2.6.2006, pag. 1.

(66)  GU 17 del 6.10.1958, pag. 385.

(67)  GU C 238 del 7.9.1983, pag. 3.

(68)  GU C 64 del 9.3.1988, pag. 7.

(69)  GU C 229 del 25.8.1993, pag. 5.

(70)  GU L 104 dell'8.4.2004, pag. 114.

(71)  GU L 146 del 14.6.1979, pag. 15.

(72)  GU L 311 dell'8.11.1982, pag. 16.

(73)  GU L 224 del 18.8.1990, pag. 1.

(74)  GU L 8 del 14.1.2003, pag. 10.

(75)  GU L 312 del 29.11.2005, pag. 51.

(76)  GU L 228 del 9.9.1996, pag. 1.

(77)  GU L 88 del 6.4.1977, pag. 9.

(78)  GU 27 del 6.12.1958, pag. 534.

(79)  GU L 242 del 4.9.1997, pag. 64.

(80)  GU L 280 del 18.10.2002, pag. 62.

(81)  GU L 239 del 22.9.2000, pag. 317.

(82)  GU L 239 del 22.9.2000, pag. 463.


ALLEGATO

INDICE

1.

LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI

A.

CONCIMI

B.

MISURE ORIZZONTALI E PROCEDURALI

2.

LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE

SICUREZZA SOCIALE

3.

DIRITTO DELLE SOCIETÀ

4.

POLITICA DELLA CONCORRENZA

5.

AGRICOLTURA

A.

NORMATIVA AGRICOLA

B.

NORMATIVA VETERINARIA E FITOSANITARIA

I.

NORMATIVA VETERINARIA

II.

NORMATIVA FITOSANITARIA

6.

POLITICA DEI TRASPORTI

A.

TRASPORTI INTERNI

B.

TRASPORTI SU STRADA

C.

TRASPORTI PER FERROVIA

D.

RETE TRANSEUROPEA DEI TRASPORTI

E.

TRASPORTI AEREI

7.

FISCALITÀ

8.

STATISTICHE

9.

ENERGIA

10.

AMBIENTE

A.

PROTEZIONE DELLA NATURA

B.

CONTROLLO DELL'INQUINAMENTO INDUSTRIALE E GESTIONE DEI RISCHI

C.

PRODOTTI CHIMICI

11.

COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA GIUSTIZIA E DEGLI AFFARI INTERNI

A.

COOPERAZIONE GIUDIZIARIA IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE

B.

POLITICA DEI VISTI

C.

VARIE

12.

UNIONE DOGANALE

ADATTAMENTI TECNICI AL CODICE DOGANALE

13.

RELAZIONI ESTERNE

14.

POLITICA ESTERA E DI SICUREZZA COMUNE

15.

ISTITUZIONI

1.   LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI

A.   CONCIMI

32003 R 2003: Regolamento (CE) n. 2003/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 ottobre 2003, relativo ai concimi (GU L 304 del 21.11.2003, pag. 1), modificato da:

32004 R 0885: Regolamento (CE) n. 885/2004 del Consiglio, del 26.4.2004 (GU L 168 dell'1.5.2004, pag. 1),

32004 R 2076: Regolamento (CE) n. 2076/2004 della Commissione del 3.12.2004 (GU L 359 del 4.12.2004, pag. 25).

a)

Nell'allegato I, sezione A.2, N. 1, colonna 6, primo comma, al testo tra parentesi si aggiunge dopo «Slovacchia»:

«Bulgaria, Romania»;

b)

nell'allegato I, sezioni B.1, B.2 e B.4, colonna 5, punto 3, secondo comma, primo trattino, al testo tra parentesi si aggiunge dopo «Slovacchia»:

«Bulgaria, Romania»;

B.   MISURE ORIZZONTALI E PROCEDURALI

31993 R 0339: Regolamento (CEE) n. 339/93 del Consiglio, dell'8 febbraio 1993, relativo ai controlli sulla conformità delle merci importate da paesi terzi alle norme in materia di sicurezza (GU L 40 del 17.2.1993, pag. 1), modificato da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21);

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003 (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1).

a)

All'articolo 6, paragrafo 1, si aggiunge:

«—

Опасен продукт — допускане за свободно обращение не е разрешено — Регламент (ЕИО) № 339/93

Produs periculos — import neautorizat — Regulamentul (CEE) nr. 339/93»;

b)

All'articolo 6, paragrafo 2, si aggiunge:

«—

Продукт несъответстващ на изискванията — допускане за свободно обращение не е разрешено — Регламент (ЕИО) № 339/93

Produs neconform — import neautorizat — Regulamentul (CEE) nr. 339/93»

2.   LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE

SICUREZZA SOCIALE

1.

31971 R 1408: Regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio, del 14 giugno 1971, relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità (GU L 149 del 5.7.1971, pag. 2), modificato e aggiornato da ultimo da:

31997 R 0118: Regolamento (CE) n. 118/97 del Consiglio, del 2.12.1996 (GU L 28 del 30.1.1997, pag. 1), e successivamente modificato da:

31997 R 1290: Regolamento (CE) n. 1290/97 del Consiglio, del 27 giugno 1997 (GU L 176 del 4.7.1997, pag. 1),

31998 R 1223: Regolamento (CE) n. 1223/98 del Consiglio, del 4.6.1998 (GU L 168 del 13.6.1998, pag. 1),

31998 R 1606: Regolamento (CE) n. 1606/98 del Consiglio, del 29.6.1998 (GU L 209 del 25.7.1998, pag. 1),

31999 R 0307: Regolamento (CE) n. 307/1999 del Consiglio, dell' 8.2.1999 (GU L 38 del 12.2.1999, pag. 1,

31999 R 1399: Regolamento (CE) n. 1399/1999 del Consiglio, del 29.4.1999 (GU L 164 del 30.6.1999, pag. 1),

32001 R 1386: Regolamento (CE) n. 1386/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5.6.2001 (GU L 187 del 10.7.2001, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33),

32004 R 0631: Regolamento (CE) n. 631/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31.3.2004 (GU L 100 del 6.4.2004, pag. 1),

32005 R 0647: Regolamento (CE) n. 647/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13.4.2005 (GU L 117 del 4.5.2005, pag. 1),

32006 R 0629: Regolamento (CE) n. 629/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5.4.2006 (GU L 114 del 27.4.2006, pag. 1)

e abrogato con effetto dalla data dell'entrata in vigore del regolamento di applicazione da:

32004 R 0883: Regolamento (CE) n. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale del 29 aprile 2004, (GU L 166 del 30.4.2004, pag. 1).

a)

Nell'articolo 82 (B), paragrafo 1, «150» è sostituito da «162»;

b)

L'allegato I, parte I «Lavoratori subordinati e/o lavoratori autonomi (articolo 1, lettera a), punti ii) e iii) del regolamento)» è modificato come segue:

i)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

È considerata lavoratore autonomo ai sensi dell'articolo 1, lettera a), punto ii) del regolamento qualsiasi persona che lavori senza un contratto di lavoro ai sensi dell'articolo 4, paragrafo 3, punti 5 e 6 del Codice di sicurezza sociale»;

ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

iii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Senza oggetto.»;

c)

L'allegato I, Parte II «Familiari (Articolo 1, lettera f), seconda frase del regolamento)» è modificato come segue:

(i)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Senza oggetto.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Per determinare il diritto alle prestazioni in natura conformemente al titolo III, capitolo 1 del regolamento, il termine familiare designa il coniuge, un genitore a carico o un figlio di età inferiore a 18 anni (o di età inferiore a 26 anni e a carico).»;

d)

L'allegato II, parte I «Regimi speciali di lavoratori autonomi esclusi dal campo d'applicazione del regolamento in virtù dell'articolo 1, lettera j), quarto comma» è modificato come segue:

i)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Senza oggetto.»;

ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

iii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Senza oggetto.»;

e)

L'allegato II, parte II «Assegni speciali di nascita o di adozione esclusi dal campo d'applicazione del regolamento in virtù dell'articolo 1, lettera u), punto i)» è modificato come segue:

i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Indennità forfettaria di maternità (Legge sugli assegni familiari per i figli).»;

ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

iii)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Assegno di nascita.»;

f)

L'allegato II, parte III «Prestazioni speciali a carattere non contributivo ai sensi dell'articolo 4, paragrafo 2 ter che non rientrano nel campo d'applicazione del regolamento» è modificato come segue:

i)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Nulla.»;

ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

iii)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Nulla.»;

g)

L'allegato II bis «Prestazioni speciali a carattere non contributivo (Articolo 10 bis del regolamento)» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Pensioni sociali di vecchiaia (articolo 89 del Codice di sicurezza sociale).»;

ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo l'ultima voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Indennità mensile per persone con disabilità (Ordinanza di emergenza n. 102/1999 concernente la protezione speciale e l'occupazione delle persone con disabilità, approvata con legge n. 519/2002).»;

h)

L'allegato III, parte A «Disposizioni di convenzioni di sicurezza sociale che rimangono applicabili nonostante l'articolo 6 del regolamento (articolo 7, paragrafo 2, lettera c) del regolamento)» è modificato come segue:

(i)

dopo la voce della rubrica «1. BELGIO — GERMANIA» si inserisce:

«2.   BULGARIA — GERMANIA

(a)

Articolo 28, paragrafo 1, lettera b) della convenzione sulla sicurezza sociale del 17 dicembre 1997.

(b)

Paragrafo 10 del protocollo finale di detta convenzione.

3.   BULGARIA — AUSTRIA

Articolo 38, paragrafo 3 della convenzione sulla sicurezza sociale del 14 aprile 2005.

4.   BULGARIA — SLOVENIA

Articolo 32, paragrafo 2 della convenzione sulla sicurezza sociale del 18 dicembre 1957.».

(ii)

la numerazione della rubrica «REPUBBLICA CECA — GERMANIA» passa da «2» a «5» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«6.

REPUBBLICA CECA — CIPRO»

«7.

REPUBBLICA CECA — LUSSEMBURGO»

«8.

REPUBBLICA CECA — AUSTRIA»

«9.

REPUBBLICA CECA — SLOVACCHIA»

«10.

DANIMARCA — FINLANDIA»

«11.

DANIMARCA — SVEZIA»

«12.

GERMANIA — GRECIA»

«13.

GERMANIA — SPAGNA»

«14.

GERMANIA — FRANCIA»

«15.

GERMANIA — LUSSEMBURGO»

«16.

GERMANIA — UNGHERIA»

«17.

GERMANIA — PAESI BASSI»

«18.

GERMANIA — AUSTRIA»

«19.

GERMANIA — POLONIA»

(iii)

dopo la voce della rubrica «19. GERMANIA — POLONIA» si inserisce:

«20.   GERMANIA — ROMANIA

a)

Articolo 28, paragrafo 1, lettera b) della convenzione sulla sicurezza sociale dell'8 aprile 2005.

b)

Paragrafo 13 del protocollo finale di detta convenzione.»;

(iv)

la numerazione della rubrica «GERMANIA — SLOVENIA» passa da «17» a «21» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«22.

GERMANIA — SLOVACCHIA»

«23.

GERMANIA — REGNO UNITO»

«24.

SPAGNA — PORTOGALLO»;

«25.

IRLANDA — REGNO UNITO»

«26.

ITALIA — SLOVENIA»

«27.

LUSSEMBURGO — SLOVACCHIA»

«28.

UNGHERIA — AUSTRIA»

«29.

UNGHERIA — SLOVENIA»

«30.

PAESI BASSI — PORTOGALLO»;

«31.

AUSTRIA — POLONIA»

«32.

AUSTRIA — SLOVENIA»

«33.

AUSTRIA — SLOVACCHIA»

«34.

POLONIA — REGNO UNITO»;

«35.

FINLANDIA — SVEZIA»

(i)

Allegato III, Parte B «Disposizioni di convenzioni il cui beneficio non è esteso a tutte le persone cui si applica il regolamento» è modificato come segue:

(i)

prima della voce della rubrica «1. REPUBBLICA CECA — CIPRO» si inserisce:

«1.   BULGARIA — AUSTRIA

Articolo 38, paragrafo 3 della convenzione sulla sicurezza sociale del 14 aprile 2005.»,

(ii)

la numerazione della rubrica «REPUBBLICA CECA — CIPRO» passa da «1» a «2» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«3.

REPUBBLICA CECA — AUSTRIA»

«4.

GERMANIA — UNGHERIA»

«5.

GERMANIA — SLOVENIA»

«6.

ITALIA — SLOVENIA»

«7.

UNGHERIA — AUSTRIA»

«8.

UNGHERIA — SLOVENIA»

«9.

AUSTRIA — POLONIA»

«10.

AUSTRIA — SLOVENIA»

«11.

AUSTRIA — SLOVACCHIA»

j)

l'allegato IV, parte A «Legislazioni contemplate all'articolo 37, paragrafo 1 del regolamento, secondo le quali l'importo delle prestazioni di invalidità è indipendente dalla durata dei periodi di assicurazione» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Nulla.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Nulla.»;

k)

l'allegato IV, parte B «Regimi speciali per lavoratori autonomi ai sensi dell'articolo 38, paragrafo 3 e dell'articolo 45, paragrafo 3 del regolamento n. 1408/71» è modificato come segue:

(i)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Nulla.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Nulla.»;

l)

l'allegato IV, parte C «Casi previsti all'articolo 46, paragrafo 1, lettera b) del regolamento, in cui si può rinunciare al calcolo delle prestazioni conformemente all'articolo 46, paragrafo 2 del regolamento» è modificato come segue:

(i)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Tutte le richieste di pensioni per periodi assicurativi e di pensioni di vecchiaia e di invalidità a motivo di malattia generale, e di pensioni di reversibilità derivanti dalle summenzionate pensioni»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo la voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Nulla.»;

m)

l'allegato VI «Modalità particolari d'applicazione delle legislazioni di taluni Stati membri» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Nulla.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo la voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Per il calcolo dell'importo teorico di cui all'articolo 46, paragrafo 2, lettera a) del regolamento, nei regimi in cui le pensioni sono calcolate sulla base di punti di pensionamento, l'istituzione competente prende in considerazione, per ciascuno degli anni di assicurazione compiuti sotto la legislazione degli altri Stati membri, un numero di punti di pensionamento pari al quoziente del numero di punti di pensionamento acquisito a norma della legislazione che tale istituzione applica per il numero di anni corrispondenti a tali punti.»;

n)

L'allegato VII è sostituito dal seguente:

«ALLEGATO VII

CASI IN CUI UNA PERSONA È SOGGETTA SIMULTANEAMENTE ALLA LEGISLAZIONE DI DUE STATI MEMBRI

(Articolo 14 quater, paragrafo 1, lettera b) del regolamento)

1.

Esercizio di un'attività autonoma in Belgio e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

2.

Esercizio di un'attività autonoma in Bulgaria e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

3.

Esercizio di un'attività autonoma nella Repubblica ceca e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

4.

Esercizio di un'attività autonoma in Danimarca e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente in Danimarca.

5.

Per i regimi di assicurazione contro gli infortuni e di assicurazione vecchiaia per gli agricoltori: esercizio di un'attività agricola autonoma in Germania e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

6.

Esercizio di un'attività autonoma in Estonia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente in Estonia.

7.

Per i regimi di assicurazione pensioni per i lavoratori autonomi: esercizio di un'attività autonoma in Grecia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

8.

Esercizio di un'attività autonoma in Spagna e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente in Spagna.

9.

Esercizio di un'attività autonoma in Francia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro, a eccezione del Lussemburgo.

10.

Esercizio di un'attività autonoma nel settore agricolo in Francia e di un'attività subordinata in Lussemburgo.

11.

Esercizio di un'attività autonoma in Italia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

12.

Esercizio di un'attività autonoma a Cipro e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente a Cipro.

13.

Esercizio di un'attività autonoma a Malta e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

14.

Esercizio di un'attività autonoma in Portogallo e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

15.

Esercizio di un'attività autonoma in Romania e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

16.

Esercizio di un'attività autonoma in Finlandia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente in Finlandia.

17.

Esercizio di un'attività autonoma in Slovacchia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro.

18.

Esercizio di un'attività autonoma in Svezia e di un'attività subordinata in un altro Stato membro da parte di una persona residente in Svezia.»;

o)

l'allegato VIII «Regimi che prevedono per gli orfani unicamente assegni familiari o assegni supplementari o speciali (articolo 78 bis del regolamento)» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

Nulla.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo il termine «Nulla.» della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

Nulla.».

2.

31972 R 0574: Regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio, del 21 marzo 1972, che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71 relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità (GU L 74 del 27.3.1972, pag. 1), modificato e aggiornato da ultimo da:

31997 R 0118: Regolamento (CE) n. 118/97 del Consiglio, del 2.12.1996 (GU L 28 del 30.1.1997, pag. 1),

e successivamente modificato da:

31997 R 1290: Regolamento (CE) n. 1290/97 del Consiglio, del 27 giugno 1997 (GU L 176 del 4.7.1997, pag. 1),

31998 R 1223: Regolamento (CE) n. 1223/98 del Consiglio, del 4.6.1998 (GU L 168 del 13.6.1998, pag. 1),

31998 R 1606: Regolamento (CE) n. 1606/98 del Consiglio, del 29.6.1998 (GU L 209 del 25.7.1998, pag. 1),

31999 R 0307: Regolamento (CE) n. 307/1999 del Consiglio, dell'8.2.1999 (GU L 38 del 12.2.1999, pag. 1),

31999 R 1399: Regolamento (CE) n. 1399/1999 del Consiglio, del 29.4.1999 (GU L 164 del 30.6.1999, pag. 1),

32001 R 0089: Regolamento (CE) n. 89/2001 della Commissione, del 17.1.2001 (GU L 14 del 18.1.2001, pag. 16),

32001 R 1386: Regolamento (CE) n. 1386/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5.6.2001 (GU L 187 del 10.7.2001, pag. 1),

32002 R 0410: Regolamento (CE) n. 410/2002 della Commissione, del 27.2.2002 (GU L 62 del 5.3.2002, pag. 17),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33),

32003 R 1851: Regolamento (CE) n. 1851/2003 della Commissione, del 17.10.2003 (GU L 271 del 22.10.2003, pag. 3),

32004 R 0631: Regolamento (CE) n. 631/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31.3.2004 (GU L 100 del 6.4.2004, pag. 1).

32005 R 0077: Regolamento (CE) n. 77/2005 della Commissione, del 13.1.2005 (GU L 16 del 20.1.2005, pag. 3),

32005 R 0647: Regolamento (CE) n. 647/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13.4.2005 (GU L 117 del 4.5.2005, pag. 1),

32006 R 0207: Regolamento (CE) n. 207/2006 della Commissione, del 7.2.2006 (GU L 36 dell'8.2.2006, pag. 3),

32006 R 0629: Regolamento (CE) n. 629/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5.4.2006 (GU L 114 del 27.4.2006, pag. 1).

a)

L'allegato 1 «Autorità competenti (Articolo 1, lettera l) del regolamento, articolo 4, paragrafo 1 e articolo 122 del regolamento di applicazione)» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

1.

Министърът на труда и социалната политика (Ministro del lavoro e delle politiche sociali), София.

2.

Министърът на здравеопазването (Ministro della sanità), София.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo l'ultima voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

1.

Ministerul Muncii, Solidarităţii Sociale şi Familiei (Ministero del lavoro, della solidarietà sociale e della famiglia), Bucureşti.

2.

Ministerul Sănătăţii (Ministero della sanità), Bucureşti.» ;

b)

L'allegato 2 «Istituzioni competenti (Articolo 1, lettera o) del regolamento e articolo 4, paragrafo 2 del regolamento di applicazione)» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

1.   Malattia e maternità:

a)

prestazioni in natura:

Министерство на здравеопазването (Ministero della sanità), София,

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia), София;

Агенция за хората с увреждания (Agenzia per le persone disabili), София;

b)

prestazioni in denaro:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

2.

Pensioni di invalidità, vecchiaia e reversibilità:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

3.   Infortuni sul lavoro e malattie professionali:

a)

prestazioni in natura:

Министерство на здравеопазването (Ministero della sanità), София,

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia), София;

Агенция за хората с увреждания (Agenzia per le persone disabili), София;

b)

prestazioni in denaro:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

4.

Assegni in caso di morte:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

5.

Prestazioni di disoccupazione:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

6.

Prestazioni familiari:

Агенция за социално подпомагане (Agenzia di assistenza sociale), София.»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», F. ESTONIA, «G. GRECIA», «H. SPAGNA», I. FRANCIA, «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo l'ultima voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

1.   Malattia e maternità:

a)

prestazioni in natura:

Casa judeţeană de asigurări de sănătate (Ente distrettuale di assicurazione malattia);

b)

prestazioni in denaro:

 

i)

casi generali:

Casa de asigurari de sanatate (Ente di assicurazione malattia);

ii)

casi specifici:

 

militari di carriera:

Unità specializzata del Ministero della difesa nazionale;

appartenenti alle forze di polizia:

Unità specializzata del Ministero dell'amministrazione e dell'interno;

avvocati

Casa de Asigurări a Avocaţilor (Ente di assicurazione per avvocati).

2.   Invalidità:

a)

casi generali:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

b)

casi specifici:

 

i)

militari di carriera:

Unità specializzata del Ministero della difesa nazionale;

ii)

appartenenti alle forze di polizia

Unità specializzata del Ministero dell'amministrazione e dell'interno;

iii)

avvocati

Casa de Asigurări a Avocaţilor (Ente di assicurazione per avvocati).

3.   Pensioni di vecchiaia e di reversibilità e assegni in caso di morte:

a)

casi generali:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

b)

casi specifici:

 

i)

militari di carriera:

Unità specializzata del Ministero della difesa nazionale;

ii)

appartenenti alle forze di polizia:

Unità specializzata del Ministero dell'amministrazione e dell'interno;

iii)

avvocati

Casa de Asigurări a Avocaţilor (Ente di assicurazione per avvocati).

4.   Infortuni sul lavoro e malattie professionali:

a)

prestazioni in natura:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

b)

prestazioni in denaro e pensioni:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

5.   Assegni in caso di morte:

a)

in generale:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

b)

in particolare:

 

i)

militari di carriera:

Unità specializzata del Ministero della difesa nazionale;

ii)

appartenenti alle forze di polizia:

Unità specializzata del Ministero dell'amministrazione e dell'interno;

iii)

avvocati

Casa de Asigurări a Avocaţilor (Ente di assicurazione per avvocati).

6.

Prestazioni di disoccupazione:

Agenţia judeţeană pentru ocuparea forţei de muncă (Agenzia distrettuale per l'occupazione).

7.

Prestazioni familiari:

Ministerul Muncii, Solidarităţii Sociale şi Familiei (Ministero del lavoro, della solidarietà sociale e della famiglia), Bucureşti,

Ministerul Educaţiei şi Cercetării (Ministero dell'istruzione e della ricerca), Bucureşti.»;

c)

L'allegato 3 Istituzioni del luogo di residenza ed istituzioni del luogo di dimora (Articolo 1, lettera p) del regolamento e articolo 4, paragrafo 3 del regolamento di applicazione) è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica A. BELGIO si inserisce:

«B.   BULGARIA

1.   Malattia e maternità:

a)

prestazioni in natura:

Министерство на здравеопазването (Ministero della sanità), София,

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia). София;

Агенция за хората с увреждания (Agenzia per le persone disabili), София;

b)

prestazioni in denaro:

Uffici regionali dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale.

2.

Pensioni di invalidità, vecchiaia e reversibilità:

Sede centrale dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale.

3.   Infortuni sul lavoro e malattie professionali:

a)

prestazioni in natura:

Министерство на здравеопазването (Ministero della sanità), София,

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia), София;

Агенция за хората с увреждания (Agenzia per le persone disabili), София;

b)

prestazioni in denaro a breve termine:

Uffici regionali dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale;

c)

pensioni di invalidità:

Sede centrale dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale.

4.

Assegni in caso di morte:

Uffici regionali dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale.

5.

Prestazioni di disoccupazione:

Uffici regionali dell'Istituto nazionale per la sicurezza sociale.

6.

Prestazioni familiari:

Direzioni dell'assistenza sociale dell'Agenzia di assistenza sociale,»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

iii)

dopo l'ultima voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

1.

Prestazioni in natura:

Casa judeţeană de asigurări de sănătate (Ente distrettuale di assicurazione malattia).

2.   Prestazioni in denaro:

a)

malattia e maternità:

Casa de asigurari de sanatate (Ente di assicurazione malattia);

b)

Pensioni di invalidità, vecchiaia e reversibilità e assegni in caso di morte:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

c)

infortuni sul lavoro e malattie professionali:

Casa judeţeană de pensii şi alte drepturi de asigurări sociale (Ente distrettuale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale);

d)

prestazioni di disoccupazione:

Agenţia judeţeană pentru ocuparea forţei de muncă (Agenzia distrettuale per l'occupazione);

e)

prestazioni familiari:

Autorità locali e scolastiche.»;

d)

L'allegato 4 «Organismi di collegamento (Articolo 3, paragrafo 1, articolo 4, paragrafo 4 e articolo 122 del regolamento di applicazione)» è modificato come segue:

(i)

dopo l'ultima voce della rubrica «A. BELGIO» si inserisce:

«B.   BULGARIA

1.   Malattia e maternità:

a)

prestazioni in natura:

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia), София;

b)

prestazioni in denaro:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

2.

Pensioni di invalidità, vecchiaia e reversibilità:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

3.   Infortuni sul lavoro e malattie professionali:

a)

prestazioni in natura:

Национална здравноосигурителна каса (Fondo nazionale di assicurazione malattia), София;

b)

prestazioni in denaro e pensioni:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

4.

Assegni in caso di morte:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

5.

Prestazioni di disoccupazione:

Национален осигурителен институт (Istituto nazionale per la sicurezza sociale), София.

6.

prestazioni familiari:

Агенция за социално подпомагане (Agenzia di assistenza sociale), София»;

(ii)

l'ordine delle rubriche «B. REPUBBLICA CECA», «C. DANIMARCA», «D. GERMANIA», «E. ESTONIA», «F. GRECIA», «G. SPAGNA», «H. FRANCIA», «I. IRLANDA», «J. ITALIA», «K. CIPRO», «L. LETTONIA», «M. LITUANIA», «N. LUSSEMBURGO», «O. UNGHERIA», «P. MALTA», «Q. PAESI BASSI», «R. AUSTRIA», «S. POLONIA», «T. PORTOGALLO», «U. SLOVENIA», «V. SLOVACCHIA», «W. FINLANDIA», «X. SVEZIA» e «Y. REGNO UNITO», comprese le rispettive voci, è modificato e diventa «C. REPUBBLICA CECA», «D. DANIMARCA», «E. GERMANIA», «F. ESTONIA», «G. GRECIA», «H. SPAGNA», «I. FRANCIA», «J. IRLANDA», «K. ITALIA», «L. CIPRO», «M. LETTONIA», «N. LITUANIA», «O. LUSSEMBURGO», «P. UNGHERIA», «Q. MALTA», «R. PAESI BASSI», «S. AUSTRIA», «T. POLONIA», «U. PORTOGALLO», «W. SLOVENIA», «X. SLOVACCHIA», «Y. FINLANDIA», «Z. SVEZIA» e «AA. REGNO UNITO»;

(iii)

dopo la voce della rubrica «U. PORTOGALLO» si inserisce:

«V.   ROMANIA

1.

Prestazioni in natura:

Casa Naţională de Asigurări de Sănătate (Ente nazionale di assicurazione malattia), Bucureşti.

2.   Prestazioni in denaro:

a)

malattia e maternità:

Casa Naţională de Asigurări de Sănătate (Ente nazionale di assicurazione malattia), Bucureşti;

b)

Pensioni di invalidità, vecchiaia e reversibilità e assegni in caso di morte:

Casa Naţională de Pensii şi alte Drepturi de Asigurări Sociale (Ente nazionale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale), Bucureşti;

c)

infortuni sul lavoro e malattie professionali:

Casa Naţională de Pensii şi alte Drepturi de Asigurări Sociale (Ente nazionale per le pensioni e gli altri diritti di assicurazione sociale), Bucureşti;

d)

prestazioni di disoccupazione:

Agenţia Naţională pentru Ocuparea Forţei de Muncă (Agenzia nazionale per l'occupazione), Bucureşti;

e)

prestazioni familiari:

Ministerul Muncii, Solidarităţii Sociale şi Familiei (Ministero del lavoro, della solidarietà sociale e della famiglia), Bucureşti.»;

e)

L'allegato 5 «Disposizioni di applicazione di convenzioni bilaterali mantenute in vigore (articolo 4, paragrafo 5, articolo 5, articolo 53, paragrafo 3, articolo 104, articolo 105, paragrafo 2 e articoli 116, 121 e 122 del regolamento di applicazione)» è modificato come segue:

(i)

prima della voce della rubrica «1. BELGIO — REPUBBLICA CECA» si inserisce:

«1.   BELGIO — BULGARIA

Senza oggetto.»;

(ii)

la numerazione della rubrica «BELGIO — REPUBBLICA CECA» passa da «1» a «2» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«3.

BELGIO — DANIMARCA»

«4.

BELGIO — GERMANIA»

«5.

BELGIO — ESTONIA»

«6.

BELGIO — GRECIA»

«7.

BELGIO — SPAGNA»

«8.

BELGIO — FRANCIA»

«9.

BELGIO — IRLANDA»

«10.

BELGIO — ITALIA»

«11.

BELGIO — CIPRO»

«12.

BELGIO — LETTONIA»

«13.

BELGIO — LITUANIA»

«14.

BELGIO — LUSSEMBURGO»

«15.

BELGIO — UNGHERIA»

«16.

BELGIO — MALTA»

«17.

BELGIO — PAESI BASSI»

«18.

BELGIO — AUSTRIA»

«19.

BELGIO — POLONIA»

«20.

BELGIO — PORTOGALLO»;

(iii)

dopo la voce della rubrica «20. BELGIO — PORTOGALLO» si inserisce:

«21.   BELGIO — ROMANIA

Senza oggetto.»;

(iv)

la numerazione della rubrica «BELGIO — SLOVENIA» passa da «20» a «22» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«23.

BELGIO — SLOVACCHIA»

«24.

BELGIO — FINLANDIA»

«25.

BELGIO — SVEZIA»

«26.

BELGIO — REGNO UNITO»;

(v)

dopo l'ultima voce della rubrica «26. BELGIO — REGNO UNITO» si inserisce:

«27.   BULGARIA — REPUBBLICA CECA

Articolo 29, paragrafi 1 e 3 dell'accordo del 25 novembre 1998 e articolo 5, paragrafo 4 della convenzione amministrativa del 30 novembre 1999 sulla rinuncia al rimborso delle spese per controlli amministrativi ed esami medici.

28.   BULGARIA — DANIMARCA

Senza oggetto.

29.   BULGARIA — GERMANIA

Articoli da 8 a 9 dell'accordo amministrativo relativo all'applicazione della convenzione sulla sicurezza sociale del 17 dicembre 1997 nel settore pensionistico.

30.   BULGARIA — ESTONIA

Senza oggetto.

31.   BULGARIA — GRECIA

Senza oggetto.

32.   BULGARIA — SPAGNA

Nulla

33.   BULGARIA — FRANCIA

Senza oggetto.

34.   BULGARIA — IRLANDA

Senza oggetto.

35.   BULGARIA — ITALIA

Senza oggetto.

36.   BULGARIA — CIPRO

Senza oggetto.

37.   BULGARIA — LETTONIA

Senza oggetto.

38.   BULGARIA — LITUANIA

Senza oggetto.

39.   BULGARIA — LUSSEMBURGO

Nulla.

40.   BULGARIA — UNGHERIA

Nulla.

41.   BULGARIA — MALTA

Senza oggetto.

42.   BULGARIA — PAESI BASSI

Senza oggetto.

43.   BULGARIA — AUSTRIA

Senza oggetto.

44.   BULGARIA — POLONIA

Senza oggetto.

45.   BULGARIA — PORTOGALLO

Senza oggetto.

46.   BULGARIA — ROMANIA

Senza oggetto.

47.   BULGARIA — SLOVENIA

Nulla.

48.   BULGARIA — SLOVACCHIA

Articolo 9, paragrafo 1 dell'accordo amministrativo relativo all'applicazione della convenzione sulla sicurezza sociale del 30 maggio 2001.

49.   BULGARIA — FINLANDIA

Senza oggetto.

50.   BULGARIA — SVEZIA

Senza oggetto.

51.   BULGARIA — REGNO UNITO

Nulla.»;

(vi)

la numerazione della rubrica «REPUBBLICA CECA — DANIMARCA» passa da «25» a «52» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«53.

REPUBBLICA CECA — GERMANIA»

«54.

REPUBBLICA CECA — ESTONIA»

«55.

REPUBBLICA CECA — GRECIA»

«56.

REPUBBLICA CECA — SPAGNA»

«57.

REPUBBLICA CECA — FRANCIA»

«58.

REPUBBLICA CECA — IRLANDA»

«59.

REPUBBLICA CECA — ITALIA»

«60.

REPUBBLICA CECA — CIPRO»

«61.

REPUBBLICA CECA — LETTONIA»

«62.

REPUBBLICA CECA — LITUANIA»

«63.

REPUBBLICA CECA — LUSSEMBURGO»

«64.

REPUBBLICA CECA — UNGHERIA»

«65.

REPUBBLICA CECA — MALTA»

«66.

REPUBBLICA CECA — PAESI BASSI»

«67.

REPUBBLICA CECA — AUSTRIA»

«68.

REPUBBLICA CECA — POLONIA»

«69.

REPUBBLICA CECA — PORTOGALLO»;

(vii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «69. REPUBBLICA CECA — PORTOGALLO» si inserisce:

«70.   REPUBBLICA CECA — ROMANIA

Nulla.»;

(viii)

la numerazione della rubrica «REPUBBLICA CECA — SLOVENIA» passa da «43» a «71» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«72.

REPUBBLICA CECA — SLOVACCHIA»

«73.

REPUBBLICA CECA — FINLANDIA»

«74.

REPUBBLICA CECA — SVEZIA»

«75.

REPUBBLICA CECA — REGNO UNITO»

«76.

DANIMARCA — GERMANIA»

«77.

DANIMARCA — ESTONIA»

«78.

DANIMARCA — GRECIA»

«79.

DANIMARCA — SPAGNA»

«80.

DANIMARCA — FRANCIA»

«81.

DANIMARCA — IRLANDA»

«82.

DANIMARCA — ITALIA»

«83.

DANIMARCA — CIPRO»

«84.

DANIMARCA — LETTONIA»

«85.

DANIMARCA — LITUANIA»

«86.

DANIMARCA — LUSSEMBURGO»

«87.

DANIMARCA — UNGHERIA»

«88.

DANIMARCA — MALTA»

«89.

DANIMARCA — PAESI BASSI»

«90.

DANIMARCA — AUSTRIA»

«91.

DANIMARCA — POLONIA»

«92.

DANIMARCA — PORTOGALLO»;

(ix)

dopo la voce della rubrica «92. DANIMARCA — PORTOGALLO» si inserisce:

«93.   DANIMARCA — ROMANIA

Senza oggetto.»;

(x)

la numerazione della rubrica «DANIMARCA — SLOVENIA» passa da «65» a «94» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«95.

DANIMARCA — SLOVACCHIA»

«96.

DANIMARCA — FINLANDIA»

«97.

DANIMARCA — SVEZIA»

«98.

DANIMARCA — REGNO UNITO»

«99.

GERMANIA — ESTONIA»

«100.

GERMANIA — GRECIA»

«101.

GERMANIA — SPAGNA»

«102.

GERMANIA — FRANCIA»

«103.

GERMANIA — IRLANDA»

«104.

GERMANIA — ITALIA»

«105.

GERMANIA — CIPRO»

«106.

GERMANIA — LETTONIA»

«107.

GERMANIA — LITUANIA»

«108.

GERMANIA — LUSSEMBURGO»

«109.

GERMANIA — UNGHERIA»

«110.

GERMANIA — MALTA»

«111.

GERMANIA — PAESI BASSI»

«112.

GERMANIA — AUSTRIA»

«113.

GERMANIA — POLONIA»

«114.

GERMANIA — PORTOGALLO»;

(xi)

dopo la voce della rubrica «114. GERMANIA — PORTOGALLO» si inserisce:

«115.   GERMANIA — ROMANIA

Nulla.»;

(xii)

la numerazione della rubrica «GERMANIA — SLOVENIA» passa da «86» a «116» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«117.

GERMANIA — SLOVACCHIA»

«118.

GERMANIA — FINLANDIA»

«119.

GERMANIA — SVEZIA»

«120.

GERMANIA — REGNO UNITO»

«121.

ESTONIA — GRECIA»

«122.

ESTONIA — SPAGNA»

«123.

ESTONIA — FRANCIA»

«124.

ESTONIA — IRLANDA»

«125.

ESTONIA — ITALIA»

«126.

ESTONIA — CIPRO»

«127.

ESTONIA — LETTONIA»

«128.

ESTONIA — LITUANIA»

«129.

ESTONIA — LUSSEMBURGO»

«130.

ESTONIA — UNGHERIA»

«131.

ESTONIA — MALTA»

«132.

ESTONIA — PAESI BASSI»

«133.

ESTONIA — AUSTRIA»

«134.

ESTONIA — POLONIA»

«135.

ESTONIA — PORTOGALLO»;

(xiii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «135. ESTONIA — PORTOGALLO» si inserisce:

«136.   ESTONIA — ROMANIA

Senza oggetto.»;

(xiv)

la numerazione della rubrica «ESTONIA — SLOVENIA» passa da «106» a «137» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«138.

ESTONIA — SLOVACCHIA»

«139.

ESTONIA — FINLANDIA»

«140.

ESTONIA — SVEZIA»

«141.

ESTONIA — REGNO UNITO»

«142.

GRECIA — SPAGNA»

«143.

GRECIA — FRANCIA»

«144.

GRECIA — IRLANDA»

«145.

GRECIA — ITALIA»

«146.

GRECIA — CIPRO»

«147.

GRECIA — LETTONIA»

«148.

GRECIA — LITUANIA»

«149.

GRECIA — LUSSEMBURGO»

«150.

GRECIA — UNGHERIA»

«151.

GRECIA — MALTA»

«152.

GRECIA — PAESI BASSI»

«153.

GRECIA — AUSTRIA»

«154.

GRECIA — POLONIA»

«155.

GRECIA — PORTOGALLO»;

(xv)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «155. GRECIA — PORTOGALLO» si inserisce:

«156.   GRECIA — ROMANIA

Nulla.»;

(xvi)

la numerazione della rubrica «GRECIA — SLOVENIA» passa da «125» a «157» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«158.

GRECIA — SLOVACCHIA»

«159.

GRECIA — FINLANDIA»

«160.

GRECIA — SVEZIA»

«161.

GRECIA — REGNO UNITO»

«162.

SPAGNA — FRANCIA»

«163.

SPAGNA — IRLANDA»

«164.

SPAGNA — ITALIA»

«165.

SPAGNA — CIPRO»

«166.

SPAGNA — LETTONIA»

«167.

SPAGNA — LITUANIA»

«168.

SPAGNA — LUSSEMBURGO»

«169.

SPAGNA — UNGHERIA»

«170.

SPAGNA — MALTA»

«171.

SPAGNA — PAESI BASSI»

«172.

SPAGNA — AUSTRIA»

«173.

SPAGNA — POLONIA»

«174.

SPAGNA — PORTOGALLO»;

(xvii)

dopo l'ultima voce della rubrica «174. SPAGNA — PORTOGALLO» si inserisce:

«175.   SPAGNA — ROMANIA

Nulla.»;

(xviii)

la numerazione della rubrica «SPAGNA — SLOVENIA» passa da «143» a «176» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«177.

SPAGNA — SLOVACCHIA»

«178.

SPAGNA — FINLANDIA»

«179.

SPAGNA — SVEZIA»

«180.

SPAGNA — REGNO UNITO»

«181.

FRANCIA — IRLANDA»

«182.

FRANCIA — ITALIA»

«183.

FRANCIA — CIPRO»

«184.

FRANCIA — LETTONIA»

«185.

FRANCIA — LITUANIA»

«186.

FRANCIA — LUSSEMBURGO»

«187.

FRANCIA — UNGHERIA»

«188.

FRANCIA — MALTA»

«189.

FRANCIA — PAESI BASSI»

«190.

FRANCIA — AUSTRIA»

«191.

FRANCIA — POLONIA»

«192.

FRANCIA — PORTOGALLO»;

(xix)

dopo la voce della rubrica «192. FRANCIA — PORTOGALLO» si inserisce:

«193.   FRANCIA — ROMANIA

Nulla.»;

(xx)

la numerazione della rubrica «FRANCIA — SLOVENIA» passa da «160» a «194» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«195.

FRANCIA — SLOVACCHIA»

«196.

FRANCIA — FINLANDIA»

«197.

FRANCIA — SVEZIA»

«198.

FRANCIA — REGNO UNITO»

«199.

IRLANDA — ITALIA»

«200.

IRLANDA — CIPRO»

«201.

IRLANDA — LETTONIA»

«202.

IRLANDA — LITUANIA»

«203.

IRLANDA — LUSSEMBURGO»

«204.

IRLANDA — UNGHERIA»

«205.

IRLANDA — MALTA»

«206.

IRLANDA — PAESI BASSI»

«207.

IRLANDA — AUSTRIA»

«208.

IRLANDA — POLONIA»

«209.

IRLANDA — PORTOGALLO»;

(xxi)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «209. IRLANDA — PORTOGALLO» si inserisce:

«210.   IRLANDA — ROMANIA

Senza oggetto.»;

(xxii)

la numerazione della rubrica «IRLANDA — SLOVENIA» passa da «176» a «211» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«212.

IRLANDA — SLOVACCHIA»

«213.

IRLANDA — FINLANDIA»

«214.

IRLANDA — SVEZIA»

«215.

IRLANDA — REGNO UNITO»

«216.

ITALIA — CIPRO»

«217.

ITALIA — LETTONIA»

«218.

ITALIA — LITUANIA»

«219.

ITALIA — LUSSEMBURGO»

«220.

ITALIA — UNGHERIA»

«221.

ITALIA — MALTA»

«222.

ITALIA — PAESI BASSI»

«223.

ITALIA — AUSTRIA»

«224.

ITALIA — POLONIA»

«225.

ITALIA — PORTOGALLO»;

(xxiii)

dopo i termini «Senza oggetto.» della rubrica «225. ITALIA — PORTOGALLO» si inserisce:

«226.   ITALIA — ROMANIA

Senza oggetto.»;

(xxiv)

la numerazione della rubrica «ITALIA — SLOVENIA» passa da «191» a «227» e le rubriche successive sono rinumerate come segue:

«228.

ITALIA — SLOVACCHIA»

«229.

ITALIA — FINLANDIA»

«230.

ITALIA — SVEZIA»

«231.

ITALIA — REGNO UNITO»

«232.

CIPRO — LETTONIA»

«233.

CIPRO — LITUANIA»

«234.

CIPRO — LUSSEMBURGO»