ISSN 1977-0707

doi:10.3000/19770707.L_2012.020.ita

Gazzetta ufficiale

dell’Unione europea

L 20

European flag  

Edizione in lingua italiana

Legislazione

55o anno
24 gennaio 2012


Sommario

 

I   Atti legislativi

pagina

 

 

BILANCI

 

 

2012/30/EU, Euratom

 

*

Adozione definitiva del bilancio rettificativo n. 6 dell'Unione europea per l'esercizio 2011

1

Gli importi del presente documento di bilancio sono espressi in euro, salvo indicazione contraria.

Le eventuali entrate previste all’articolo 18, paragrafo 1, del regolamento finanziario, iscritte ai titoli 5 e 6 dello stato delle entrate, possono dare luogo all’apertura di stanziamenti supplementari da iscrivere sulle linee dalle quali proviene la spesa iniziale all’origine delle corrispondenti entrate.

Le cifre di esecuzione si riferiscono a tutti gli stanziamenti autorizzati, compresi gli stanziamenti di bilancio, gli stanziamenti supplementari e le entrate assegnate.

IT

Gli atti i cui titoli sono stampati in caratteri chiari appartengono alla gestione corrente. Essi sono adottati nel quadro della politica agricola ed hanno generalmente una durata di validità limitata.

I titoli degli altri atti sono stampati in grassetto e preceduti da un asterisco.


I Atti legislativi

BILANCI

24.1.2012   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

L 20/1


ADOZIONE DEFINITIVA

del bilancio rettificativo n. 6 dell'Unione europea per l'esercizio 2011

(2012/30/EU, Euratom)

IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO,

visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea, in particolare l'articolo 314, paragrafo 4, lettera a), e l'articolo 314, paragrafo 9,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica, in particolare l'articolo 106 bis,

visto il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (1),

visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2011, adottato in via definitiva il 15 dicembre 2010 (2),

visto l’accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria (3),

visto il progetto di bilancio rettificativo n. 6 al bilancio generale 2011 elaborato dalla Commissione il 18 ottobre 2011,

vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2011 adottata dal Consiglio il 30 novembre 2011,

vista la risoluzione approvata dal Parlamento il 1o dicembre 2011 sulla posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2011,

visti gli articoli 75 ter e 75 sexies del regolamento del Parlamento europeo,

DICHIARA:

Articolo unico

La procedura di cui all'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea è conclusa e il bilancio rettificativo n. 6 dell'Unione europea per l'esercizio 2011 è definitivamente adottato.

Fatto a Bruxelles, il 1o dicembre 2011

Il presidente

J. BUZEK


(1)  GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1.

(2)  GU L 68 del 15.3.2011.

(3)  GU C 139 del 14.6.2006, pag. 1.


ADOZIONE DEFINITIVA DEL BILANCIO RETTIFICATIVO N. 6 DELL'UNIONE EUROPEA PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2011

SOMMARIO

STATO GENERALE DELLE ENTRATE

A. Introduzione e finanziamento del bilancio generale

B. Stato generale delle entrate per linea di bilancio

— Entrate

— Titolo 1: Risorse proprie

— Titolo 3: Eccedenze, saldi e adeguamenti

— Titolo 6: Contributi e restituzioni nel quadro degli accordi e programmi dell'unione/comunitari

— Titolo 7: Interessi di mora e multe

STATO DELLE ENTRATE E DELLE SPESE PER SEZIONE

Sezione III: Commissione

— Entrate

— Titolo 6: Contributi e restituzioni nel quadro degli accordi e programmi dell'Unione/comunitari

— Titolo 7: Interessi di mora e multe

— Spese

— Titolo 01: Affari economici e finanziari

— Titolo 04: Occupazione e affari sociali

— Titolo 05: Agricoltura e sviluppo rurale

— Titolo 07: Ambiente e azione per il clima

— Titolo 08: Ricerca

— Titolo 09: Società dell'informazione e media

— Titolo 11: Affari marittimi e pesca

— Titolo 14: Fiscalità e unione doganale

— Titolo 15: Istruzione e cultura

— Titolo 17: Salute e tutela dei consumatori

— Titolo 19: Relazioni esterne

— Titolo 21: Sviluppo e relazioni con i paesi dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP)


 

A. INTRODUZIONE E FINANZIAMENTO DEL BILANCIO GENERALE

FINANZIAMENTO DEL BILANCIO GENERALE

Stanziamenti da coprire, durante l'esercizio 2011, conformemente alle disposizioni dell'articolo 1 della decisione 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee

SPESE

Descrizione

Bilancio 2011 (1)

Bilancio 2010 (2)

Variazione (in %)

1.

Crescita sostenibile

53 629 039 384

47 647 241 763

12,55

2.

Conservazione e gestione delle risorse naturali

55 983 918 184

58 135 640 809

–-3,70

3.

Cittadinanza, libertà, sicurezza e giustizia

1 700 103 331

1 477 871 910

15,04

4.

L'UE come attore globale

7 242 528 574

7 787 695 183

–7,00

5.

Amministrazione

8 171 544 289

7 907 468 861

3,34

Totale delle spese  (3)

126 727 133 762

122 955 918 526

+3,07


ENTRATE

Descrizione

Bilancio 2011 (4)

Bilancio 2010 (5)

Variazione (in %)

Entrate varie (titoli da 4 a 9)

2 083 368 232

1 432 338 606

+45,45

Eccedenza disponibile dell'esercizio precedente (capitolo 3 0, articolo 3 0 0)

4 539 394 283

2 253 591 199

+ 101,43

Eccedenza di risorse proprie risultante dal riversamento dell'eccedenza del Fondo di garanzia per le azioni esterne (capitolo 3 0, articolo 3 0 2)

p.m.

p.m.

Saldi delle risorse proprie provenienti dall'IVA e delle risorse proprie basate sul PNL/RNL relativo agli esercizi precedenti (capitoli 3 1 e 3 2)

1 814 882 000

p.m.

Totale delle entrate dei titoli da 3 a 9

8 437 644 515

3 685 929 805

+ 128,91

Importo netto dei dazi doganali e dei contributi nel settore dello zucchero (capitoli 1 1 e 1 2)

16 667 000 000

15 719 200 000

+6,03

Risorse proprie IVA all'aliquota uniforme (tabelle 1 e 2, capitolo 1 3)

14 125 977 050

13 277 325 100

+6,39

Rimanenza da finanziare con la risorsa complementare (risorse proprie RNL, tabella 3, capitolo 1 4)

87 496 512 197

90 273 463 621

–3,08

Stanziamenti da coprire con le risorse proprie di cui all'articolo 2 della decisione 2007/436/CE, Euratom (6)

118 289 489 247

119 269 988 721

–0,82

Totale delle entrate  (7)

126 727 133 762

122 955 918 526

+3,07


TABELLA 1

Calcolo della riduzione delle basi armonizzate dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) conformemente alle disposizioni dell'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), della decisione 2007/436/CE, Euratom

Stato membro

1 % della base IVA non ridotta

1 % del reddito nazionale lordo

Tasso di riduzione (in %)

1 % del reddito nazionale lordo moltiplicato per il tasso di riduzione

1 % della base IVA ridotta (8)

Stati membri la cui base IVA è ridotta

 

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

Belgio

1 627 587 000

3 698 643 000

50

1 849 321 500

1 627 587 000

 

Bulgaria

169 013 000

370 007 000

50

185 003 500

169 013 000

 

Repubblica ceca

652 877 000

1 391 854 000

50

695 927 000

652 877 000

 

Danimarca

963 769 000

2 458 026 000

50

1 229 013 000

963 769 000

 

Germania

11 026 155 000

26 119 640 000

50

13 059 820 000

11 026 155 000

 

Estonia

71 993 000

146 742 000

50

73 371 000

71 993 000

 

Irlanda

649 089 000

1 266 969 000

50

633 484 500

633 484 500

Irlanda

Grecia

1 019 460 000

2 175 890 000

50

1 087 945 000

1 019 460 000

 

Spagna

5 258 235 000

10 542 672 000

50

5 271 336 000

5 258 235 000

 

Francia

9 324 427 000

20 331 649 000

50

10 165 824 500

9 324 427 000

 

Italia

5 759 061 000

15 753 884 000

50

7 876 942 000

5 759 061 000

 

Cipro

147 063 000

179 320 000

50

89 660 000

89 660 000

Cipro

Lettonia

61 563 000

186 604 000

50

93 302 000

61 563 000

 

Lituania

118 148 000

290 314 000

50

145 157 000

118 148 000

 

Lussemburgo

217 935 000

316 518 000

50

158 259 000

158 259 000

Lussemburgo

Ungheria

421 920 000

978 454 000

50

489 227 000

421 920 000

 

Malta

44 136 000

60 993 000

50

30 496 500

30 496 500

Malta

Paesi Bassi

2 767 210 000

6 121 794 000

50

3 060 897 000

2 767 210 000

 

Austria

1 315 726 000

2 927 120 000

50

1 463 560 000

1 315 726 000

 

Polonia

1 810 016 000

3 689 995 000

50

1 844 997 500

1 810 016 000

 

Portogallo

860 113 000

1 644 805 000

50

822 402 500

822 402 500

Portogallo

Romania

460 410 000

1 248 095 000

50

624 047 500

460 410 000

 

Slovenia

181 241 000

361 860 000

50

180 930 000

180 930 000

Slovenia

Slovacchia

214 596 000

687 119 000

50

343 559 500

214 596 000

 

Finlandia

839 952 000

1 929 744 000

50

964 872 000

839 952 000

 

Svezia

1 674 991 000

3 932 868 000

50

1 966 434 000

1 674 991 000

 

Regno Unito

8 417 725 000

18 044 543 000

50

9 022 271 500

8 417 725 000

 

Totale

56 074 411 000

126 856 122 000

 

63 428 061 000

55 890 066 500

 


TABELLA 2

Ripartizione delle risorse proprie provenienti dall'imposta sul valore aggiunto (IVA) conformemente alle disposizioni dell'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), della decisione 2007/436/CE, Euratom (capitolo 1 3)

Stato membro

1 % della base IVA ridotta

Aliquota uniforme delle risorse proprie IVA (9) (in %)

Risorse proprie IVA all'aliquota uniforme

 

(1)

(2)

(3) = (1) × (2)

Belgio

1 627 587 000

0,3000

488 276 100

Bulgaria

169 013 000

0,3000

50 703 900

Repubblica ceca

652 877 000

0,3000

195 863 100

Danimarca

963 769 000

0,3000

289 130 700

Germania

11 026 155 000

0,1500

1 653 923 250

Estonia

71 993 000

0,3000

21 597 900

Irlanda

633 484 500

0,3000

190 045 350

Grecia

1 019 460 000

0,3000

305 838 000

Spagna

5 258 235 000

0,3000

1 577 470 500

Francia

9 324 427 000

0,3000

2 797 328 100

Italia

5 759 061 000

0,3000

1 727 718 300

Cipro

89 660 000

0,3000

26 898 000

Lettonia

61 563 000

0,3000

18 468 900

Lituania

118 148 000

0,3000

35 444 400

Lussemburgo

158 259 000

0,3000

47 477 700

Ungheria

421 920 000

0,3000

126 576 000

Malta

30 496 500

0,3000

9 148 950

Paesi Bassi

2 767 210 000

0,1000

276 721 000

Austria

1 315 726 000

0,2250

296 038 350

Polonia

1 810 016 000

0,3000

543 004 800

Portogallo

822 402 500

0,3000

246 720 750

Romania

460 410 000

0,3000

138 123 000

Slovenia

180 930 000

0,3000

54 279 000

Slovacchia

214 596 000

0,3000

64 378 800

Finlandia

839 952 000

0,3000

251 985 600

Svezia

1 674 991 000

0,1000

167 499 100

Regno Unito

8 417 725 000

0,3000

2 525 317 500

Totale

55 890 066 500

 

14 125 977 050


TABELLA 3

Determinazione dell'aliquota uniforme e ripartizione delle risorse basate sul reddito nazionale lordo conformemente alle disposizioni dell'articolo 2, paragrafo 1, lettera c), della decisione 2007/436/CE, Euratom (capitolo 1 4)

Stato membro

1 % del reddito nazionale lordo

Aliquota uniforme di risorse proprie «base complementare»

Risorse proprie «base complementare» all'aliquota uniforme

 

(1)

(2)

(3) = (1) × (2)

Belgio

3 698 643 000

 

2 551 066 178

Bulgaria

370 007 000

 

255 205 042

Repubblica ceca

1 391 854 000

 

960 003 889

Danimarca

2 458 026 000

 

1 695 375 032

Germania

26 119 640 000

 

18 015 507 359

Estonia

146 742 000

 

101 212 405

Irlanda

1 266 969 000

 

873 866 920

Grecia

2 175 890 000

 

1 500 777 282

Spagna

10 542 672 000

 

7 271 600 414

Francia

20 331 649 000

 

14 023 354 543

Italia

15 753 884 000

 

10 865 931 276

Cipro

179 320 000

 

123 682 439

Lettonia

186 604 000

0,6897303 (10)

128 706 435

Lituania

290 314 000

 

200 238 365

Lussemburgo

316 518 000

 

218 312 058

Ungheria

978 454 000

 

674 869 380

Malta

60 993 000

 

42 068 721

Paesi Bassi

6 121 794 000

 

4 222 386 866

Austria

2 927 120 000

 

2 018 923 381

Polonia

3 689 995 000

 

2 545 101 391

Portogallo

1 644 805 000

 

1 134 471 861

Romania

1 248 095 000

 

860 848 950

Slovenia

361 860 000

 

249 585 810

Slovacchia

687 119 000

 

473 926 800

Finlandia

1 929 744 000

 

1 331 002 925

Svezia

3 932 868 000

 

2 712 618 260

Regno Unito

18 044 543 000

 

12 445 868 215

Totale

126 856 122 000

 

87 496 512 197


TABELLA 4

Calcolo della riduzione lorda del contributo RNL per i Paesi Bassi e la Svezia e il suo finanziamento, ai sensi dell’articolo 2, paragrafo 5, della decisione 2007/436/CE, Euratom (capitolo 1 6)

Stato membro

Riduzione lorda

Parti nelle basi RNL

Chiave RNL applicata alla riduzione lorda

Finanziamento della riduzione a favore di Paesi Bassi e Svezia

 

(1)

(2)

(3)

(4) = (1) + (3)

Belgio

 

2,92

24 197 489

24 197 489

Bulgaria

 

0,29

2 420 682

2 420 682

Repubblica ceca

 

1,10

9 105 873

9 105 873

Danimarca

 

1,94

16 081 048

16 081 048

Germania

 

20,59

170 881 511

170 881 511

Estonia

 

0,12

960 025

960 025

Irlanda

 

1,00

8 288 842

8 288 842

Grecia

 

1,72

14 235 241

14 235 241

Spagna

 

8,31

68 972 916

68 972 916

Francia

 

16,03

133 014 961

133 014 961

Italia

 

12,42

103 066 026

103 066 026

Cipro

 

0,14

1 173 158

1 173 158

Lettonia

 

0,15

1 220 812

1 220 812

Lituania

 

0,23

1 899 310

1 899 310

Lussemburgo

 

0,25

2 070 743

2 070 743

Ungheria

 

0,77

6 401 302

6 401 302

Malta

 

0,05

399 032

399 032

Paesi Bassi

– 665 039 963

4,83

40 050 378

– 624 989 585

Austria

 

2,31

19 149 984

19 149 984

Polonia

 

2,91

24 140 912

24 140 912

Portogallo

 

1,30

10 760 744

10 760 744

Romania

 

0,98

8 165 364

8 165 364

Slovenia

 

0,29

2 367 383

2 367 383

Slovacchia

 

0,54

4 495 312

4 495 312

Finlandia

 

1,52

12 624 890

12 624 890

Svezia

– 164 885 941

3,10

25 729 850

– 139 156 091

Regno Unito

 

14,22

118 052 116

118 052 116

Totale

– 829 925 904

100,00

829 925 904

0

Deflatore PIL dell’UE in EUR (previsioni economiche primavera 2010):

(a) 2004 UE25 = 107,4023 / (b) 2006 UE25 = 112,1509 / (c) 2006 UE27 = 112,4894 / (d) 2011 UE27 = 118,4172

Importo forfettario per i Paesi Bassi, prezzi 2011:

605 000 000 EUR × [(b/a) × (d/c)] = 665 039 963 EUR

Importo forfettario per la Svezia, prezzi 2011:

150 000 000 EUR × [(b/a) × (d/c)] = 164 885 941 EUR


TABELLA 5.1

Correzione degli squilibri di bilancio a favore del Regno Unito a titolo del 2010 conformemente alle disposizioni dell'articolo 4 della decisione 2007/436/CE, Euratom (capitolo 1 5)

Descrizione

Coefficiente (11) (%)

Importo

1.

Parte del Regno Unito (in %) nella base IVA non livellata totale

15,0995

 

2.

Parte del Regno Unito (in %) nella spesa ripartita totale adeguata tenendo conto dell’allargamento

7,7390

 

3.

(1) – (2)

7,3605

 

4.

Spesa ripartita totale

 

111 581 136 089

5.

Spese relative all’allargamento (12) = (5a + 5b)

 

23 885 731 392

5a.

Spese di preadesione

 

2 978 639 088

5b.

Spese legate all'articolo 4, paragrafo 1, lettera g)

 

20 907 092 304

6.

Spesa ripartita totale adeguata tenendo conto dell’allargamento = (4) – (5)

 

87 695 404 697

7.

Importo originale della correzione a favore del Regno Unito = (3) × (6) × 0,66

 

4 260 193 166

8.

Vantaggio del Regno Unito (13)

 

388 810 830

9.

Correzione britannica di base = (7) – (8)

 

3 871 382 336

10.

Guadagni imprevisti provenienti dalle risorse proprie tradizionali (14)

 

29 810 676

11.

Correzione a favore del Regno Unito = (9) – (10)

 

3 841 571 660

A norma dell'articolo 4, paragrafo 2, della decisione 2007/436/CE, Euratom, durante il periodo 2007-2013 il contributo supplementare del Regno Unito risultante dalla detrazione dalla spesa ripartita della spesa relativa all'allargamento di cui al paragrafo 1, lettera g), di detto articolo non supera i 10 500 000 000 EUR a prezzi 2004. Le cifre corrispondenti sono riportate nella tabella seguente.

Correzione britannica 2007-2012

Differenza nell'importo originale rispetto al massimale di 10,5 miliardi di EUR

(DRP 2007 rispetto a DRP 2000), in EUR

Differenza a prezzi correnti

Differenza a prezzi costanti 2004

(A)

Correzione britannica 2007

0

0

(B)

Correzione britannica 2008

– 301 636 064

– 279 914 923

(C)

Correzione britannica 2009

–1 350 053 160

–1 271 666 250

(D)

Correzione britannica 2010

–2 083 537 505

–1 918 060 737

(E)

Correzione britannica 2011

n.d.

n.d.

(F)

Correzione britannica 2012

n.d.

n.d.

(G)

Somma delle differenze = (A) + (B) + (C) + (D) + (E) + (F)

–3 735 226 728

–3 469 641 910


TABELLA 5.2

Correzione degli squilibri di bilancio a favore del Regno Unito a titolo del 2007 conformemente alle disposizioni dell'articolo 4 della decisione 2007/436/CE, Euratom (capitolo 3 5)

Descrizione

Coefficiente (15) (%)

Importo

1.

Parte del Regno Unito (in %) nella base IVA non livellata totale

17,4496

 

2.

Parte del Regno Unito (in %) nella spesa ripartita totale adeguata tenendo conto dell’allargamento

7,2384

 

3.

(1) – (2)

10,2111

 

4.

Spesa ripartita totale

 

105 275 791 730

5.

Spese relative all’allargamento (16)= (5a + 5b)

 

2 930 808 042

5a.

Spese di preadesione

 

2 930 808 042

5b.

Spese legate all'articolo 4, paragrafo 1, lettera g)

 

0

6.

Spesa ripartita totale adeguata tenendo conto dell’allargamento = (4) – (5)

 

102 344 983 688

7.

Importo originale della correzione a favore del Regno Unito = (3) × (6) × 0,66

 

6 897 392 491

8.

Vantaggio del Regno Unito (17)

 

67 188 488

9.

Correzione britannica di base = (7) – (8)

 

6 830 204 004

10.

Windfall gains deriving from traditional own resources (18)

 

–46 980 802

11.

Correzione a favore del Regno Unito = (9) – (10)

 

6 877 184 806


TABELLA 5.3

Correzione degli squilibri di bilancio a favore del Regno Unito per l'esercizio 2006 Conformemente all'articolo 4 della decisione 2000/597/CE, Euratom del Consiglio (capitolo 3 5)

Descrizione

Coefficiente (19) (%)

Importo

1.

Parte del Regno Unito (in %) nella base IVA non livellata totale

17,2771

 

2.

Parte del Regno Unito (in %) nella spesa ripartita totale adeguata tenendo conto dell’allargamento

8,6928

 

3.

(1) – (2)

8,5843

 

4.

Spesa ripartita totale

 

97 195 051 529

5.

Spese di preadesione (SPA)

 

1 837 296 087

6.

Spesa ripartita totale adeguata tenendo conto delle SPA = (4) – (5)

 

95 357 755 442

7.

Importo originale della correzione a favore del Regno Unito = (3) × (6) × 0,66

 

5 402 613 496

8.

Vantaggio del Regno Unito (20)

 

215 286 076

9.

Correzione britannica di base = (7) – (8)

 

5 187 327 420

10.

Guadagni imprevisti provenienti dalle risorse proprie tradizionali (21)

 

–9 196 589

11.

Correzione a favore del Regno Unito = (9) – (10)

 

5 196 524 008


TABELLA 6.1

Calcolo del finanziamento della correzione 2010 a favore del Regno Unito fissata a — 3 841 571 660 euro (capitolo 1 5)

Stato membro

Parti nelle basi RNL

Parti senza il Regno Unito

Parti senza la Germania, i Paesi Bassi, l'Austria, la Svezia e il Regno Unito

3/4 della parte di Germania, Paesi Bassi, Austria, Svezia nella colonna 2

Importo della colonna 4 ripartito secondo la chiave della colonna 3

Chiave di finanziamento

Chiave di finanziamento applicata alla correzione

 

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6) = (2) + (4) + (5)

(7)

Belgio

2,92

3,40

5,31

 

1,43

4,83

185 512 958

Bulgaria

0,29

0,34

0,53

 

0,14

0,48

18 558 453

Repubblica ceca

1,10

1,28

2,00

 

0,54

1,82

69 811 267

Danimarca

1,94

2,26

3,53

 

0,95

3,21

123 287 291

Germania

20,59

24,00

0,00

–18,00

0,00

6,00

230 537 205

Estonia

0,12

0,13

0,21

 

0,06

0,19

7 360 143

Irlanda

1,00

1,16

1,82

 

0,49

1,65

63 547 406

Grecia

1,72

2,00

3,12

 

0,84

2,84

109 136 186

Spagna

8,31

9,69

15,12

 

4,08

13,76

528 789 146

Francia

16,03

18,69

29,17

 

7,86

26,55

1 019 775 186

Italia

12,42

14,48

22,60

 

6,09

20,57

790 168 077

Cipro

0,14

0,16

0,26

 

0,07

0,23

8 994 159

Lettonia

0,15

0,17

0,27

 

0,07

0,24

9 359 503

Lituania

0,23

0,27

0,42

 

0,11

0,38

14 561 289

Lussemburgo

0,25

0,29

0,45

 

0,12

0,41

15 875 604

Ungheria

0,77

0,90

1,40

 

0,38

1,28

49 076 349

Malta

0,05

0,06

0,09

 

0,02

0,08

3 059 228

Paesi Bassi

4,83

5,63

0,00

–4,22

0,00

1,41

54 032 187

Austria

2,31

2,69

0,00

–2,02

0,00

0,67

25 835 351

Polonia

2,91

3,39

5,29

 

1,43

4,82

185 079 200

Portogallo

1,30

1,51

2,36

 

0,64

2,15

82 498 538

Romania

0,98

1,15

1,79

 

0,48

1,63

62 600 742

Slovenia

0,29

0,33

0,52

 

0,14

0,47

18 149 824

Slovacchia

0,54

0,63

0,99

 

0,27

0,90

34 463 850

Finlandia

1,52

1,77

2,77

 

0,75

2,52

96 790 233

Svezia

3,10

3,61

0,00

–2,71

0,00

0,90

34 712 285

Regno Unito

14,22

0,00

0,00

 

0,00

0,00

0

Totale

100,00

100,00

100,00

–26,95

26,95

100,00

3 841 571 660

I calcoli sono effettuati con quindici decimali.

TABELLA 6.2

Finanziamento della correzione definitiva per il Regno Unito per il 2007 (capitolo 3 5)

Stato membro

Importo

 

(1)

Belgio

706 907

Bulgaria

535 312

Repubblica ceca

6 744 356

Danimarca

–5 289 141

Germania

– 870 891

Estonia

– 989 889

Irlanda

–6 610 915

Grecia

–10 394 252

Spagna

–14 463 921

Francia

–4 098 541

Italia

–32 446 645

Cipro

–71 604

Lettonia

153 180

Lituania

108 301

Lussemburgo

– 114 511

Ungheria

757 788

Malta

11 085

Paesi Bassi

– 683 089

Austria

– 640 297

Polonia

14 123 243

Portogallo

3 156 918

Romania

7 742 255

Slovenia

657 143

Slovacchia

3 867 642

Finlandia

–4 997 969

Svezia

98 758

Regno Unito

43 008 777

Totale

0


TABELLA 6.3

Finanziamento della correzione definitiva per il Regno Unito per il 2006 (capitolo 3 5)

Stato membro

Importo

 

(1)

Belgio

–8 755 549

Bulgaria

– 741 523

Repubblica ceca

–3 073 164

Danimarca

–5 928 694

Germania

–11 377 531

Estonia

– 375 342

Irlanda

–4 203 153

Grecia

–5 690 088

Spagna

–26 632 223

Francia

–49 761 580

Italia

–39 816 491

Cipro

– 393 976

Lettonia

– 532 301

Lituania

– 715 807

Lussemburgo

– 771 356

Ungheria

–2 426 193

Malta

– 137 272

Paesi Bassi

–2 637 055

Austria

–1 218 391

Polonia

–7 766 880

Portogallo

–4 055 856

Romania

–3 137 843

Slovenia

– 877 883

Slovacchia

–1 383 091

Finlandia

–4 673 150

Svezia

–1 563 025

Regno Unito

188 645 417

Totale

0


TABELLA 7

Riepilogo del finanziamento (22) del bilancio generale per tipo di risorsa propria e per Stato membro

Stato membro

Risorse proprie tradizionali (RPT)

Risorse proprie basate su IVA e RNL, compresi gli adeguamenti

Totale risorse prop (23)

Contributi netti nel settore dello zucchero (75 %)

Dazi doganali netti (75 %)

Totale delle risorse proprie tradizionali nette (75 %)

p.m. costi di riscossione (25 % delle RPT lorde)

Risorsa propria basata sull'IVA

Risorsa propria basata sull'RNL

Riduzione a favore dei Paesi Bassi e della Svezia

Correzione a favore del Regno Unito

Totale «contributi nazionali»

Percentuale del totale «contributi nazionali» (%)

 

(1)

(2)

(3) = (1) + (2)

(4)

(5)

(6)

(7)

(8)

(9) = (5) + (6) + (7) + (8)

(10)

(11) = (3) + (9)

Belgio

6 600 000

1 507 642 260

1 514 242 260

504 747 420

488 276 100

2 551 066 178

24 197 489

177 464 316

3 241 004 083

3,19

4 755 246 343

Bulgaria

400 000

45 406 418

45 806 418

15 268 806

50 703 900

255 205 042

2 420 682

18 352 242

326 681 866

0,32

372 488 284

Repubblica ceca

3 400 000

191 135 846

194 535 846

64 845 282

195 863 100

960 003 889

9 105 873

73 482 459

1 238 455 321

1,22

1 432 991 167

Danimarca

3 400 000

299 756 949

303 156 949

101 052 316

289 130 700

1 695 375 032

16 081 048

112 069 456

2 112 656 236

2,08

2 415 813 185

Germania

26 300 000

3 328 560 834

3 354 860 834

1 118 286 941

1 653 923 250

18 015 507 359

170 881 511

218 288 783

20 058 600 903

19,74

23 413 461 737

Estonia

0

19 766 244

19 766 244

6 588 748

21 597 900

101 212 405

960 025

5 994 912

129 765 242

0,13

149 531 486

Irlanda

0

176 031 452

176 031 452

58 677 151

190 045 350

873 866 920

8 288 842

52 733 338

1 124 934 450

1,11

1 300 965 902

Grecia

1 400 000

192 814 112

194 214 112

64 738 038

305 838 000

1 500 777 282

14 235 241

93 051 846

1 913 902 369

1,88

2 108 116 481

Spagna

4 700 000

1 182 245 136

1 186 945 136

395 648 379

1 577 470 500

7 271 600 414

68 972 916

487 693 002

9 405 736 832

9,26

10 592 681 968

Francia

30 900 000

1 450 021 795

1 480 921 795

493 640 598

2 797 328 100

14 023 354 543

133 014 961

965 915 065

17 919 612 669

17,63

19 400 534 464

Italia

4 700 000

1 893 363 721

1 898 063 721

632 687 907

1 727 718 300

10 865 931 276

103 066 026

717 904 941

13 414 620 543

13,20

15 312 684 264

Cipro

0

26 199 596

26 199 596

8 733 199

26 898 000

123 682 439

1 173 158

8 528 579

160 282 176

0,16

186 481 772

Lettonia

0

18 274 452

18 274 452

6 091 484

18 468 900

128 706 435

1 220 812

8 980 382

157 376 529

0,15

175 650 981

Lituania

800 000

38 693 354

39 493 354

13 164 452

35 444 400

200 238 365

1 899 310

13 953 783

251 535 858

0,25

291 029 212

Lussemburgo

0

13 705 839

13 705 839

4 568 613

47 477 700

218 312 058

2 070 743

14 989 737

282 850 238

0,28

296 556 077

Ungheria

2 000 000

97 525 900

99 525 900

33 175 300

126 576 000

674 869 380

6 401 302

47 407 944

855 254 626

0,84

954 780 526

Malta

0

10 535 781

10 535 781

3 511 927

9 148 950

42 068 721

399 032

2 933 041

54 549 744

0,05

65 085 525

Paesi Bassi

7 300 000

1 779 241 635

1 786 541 635

595 513 878

276 721 000

4 222 386 866

– 624 989 585

50 712 043

3 924 830 324

3,86

5 711 371 959

Austria

3 200 000

160 367 637

163 567 637

54 522 546

296 038 350

2 018 923 381

19 149 984

23 976 663

2 358 088 378

2,32

2 521 656 015

Polonia

12 800 000

332 949 320

345 749 320

115 249 774

543 004 800

2 545 101 391

24 140 912

191 435 563

3 303 682 666

3,25

3 649 431 986

Portogallo

200 000

128 853 531

129 053 531

43 017 844

246 720 750

1 134 471 861

10 760 744

81 599 600

1 473 552 955

1,45

1 602 606 486

Romania

1 000 000

103 120 120

104 120 120

34 706 707

138 123 000

860 848 950

8 165 364

67 205 154

1 074 342 468

1,06

1 178 462 588

Slovenia

0

66 571 217

66 571 217

22 190 406

54 279 000

249 585 810

2 367 383

17 929 084

324 161 277

0,32

390 732 494

Slovacchia

1 400 000

105 823 993

107 223 993

35 741 331

64 378 800

473 926 800

4 495 312

36 948 401

579 749 313

0,57

686 973 306

Finlandia

800 000

141 720 237

142 520 237

47 506 746

251 985 600

1 331 002 925

12 624 890

87 119 114

1 682 732 529

1,66

1 825 252 766

Svezia

2 600 000

456 395 106

458 995 106

152 998 369

167 499 100

2 712 618 260

– 139 156 091

33 248 018

2 774 209 287

2,73

3 233 204 393

Regno Unito

9 500 000

2 776 877 515

2 786 377 515

928 792 505

2 525 317 500

12 445 868 215

118 052 116

–3 609 917 466

11 479 320 365

11,30

14 265 697 880

Totale

123 400 000

16 543 600 000

16 667 000 000

5 555 666 667

14 125 977 050

87 496 512 197

0

0

101 622 489 247

100,00

118 289 489 247

B. STATO GENERALE DELLE ENTRATE PER LINEA DI BILANCIO

ENTRATE

Titolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

1

RISORSE PROPRIE

120 566 371 247

–2 276 882 000

118 289 489 247

3

ECCEDENZE, SALDI E ADEGUAMENTI

4 539 394 283

1 814 882 000

6 354 276 283

4

ENTRATE PROVENIENTI DALLE PERSONE APPARTENENTI ALLE ISTITUZIONI E AD ALTRI ORGANISMI DELL'UNIONE

1 180 425 515

 

1 180 425 515

5

ENTRATE PROVENIENTI DAL FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO DELLE ISTITUZIONI

57 294 000

 

57 294 000

6

CONTRIBUTI E RESTITUZIONI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI E PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

30 000 000

52 000 000

82 000 000

7

INTERESSI DI MORA E MULTE

123 000 000

610 000 000

733 000 000

8

ASSUNZIONE ED EROGAZIONE DI PRESTITI

438 717

 

438 717

9

ENTRATE VARIE

30 210 000

 

30 210 000

 

Totale

126 527 133 762

200 000 000

126 727 133 762

TITOLO 1

RISORSE PROPRIE

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

1 1

CONTRIBUTI E ALTRI DIRITTI PREVISTI NELL'AMBITO DELL'ORGANIZZAZIONE COMUNE DEI MERCATI NEL SETTORE DELLO ZUCCHERO [ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA a), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM]

123 400 000

 

123 400 000

1 2

DAZI DOGANALI E ALTRI DIRITTI PREVISTI DALL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA a), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

17 743 600 000

–1 200 000 000

16 543 600 000

1 3

RISORSE PROPRIE PROVENIENTI DALL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CONFORMEMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA b), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

14 125 977 050

 

14 125 977 050

1 4

RISORSE PROPRIE BASATE SUL REDDITO NAZIONALE LORDO CONFORMEMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA c), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

88 573 394 197

–1 076 882 000

87 496 512 197

1 5

CORREZIONE DEGLI SQUILIBRI DI BILANCIO

0

 

0

1 6

RIDUZIONE LORDA DEL CONTRIBUTO RNL ANNUO CONCESSA AI PAESI BASSI E ALLA SVEZIA

0

 

0

 

Titolo 1 — Totale

120 566 371 247

–2 276 882 000

118 289 489 247

CAPITOLO 1 2 — DAZI DOGANALI E ALTRI DIRITTI PREVISTI DALL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA A), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

1 2

DAZI DOGANALI E ALTRI DIRITTI PREVISTI DALL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA a), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

1 2 0

DAZI DOGANALI E ALTRI DIRITTI PREVISTI DALL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA a), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

17 743 600 000

–1 200 000 000

16 543 600 000

 

Capitolo 1 2 — Totale

17 743 600 000

–1 200 000 000

16 543 600 000

1 2 0
Dazi doganali e altri diritti previsti dall'articolo 2, paragrafo 1, lettera a), della decisione 2007/436/CE, Euratom

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

17 743 600 000

–1 200 000 000

16 543 600 000

Commento

La destinazione dei dazi doganali in quanto risorse proprie al finanziamento delle spese comuni è una logica conseguenza della libera circolazione delle merci all'interno dell'Unione. Il presente articolo può comprendere prelievi, premi, importi supplementari o compensativi, importi o elementi aggiuntivi, dazi della tariffa doganale comune e altri dazi fissati o da fissare da parte delle istituzioni dell'Unione europea sugli scambi con paesi terzi e dazi doganali sui prodotti che rientrano nell'ambito di applicazione del trattato, ormai scaduto, che istituisce la Comunità europea del carbone e dell'acciaio.

Le cifre sono iscritte al netto delle spese di riscossione.

Basi giuridiche

Decisione 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee (GU L 163 del 23.6.2007, pag. 17), in particolare l'articolo 2, paragrafo 1, lettera a).

Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Belgio

1 617 000 000

– 109 357 740

1 507 642 260

Bulgaria

48 700 000

–3 293 582

45 406 418

Repubblica ceca

205 000 000

–13 864 154

191 135 846

Danimarca

321 500 000

–21 743 051

299 756 949

Germania

3 570 000 000

– 241 439 166

3 328 560 834

Estonia

21 200 000

–1 433 756

19 766 244

Irlanda

188 800 000

–12 768 548

176 031 452

Grecia

206 800 000

–13 985 888

192 814 112

Spagna

1 268 000 000

–85 754 864

1 182 245 136

Francia

1 555 200 000

– 105 178 205

1 450 021 795

Italia

2 030 700 000

– 137 336 279

1 893 363 721

Cipro

28 100 000

–1 900 404

26 199 596

Lettonia

19 600 000

–1 325 548

18 274 452

Lituania

41 500 000

–2 806 646

38 693 354

Lussemburgo

14 700 000

– 994 161

13 705 839

Ungheria

104 600 000

–7 074 100

97 525 900

Malta

11 300 000

– 764 219

10 535 781

Paesi Bassi

1 908 300 000

– 129 058 365

1 779 241 635

Austria

172 000 000

–11 632 363

160 367 637

Polonia

357 100 000

–24 150 680

332 949 320

Portogallo

138 200 000

–9 346 469

128 853 531

Romania

110 600 000

–7 479 880

103 120 120

Slovenia

71 400 000

–4 828 783

66 571 217

Slovacchia

113 500 000

–7 676 007

105 823 993

Finlandia

152 000 000

–10 279 763

141 720 237

Svezia

489 500 000

–33 104 894

456 395 106

Regno Unito

2 978 300 000

– 201 422 485

2 776 877 515

Totale dell'articolo 1 2 0

17 743 600 000

–1 200 000 000

16 543 600 000

CAPITOLO 1 4 — RISORSE PROPRIE BASATE SUL REDDITO NAZIONALE LORDO CONFORMEMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA C), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

1 4

RISORSE PROPRIE BASATE SUL REDDITO NAZIONALE LORDO CONFORMEMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA c), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

1 4 0

RISORSE PROPRIE BASATE SUL REDDITO NAZIONALE LORDO CONFORMEMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 2, PARAGRAFO 1, LETTERA c), DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

88 573 394 197

–1 076 882 000

87 496 512 197

 

Capitolo 1 4 — Totale

88 573 394 197

–1 076 882 000

87 496 512 197

1 4 0
Risorse proprie basate sul reddito nazionale lordo conformemente alle disposizioni dell'articolo 2, paragrafo 1, lettera c), della decisione 2007/436/CE, Euratom

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

88 573 394 197

–1 076 882 000

87 496 512 197

Commento

La risorsa basata sull’RNL è una risorsa «complementare» che fornisce le entrate necessarie per coprire, in un determinato esercizio, le spese eccedenti l'importo generato dalle risorse proprie tradizionali, dai versamenti a titolo dell'IVA e dalle altre entrate. La risorsa basata sull'RNL assicura implicitamente l'equilibrio ex ante del bilancio generale dell'Unione europea.

L'aliquota di prelievo della risorsa RNL viene determinata in funzione delle entrate supplementari necessarie per finanziare le spese di bilancio non coperte dalle altre risorse (versamenti a titolo dell'IVA, risorse proprie tradizionali e altre entrate). Un'aliquota di prelievo viene quindi applicata all'RNL di ciascuno degli Stati membri.

L'aliquota da applicare al reddito nazionale lordo degli Stati membri per l'esercizio è dello 0,6897 %.

Basi giuridiche

Decisione 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee (GU L 163 del 23.6.2007, pag. 17), in particolare l'articolo 2, paragrafo 1, lettera c).

Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Belgio

2 582 463 970

–31 397 792

2 551 066 178

Bulgaria

258 346 033

–3 140 991

255 205 042

Repubblica ceca

971 819 342

–11 815 453

960 003 889

Danimarca

1 716 241 222

–20 866 190

1 695 375 032

Germania

18 237 237 068

– 221 729 709

18 015 507 359

Estonia

102 458 098

–1 245 693

101 212 405

Irlanda

884 622 223

–10 755 303

873 866 920

Grecia

1 519 248 418

–18 471 136

1 500 777 282

Spagna

7 361 097 188

–89 496 774

7 271 600 414

Francia

14 195 949 972

– 172 595 429

14 023 354 543

Italia

10 999 666 044

– 133 734 768

10 865 931 276

Cipro

125 204 687

–1 522 248

123 682 439

Lettonia

130 290 516

–1 584 081

128 706 435

Lituania

202 702 841

–2 464 476

200 238 365

Lussemburgo

220 998 980

–2 686 922

218 312 058

Ungheria

683 175 478

–8 306 098

674 869 380

Malta

42 586 490

– 517 769

42 068 721

Paesi Bassi

4 274 354 793

–51 967 927

4 222 386 866

Austria

2 043 771 712

–24 848 331

2 018 923 381

Polonia

2 576 425 769

–31 324 378

2 545 101 391

Portogallo

1 148 434 615

–13 962 754

1 134 471 861

Romania

871 444 032

–10 595 082

860 848 950

Slovenia

252 657 640

–3 071 830

249 585 810

Slovacchia

479 759 755

–5 832 955

473 926 800

Finlandia

1 347 384 528

–16 381 603

1 331 002 925

Svezia

2 746 004 388

–33 386 128

2 712 618 260

Regno Unito

12 599 048 395

– 153 180 180

12 445 868 215

Totale dell'articolo 1 4 0

88 573 394 197

–1 076 882 000

87 496 512 197

TITOLO 3

ECCEDENZE, SALDI E ADEGUAMENTI

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

3 0

ECCEDENZA DISPONIBILE DELL'ESERCIZIO PRECEDENTE

4 539 394 283

 

4 539 394 283

3 1

SALDI E ADEGUAMENTI DEI SALDI BASATI SULL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 4, 5 E 8 DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

p.m.

673 159 000

673 159 000

3 2

SALDI E ADEGUAMENTI DI SALDI BASATI SUL REDDITO/PRODOTTO NAZIONALE LORDO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 6, 7 E 8, DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

3 4

ADEGUAMENTO RELATIVO ALLA NON PARTECIPAZIONE DI TALUNI STATI MEMBRI A DETERMINATE POLITICHE DELLO SPAZIO DI LIBERTÀ, SICUREZZA E GIUSTIZIA

p.m.

 

p.m.

3 5

RISULTATO DEL CALCOLO DEFINITIVO DEL FINANZIAMENTO DELLA CORREZIONE DEGLI SQUILIBRI DI BILANCIO A FAVORE DEL REGNO UNITO

0

 

0

3 6

RISULTATO DEGLI AGGIORNAMENTI INTERMEDI DEL CALCOLO DEL FINANZIAMENTO DELLA CORREZIONE DEGLI SQUILIBRI DI BILANCIO A FAVORE DEL REGNO UNITO

p.m.

 

p.m.

3 7

ADEGUAMENTO RELATIVO ALL’ATTUAZIONE DELLA DECISIONE 2007/436/CE, EURATOM

 

 

Titolo 3 — Totale

4 539 394 283

1 814 882 000

6 354 276 283

CAPITOLO 3 1 — SALDI E ADEGUAMENTI DEI SALDI BASATI SULL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 4, 5 E 8 DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

3 1

SALDI E ADEGUAMENTI DEI SALDI BASATI SULL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 4, 5 E 8 DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

3 1 0

RISULTATO DELL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 4, 5 E 8, DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000 CONCERNENTE GLI ESERCIZI A PARTIRE DAL 1995

3 1 0 3

RISULTATO DELL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 4, 5 E 8, DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000 CONCERNENTE GLI ESERCIZI A PARTIRE DAL 1995

p.m.

673 159 000

673 159 000

 

Articolo 3 1 0 — Totale parziale

p.m.

673 159 000

673 159 000

 

Capitolo 3 1 — Totale

p.m.

673 159 000

673 159 000

3 1 0
Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 4, 5 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

3 1 0 3
Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 4, 5 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

p.m.

673 159 000

673 159 000

Commento

Ai sensi dell'articolo 7, paragrafo 1, del regolamento (CEE, Euratom) n. 1553/89 del Consiglio, gli Stati membri trasmettono alla Commissione, entro il 31 luglio, un estratto in cui si indica l'ammontare totale della base delle risorse IVA.

Ad ogni Stato membro è addebitato l’importo calcolato sulla base di questo estratto, conformemente alle norme dell'Unione europea, ed è accreditato l’importo dei dodici pagamenti effettuati nel corso dell'esercizio precedente. La Commissione determina l'ammontare del saldo e lo comunica agli Stati membri con un anticipo sufficiente affinché essi possano iscriverlo nel conto della Commissione di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 il primo giorno feriale del mese di dicembre dello stesso anno.

Eventuali correzioni agli estratti summenzionati risultanti dai controlli della Commissione conformemente all'articolo 9 del regolamento (CEE, Euratom) n. 1553/89 e/o eventuali modifiche apportate all'RNL degli esercizi precedenti che incidano sul livellamento della base IVA comporteranno adeguamenti dei saldi IVA.

Basi giuridiche

Regolamento (CEE, Euratom) n. 1553/89 del Consiglio, del 29 maggio 1989, concernente il regime uniforme definitivo di riscossione delle risorse proprie provenienti dall'imposta sul valore aggiunto (GU L 155 del 7.6.1989, pag. 9).

Regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 del Consiglio, del 22 maggio 2000, recante applicazione della decisione 2007/436/CE, Euratom relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee (GU L 130 del 31.5.2000, pag. 1), in particolare l’articolo 10, paragrafi 4, 5 e 8.

Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Belgio

p.m.

28 248 000

28 248 000

Bulgaria

p.m.

492 000

492 000

Repubblica ceca

p.m.

7 670 000

7 670 000

Danimarca

p.m.

2 075 000

2 075 000

Germania

p.m.

16 721 000

16 721 000

Estonia

p.m.

1 256 000

1 256 000

Irlanda

p.m.

3 469 000

3 469 000

Grecia

p.m.

–27 208 000

–27 208 000

Spagna

p.m.

386 936 000

386 936 000

Francia

p.m.

119 302 000

119 302 000

Italia

p.m.

83 866 000

83 866 000

Cipro

p.m.

67 000

67 000

Lettonia

p.m.

–2 630 000

–2 630 000

Lituania

p.m.

–7 591 000

–7 591 000

Lussemburgo

p.m.

– 808 000

– 808 000

Ungheria

p.m.

–10 819 000

–10 819 000

Malta

p.m.

306 000

306 000

Paesi Bassi

p.m.

13 623 000

13 623 000

Austria

p.m.

4 800 000

4 800 000

Polonia

p.m.

–2 181 000

–2 181 000

Portogallo

p.m.

10 613 000

10 613 000

Romania

p.m.

–48 000

–48 000

Slovenia

p.m.

451 000

451 000

Slovacchia

p.m.

–4 424 000

–4 424 000

Finlandia

p.m.

14 757 000

14 757 000

Svezia

p.m.

6 459 000

6 459 000

Regno Unito

p.m.

27 757 000

27 757 000

Totale della voce 3 1 0 3

p.m.

673 159 000

673 159 000

CAPITOLO 3 2 — SALDI E ADEGUAMENTI DI SALDI BASATI SUL REDDITO/PRODOTTO NAZIONALE LORDO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 6, 7 E 8, DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

3 2

SALDI E ADEGUAMENTI DI SALDI BASATI SUL REDDITO/PRODOTTO NAZIONALE LORDO RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI, RISULTANTI DALL'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 10, PARAGRAFI 6, 7 E 8, DEL REGOLAMENTO (CE, EURATOM) N. 1150/2000

3 2 0

Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 6, 7 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

3 2 0 3

Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 6, 7 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

 

Articolo 3 2 0 — Totale parziale

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

 

Capitolo 3 2 — Totale

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

3 2 0
Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 6, 7 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

3 2 0 3
Risultato dell'applicazione dell'articolo 10, paragrafi 6, 7 e 8, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 concernente gli esercizi a partire dal 1995

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

Commento

Sulla base delle cifre per l’aggregato RNL e delle sue componenti per l’esercizio precedente, fornite dagli Stati membri in applicazione dell’articolo 2, paragrafo 2, del regolamento (CE, Euratom) n. 1287/2003, ad ogni Stato membro è addebitato l’importo calcolato conformemente alle norme dell'Unione ed è accreditato l’importo dei dodici pagamenti effettuati nel corso dell'esercizio precedente.

La Commissione determina l'ammontare del saldo e lo comunica agli Stati membri con un anticipo sufficiente affinché essi possano iscriverlo nel conto di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 il primo giorno feriale del mese di dicembre dello stesso anno.

Eventuali modifiche apportate al prodotto nazionale lordo/reddito nazionale lordo degli esercizi precedenti conformemente all'articolo 2, paragrafo 2, del regolamento (CE, Euratom) n. 1287/2003, fatti salvi gli articoli 4 e 5, danno luogo, per ciascuno Stato membro interessato, ad un adeguamento del saldo stabilito conformemente all'articolo 10, paragrafo 7, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 del Consiglio, del 22 maggio 2000, recante applicazione della decisione 2007/436/CE, Euratom relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee (GU L 130 del 31.5.2000, pag. 1), in particolare l’articolo 10, paragrafi 6, 7 e 8.

Regolamento (CE, Euratom) n. 1287/2003 del Consiglio, del 15 luglio 2003, relativo all’armonizzazione del reddito nazionale lordo ai prezzi di mercato (GU L 181 del 19.7.2003, pag. 1).

Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Belgio

p.m.

75 091 000

75 091 000

Bulgaria

p.m.

18 780 000

18 780 000

Repubblica ceca

p.m.

193 523 000

193 523 000

Danimarca

p.m.

8 750 000

8 750 000

Germania

p.m.

– 413 112 000

– 413 112 000

Estonia

p.m.

5 607 000

5 607 000

Irlanda

p.m.

12 642 000

12 642 000

Grecia

p.m.

– 125 366 000

– 125 366 000

Spagna

p.m.

80 168 000

80 168 000

Francia

p.m.

5 653 000

5 653 000

Italia

p.m.

832 542 000

832 542 000

Cipro

p.m.

– 259 000

– 259 000

Lettonia

p.m.

4 298 000

4 298 000

Lituania

p.m.

13 405 000

13 405 000

Lussemburgo

p.m.

–3 302 000

–3 302 000

Ungheria

p.m.

–12 955 000

–12 955 000

Malta

p.m.

1 449 000

1 449 000

Paesi Bassi

p.m.

–7 047 000

–7 047 000

Austria

p.m.

130 157 000

130 157 000

Polonia

p.m.

8 593 000

8 593 000

Portogallo

p.m.

52 802 000

52 802 000

Romania

p.m.

36 444 000

36 444 000

Slovenia

p.m.

2 221 000

2 221 000

Slovacchia

p.m.

796 000

796 000

Finlandia

p.m.

104 522 000

104 522 000

Svezia

p.m.

101 843 000

101 843 000

Regno Unito

p.m.

14 478 000

14 478 000

Totale della voce 3 2 0 3

p.m.

1 141 723 000

1 141 723 000

TITOLO 6

CONTRIBUTI E RESTITUZIONI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI E PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

6 0

CONTRIBUTI AI PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

p.m.

 

p.m.

6 1

RIMBORSO DI SPESE VARIE

p.m.

 

p.m.

6 2

ENTRATE DA SERVIZI FORNITI A TITOLO ONEROSO

p.m.

 

p.m.

6 3

CONTRIBUTI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI SPECIFICI

p.m.

 

p.m.

6 5

CORREZIONI FINANZIARIE

p.m.

 

p.m.

6 6

ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

30 000 000

52 000 000

82 000 000

6 7

ENTRATE RELATIVE AL FONDO EUROPEO AGRICOLO DI GARANZIA E AL FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE

p.m.

 

p.m.

6 8

CONTRIBUTI TEMPORANEI PER LA RISTRUTTURAZIONE

p.m.

 

p.m.

 

Titolo 6 — Totale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

CAPITOLO 6 6 — ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

6 6

ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

6 6 0

Altri contributi e restituzioni

6 6 0 0

Altri contributi e restituzioni con destinazione specifica — Entrate con destinazione specifica

p.m.

 

p.m.

6 6 0 1

Altri contributi e restituzioni senza destinazione specifica

30 000 000

52 000 000

82 000 000

 

Articolo 6 6 0 — Totale parziale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

 

Capitolo 6 6 — Totale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

6 6 0
Altri contributi e restituzioni

6 6 0 1
Altri contributi e restituzioni senza destinazione specifica

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

30 000 000

52 000 000

82 000 000

Commento

Voce destinata ad accogliere, conformemente all'articolo 18 del regolamento finanziario, le eventuali entrate non previste nelle altre parti del titolo 6.

Parlamento

 

p.m.

Commissione

 

82 000 000

 

Totale

82 000 000

TITOLO 7

INTERESSI DI MORA E MULTE

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 0

INTERESSI DI MORA

23 000 000

175 000 000

198 000 000

7 1

MULTE

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 2

INTERESSI SU DEPOSITI E MULTE

p.m.

 

p.m.

 

Titolo 7 — Totale

123 000 000

610 000 000

733 000 000

CAPITOLO 7 0 — INTERESSI DI MORA

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 0

INTERESSI DI MORA

7 0 0

Interessi di mora

7 0 0 0

Interessi esigibili in seguito a iscrizioni tardive nei conti presso il tesoro degli Stati membri

5 000 000

170 000 000

175 000 000

7 0 0 1

Altri interessi di mora

3 000 000

 

3 000 000

 

Articolo 7 0 0 — Totale parziale

8 000 000

170 000 000

178 000 000

7 0 1

Interessi di mora e altri interessi sulle multe

15 000 000

5 000 000

20 000 000

 

Capitolo 7 0 — Totale

23 000 000

175 000 000

198 000 000

7 0 0
Interessi di mora

7 0 0 0
Interessi esigibili in seguito a iscrizioni tardive nei conti presso il tesoro degli Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

5 000 000

170 000 000

175 000 000

Commento

Qualsiasi ritardo nelle iscrizioni effettuate da uno Stato membro al conto intestato alla Commissione di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 dà luogo al pagamento di interessi di mora da parte dello Stato membro interessato.

Per gli Stati membri la cui moneta è l'euro, il tasso d'interesse è pari al tasso del primo giorno del mese della scadenza applicato dalla Banca centrale europea alle sue operazioni di rifinanziamento, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, serie C, maggiorato di due punti percentuali. Tale tasso è aumentato di 0,25 punti per ogni mese di ritardo. Il tasso maggiorato si applica all'intero periodo di mora.

Per gli Stati membri la cui moneta non è l'euro, il tasso è pari al tasso applicato il primo giorno del mese in questione dalle rispettive banche centrali alle loro operazioni principali di rifinanziamento, maggiorato di due punti percentuali o, per gli Stati membri per i quali il tasso della banca centrale non è disponibile, il tasso più equivalente applicato il primo giorno del mese in questione sui mercati monetari dei singoli Stati membri, maggiorato di due punti percentuali. Tale tasso è aumentato di 0,25 punti per ogni mese di ritardo. Il tasso maggiorato si applica all'intero periodo di mora.

Il tasso d'interesse si applica a tutte le iscrizioni di risorse proprie elencate all'articolo 10 del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000.

Consiglio

 

p.m.

Commissione

 

175 000 000

Servizio europeo per l’azione esterna

 

p.m.

 

Totale

175 000 000

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 del Consiglio, del 22 maggio 2000, recante applicazione della decisione 2007/436/CE, Euratom, relativa al sistema delle risorse proprie della Comunità europea (GU L 130 del 31.5.2000, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1), in particolare l’articolo 71, paragrafo 4.

7 0 1
Interessi di mora e altri interessi sulle multe

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

15 000 000

5 000 000

20 000 000

Commento

Articolo destinato ad accogliere gli interessi maturati sul conto bancario speciale per il pagamento delle multe e gli interessi di mora sulle multe.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1), in particolare l'articolo 71, paragrafo 4.

Regolamento (CE) n. 1/2003 del Consiglio, del 16 dicembre 2002, concernente l'applicazione delle regole di concorrenza di cui agli articoli 81 e 82 del trattato (GU L 1 del 4.1.2003, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità d’esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1), in particolare l’articolo 86.

Regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio, del 20 gennaio 2004, relativo al controllo delle concentrazioni tra imprese (GU L 24 del 29.1.2004, pag. 1), in particolare gli articoli 14 e 15.

CAPITOLO 7 1 — MULTE

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 1

MULTE

7 1 0

Multe, penalità e sanzioni

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 1 2

Penalità e somme forfettarie comminate agli Stati membri per la mancata esecuzione di una sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea che constata l'inadempimento di obblighi derivanti dal trattato

p.m.

 

p.m.

 

Capitolo 7 1 — Totale

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 1 0
Multe, penalità e sanzioni

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

100 000 000

435 000 000

535 000 000

Commento

La Commissione può infliggere multe, penalità di mora e altre sanzioni alle imprese e associazioni di imprese quando non rispettano i divieti stipulati o non adempiono gli obblighi imposti dai regolamenti menzionati in appresso o dagli articoli 101 e 102 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

Le multe devono essere pagate in generale entro tre mesi dalla notifica della decisione della Commissione. Tuttavia, la Commissione non riscuote l'importo dovuto se l'impresa ha presentato un ricorso dinanzi alla Corte di giustizia dell'Unione europea; l'impresa deve accettare che sono dovuti interessi sul debito a decorrere dalla scadenza del termine di pagamento e deve fornire alla Commissione, entro la data di scadenza del termine di pagamento, una garanzia bancaria che copra sia il capitale del debito che gli interessi o le maggiorazioni.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1/2003 del Consiglio, del 16 dicembre 2002, concernente l'applicazione delle regole di concorrenza di cui agli articoli 81 e 82 del trattato (GU L 1 del 4.1.2003, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità d'esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio, del 20 gennaio 2004, relativo al controllo delle concentrazioni tra imprese (GU L 24 del 29.1.2004, pag. 1), in particolare gli articoli 14 e 15.

SEZIONE III

COMMISSIONE

ENTRATE

Titolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

4

ENTRATE PROVENIENTI DALLE PERSONE APPARTENENTI ALLE ISTITUZIONI E AD ALTRI ORGANISMI DELL'UNIONE

890 812 767

 

890 812 767

5

ENTRATE PROVENIENTI DAL FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO DELL’ISTITUZIONE

55 700 000

 

55 700 000

6

CONTRIBUTI E RESTITUZIONI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI E PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

30 000 000

52 000 000

82 000 000

7

INTERESSI DI MORA E MULTE

123 000 000

610 000 000

733 000 000

8

ASSUNZIONE ED EROGAZIONE DI PRESTITI

438 717

 

438 717

9

ENTRATE VARIE

30 000 000

 

30 000 000

 

Totale

1 129 951 484

662 000 000

1 791 951 484

TITOLO 6

CONTRIBUTI E RESTITUZIONI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI E PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

6 0

CONTRIBUTI AI PROGRAMMI DELL'UNIONE/COMUNITARI

p.m.

 

p.m.

6 1

RIMBORSO DI SPESE VARIE

p.m.

 

p.m.

6 2

ENTRATE DA SERVIZI FORNITI A TITOLO ONEROSO

p.m.

 

p.m.

6 3

CONTRIBUTI NEL QUADRO DEGLI ACCORDI SPECIFICI

p.m.

 

p.m.

6 5

CORREZIONI FINANZIARIE

p.m.

 

p.m.

6 6

ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

30 000 000

52 000 000

82 000 000

6 7

ENTRATE RELATIVE AL FONDO EUROPEO AGRICOLO DI GARANZIA («FEAGA») E AL FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE («FEASR»)

p.m.

 

p.m.

6 8

CONTRIBUTI TEMPORANEI PER LA RISTRUTTURAZIONE

p.m.

 

p.m.

 

Titolo 6 — Totale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

CAPITOLO 6 6 — ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

6 6

ALTRI CONTRIBUTI E RESTITUZIONI

6 6 0

Altri contributi e restituzioni

6 6 0 0

Altri contributi e restituzioni con destinazione specifica — Entrate con destinazione specifica

p.m.

 

p.m.

6 6 0 1

Altri contributi e restituzioni senza destinazione specifica

30 000 000

52 000 000

82 000 000

 

Articolo 6 6 0 — Totale parziale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

 

Capitolo 6 6 — Totale

30 000 000

52 000 000

82 000 000

6 6 0
Altri contributi e restituzioni

6 6 0 1
Altri contributi e restituzioni senza destinazione specifica

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

30 000 000

52 000 000

82 000 000

Commento

Voce destinata ad accogliere le eventuali entrate non previste nelle altre parti del titolo 6 conformemente all’articolo 18 del regolamento finanziario.

TITOLO 7

INTERESSI DI MORA E MULTE

Titolo

Capitolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 0

INTERESSI DI MORA

23 000 000

175 000 000

198 000 000

7 1

MULTE

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 2

INTERESSI SU DEPOSITI E MULTE

p.m.

 

p.m.

 

Titolo 7 — Totale

123 000 000

610 000 000

733 000 000

CAPITOLO 7 0 — INTERESSI DI MORA

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 0

INTERESSI DI MORA

7 0 0

Interessi di mora

7 0 0 0

Interessi esigibili in seguito a iscrizioni tardive nei conti presso il tesoro degli Stati membri

5 000 000

170 000 000

175 000 000

7 0 0 1

Altri interessi di mora

3 000 000

 

3 000 000

 

Articolo 7 0 0 — Totale parziale

8 000 000

170 000 000

178 000 000

7 0 1

Interessi di mora e altri interessi sulle multe

15 000 000

5 000 000

20 000 000

 

Capitolo 7 0 — Totale

23 000 000

175 000 000

198 000 000

7 0 0
Interessi di mora

7 0 0 0
Interessi esigibili in seguito a iscrizioni tardive nei conti presso il tesoro degli Stati membri

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

5 000 000

170 000 000

175 000 000

Commento

Qualsiasi ritardo nelle iscrizioni effettuate da uno Stato membro al conto intestato alla Commissione di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 dà luogo al pagamento di interessi di mora da parte dello Stato membro interessato.

Per gli Stati membri la cui moneta è l'euro, il tasso d'interesse è pari al tasso del primo giorno del mese della scadenza applicato dalla Banca centrale europea alle sue operazioni di rifinanziamento, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, serie C, maggiorato di due punti percentuali. Tale tasso è aumentato di 0,25 punti per ogni mese di ritardo. Il tasso maggiorato si applica all'intero periodo di mora.

Per gli Stati membri la cui moneta è l'euro, il tasso è pari al tasso applicato il primo giorno del mese in questione dalle rispettive banche centrali alle loro operazioni principali di rifinanziamento, maggiorato di due punti percentuali o, per gli Stati membri per i quali il tasso della banca centrale non è disponibile, il tasso più equivalente applicato il primo giorno del mese in questione sui mercati monetari dei singoli Stati membri, maggiorato di due punti percentuali. Tale tasso è aumentato di 0,25 punti per ogni mese di ritardo. Il tasso maggiorato si applica all'intero periodo di mora.

Il tasso d'interesse si applica a tutte le iscrizioni di risorse proprie elencate all'articolo 10 del regolamento (CE, Euratom) n 1150/2000.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 del Consiglio, del 22 maggio 2000, recante applicazione della decisione 2007/436/CE, Euratom, relativa al sistema delle risorse proprie della Comunità europee (GU L 130 del 31.5.2000, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1), in particolare l’articolo 71, paragrafo 4.

7 0 1
Interessi di mora e altri interessi sulle multe

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

15 000 000

5 000 000

20 000 000

Commento

Voce destinata ad accogliere gli interessi maturati sul conto bancario speciale per il pagamento delle multe nonché gli interessi di mora connessi alle multe.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1), in particolare l'articolo 71, paragrafo 4.

Regolamento (CE) n. 1/2003 del Consiglio, del 16 dicembre 2002, concernente l'applicazione delle regole di concorrenza di cui agli articoli 81 e 82 del trattato (GU L 1 del 4.1.2003, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità d’esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1), in particolare l’articolo 86.

Regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio, del 20 gennaio 2004, relativo al controllo delle concentrazioni tra imprese (GU L 24 del 29.1.2004, pag. 1), in particolare gli articoli 14 e 15.

CAPITOLO 7 1 — MULTE

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

7 1

MULTE

7 1 0

Multe, penalità e sanzioni

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 1 2

Penalità e somme forfettarie comminate agli Stati membri per la mancata esecuzione di una sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea che constata l’inadempimento di obblighi derivanti dal trattato

p.m.

 

p.m.

 

Capitolo 7 1 — Totale

100 000 000

435 000 000

535 000 000

7 1 0
Multe, penalità e sanzioni

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

100 000 000

435 000 000

535 000 000

Commento

La Commissione può infliggere multe, penalità di mora e altre sanzioni alle imprese e associazioni di imprese quando non rispettano i divieti stipulati o non adempiono gli obblighi imposti dai regolamenti menzionati in appresso o dagli articoli 101 e 102 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

Le multe devono essere pagate in generale entro tre mesi dalla notifica della decisione della Commissione. Tuttavia, la Commissione non riscuote l'importo dovuto se l'impresa ha presentato un ricorso dinanzi alla Corte di giustizia dell'Unione europea; l'impresa deve accettare che sono dovuti interessi sul debito a decorrere dalla scadenza del termine di pagamento e deve fornire alla Commissione, entro la data di scadenza del termine di pagamento, una garanzia bancaria che copra sia il capitale del debito che gli interessi o le maggiorazioni.

Basi giuridiche

Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1/2003 del Consiglio, del 16 dicembre 2002, concernente l'applicazione delle regole di concorrenza di cui agli articoli 81 e 82 del trattato (GU L 1 del 4.1.2003, pag. 1).

Regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità d'esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio, del 20 gennaio 2004, relativo al controllo delle concentrazioni tra imprese («Regolamento comunitario sulle concentrazioni») (GU L 24 del 29.1.2004, pag. 1), in particolare gli articoli 14 e 15.

SPESE

Titolo

Denominazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

01

AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI

524 283 196

341 387 137

– 104 325 091

 

419 958 105

341 387 137

 

40 01 40

40 929

40 929

 

 

40 929

40 929

 

 

524 324 125

341 428 066

 

 

419 999 034

341 428 066

02

IMPRESE

1 055 561 122

1 209 465 022

 

 

1 055 561 122

1 209 465 022

 

40 01 40

52 772

52 772

 

 

52 772

52 772

 

 

1 055 613 894

1 209 517 794

 

 

1 055 613 894

1 209 517 794

03

CONCORRENZA

93 403 671

93 403 671

 

 

93 403 671

93 403 671

 

40 01 40

56 917

56 917

 

 

56 917

56 917

 

 

93 460 588

93 460 588

 

 

93 460 588

93 460 588

04

OCCUPAZIONE E AFFARI SOCIALI

11 398 325 662

9 213 443 236

3 250 000

453 000 000

11 401 575 662

9 666 443 236

 

40 01 40, 40 02 41

44 335

44 335

 

 

44 335

44 335

 

 

11 398 369 997

9 213 487 571

 

 

11 401 619 997

9 666 487 571

05

AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE

57 292 184 763

55 269 004 060

–75 977

– 395 000 000

57 292 108 786

54 874 004 060

 

40 01 40, 40 02 40

74 532

74 532

 

 

74 532

74 532

 

 

57 292 259 295

55 269 078 592

 

 

57 292 183 318

54 874 078 592

06

MOBILITÀ E TRASPORTI

1 546 683 351

1 141 803 775

 

 

1 546 683 351

1 141 803 775

 

40 01 40

25 609

25 609

 

 

25 609

25 609

 

 

1 546 708 960

1 141 829 384

 

 

1 546 708 960

1 141 829 384

07

AMBIENTE E AZIONE PER IL CLIMA

470 550 540

390 290 122

– 174 118

 

470 376 422

390 290 122

 

40 01 40, 40 02 41

44 853

44 853

 

 

44 853

44 853

 

 

470 595 393

390 334 975

 

 

470 421 275

390 334 975

08

RICERCA

5 334 630 545

4 117 083 880

 

82 000 000

5 334 630 545

4 199 083 880

 

40 01 40

6 884

6 884

 

 

6 884

6 884

 

 

5 334 637 429

4 117 090 764

 

 

5 334 637 429

4 199 090 764

09

SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE E MEDIA

1 538 552 441

1 334 275 234

 

60 000 000

1 538 552 441

1 394 275 234

 

40 01 40, 40 02 41

29 384

29 384

 

 

29 384

29 384

 

 

1 538 581 825

1 334 304 618

 

 

1 538 581 825

1 394 304 618

10

RICERCA DIRETTA

394 978 000

396 209 233

 

 

394 978 000

396 209 233

11

AFFARI MARITTIMI E PESCA

948 592 229

719 026 792

p.m.

p.m.

948 592 229

719 026 792

 

40 01 40, 40 02 41

52 021 983

52 021 983

23 140 000

 

75 161 983

52 021 983

 

 

1 000 614 212

771 048 775

23 140 000

 

1 023 754 212

771 048 775

12

MERCATO INTERNO

94 868 629

93 358 064

 

 

94 868 629

93 358 064

 

40 01 40, 40 02 41

35 305

35 305

 

 

35 305

35 305

 

 

94 903 934

93 393 369

 

 

94 903 934

93 393 369

13

POLITICA REGIONALE

40 584 774 912

33 519 147 680

 

 

40 584 774 912

33 519 147 680

 

40 01 40

43 816

43 816

 

 

43 816

43 816

 

 

40 584 818 728

33 519 191 496

 

 

40 584 818 728

33 519 191 496

14

FISCALITÀ E UNIONE DOGANALE

142 229 539

114 783 765

– 129 471

 

142 100 068

114 783 765

 

40 01 40

32 492

32 492

 

 

32 492

32 492

 

 

142 262 031

114 816 257

 

 

142 132 560

114 816 257

15

ISTRUZIONE E CULTURA

2 428 691 266

1 996 401 080

–6 326 400

 

2 422 364 866

1 996 401 080

 

40 01 40

38 857

38 857

 

 

38 857

38 857

 

 

2 428 730 123

1 996 439 937

 

 

2 422 403 723

1 996 439 937

16

COMUNICAZIONE

273 374 552

253 374 552

 

 

273 374 552

253 374 552

 

40 01 40

46 111

46 111

 

 

46 111

46 111

 

 

273 420 663

253 420 663

 

 

273 420 663

253 420 663

17

SALUTE E TUTELA DEI CONSUMATORI

692 021 626

596 046 062

–23 140 000

 

668 881 626

596 046 062

 

40 01 40

57 583

57 583

 

 

57 583

57 583

 

 

692 079 209

596 103 645

 

 

668 939 209

596 103 645

18

SPAZIO DI LIBERTÀ, SICUREZZA E GIUSTIZIA

1 234 986 291

915 630 180

 

 

1 234 986 291

915 630 180

 

40 01 40, 40 02 41

16 479 335

13 005 028

 

 

16 479 335

13 005 028

 

 

1 251 465 626

928 635 208

 

 

1 251 465 626

928 635 208

19

RELAZIONI ESTERNE

4 270 665 587

3 378 255 172

100 000 000

 

4 370 665 587

3 378 255 172

 

40 01 40, 40 02 41

44 005 106

6 441 836

 

 

44 005 106

6 441 836

 

 

4 314 670 693

3 384 697 008

 

 

4 414 670 693

3 384 697 008

20

COMMERCIO

105 067 905

104 422 321

 

 

105 067 905

104 422 321

 

40 01 40

34 787

34 787

 

 

34 787

34 787

 

 

105 102 692

104 457 108

 

 

105 102 692

104 457 108

21

SVILUPPO E RELAZIONI CON I PAESI DELL’AFRICA, DEI CARAIBI E DEL PACIFICO (ACP)

1 433 111 933

1 392 926 690

54 031 057

28 565 370

1 487 142 990

1 421 492 060

 

40 01 40, 40 02 41

109 058 175

86 736 049

–43 000 000

–28 565 370

66 058 175

58 170 679

 

 

1 542 170 108

1 479 662 739

11 031 057

 

1 553 201 165

1 479 662 739

22

ALLARGAMENTO

1 123 357 217

1 012 513 363

 

 

1 123 357 217

1 012 513 363

 

40 01 40

17 764

17 764

 

 

17 764

17 764

 

 

1 123 374 981

1 012 531 127

 

 

1 123 374 981

1 012 531 127

23

AIUTI UMANITARI

878 195 432

838 516 019

 

 

878 195 432

838 516 019

 

40 01 40

14 878

14 878

 

 

14 878

14 878

 

 

878 210 310

838 530 897

 

 

878 210 310

838 530 897

24

LOTTA CONTRO LA FRODE

81 749 000

74 805 171

 

 

81 749 000

74 805 171

25

COORDINAMENTO DELLE POLITICHE E SERVIZIO GIURIDICO DELLA COMMISSIONE

190 812 414

190 812 414

 

 

190 812 414

190 812 414

 

40 01 40

565 027

565 027

 

 

565 027

565 027

 

 

191 377 441

191 377 441

 

 

191 377 441

191 377 441

26

AMMINISTRAZIONE DELLA COMMISSIONE

1 018 708 135

1 017 153 328

 

 

1 018 708 135

1 017 153 328

 

40 01 40, 40 02 41

78 381

78 381

 

 

78 381

78 381

 

 

1 018 786 516

1 017 231 709

 

 

1 018 786 516

1 017 231 709

27

BILANCIO

69 440 094

69 440 094

 

 

69 440 094

69 440 094

 

40 01 40

30 939

30 939

 

 

30 939

30 939

 

 

69 471 033

69 471 033

 

 

69 471 033

69 471 033

28

AUDIT

11 399 202

11 399 202

 

 

11 399 202

11 399 202

 

40 01 40

7 105

7 105

 

 

7 105

7 105

 

 

11 406 307

11 406 307

 

 

11 406 307

11 406 307

29

STATISTICHE

145 143 085

124 373 319

 

 

145 143 085

124 373 319

 

40 01 40

47 443

47 443

 

 

47 443

47 443

 

 

145 190 528

124 420 762

 

 

145 190 528

124 420 762

30

PENSIONI E SPESE CONNESSE

1 278 009 000

1 278 009 000

 

 

1 278 009 000

1 278 009 000

31

SERVIZI LINGUISTICI

392 908 762

392 908 762

 

 

392 908 762

392 908 762

 

40 01 40

236 399

236 399

 

 

236 399

236 399

 

 

393 145 161

393 145 161

 

 

393 145 161

393 145 161

32

ENERGIA

699 617 012

1 239 252 266

 

 

699 617 012

1 239 252 266

 

40 01 40, 40 02 41

41 299

41 299

 

 

41 299

41 299

 

 

699 658 311

1 239 293 565

 

 

699 658 311

1 239 293 565

40

RISERVE

977 129 000

259 909 297

 

 

977 129 000

259 909 297

 

Totale

138 500 737 113

122 938 920 666

23 110 000

228 565 370

138 523 847 113

123 167 486 036

 

40 01 40, 40 02 40, 40 02 41

223 269 000

159 909 297

–19 860 000

–28 565 370

203 409 000

131 343 927

 

 

138 724 006 113

123 098 829 963

3 250 000

200 000 000

138 727 256 113

123 298 829 963

TITOLO 01

AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

01 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI»

5

66 574 059

66 574 059

 

 

66 574 059

66 574 059

 

40 01 40

 

40 929

40 929

 

 

40 929

40 929

 

 

 

66 614 988

66 614 988

 

 

66 614 988

66 614 988

01 02

UNIONE ECONOMICA E MONETARIA

 

14 500 000

14 713 074

 

 

14 500 000

14 713 074

01 03

AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI INTERNAZIONALI

4

139 329 137

92 654 634

– 104 325 091

 

35 004 046

92 654 634

01 04

OPERAZIONI E STRUMENTI FINANZIARI

 

303 880 000

167 445 370

 

 

303 880 000

167 445 370

 

Titolo 01 — Totale

 

524 283 196

341 387 137

– 104 325 091

 

419 958 105

341 387 137

 

40 01 40

 

40 929

40 929

 

 

40 929

40 929

 

 

 

524 324 125

341 428 066

 

 

419 999 034

341 428 066

CAPITOLO 01 03 — AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI INTERNAZIONALI

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

01 03

AFFARI ECONOMICI E FINANZIARI INTERNAZIONALI

01 03 01

Partecipazione al capitale delle istituzioni finanziarie internazionali

01 03 01 01

Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo — Messa a disposizione delle quote liberate del capitale sottoscritto

4

34 460 570

4 101 987

 

 

34 460 570

4 101 987

01 03 01 02

Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo — Quota richiamabile del capitale sottoscritto

4

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

 

Articolo 01 03 01 — Totale parziale

 

34 460 570

4 101 987

 

 

34 460 570

4 101 987

01 03 02

Assistenza macroeconomica

4

104 868 567

88 552 647

– 104 325 091

 

543 476

88 552 647

 

Capitolo 01 03 — Totale

 

139 329 137

92 654 634

– 104 325 091

 

35 004 046

92 654 634

01 03 02
Assistenza macroeconomica

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

104 868 567

88 552 647

– 104 325 091

 

543 476

88 552 647

Commento

Questa assistenza eccezionale intende ovviare, in parte, ai condizionamenti finanziari esterni di determinati paesi terzi in caso di difficoltà macroeconomiche caratterizzate da forti squilibri a livello della bilancia dei pagamenti e/o del bilancio.

Essa è direttamente vincolata all’attuazione, da parte dei paesi beneficiari, di misure di stabilizzazione macroeconomica e di adeguamento strutturale. Di norma, l’intervento dell'Unione è complementare a quello del Fondo monetario internazionale, coordinato con altri donatori bilaterali.

La Commissione informa l’autorità di bilancio due volte all’anno in merito alla situazione macroeconomica e politica dei paesi beneficiari e riferisce esaurientemente in merito all’attuazione dell’assistenza una volta all’anno.

La dotazione della presente linea sarà utilizzata anche per coprire l'assistenza finanziaria per la ricostruzione in Georgia delle zone interessate dal conflitto con la Russia. Gli interventi dovrebbero essere mirati prioritariamente alla stabilizzazione macroeconomica del paese. L'importo complessivo dell'assistenza è stato stabilito nell'ambito di una conferenza internazionale dei donatori nel 2008.

Basi giuridiche

Decisione 2006/880/CE del Consiglio, del 30 novembre 2006, relativa alla concessione di un'assistenza finanziaria eccezionale al Kosovo (GU L 339 del 6.12.2006, pag. 36).

Decisione 2007/860/CE del Consiglio, del 10 dicembre 2007, relativa alla concessione di un’assistenza macrofinanziaria comunitaria al Libano (GU L 337 del 21.12.2007, pag. 111).

Decisione 2009/889/CE del Consiglio, del 30 novembre 2009, relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore della Georgia (GU L 320 del 5.12.2009, pag. 1).

Decisione 2009/890/CE del Consiglio, del 30 novembre 2009, relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore dell'Armenia (GU L 320 del 5.12.2009, pag. 3).

TITOLO 04

OCCUPAZIONE E AFFARI SOCIALI

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

04 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «OCCUPAZIONE E AFFARI SOCIALI»

 

95 925 690

95 925 690

 

 

95 925 690

95 925 690

 

40 01 40

 

44 335

44 335

 

 

44 335

44 335

 

 

 

95 970 025

95 970 025

 

 

95 970 025

95 970 025

04 02

FONDO SOCIALE EUROPEO

1

10 963 813 972

8 743 950 522

3 250 000

453 000 000

10 967 063 972

9 196 950 522

04 03

LAVORARE IN EUROPA — DIALOGO SOCIALE E MOBILITÀ

1

79 130 000

64 266 181

 

 

79 130 000

64 266 181

04 04

OCCUPAZIONE, SOLIDARIETÀ SOCIALE E UGUAGLIANZA DI GENERE

 

157 056 000

151 704 616

 

 

157 056 000

151 704 616

04 05

FONDO EUROPEO DI ADEGUAMENTO ALLA GLOBALIZZAZIONE (FEG)

1

p.m.

97 608 950

 

 

p.m.

97 608 950

04 06

STRUMENTO DI ASSISTENZA PREADESIONE (IPA) — SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

4

102 400 000

59 987 277

 

 

102 400 000

59 987 277

 

Titolo 04 — Totale

 

11 398 325 662

9 213 443 236

3 250 000

453 000 000

11 401 575 662

9 666 443 236

 

40 01 40, 40 02 41

 

44 335

44 335

 

 

44 335

44 335

 

 

 

11 398 369 997

9 213 487 571

 

 

11 401 619 997

9 666 487 571

CAPITOLO 04 02 — FONDO SOCIALE EUROPEO

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

04 02

FONDO SOCIALE EUROPEO

04 02 01

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 1 (2000-2006)

1.2

p.m.

550 800 000

 

 

p.m.

550 800 000

04 02 02

Completamento del programma speciale per la pace e la riconciliazione nell’Irlanda del Nord e nelle contee limitrofe dell’Irlanda (2000-2006)

1.2

p.m.

9 700 000

 

 

p.m.

9 700 000

04 02 03

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 1 (prima del 2000)

1.2

p.m.

2 000 000

 

 

p.m.

2 000 000

04 02 04

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 2 (2000-2006)

1.2

p.m.

48 000 000

 

 

p.m.

48 000 000

04 02 05

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 2 (prima del 2000)

1.2

p.m.

1 000 000

 

 

p.m.

1 000 000

04 02 06

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 3 (2000-2006)

1.2

p.m.

360 299 039

 

 

p.m.

360 299 039

04 02 07

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Obiettivo n. 3 (prima del 2000)

1.2

p.m.

2 000 000

 

 

p.m.

2 000 000

04 02 08

Completamento di Equal (2000-2006)

1.2

p.m.

72 000 000

 

 

p.m.

72 000 000

04 02 09

Completamento di programmi nell’ambito di iniziative comunitarie precedenti al 2000

1.2

p.m.

1 000 000

 

 

p.m.

1 000 000

04 02 10

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Assistenza tecnica e azioni innovatrici (2000-2006)

1.2

p.m.

 

 

p.m.

04 02 11

Completamento del Fondo sociale europeo (FSE) — Assistenza tecnica e azioni innovatrici (prima del 2000)

1.2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

04 02 17

Fondo sociale europeo (FSE) — Convergenza

1.2

7 748 847 361

5 430 000 000

 

226 350 000

7 748 847 361

5 656 350 000

04 02 18

Fondo sociale europeo (FSE) — PEACE

1.2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

04 02 19

Fondo sociale europeo (FSE) — Competitività regionale e occupazione

1.2

3 204 966 611

2 259 651 483

 

226 350 000

3 204 966 611

2 486 001 483

04 02 20

Fondo sociale europeo (FSE) — Assistenza tecnica operativa (2007-2013)

1.2

10 000 000

7 500 000

3 250 000

300 000

13 250 000

7 800 000

 

Capitolo 04 02 — Totale

 

10 963 813 972

8 743 950 522

3 250 000

453 000 000

10 967 063 972

9 196 950 522

Commento

L’articolo 39 del regolamento (CE) n. 1260/1999 prevede rettifiche finanziarie le cui eventuali entrate sono iscritte alla voce 6 5 0 0 dello stato delle entrate. Tali entrate potranno dare luogo all’iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente all’articolo 18 del regolamento finanziario, nei casi specifici in cui tali stanziamenti fossero necessari per coprire i rischi di annullamento o di riduzione di rettifiche decise in precedenza.

Il regolamento (CE) n. 1083/2006 prevede rettifiche finanziarie per il periodo 2007-2013.

Il regolamento (CE) n. 1260/1999 determina le condizioni nelle quali si procede al rimborso dell’acconto che non abbia l’effetto di ridurre la partecipazione dei Fondi strutturali all’intervento interessato. Le eventuali entrate risultanti dalla restituzione degli acconti, iscritte alla voce 6 1 5 7 dello stato delle entrate, danno luogo all’iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente agli articoli 18 e 157 del regolamento finanziario.

Il regolamento (CE) n. 1083/2006 stabilisce le condizioni di rimborso del prefinanziamento per il periodo 2007-2013.

Il programma speciale per la pace e la riconciliazione viene proseguito, conformemente alle conclusioni del Consiglio europeo di Berlino del 24 e 25 marzo 1999, per dotare il programma di 500 000 000 EUR per il nuovo periodo di validità del programma. Il proseguimento del programma potrà avvenire a condizione del pieno rispetto del principio di addizionalità. La Commissione presenterà al Parlamento europeo una relazione annuale su detta azione.

Il finanziamento delle azioni di lotta antifrode è imputato all’articolo 24 02 01.

Basi giuridiche

Trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare gli articoli 158, 159 e 161; trattato sul funzionamento dell'Unione europea, in particolare gli articoli 174, 175 e 177.

Regolamento (CE) n. 1260/1999 del Consiglio, del 21 giugno 1999, recante disposizioni generali sui Fondi strutturali (GU L 161 del 26.6.1999, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 12).

Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, dell'11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 25).

Atti di riferimento

Conclusioni del Consiglio europeo di Berlino del 24 e 25 marzo 1999.

Conclusioni del Consiglio europeo di Bruxelles del 16 e 17 dicembre 2005.

04 02 17
Fondo sociale europeo (FSE) — Convergenza

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

7 748 847 361

5 430 000 000

 

226 350 000

7 748 847 361

5 656 350 000

Commento

Le attività svolte dall'Unione a titolo dell’articolo 174 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea intendono incrementare la coesione economica e sociale dell'Unione ampliata al fine di promuoverne uno sviluppo armonico, equilibrato e sostenibile. Le attività vengono svolte con l’aiuto dei fondi della politica di coesione, della Banca europea per gli investimenti (BEI) e di altri strumenti finanziari esistenti. Esse intendono ridurre le disparità economiche, sociali e territoriali emerse in particolare in paesi e regioni che presentano ritardi di sviluppo, in cui è in atto una rapida ristrutturazione economica sociale e la cui popolazione sta invecchiando.

Le attività svolte a titolo dei fondi della politica di coesione riguardano, a livello nazionale e regionale, le priorità dell'Unione a favore dello sviluppo sostenibile fra cui il rafforzamento della crescita, della competitività, dell’occupazione e dell’inclusione sociale nonché la tutela e il miglioramento della qualità dell’ambiente.

L’obiettivo di «Convergenza» mira ad accelerare il ravvicinamento degli Stati membri e delle regioni meno sviluppate, attraverso il miglioramento delle condizioni di crescita e occupazione aumentando e migliorando la qualità degli investimenti in capitale fisico e risorse umane, lo sviluppo della società dell’innovazione e della conoscenza, la capacità di adeguarsi ai mutamenti economici e sociali, la tutela e il miglioramento delle condizioni ambientali, nonché l’efficienza amministrativa. Il suddetto obiettivo costituisce la priorità dei fondi della politica di coesione. Le attività effettuate nel quadro di tali fondi rispettano le pari opportunità tra uomini e donne.

Una parte dello stanziamento è destinata ad apportare miglioramenti nel settore della cura dell'infanzia onde consentire ai minori di vivere in un contesto di tipo familiare. Il sostegno include:

la cooperazione tra organizzazioni non governative ed enti locali nonché l'assistenza tecnica a loro favore, tra cui un aiuto alla selezione di progetti ammissibili a beneficiare di finanziamenti dell'Unione,

l'individuazione e lo scambio di prassi eccellenti, nonché una loro applicazione più ampia, anche mediante un monitoraggio sistematico dei minori.

Una parte dello stanziamento è destinata a finanziare azioni sostenibili e ecocompatibili (nuovo corso verde) finalizzate alla conciliazione dei requisiti di sviluppo economico, sociale e ambientale nonché alla ripresa delle regioni europee in seguito alla crisi economica e finanziaria.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 12).

Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, dell'11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 25).

04 02 19
Fondo sociale europeo (FSE) — Competitività regionale e occupazione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

3 204 966 611

2 259 651 483

 

226 350 000

3 204 966 611

2 486 001 483

Commento

Le attività svolte dall'Unione a titolo dell’articolo 174 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea intendono incrementare la coesione economica e sociale dell'Unione ampliata al fine di promuoverne uno sviluppo armonico, equilibrato e sostenibile. Le attività vengono svolte con l’aiuto dei fondi della politica di coesione, della Banca europea per gli investimenti (BEI) e di altri strumenti finanziari esistenti. Esse intendono ridurre le disparità economiche, sociali e territoriali emerse in particolare in paesi e regioni che presentano ritardi di sviluppo, in cui è in atto una rapida ristrutturazione economica sociale e la cui popolazione sta invecchiando.

Le attività svolte a titolo dei fondi della politica di coesione riguardano, a livello nazionale e regionale, le priorità dell'Unione a favore dello sviluppo sostenibile fra cui il rafforzamento della crescita, della competitività e dell’occupazione, l’inclusione sociale nonché la tutela e il miglioramento della qualità dell’ambiente.

L’obiettivo «Competitività regionale e occupazione» intende, al di fuori delle regioni meno sviluppate, rafforzare la competitività e l'attrattiva delle regioni nonché l’occupazione, anticipando i cambiamenti economici e sociali, includendo quelli connessi all’apertura degli scambi, aumentando e migliorando la qualità degli investimenti in capitale umano, innovazione e promozione della società della conoscenza, spirito imprenditoriale, tutela e miglioramento dell’ambiente, accessibilità, adattabilità dei lavoratori e delle imprese, nonché attraverso lo sviluppo di mercati del lavoro che favoriscano l’inserimento. Le attività effettuate nel quadro dei fondi della politica di coesione rispettano le pari opportunità tra uomini e donne.

Una parte dello stanziamento è destinata a finanziare azioni sostenibili ed ecocompatibili (nuovo corso verde) finalizzate alla conciliazione dei requisiti di sviluppo economico, sociale e ambientale nonché alla ripresa delle regioni europee in seguito alla crisi economica e finanziaria.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 12).

Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, dell'11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 25).

04 02 20
Fondo sociale europeo (FSE) — Assistenza tecnica operativa (2007-2013)

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

10 000 000

7 500 000

3 250 000

300 000

13 250 000

7 800 000

Commento

Stanziamento destinato a coprire l'assistenza tecnica di cui agli articoli 45 e 46 del regolamento (CE) n. 1083/2006 e all'articolo 9 del regolamento (CE) n. 1081/2006.

L’assistenza tecnica comprende le misure di preparazione, monitoraggio, valutazione, controllo e gestione necessarie all’attuazione del FSE. In tale contesto, lo stanziamento può essere utilizzato, in particolare, per finanziare:

spese accessorie (indennità di rappresentanza, formazione, riunioni, missioni),

spese di informazione e pubblicazioni,

spese per le tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni,

spese di supporto per l'accessibilità delle persone con disabilità nell'ambito delle misure di assistenza tecnica,

spese relative alla creazione di un gruppo di alto livello per garantire l'applicazione dei principi orizzontali quali la parità tra uomini e donne, l'accessibilità per le persone con disabilità e lo sviluppo sostenibile,

contratti di fornitura di servizi, valutazioni (inclusa la valutazione ex post del periodo 2000-2006) e studi,

sovvenzioni.

L'assistenza tecnica comprende anche scambi di esperienze, attività di sensibilizzazione, seminari, reti e revisioni paritetiche per identificare e diffondere le prassi ottimali ed incoraggiare l'apprendimento reciproco e la cooperazione transnazionale e interregionale al fine di promuovere la dimensione politica ed il contributo del FSE agli obiettivi dell'Unione relativi all'occupazione e all'inclusione sociale.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 12).

Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, dell'11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione (GU L 210 del 31.7.2006, pag. 25).

TITOLO 05

AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

05 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE»

 

133 430 679

133 430 679

 

 

133 430 679

133 430 679

 

40 01 40

 

74 532

74 532

 

 

74 532

74 532

 

 

 

133 505 211

133 505 211

 

 

133 505 211

133 505 211

05 02

INTERVENTI SUI MERCATI AGRICOLI

2

2 969 410 000

2 966 742 495

 

 

2 969 410 000

2 966 742 495

05 03

AIUTI DIRETTI

2

39 771 100 000

39 771 100 000

 

 

39 771 100 000

39 771 100 000

05 04

SVILUPPO RURALE

2

14 432 151 552

12 558 160 388

 

– 395 000 000

14 432 151 552

12 163 160 388

05 05

MISURE DI PREADESIONE NEL SETTORE DELL'AGRICOLTURA E DELLO SVILUPPO RURALE

4

215 000 000

71 318 207

 

 

215 000 000

71 318 207

05 06

ASPETTI INTERNAZIONALI DEL SETTORE «AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE»

4

6 360 000

6 055 858

–75 977

 

6 284 023

6 055 858

05 07

AUDIT DELLE SPESE AGRICOLE

2

– 262 500 000

– 262 500 000

 

 

– 262 500 000

– 262 500 000

05 08

STRATEGIA POLITICA E COORDINAMENTO PER IL SETTORE «AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE»

2

27 232 532

24 696 433

 

 

27 232 532

24 696 433

 

Titolo 05 — Totale

 

57 292 184 763

55 269 004 060

–75 977

– 395 000 000

57 292 108 786

54 874 004 060

 

40 01 40, 40 02 40

 

74 532

74 532

 

 

74 532

74 532

 

 

 

57 292 259 295

55 269 078 592

 

 

57 292 183 318

54 874 078 592

CAPITOLO 05 04 — SVILUPPO RURALE

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

05 04

SVILUPPO RURALE

05 04 01

Sviluppo rurale finanziato dal FEAOG, sezione Garanzia — Periodo di programmazione 2000-2006

05 04 01 14

Sviluppo rurale finanziato dal FEAOG, sezione Garanzia — Periodo di programmazione 2000-2006

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

 

Articolo 05 04 01 — Totale parziale

 

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02

Sviluppo rurale finanziato dal FEAOG, sezione Orientamento — Completamento dei programmi precedenti

05 04 02 01

Completamento del Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia, sezione Orientamento — Regioni obiettivo n. 1 (2000-2006)

2

p.m.

568 790 562

 

 

p.m.

568 790 562

05 04 02 02

Completamento del programma speciale per la pace e la riconciliazione nell'Irlanda del Nord e nelle contee limitrofe dell'Irlanda (2000-2006)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 03

Completamento dei programmi precedenti per le regioni degli obiettivi n. 1 e n. 6 (anteriori al 2000)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 04

Completamento dei programmi precedenti per le regioni dell'obiettivo n. 5b (anteriori al 2000)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 05

Completamento dei programmi precedenti per le regioni al di fuori dell'obiettivo n. 1 (anteriori al 2000)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 06

Completamento di Leader (2000-2006)

2

p.m.

77 775 316

 

 

p.m.

77 775 316

05 04 02 07

Completamento delle iniziative comunitarie precedenti (anteriori al 2000)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 08

Completamento delle misure innovatrici precedenti (anteriori al 2000)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 02 09

Completamento del Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia, sezione Orientamento — Assistenza tecnica operativa (2000-2006)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

 

Articolo 05 04 02 — Totale parziale

 

p.m.

646 565 878

 

 

p.m.

646 565 878

05 04 03

Altre misure

05 04 03 02

Risorse genetiche vegetali e animali — Completamento delle misure precedenti

2

p.m.

1 944 383

 

 

p.m.

1 944 383

 

Articolo 05 04 03 — Totale parziale

 

p.m.

1 944 383

 

 

p.m.

1 944 383

05 04 04

Strumento temporaneo per il finanziamento dello sviluppo rurale nel quadro del FEAOG, sezione Garanzia — Nuovi Stati membri — Completamento di programmi (2004-2006)

2

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

05 04 05

Sviluppo rurale finanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (2007-2013)

05 04 05 01

Programmi di sviluppo rurale

2

14 408 211 311

11 900 560 364

 

– 395 000 000

14 408 211 311

11 505 560 364

05 04 05 02

Assistenza tecnica operativa

2

22 440 241

8 339 763

 

 

22 440 241

8 339 763

05 04 05 03

Progetto pilota — Programma di scambio per giovani agricoltori

2

1 500 000

750 000

 

 

1 500 000

750 000

 

Articolo 05 04 05 — Totale parziale

 

14 432 151 552

11 909 650 127

 

– 395 000 000

14 432 151 552

11 514 650 127

 

Capitolo 05 04 — Totale

 

14 432 151 552

12 558 160 388

 

– 395 000 000

14 432 151 552

12 163 160 388

05 04 05
Sviluppo rurale finanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (2007-2013)

Commento

Le eventuali entrate iscritte all'articolo 6 7 1 dello stato delle entrate possono dar luogo all'iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente all'articolo 18 del regolamento finanziario.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio, del 21 giugno 2005, relativo al finanziamento della politica agricola comune (GU L 209 dell’11.8.2005, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (GU L 277 del 21.10.2005, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 378/2007 del Consiglio, del 27 marzo 2007, recante norme per la modulazione volontaria dei pagamenti diretti, di cui al regolamento (CE) n. 1782/2003 (GU L 95 del 5.4.2007, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, del 19 gennaio 2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003 (GU L 30 del 31.1.2009, pag. 16).

05 04 05 01
Programmi di sviluppo rurale

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

14 408 211 311

11 900 560 364

 

– 395 000 000

14 408 211 311

11 505 560 364

Commento

Stanziamento destinato a coprire il finanziamento dei programmi di sviluppo rurale 2007-2013 finanziati dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Degli stanziamenti d'impegno complessivi previsti per questa voce, un importo di 2 095 300 000 EUR risulta dalla modulazione obbligatoria di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 73/2009. Inoltre, un importo di 374 900 000 EUR risulta dalla modulazione volontaria prevista dal regolamento (CE) n. 378/2007. Le misure di sviluppo rurale adottate in tutti gli assi saranno valutate in base a indicatori di rendimento più sofisticati per i sistemi di allevamento e i metodi di produzione, onde raccogliere le sfide legate ai cambiamenti climatici, alla protezione delle risorse idriche, alla biodiversità e alle energie rinnovabili. Gli Stati membri riferiscono sulla risposta data alle nuove sfide nelle misure di sviluppo rurale, anche per quanto riguarda il settore lattiero-caseario.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio, del 21 giugno 2005, relativo al finanziamento della politica agricola comune (GU L 209 dell’11.8.2005, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (GU L 277 del 21.10.2005, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 378/2007 del Consiglio, del 27 marzo 2007, recante norme per la modulazione volontaria dei pagamenti diretti, di cui al regolamento (CE) n. 1782/2003 che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e recante modifica del regolamento (CE) n. 1290/2005 (GU L 95 del 5.4.2007, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, del 19 gennaio 2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003 (GU L 30 del 31.1.2009, pag. 16).

05 04 05 02
Assistenza tecnica operativa

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

22 440 241

8 339 763

 

 

22 440 241

8 339 763

Commento

Stanziamento destinato a coprire le misure di assistenza tecnica, quali previste nell'articolo 66, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1698/2005, in particolare la rete europea per lo sviluppo rurale.

Basi giuridiche

Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio, del 21 giugno 2005, relativo al finanziamento della politica agricola comune (GU L 209 dell’11.8.2005, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (GU L 277 del 21.10.2005, pag. 1).

05 04 05 03
Progetto pilota — Programma di scambio per giovani agricoltori

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

1 500 000

750 000

 

 

1 500 000

750 000

Commento

Nuova voce

Il presente progetto pilota è inteso a istituire un programma di scambio per giovani agricoltori, programma che consentirebbe scambi transfrontalieri di buone pratiche nella gestione delle aziende agricole, in particolare in relazione alle sfide che attendono l'agricoltura europea, al fine di sostenere lo sviluppo delle aree rurali dell'Unione.

Il programma offre ai giovani agricoltori l'opportunità inestimabile di conoscere direttamente le varie realtà agricole dell'Unione trascorrendo un periodo di tempo in aziende di un altro Stato membro. Lo scambio di conoscenze e di esperienze fra giovani agricoltori in Europa consentirebbe loro di soddisfare le richieste dei consumatori europei, di contribuire alla sicurezza alimentare e di affrontare le altre sfide cui è confrontata l'agricoltura europea, quali l'uso delle energie rinnovabili, la perdita di biodiversità e lo stoccaggio del carbonio.

Basi giuridiche

Progetto pilota ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 6, del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1).

CAPITOLO 05 06 — ASPETTI INTERNAZIONALI DEL SETTORE «AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE»

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

05 06

ASPETTI INTERNAZIONALI DEL SETTORE «AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE»

05 06 01

Accordi internazionali in materia di agricoltura

4

6 360 000

6 055 858

–75 977

 

6 284 023

6 055 858

 

Capitolo 05 06 — Totale

 

6 360 000

6 055 858

–75 977

 

6 284 023

6 055 858

05 06 01
Accordi internazionali in materia di agricoltura

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

6 360 000

6 055 858

–75 977

 

6 284 023

6 055 858

Commento

Stanziamento destinato a coprire il contributo dell'Unione agli accordi internazionali elencati di seguito.

Basi giuridiche

Decisione 92/580/CEE del Consiglio, del 13 novembre 1992, relativa alla firma e alla conclusione dell'accordo internazionale sullo zucchero del 1992 (GU L 379 del 23.12.1992, pag. 15).

Decisione 96/88/CE del Consiglio, del 19 dicembre 1995, relativa all'approvazione da parte della Comunità europea della convenzione sul commercio dei cereali e della convenzione relativa all'aiuto alimentare, che costituiscono l'accordo internazionale sui cereali del 1995 (GU L 21 del 27.1.1996, pag. 47).

Decisione 2000/421/CE del Consiglio, del 13 giugno 2000, relativa alla conclusione, in nome della Comunità europea, della convenzione sull'aiuto alimentare del 1999 (GU L 163 del 4.7.2000, pag. 37).

Decisione 2005/800/CE del Consiglio, del 14 novembre 2005, relativa alla conclusione dell'accordo internazionale del 2005 sull'olio di oliva e sulle olive da tavola (GU L 302 del 19.11.2005, pag. 47).

TITOLO 07

AMBIENTE E AZIONE PER IL CLIMA

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

07 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «AMBIENTE E AZIONE PER IL CLIMA»

 

93 845 213

93 845 213

 

 

93 845 213

93 845 213

 

40 01 40

 

44 853

44 853

 

 

44 853

44 853

 

 

 

93 890 066

93 890 066

 

 

93 890 066

93 890 066

07 02

QUESTIONI INTERNAZIONALI IN MATERIA DI AMBIENTE

4

3 150 000

3 785 230

 

 

3 150 000

3 785 230

07 03

ELABORAZIONE E ATTUAZIONE DELLE POLITICHE E DELLA NORMATIVA DELL'UNIONE IN MATERIA DI AMBIENTE

2

349 105 327

274 350 327

 

 

349 105 327

274 350 327

07 11

QUESTIONI INTERNAZIONALI RELATIVE ALL'AZIONE PER IL CLIMA

4

850 000

809 352

– 174 118

 

675 882

809 352

07 12

ATTUAZIONE DELLE POLITICHE E DELLA NORMATIVA DELL'UNIONE IN MATERIA DI AZIONE PER IL CLIMA

2

17 600 000

15 000 000

 

 

17 600 000

15 000 000

07 13

INTEGRAZIONE DELLE QUESTIONI CLIMATICHE E INNOVAZIONE

2

6 000 000

2 500 000

 

 

6 000 000

2 500 000

 

Titolo 07 — Totale

 

470 550 540

390 290 122

– 174 118

 

470 376 422

390 290 122

 

40 01 40, 40 02 41

 

44 853

44 853

 

 

44 853

44 853

 

 

 

470 595 393

390 334 975

 

 

470 421 275

390 334 975

CAPITOLO 07 11 — QUESTIONI INTERNAZIONALI RELATIVE ALL'AZIONE PER IL CLIMA

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

07 11

QUESTIONI INTERNAZIONALI RELATIVE ALL'AZIONE PER IL CLIMA

07 11 01

Partecipazione agli accordi multilaterali e internazionali in materia di clima

4

850 000

809 352

– 174 118

 

675 882

809 352

 

Capitolo 07 11 — Totale

 

850 000

809 352

– 174 118

 

675 882

809 352

07 11 01
Partecipazione agli accordi multilaterali e internazionali in materia di clima

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

850 000

809 352

– 174 118

 

675 882

809 352

Commento

Ex articolo 07 02 01 (in parte)

Stanziamento destinato a coprire i contributi obbligatori e facoltativi a un certo numero di convenzioni, protocolli e accordi internazionali a cui l’Unione aderisce e i lavori preparatori dei futuri accordi internazionali di cui l’Unione sarà firmataria.

Basi giuridiche

Decisione 88/540/CEE del Consiglio, del 14 ottobre 1988, relativa alla conclusione della convenzione di Vienna per la protezione dello strato di ozono e del protocollo di Montreal relativo a sostanze che riducono lo strato di ozono (GU L 297 del 31.10.1988, pag. 8).

Decisione 94/69/CE del Consiglio, del 15 dicembre 1993, concernente la conclusione della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (GU L 33 del 7.2.1994, pag. 11).

Decisione 2002/358/CE del Consiglio, del 25 aprile 2002, riguardante l’approvazione, a nome della Comunità europea, del protocollo di Kyoto allegato alla convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e l’adempimento congiunto dei relativi impegni (GU L 130 del 15.5.2002, pag. 1).

TITOLO 08

RICERCA

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

08 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «RICERCA»

 

333 124 545

333 124 545

 

 

333 124 545

333 124 545

 

40 01 40

 

6 884

6 884

 

 

6 884

6 884

 

 

 

333 131 429

333 131 429

 

 

333 131 429

333 131 429

08 02

COOPERAZIONE — SANITÀ

1

830 789 000

465 567 921

 

 

830 789 000

465 567 921

08 03

COOPERAZIONE — PRODOTTI ALIMENTARI, AGRICOLTURA E PESCA, E BIOTECNOLOGIE

1

267 892 000

181 125 393

 

 

267 892 000

181 125 393

08 04

COOPERAZIONE — NANOSCIENZE, NANOTECNOLOGIE, MATERIALI E NUOVE TECNOLOGIE DI PRODUZIONE

1

452 444 000

262 572 880

 

82 000 000

452 444 000

344 572 880

08 05

COOPERAZIONE — ENERGIA

1

157 410 000

114 947 049

 

 

157 410 000

114 947 049

08 06

COOPERAZIONE — AMBIENTE (IVI COMPRESI I CAMBIAMENTI CLIMATICI)

1

252 505 000

236 420 332

 

 

252 505 000

236 420 332

08 07

COOPERAZIONE — TRASPORTI (IVI COMPRESA L’AERONAUTICA)

1

414 351 000

428 450 080

 

 

414 351 000

428 450 080

08 08

COOPERAZIONE — SCIENZE SOCIOECONOMICHE E SCIENZE UMANE

1

84 366 000

61 891 635

 

 

84 366 000

61 891 635

08 09

COOPERAZIONE — MECCANISMO DI FINANZIAMENTO CON RIPARTIZIONE DEI RISCHI

1

200 000 000

190 435 799

 

 

200 000 000

190 435 799

08 10

IDEE

1

1 298 731 000

714 134 248

 

 

1 298 731 000

714 134 248

08 12

CAPACITÀ — INFRASTRUTTURE DI RICERCA

1

156 304 000

200 909 768

 

 

156 304 000

200 909 768

08 13

CAPACITÀ — RICERCA A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI)

1

223 099 000

173 296 578

 

 

223 099 000

173 296 578

08 14

CAPACITÀ — REGIONI DELLA CONOSCENZA

1

18 856 000

16 192 756

 

 

18 856 000

16 192 756

08 15

CAPACITÀ — POTENZIALE DI RICERCA

1

63 802 000

51 589 058

 

 

63 802 000

51 589 058

08 16

CAPACITÀ — SCIENZA NELLA SOCIETÀ

1

44 798 000

30 469 728

 

 

44 798 000

30 469 728

08 17

CAPACITÀ — ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

1

28 265 000

19 043 580

 

 

28 265 000

19 043 580

08 18

CAPACITÀ — MECCANISMO DI FINANZIAMENTO CON RIPARTIZIONE DEI RISCHI

1

50 000 000

47 608 950

 

 

50 000 000

47 608 950

08 19

CAPACITÀ — SOSTEGNO ALLO SVILUPPO COERENTE DELLE POLITICHE DI RICERCA

1

9 804 000

5 713 074

 

 

9 804 000

5 713 074

08 20

EURATOM — ENERGIA DI FUSIONE

1

396 090 000

235 092 994

 

 

396 090 000

235 092 994

08 21

EURATOM — FISSIONE NUCLEARE E RADIOPROTEZIONE

1

52 000 000

24 280 564

 

 

52 000 000

24 280 564

08 22

COMPLETAMENTO DEI PROGRAMMI QUADRO PRECEDENTI E DI ALTRE ATTIVITÀ

1

p.m.

324 216 948

 

 

p.m.

324 216 948

08 23

PROGRAMMA DI RICERCA DEL FONDO DI RICERCA CARBONE E ACCIAIO

1

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

 

Titolo 08 — Totale

 

5 334 630 545

4 117 083 880

 

82 000 000

5 334 630 545

4 199 083 880

 

40 01 40

 

6 884

6 884

 

 

6 884

6 884

 

 

 

5 334 637 429

4 117 090 764

 

 

5 334 637 429

4 199 090 764

Commento

Il presente commento si applica a tutte le linee del presente titolo (ad eccezione del capitolo 08 22).

Questi stanziamenti verranno utilizzati in conformità del regolamento (CE) n. 1906/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del settimo programma quadro e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2013) (GU L 391 del 30.12.2006, pag. 1) e del regolamento (Euratom) n. 1908/2006 del Consiglio, del 19 dicembre 2006, che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del settimo programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2011) (GU L 400 del 30.12.2006, pag. 1).

Per tutti gli stanziamenti che rientrano nel presente titolo si applica la definizione di «piccole e medie imprese (PMI)» utilizzata per i programmi orizzontali specifici per le PMI nell'ambito dello stesso programma quadro. Tale definizione recita: «Una PMI ammissibile è un soggetto giuridico conforme alla definizione di PMI che figura nella raccomandazione 2003/361/CE della Commissione e non è un centro di ricerca, un istituto di ricerca, un'organizzazione di ricerca su contratto o una società di consulenza». Tutte le attività di ricerca svolte a titolo del settimo programma quadro saranno realizzate nel rispetto dei principi etici fondamentali [ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, della decisione n. 1982/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente il settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) (GU L 412 del 30.12.2006, pag. 1)], comprese le esigenze in materia di benessere degli animali. Si tratta in particolare dei principi enunciati nell'articolo 6 del trattato sull'Unione europea e nella carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Si terrà conto in modo particolare della necessità di rafforzare le azioni per consolidare e accrescere il posto e il ruolo delle donne nella scienza e nella ricerca.

Sono imputati su tali articoli e voci anche le spese per riunioni, conferenze, seminari e colloqui ad alto livello scientifico o tecnologico e d'interesse europeo organizzati dalla Commissione, il finanziamento di studi e sovvenzioni, di seguito e di valutazione dei programmi specifici e dei programmi quadro e delle analisi e valutazioni di alto livello scientifico o tecnologico, effettuate per conto dell'Unione, per esplorare nuovi settori di ricerca adeguati per l'azione dell'Unione, in particolare nel quadro dello spazio europeo della ricerca, nonché le azioni di seguito e di diffusione dei risultati dei programmi, anche per le azioni svolte a titolo dei precedenti programmi quadro.

Questi stanziamenti coprono anche le spese amministrative, comprese le spese di personale statutario ed altro, le spese d'informazione e di pubblicazioni, di funzionamento amministrativo e tecnico nonché talune altre spese d'infrastruttura interna inerenti al conseguimento dell'obiettivo dell'azione di cui fanno parte integrante, anche per le azioni ed iniziative necessarie alla preparazione e al seguito della strategia dell'Unione relativa alle attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione.

Le entrate derivanti da accordi di cooperazione tra la Comunità europea dell’energia atomica e la Svizzera e dagli accordi multilaterali per lo sviluppo della fusione (EFDA) saranno iscritte alle voci 6 0 1 1 e 6 0 1 2 dello stato delle entrate e potranno dar luogo all'apertura di stanziamenti supplementari conformemente all’articolo 18 del regolamento finanziario.

Per alcuni di questi progetti è prevista la partecipazione di paesi terzi o di organizzazioni di paesi terzi alla cooperazione europea nel settore della ricerca scientifica e tecnica. Quest'eventuale contributo finanziario sarà iscritto alle voci 6 0 1 3 e 6 0 1 5 dello stato delle entrate e potrà dare luogo all'iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente alle disposizioni dell’articolo 18 del regolamento finanziario.

Le entrate provenienti dagli Stati che partecipano alla cooperazione europea nel settore della ricerca scientifica e tecnica saranno iscritte alla voce 6 0 1 6 dello stato delle entrate e potranno dar luogo all’iscrizione di stanziamenti supplementari a norma dell’articolo 18 del regolamento finanziario.

Le eventuali entrate provenienti dal contributo dei paesi candidati e, se del caso, dai potenziali paesi candidati dei Balcani occidentali per la partecipazione ai programmi dell'Unione/comunitari, iscritte alla voce 6 0 3 1 dello stato delle entrate, potranno dare luogo all'iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente alle disposizioni dell'articolo 18, paragrafo 1, lettera d), del regolamento finanziario.

Le eventuali entrate provenienti da organismi esterni alle attività dell'Unione/comunitarie saranno iscritte alla voce 6 0 3 3 dello stato delle entrate e potranno dar luogo all’iscrizione di stanziamenti supplementari conformemente alle disposizioni dell’articolo 18 del regolamento finanziario.

L'apertura di stanziamenti supplementari sarà imputata all'articolo 08 22 04.

Per conseguire l'obiettivo del 15 % per la partecipazione delle PMI ai progetti finanziati da questo stanziamento, come è previsto dalla decisione n. 1982/2006/CE, sono necessarie misure più specifiche. I progetti ammissibili nell'ambito delle azioni destinate alle PMI devono poter beneficiare di finanziamenti a titolo del programma tematico, a condizione che soddisfino i requisiti (tematici) previsti.

CAPITOLO 08 04 — COOPERAZIONE — NANOSCIENZE, NANOTECNOLOGIE, MATERIALI E NUOVE TECNOLOGIE DI PRODUZIONE

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

08 04

COOPERAZIONE — NANOSCIENZE, NANOTECNOLOGIE, MATERIALI E NUOVE TECNOLOGIE DI PRODUZIONE

08 04 01

Cooperazione — Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione

1.1

442 234 000

257 088 329

 

82 000 000

442 234 000

339 088 329

08 04 02

Cooperazione — Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione — Impresa comune «Celle a combustibile e idrogeno»

1.1

10 210 000

5 484 551

 

 

10 210 000

5 484 551

 

Capitolo 08 04 — Totale

 

452 444 000

262 572 880

 

82 000 000

452 444 000

344 572 880

08 04 01
Cooperazione — Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

442 234 000

257 088 329

 

82 000 000

442 234 000

339 088 329

Commento

L’obiettivo delle azioni svolte in questo campo è aiutare l’Europa a dotarsi di una massa critica di capacità necessaria per sviluppare e valorizzare, all’insegna dell’ecoefficienza e della riduzione degli scarichi di sostanze pericolose nell’ambiente, le tecnologie di punta alla base dei prodotti, servizi e processi di fabbricazione dei prossimi anni, basati principalmente sulla conoscenza e l’intelligenza.

È necessario prevedere stanziamenti sufficienti per la nanoricerca connessa alla valutazione del rischio ambientale e sanitario, visto che solo il 5-10 % della nanoricerca nel suo complesso riguarda attualmente questo aspetto.

Saranno imputate inoltre le spese per riunioni, conferenze, workshop e congressi ad alto livello scientifico o tecnologico e di interesse europeo organizzati dalla Commissione, il finanziamento di studi, sovvenzioni, azioni di seguito e di valutazione dei programmi specifici, nonché il finanziamento del segretariato IMS, delle analisi e valutazioni di alto livello scientifico o tecnologico e anche azioni condotte a titolo dei programmi quadro precedenti.

Agli stanziamenti iscritti al presente articolo devono essere aggiunti i contributi degli Stati membri dell'Associazione europea di libero scambio conformemente all'accordo sullo Spazio economico europeo, in particolare l'articolo 82 e il protocollo n. 32. Tali importi provengono, a titolo informativo, dai contributi degli Stati membri dell’Associazione europea di libero scambio imputati all’articolo 6 3 0 dello stato delle entrate, che costituiscono entrate con destinazione specifica ai sensi dell’articolo 18, paragrafo 1, lettera d), del regolamento finanziario. Essi danno luogo all'iscrizione degli stanziamenti corrispondenti e alla loro esecuzione nell'ambito dell'allegato «Spazio economico europeo» della presente parte dello stato delle spese della presente sezione, che costituisce parte integrante del bilancio generale.

Basi giuridiche

Decisione n. 1982/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente il settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) (GU L 412 del 30.12.2006, pag. 1).

Regolamento (CE) n. 1906/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del settimo programma quadro e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2013) (GU L 391 del 30.12.2006, pag. 1).

Decisione 2006/971/CE del Consiglio, del 19 dicembre 2006, concernente il programma specifico «Cooperazione» che attua il settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) (GU L 400 del 30.12.2006, pag. 86).

TITOLO 09

SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE E MEDIA

Titolo

Capitolo

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

09 01

SPESE AMMINISTRATIVE DEL SETTORE «SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE E MEDIA»

 

127 060 941

127 060 941

 

 

127 060 941

127 060 941

 

40 01 40

 

29 384

29 384

 

 

29 384

29 384

 

 

 

127 090 325

127 090 325

 

 

127 090 325

127 090 325

09 02

QUADRO NORMATIVO PER L'AGENDA DEL DIGITALE

 

31 116 500

24 540 045

 

 

31 116 500

24 540 045

09 03

ADOZIONE DELLE TIC

1

119 120 000

115 285 305

 

 

119 120 000

115 285 305

09 04

COOPERAZIONE — TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC)

1

1 170 285 000

974 075 401

 

60 000 000

1 170 285 000

1 034 075 401

09 05

CAPACITÀ — INFRASTRUTTURE DI RICERCA

1

90 970 000

93 313 542

 

 

90 970 000

93 313 542

 

Titolo 09 — Totale

 

1 538 552 441

1 334 275 234

 

60 000 000

1 538 552 441

1 394 275 234

 

40 01 40, 40 02 41

 

29 384

29 384

 

 

29 384

29 384

 

 

 

1 538 581 825

1 334 304 618

 

 

1 538 581 825

1 394 304 618

CAPITOLO 09 04 — COOPERAZIONE — TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC)

Titolo

Capitolo

Articolo

Voce

Denominazione

QF

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

09 04

COOPERAZIONE — TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC)

09 04 01

Sostegno alla cooperazione in materia di ricerca nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC — Cooperazione)

09 04 01 01

Sostegno alla cooperazione in materia di ricerca nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC — Cooperazione)

1.1

1 081 288 900

852 200 203

 

60 000 000

1 081 288 900

912 200 203

09 04 01 02

Cooperazione — Tecnologie dell’informazione e della comunicazione — Impresa comune ARTEMIS

1.1

43 000 000

38 087 160

 

 

43 000 000

38 087 160

09 04 01 03

Cooperazione — Tecnologie dell’informazione e della comunicazione — Spese di supporto per l'impresa comune ARTEMIS

1.1

1 500 000

1 428 268

 

 

1 500 000

1 428 268

09 04 01 04

Cooperazione — Tecnologie dell’informazione e della comunicazione — Impresa comune ENIAC

1.1

43 000 000

19 043 580

 

 

43 000 000

19 043 580

09 04 01 05

Cooperazione — Tecnologie dell’informazione e della comunicazione — Spese di supporto per l'impresa comune ENIAC

1.1

1 496 100

1 424 555

 

 

1 496 100

1 424 555

 

Articolo 09 04 01 — Totale parziale

 

1 170 285 000

912 183 766

 

60 000 000

1 170 285 000

972 183 766

09 04 02

Stanziamenti provenienti dalla partecipazione di terzi (non SEE) alla ricerca e allo sviluppo tecnologico

1.1

p.m.

p.m.

 

 

p.m.

p.m.

09 04 03

Completamento di programmi quadro della Comunità europea precedenti (anteriori al 2007)

1.1

61 891 635

 

 

61 891 635

 

Capitolo 09 04 — Totale

 

1 170 285 000

974 075 401

 

60 000 000

1 170 285 000

1 034 075 401

09 04 01
Sostegno alla cooperazione in materia di ricerca nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC — Cooperazione)

09 04 01 01
Sostegno alla cooperazione in materia di ricerca nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC — Cooperazione)

Bilancio 2011

Bilancio rettificativo n. 6/2011

Nuovo importo

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

Impegni

Pagamenti

1 081 288 900

852 200 203

 

60 000 000

1 081 288 900

912 200 203

Commento

L'obiettivo del settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) e del tema «Tecnologie dell'informazione e della comunicazione» del programma specifico cooperazione è migliorare la competitività dell'industria europea e consentire all'Europa di diventare leader e determinare i futuri sviluppi delle TIC affinché vengano soddisfatte le esigenze della società e dell'economia europee.

Le azioni rafforzeranno la base scientifica e tecnologica europea e ne garantiranno la leadership a livello mondiale nel settore delle TIC, contribuiranno ad orientare ed incentivare l'innovazione mediante l'uso di queste tecnologie e garantiranno che i progressi realizzati nelle TIC vengano rapidamente trasformati in benefici per i cittadini, le imprese, l'industria e le amministrazioni pubbliche europee.

Il tema TIC dà la priorità alla ricerca strategica sui pilastri chiave della tecnologia, garantisce un'integrazione completa delle tecnologie e fornisce le conoscenze e i mezzi per sviluppare un'ampia serie di applicazioni TIC innovative.

Tali attività incentiveranno il progresso industriale e tecnologico nel settore TIC e miglioreranno la competitività di importanti settori ad uso intensivo di TIC — sia mediante prodotti e servizi basati sulle TIC, innovativi e di elevato valore, che mediante migliori processi organizzativi tanto nelle imprese quanto nelle amministrazioni. Questo tema supporta anche altre politiche dell'Unione, facendo ricorso alle TIC per rispondere alle richieste del pubblico e della società.

Le attività coprono azioni in collaborazione e in rete e iniziative di coordinamento dei programmi nazionali. A questo articolo sono imputate anche le spese per gli esperti indipendenti che assistono nella valutazione delle proposte e nell'esame dei progetti, le spese per eventi, riunioni, conferenze, workshop e seminari di interesse europeo organizzati dalla Commissione, nonché il finanziamento di studi, analisi e valutazioni, le spese per il monitoraggio e la valutazione dei programmi specifici e dei programmi quadro, le spese per le azioni di monitoraggio e di divulgazione dei risultati dei programmi, anche per le azioni condotte nell'ambito dei precedenti programmi quadro.

Agli stanziamenti iscritti alla presente voce si aggiungono i contributi degli Stati membri dell'Associazione europea di libero scambio conformemente all'accordo sullo Spazio economico europeo, in particolare l'articolo 82 e il protocollo n. 32. Tali importi provengono, a titolo informativo, dai contributi degli Stati membri dell'Associazione europea di libero scambio imputati all'articolo 6 3 0 dello stato delle entrate, che costituiscono entrate con destinazione specifica ai sensi dell'articolo 18, paragrafo 1, lettera d), del regolamento finanziario. Tali importi danno luogo all'iscrizione degli stanziamenti corrispondenti e alla loro esecuzione nell'allegato «Spazio economico europeo» della presente parte dello stato delle spese di questa sezione, che costituisce parte integrante del bilancio generale.

Basi giuridiche

Decisione n. 1982/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente il settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, svil