ISSN 1725-2466

Gazzetta ufficiale

dell'Unione europea

C 31

European flag  

Edizione in lingua italiana

Comunicazioni e informazioni

52o anno
7 febbraio 2009


Numero d'informazione

Sommario

pagina

 

II   Comunicazioni

 

COMUNICAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

 

Commissione

2009/C 031/01

Comunicazione della Commissione relativa ai criteri di valutazione degli aiuti di Stato di cui alla comunicazione della Commissione relativa a taluni aspetti giuridici riguardanti le opere cinematografiche e le altre opere audiovisive (comunicazione sul cinema) del 26 settembre 2001 ( 1 )

1

2009/C 031/02

Avvio di procedura (Caso COMP/M.5262 — Bonnier/Schibsted/Retriever Sverige) ( 1 )

2

2009/C 031/03

Non opposizione ad un'operazione di concentrazione notificata (Caso COMP/M.5168 — EADS/SSTL) ( 1 )

3

2009/C 031/04

Non opposizione ad un'operazione di concentrazione notificata (Caso COMP/M.5420 — Kyocera Mita/Triumph-Adler) ( 1 )

3

 

IV   Informazioni

 

INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

 

Commissione

2009/C 031/05

Tassi di cambio dell'euro

4

2009/C 031/06

Nuova faccia nazionale delle monete in euro destinate alla circolazione

5

 

INFORMAZIONI PROVENIENTI DAGLI STATI MEMBRI

2009/C 031/07

Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001

6

2009/C 031/08

Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001

10

2009/C 031/09

Comunicazione della Commissione a norma dell'articolo 16, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1008/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità — Oneri di servizio pubblico in relazione a servizi aerei di linea ( 1 )

14

 

V   Avvisi

 

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

 

Commissione

2009/C 031/10

Invito a presentare proposte 2009 — Azione preparatoria MEDIA International

15

2009/C 031/11

MEDIA 2007 — Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione — Invito a presentare proposte — EACEA/36/08 — Sostegno alla creazione di reti e alla mobilità di studenti e formatori in Europa

17

 

PROCEDIMENTI RELATIVI ALL'ATTUAZIONE DELLA POLITICA DELLA CONCORRENZA

 

Commissione

2009/C 031/12

Notifica preventiva di una concentrazione (Caso COMP/M.5475 — Atlantia/Acciona/Itínere Chilean assets) — Caso ammissibile alla procedura semplificata ( 1 )

19

2009/C 031/13

Comunicazione del ministro degli Affari economici del Regno dei Paesi Bassi a norma dell'articolo 3, paragrafo 2, della direttiva 94/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi

20

 

2009/C 031/14

Nota per il lettore(vedi terza pagina di copertina)

s3

 


 

(1)   Testo rilevante ai fini del SEE

IT

 


II Comunicazioni

COMUNICAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

Commissione

7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/1


Comunicazione della Commissione relativa ai criteri di valutazione degli aiuti di Stato di cui alla comunicazione della Commissione relativa a taluni aspetti giuridici riguardanti le opere cinematografiche e le altre opere audiovisive (comunicazione sul cinema) del 26 settembre 2001

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/01)

Come annunciato nelle comunicazioni del 2004 (1) e del 2007 (2) che prorogano la validità dei criteri di valutazione degli aiuti di Stato previsti dalla comunicazione sul cinema del 2001 (3), la Commissione ha effettuato uno studio approfondito sull'impatto economico e culturale delle spese legate alla territorializzazione, previste dai piani di sostegno alla produzione cinematografica. Lo studio è stato avviato il 24 agosto 2006 (4), e il 6 luglio 2007 si è tenuto a Bruxelles un incontro con le parti interessate. I risultati dello studio sono stati pubblicati il 22 maggio 2008 (5).

Lo studio non ha portato a conclusioni decisive a favore o a sfavore dell'impatto economico o culturale delle spese legate alla territorializzazione, previste dai piani di sostegno alla produzione cinematografica. Pertanto, i risultati sottolineano la necessità di riflettere ulteriormente prima di proporre la modifica, in una maniera che sia compatibile con i principi del trattato, dell'attuale criterio di compatibilità degli aiuti di Stato per le spese legate alla territorializzazione previsto dalla comunicazione sul cinema del 2001.

Secondo la Commissione, gli attuali criteri di valutazione degli aiuti di Stato possono continuare, per il momento, a promuovere la creazione culturale e garantiranno che gli aiuti concessi alla produzione cinematografica ed audiovisiva non incidano sulle condizioni della concorrenza e degli scambi in misura contraria all'interesse comune. Tuttavia, successivamente alla comunicazione sul cinema del 2001, sono emerse diverse tendenze che richiederanno, a tempo debito, il perfezionamento di tali criteri.

Tali tendenze comprendono il finanziamento di aspetti diversi dalla produzione cinematografica e televisiva (quali la distribuzione dei film e la proiezione digitale), ulteriori piani regionali di sostegno al cinema, nonché la concorrenza tra alcuni Stati membri per l'utilizzo degli aiuti di Stato per attirare gli investimenti esteri di imprese produttrici di film su vasta scala, prevalentemente statunitensi. Si tratta di questioni complesse che richiederanno una riflessione insieme agli Stati membri e agli organismi nazionali e regionali a sostegno del cinema, al fine di elaborare criteri appropriati.

Di conseguenza, la Commissione ha deciso di continuare ad applicare gli attuali criteri fino alla data in cui entreranno in vigore le nuove norme sugli aiuti di Stato per le opere cinematografiche e le altre opere audiovisive, e comunque non oltre il 31 dicembre 2012.


(1)  GU C 123 del 30.4.2004, pag. 1.

(2)  GU C 134 del 16.6.2007, pag. 5.

(3)  GU C 43 del 16.2.2002, pag. 6.

(4)  GU S 173 del 12.9.2006, riferimento 2006/S 173-183834.

(5)  http://ec.europa.eu/avpolicy/info_centre/library/studies/index_en.htm#finalised


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/2


Avvio di procedura

(Caso COMP/M.5262 — Bonnier/Schibsted/Retriever Sverige)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/02)

Il 29 gennaio 2009 la Commissione ha deciso di avviare la procedura nel sopramenzionato caso avendo constatato che la concentrazione notificata suscita seri dubbi quanto alla sua compatibilità con il mercato comune. L'avvio di procedura comporta l'apertura di una seconda fase istruttoria sulla operazione notificata e non pregiudica la decisione finale sul caso. La decisione di avvio di procedura è adottata ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, lettera c), del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio.

La Commissione invita i terzi interessati a presentare le loro eventuali osservazioni sulla concentrazione proposta.

Per poter essere prese in considerazione nella procedura le osservazioni debbono pervenire alla Commissione non oltre 15 giorni dalla data di pubblicazione della presente comunicazione. Le osservazioni possono essere trasmesse alla Commissione per fax [(32-2) 296 43 01 o 296 72 44] o tramite il servizio postale, indicando il numero di caso COMP/M.5262 — Bonnier/Schibsted/Retriever Sverige, al seguente indirizzo:

Commissione europea

Direzione generale della Concorrenza

Protocollo Concentrazioni

J-70

B-1049 Bruxelles/Brussel


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/3


Non opposizione ad un'operazione di concentrazione notificata

(Caso COMP/M.5168 — EADS/SSTL)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/03)

Il 17 dicembre 2008 la Commissione ha deciso di non opporsi alla suddetta operazione di concentrazione notificata e di dichiararla compatibile con il mercato comune. La decisione si basa sull'articolo 6, paragrafo 1, lettera b), del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio. Il testo integrale della decisione è disponibile unicamente in lingua inglese e verrà reso pubblico dopo che gli eventuali segreti commerciali in esso contenuti saranno stati espunti. Il testo della decisione sarà disponibile:

sul sito Internet di Europa nella sezione dedicata alla concorrenza (http://ec.europa.eu/comm/competition/mergers/cases/). Il sito offre varie modalità per la ricerca delle singole decisioni, tra cui indici per società, per numero del caso, per data e per settore,

in formato elettronico sul sito EUR-Lex, al documento 32008M5168. EUR-Lex è il sistema di accesso in rete al diritto comunitario (http://eur-lex.europa.eu).


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/3


Non opposizione ad un'operazione di concentrazione notificata

(Caso COMP/M.5420 — Kyocera Mita/Triumph-Adler)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/04)

Il 21 gennaio 2009 la Commissione ha deciso di non opporsi alla suddetta operazione di concentrazione notificata e di dichiararla compatibile con il mercato comune. La decisione si basa sull'articolo 6, paragrafo 1, lettera b), del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio. Il testo integrale della decisione è disponibile unicamente in lingua inglese e verrà reso pubblico dopo che gli eventuali segreti commerciali in esso contenuti saranno stati espunti. Il testo della decisione sarà disponibile:

sul sito Internet di Europa nella sezione dedicata alla concorrenza (http://ec.europa.eu/comm/competition/mergers/cases/). Il sito offre varie modalità per la ricerca delle singole decisioni, tra cui indici per società, per numero del caso, per data e per settore,

in formato elettronico sul sito EUR-Lex, al documento 32009M5420. EUR-Lex è il sistema di accesso in rete al diritto comunitario (http://eur-lex.europa.eu).


IV Informazioni

INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

Commissione

7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/4


Tassi di cambio dell'euro (1)

6 febbraio 2009

(2009/C 31/05)

1 euro=

 

Moneta

Tasso di cambio

USD

dollari USA

1,2796

JPY

yen giapponesi

116,7

DKK

corone danesi

7,4516

GBP

sterline inglesi

0,8706

SEK

corone svedesi

10,5655

CHF

franchi svizzeri

1,5012

ISK

corone islandesi

 

NOK

corone norvegesi

8,773

BGN

lev bulgari

1,9558

CZK

corone ceche

28,02

EEK

corone estoni

15,6466

HUF

fiorini ungheresi

292,6

LTL

litas lituani

3,4528

LVL

lats lettoni

0,7035

PLN

zloty polacchi

4,5995

RON

leu rumeni

4,2575

TRY

lire turche

2,0891

AUD

dollari australiani

1,9407

CAD

dollari canadesi

1,6001

HKD

dollari di Hong Kong

9,9228

NZD

dollari neozelandesi

2,4684

SGD

dollari di Singapore

1,9233

KRW

won sudcoreani

1 764,06

ZAR

rand sudafricani

12,7049

CNY

renminbi Yuan cinese

8,7453

HRK

kuna croata

7,4045

IDR

rupia indonesiana

15 067,29

MYR

ringgit malese

4,6053

PHP

peso filippino

60,4

RUB

rublo russo

46,4607

THB

baht thailandese

44,818

BRL

real brasiliano

2,9229

MXN

peso messicano

18,3271

INR

rupia indiana

62,093


(1)  

Fonte: tassi di cambio di riferimento pubblicati dalla Banca centrale europea.


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/5


Nuova faccia nazionale delle monete in euro destinate alla circolazione

(2009/C 31/06)

Image

Le monete in euro destinate alla circolazione hanno corso legale in tutta l'area dell'euro. Per informare i cittadini e, in particolare, coloro che maneggiano monete nell'esercizio della loro professione, la Commissione pubblica tutti i disegni delle nuove monete in euro (1). In conformità con le conclusioni del Consiglio dell'8 dicembre 2003 (2), gli Stati membri dell'area dell'euro e i paesi che hanno concluso con la Comunità un accordo monetario relativo all'emissione di monete in euro, sono autorizzati a mettere in circolazione determinati quantitativi di monete commemorative in euro, ma unicamente monete da 2 euro. Tali monete presentano le stesse caratteristiche tecniche delle altre monete in euro destinate alla circolazione, ma recano sulla faccia nazionale un disegno commemorativo.

Stato di emissione: Germania

Effigie commemorativa: Saarland

Descrizione del disegno: La parte interna della moneta rappresenta la chiesa di San Luigi a Sarrebruck. Sotto il monumento sono incisi il nome del Land «SAARLAND» e il marchio della zecca rappresentato da una delle lettere «A», «D», «F», «G» o «J». A destra del monumento compaiono le iniziali «FB» dell'incisore Friedrich Brenner. L'anello esterno contiene, nella parte inferiore, il nome del paese di emissione «BUNDESREPUBLIK DEUTSCHLAND», e nella parte superiore, l'anno «2009» e dodici stelle.

Tiratura: 30 milioni di monete

Data approssimativa di emissione: Febbraio 2009

Incisione sul taglio della moneta: «EINIGKEIT UND RECHT UND FREIHEIT» e la raffigurazione dell'aquila federale.


(1)  Cfr. GU C 373 del 28.12.2001, pag. 1, dove sono riportate tutte le facce nazionali delle monete emesse nel 2002.

(2)  Cfr. le conclusioni del Consiglio Affari generali, dell'8 dicembre 2003, riguardanti le modifiche al disegno delle facce nazionali delle monete in euro.


INFORMAZIONI PROVENIENTI DAGLI STATI MEMBRI

7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/6


Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001

(2009/C 31/07)

Numero dell'aiuto: XA 278/08

Stato membro: Francia

Regione: Département de la Moselle

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Aides aux investissements pour le développement de l'utilisation des énergies renouvelables, des bioénergies est des économies d'énergies dans le secteur agricole

Base giuridica: Articolo 4 del regolamento (CE) n. 1857/2006

Articles L 1511-2 et L 1511-5 du code général des collectivités territoriales

Délibération du Conseil général de la Moselle du 15 octobre 2007

Spesa annua prevista nell'ambito del regime: Al massimo 270 000 EUR secondo le esigenze e in funzione delle risorse di bilancio disponibili

Intensità massima dell'aiuto: L'importo dell'aiuto non dovrà essere superiore all'intensità massima degli aiuti autorizzati, vale a dire il 40 % nelle regioni non svantaggiate e il 50 % degli investimenti ammissibili nelle zone svantaggiate (maggiorato del 10 % per i giovani agricoltori)

Data di applicazione: Dalla data di pubblicazione del numero di registrazione della domanda di esenzione sul sito della direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione, fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Tre anni dalla data dell'avviso di ricevimento da parte della Commissione (fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti)

Obiettivo dell'aiuto: L'obiettivo è sostituire le fonti energetiche non rinnovabili di origine con sistemi di produzione di energie rinnovabili e di bioenergie destinati a assicurare il funzionamento normale dell'azienda, pur limitando la produzione dei gas ad effetto serra, senza vendita dell'energia prodotta. Sono ammissibili gli investimenti di seguito menzionati, utili al miglioramento della qualità e alla conservazione e al miglioramento dell'ambiente naturale:

progetti esemplari che presentano un bilancio ambientale positivo e che contribuiscono significativamente alla lotta contro i gas ad effetto serra (20 000 EUR di aiuto al massimo),

dispositivi per l'essicazione del fieno e delle sementi,

dispositivi per il recupero del calore.

Gli aiuti sono concessi ai sensi dell'articolo 4 del regolamento (CE) n. 1857/2006 e sono conformi a tutte le norme in esso contenute

Settore economico: Tutte le aziende agricole della Mosella

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Monsieur le Président du Conseil général de la Moselle

Direction de l'Environnement et de l'Aménagement du Territoire

Division de l'Environnement et de l'Espace Rural (SAEN)

Hôtel du Département

1, rue du Pont Moreau

BP 11096

F-57036 METZ Cedex 1

Sito web: http://www.cg57.fr/front/go.do?sid=site/environnement_1076429797630/gestion_de_l_espace/agriculture

Altre informazioni: Per assicurare il rigoroso rispetto dei massimali stabiliti dal regolamento comunitario per ogni tipo di aiuto previsto, l'importo dell'aiuto, se necessario, sarà diminuito, fino a concorrenza della partecipazione degli altri finanziatori pubblici.

Gli aiuti saranno riservati agli agricoltori che non hanno beneficiato di aiuti simili nei cinque anni precedenti, tranne coloro che si sono visti liquidati i dossier precedenti

Numero dell'aiuto: XA 280/08

Stato membro: Francia

Regione: Département de la Moselle

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Développement des filières atypiques, démarches qualité, volets «investissements» et «assistance technique»

Base giuridica: Articoli 4 e 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006

Articles L 1511-2 et L 1511-5 du code général des collectivités territoriales

Délibération du Conseil général de la Moselle du 15 octobre 2007

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: 460 000 EUR all'anno di cui 400 000 EUR per il settore «investimenti» e 60 000 EUR per il settore «assistenza tecnica»

Intensità massima dell'aiuto: Investimenti:

L'importo massimo della sovvenzione è di 20 000 EUR.

Assistenza tecnica:

L'intensità massima dell'aiuto sarà pari all'80 % delle spese entro un limite di 3 000 EUR per prestazione

Data di applicazione: A partire dalla data di pubblicazione del numero di registrazione della domanda di esenzione nel sito della direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione, fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Tre anni a decorrere dall'avviso di ricevimento da parte della Commissione (fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti)

Obiettivo dell'aiuto: L'obiettivo è di contribuire alla riconversione di talune produzioni agricole del dipartimento e allo sviluppo di iniziative a favore della qualità nel settore della produzione primaria. Saranno favorite le iniziative che consentano di far emergere nuove produzioni con creazione di valore aggiunto nelle aziende, i progetti innovativi o i progetti di filiere atipiche. Alcune delle azioni saranno condotte nell'ambito dell'articolo 4 del regolamento (CE) n. 1857/2006, altre (studi preliminari) nell'ambito dell'articolo 15

Settore economico: Tutte le aziende agricole del dipartimento della Mosella

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Monsieur le Président du Conseil général de la Moselle

Direction de l'Environnement et de l'Aménagement du Territoire

Division de l'Environnement et de l'Espace Rural (SAEN)

Hôtel du Département

1, rue du Pont Moreau

BP 11096

F-57036 METZ Cedex 1

Sito web: http://www.cg57.fr/front/go.do?sid=site/environnement_1076429797630/gestion_de_l_espace/agriculture

Altre informazioni: Al fine di garantire il completo rispetto dei massimali stabiliti dal regolamento comunitario per ciascun tipo di aiuto previsto, l'importo dell'aiuto può essere eventualmente diminuito a concorrenza della partecipazione degli altri finanziatori pubblici.

Gli aiuti sono riservati alle associazioni di produttori che non hanno beneficiato di analoghe forme di aiuto nel quinquennio precedente o che hanno pagato il saldo di fascicoli precedenti

Numero dell'aiuto: XA 282/08

Stato membro: Francia

Regione: Département de la Moselle

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Diagnostic-conseil pour optimiser les investissements matériels et réduire les coûts de mécanisation (assistance technique)

Base giuridica: Articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006

Article L 1511-2 et L 1511-5 du code général des collectivités territoriales

Délibération du Conseil général de la Moselle du 15 octobre 2007

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: Tetto di 68 000 EUR, in funzione del fabbisogno e delle disponibilità di bilancio

Intensità massima dell'aiuto: Il tasso degli aiuti non può essere superiore all'80 %, entro il limite dei seguenti massimali:

400 EUR per azioni di diagnostica-consulenza relative ai materiali,

500 EUR per azioni di diagnostica-consulenza relative alla riduzione dei costi di meccanizzazione

Data di applicazione: A decorrere dalla data di pubblicazione del numero di registrazione della domanda di esenzione nel sito della direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione, fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Tre anni a decorrere dalla data dell'avviso di ricevimento da parte della Commissione (fatta salva la disponibilità degli stanziamenti corrispondenti)

Obiettivo dell'aiuto: Facendo ricorso ad azioni di diagnostica-consulenza e di formazione, l'aiuto ha la finalità di aiutare gli agricoltori a ottimizzare i loro investimenti materiali grazie a scelte pertinenti, segnatamente in materia di tutela e gestione delle risorse naturali.

Saranno rispettate tutte le condizioni stabilite all'articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006

Settore economico: Tutte le aziende agricole del dipartimento della Mosella (agricoltori, loro associazioni, CUMA)

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Monsieur le Président du Conseil général de la Moselle

Direction de l'Environnement et de l'Aménagement du Territoire

Division de l'Environnement et de l'Espace Rural (SAEN)

Hôtel du Département

1, rue du Pont Moreau

BP 11096

F-57036 METZ Cedex 1

Sito web: http://www.cg57.fr/front/go.do?sid=site/environnement_1076429797630/gestion_de_l_espace/agriculture

Altre informazioni: Al fine di garantire il completo rispetto dei massimali stabiliti dal regolamento comunitario per ciascun tipo di aiuto previsto, l'importo dell'aiuto può essere eventualmente diminuito a concorrenza della partecipazione degli altri finanziatori pubblici.

Gli aiuti sono riservati agli agricoltori che non hanno beneficiato di analoghe forme di aiuto nel quinquennio precedente o che hanno pagato il saldo di fascicoli precedenti

Numero dell'aiuto: XA 348/08

Stato membro: Paesi Bassi

Regione: Provincie Fryslân

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Nome del beneficiario:

S. Jelsma, Mienskerwei 2, 9262 SM Suameer, Nederland

Base giuridica: Kadersubsidieverordening Inrichting Landelijk Gebied Provincie Fryslân 2007

Subsidieverordening Inrichting Landelijk Gebied Provincie Fryslân 2007, Hoofdstuk 1.3. Subsidie agrarische bedrijfsverplaatsing (blz 28).

www.fryslan.nl/pmjp (landbouw, Kadersubsidieverordening Inrichting Landelijk Gebied Provincie Fryslan 2007)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: —

Importo massimo dell'aiuto una tantum: 178 925 EUR

Intensità massima dell'aiuto: La sovvenzione è concessa in conformità dell'articolo 6, paragrafi 3 e 4, del regolamento (CE) n. 1857/2006. Poiché l'azienda è situata in una zona svantaggiata ai sensi dell'articolo 2, paragrafo 9, del regolamento (CE) n. 1857/2006, l'intensità massima dell'aiuto è del 50 %.

Le delocalizzazione avviene per motivi di pubblica utilità, segnatamente la creazione della rete ecologica nazionale e il miglioramento delle strutture agrarie, e consentirà all'azienda beneficiaria di dotarsi di attrezzature più moderne e di incrementare la propria capacità produttiva. La spesa totale ammissibile ammonta a 357 850 EUR, di cui il 50 % è sovvenzionabile. L'investimento è finalizzato ad accrescere la capacità del refrigeratore del latte, ampliare la superficie dei pannelli dei sili, ingrandire i locali aziendali per uso generale, ammodernare la rimessa per gli utensili e la stalla ed estendere la pavimentazione

Data di applicazione: 1o novembre 2008 o dopo ricezione dell'avviso di ricevimento (recante il numero di identificazione) trasmesso dalla Commissione

Durata del regime o dell'aiuto individuale: L'ultima rata sarà versata al più tardi nel novembre 2010

Obiettivo dell'aiuto: Sostegno alle piccole e medie imprese. Obiettivo secondario: delocalizzazione di aziende agricole nell'interesse pubblico, in relazione alla creazione della rete ecologica nazionale e al miglioramento delle strutture agrarie. Viene invocata, ai sensi dell'articolo 6, la facoltà di delocalizzare fabbricati aziendali nell'interesse pubblico qualora la delocalizzazione abbia per effetto l'ammodernamento degli impianti e l'incremento della capacità produttiva

Settore economico: Agricoltura

Comparto: Produzione lattiera

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Provincie Fryslân (Friesland)

Sneekertrekweg 1

Leeuwarden

Postbus 20120

8900 HM Leeuwarden

Nederland

Sito web: www.fryslan.nl/regelgevingeuropa

username: europa

password: regelgeving

Per informazioni dettagliate sul regime di aiuto e una carta delle regioni svantaggiate, consultare il sito: www.fryslan.nl/pmjp (landbouw, Kadersubsidieverordening Inrichting Landelijk Gebied Provincie Fryslan 2007)

Numero dell'aiuto: XA 407/08

Stato membro: Regno Unito

Regione: Northern Ireland

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Northern Ireland Fallen Stock Scheme

Base giuridica: Si tratta di un regime a carattere non legislativo.

Il regolamento (CE) n. 1774/2002 recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano fa obbligo agli Stati membri di provvedere affinché siano prese le misure adeguate a permettere l'eliminazione dei sottoprodotti di origine animale conformemente al disposto del regolamento

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: 1o dicembre 2008-31 marzo 2009: 0,24 Mio GBP.

Totale: 0,24 Mio GBP

Intensità massima dell'aiuto: Per le spese di trasporto (raccolta delle carcasse presso le aziende zootecniche da parte di un contraente autorizzato) l'intensità dell'aiuto può andare fino al 100 % conformemente all'articolo 16, lettera d), del regolamento (CE) n. 1857/2006.

Per le spese di smaltimento (trattamento o incenerimento delle carcasse da parte di un contraente autorizzato) l'intensità dell'aiuto può andare fino al 75 % conformemente all'articolo 16, lettera d), del regolamento (CE) n. 1857/2006

Data di applicazione: 1o dicembre 2008 o la data di pubblicazione del regime sul sito Internet della Commissione, se questa è successiva

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Il regime avrà inizio il 1o dicembre 2008 o alla data della pubblicazione del regime sul sito Internet della Commissione, se questa è successiva. Il regime terminerà il 31 marzo 2009. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 31 marzo 2009

Obiettivo dell'aiuto: L'obiettivo del regime è lo stesso del regime nazionale di smaltimento delle carcasse (Regno Unito) XA 168/07 che termina nel novembre 2008, ossia istituire un sistema a finanziamento statale e ad adesione volontaria per la raccolta e lo smaltimento delle carcasse in conformità del regolamento (CE) n. 1774/2002. L'elemento di aiuto notificato nell'ambito del presente nuovo regime è tuttavia limitato alle PMI dell'Irlanda del Nord attive nel settore zootecnico ai fini della raccolta e dello smaltimento delle carcasse unicamente nell'Irlanda del Nord

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Ente ufficiale preposto al regime:

Department of Agriculture and Rural Development

Environmental Policy Branch

Room 654

Dundonald House

Upper Newtownards Road

BT4 3SB Belfast

Northern Ireland

Organismo incaricato della gestione del regime:

The National Fallen Stock Company Ltd

Stuart House

City Road

PE1 1QF Peterborough

Sito web: http://nfsco.co.uk/news/press-releases/northern-ireland-members/

Altre informazioni: Il regime nazionale di smaltimento delle carcasse (Regno Unito) XA 168/07 termina nel novembre 2008. Il regime di cui alla presente notifica interessa unicamente le PMI dell'Irlanda del Nord.

Si richiama inoltre l'attenzione della Commissione sui seguenti aspetti:

la National Fallen Stock Company attualmente prevede una quota di adesione annuale di 28 GBP per i soci del regime nazionale di smaltimento delle carcasse (Regno Unito) XA 168/07. Dal 1o dicembre 2008 si propone invece di far pagare ai soci un piccolo onere amministrativo per i mesi in cui fanno effettivamente ricorso al regime,

si prevede che un regime nazionale di smaltimento delle carcasse modificato verrà notificato per il resto del Regno Unito nel gennaio 2009.

Maggiori informazioni sulle condizioni di ammissibilità e sulle norme del regime sono reperibili sul sito Internet sopra indicato


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/10


Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001

(2009/C 31/08)

Numero dell'aiuto: XA 350/08

Stato membro: Finlandia

Regione: Finlandia

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Maataloustuotteiden markkinoinnin ja tuotannon avustaminen

Base giuridica: Valtionavustuslaki (2001/688) 6-8 §

Valtioneuvoston asetus maataloustuotteiden markkinoinnin ja tuotannon kehittämisen avustamisesta (606/2008)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: Bilancio complessivo annuo di 3 Mio EUR. L'aiuto si applicherà negli anni 2009-2013

Intensità massima dell'aiuto: 100 %

Data di applicazione:

o

Durata del regime o dell'aiuto individuale:

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto è concesso a favore di associazioni riconosciute aventi natura pubblica o di altri enti appartenenti al settore pubblico. Il beneficiario finale è l'agricoltore considerato alla stregua di una PMI nel settore della produzione primaria.

L'aiuto si basa sull'articolo 15

Settore economico: Codice NACE

A1 — Produzioni vegetali e animali, caccia e servizi connessi

Prodotti dell'allegato I del trattato

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Maa- ja metsätalousministeriö

PL 30

FI-00023 Valtioneuvosto

Sito web: http://www.mmm.fi/fi/index/etusivu/maatalous/tuet/markkinoinnin_kehittaminen.html

Altre informazioni: L'aiuto è concesso e amministrato dal ministero dell'Agricoltura e delle foreste. L'importo annuale dell'aiuto è pari a 3 Mio EUR, vale a dire un importo complessivo di 15 Mio EUR per il periodo 2009-2013. L'aiuto può essere concesso per i grandi progetti pubblici di sviluppo della produzione e della commercializzazione di prodotti agricoli che enfatizzano la sensibilizzazione alla qualità dei prodotti agricoli, la gastronomia, o un'alimentazione sana e il relativo scambio di informazioni.

Un progetto può comprendere attività per lo sviluppo della commercializzazione e della produzione, come fornitura di informazioni, realizzazione di studi, servizi di formazione e di consulenza per gli agricoltori, scambi di informazioni tra operatori del settore agroalimentare, fiere ed esposizioni. I gruppi obiettivo possono comprendere produttori agricoli, consumatori o coloro che sono coinvolti nell'industria agroalimentare (settore della ristorazione professionale, complessi scolastici, i mass media e gli esperti di nutrizione).

Il funzionamento di questo regime di aiuti si traduce in pratica nel fatto che gli enti privi di fine lucrativo impiegano l'aiuto ricevuto per attivare altri gruppi obiettivo come i consumatori o progetti a beneficio degli agricoltori. Ad esempio, un progetto che fornisce informazioni sui benefici nutritivi di un prodotto può avere come obiettivo i consumatori, ma gli agricoltori che producono i prodotti in questione possono anche beneficiarne indirettamente, giacché queste informazioni possono conferire un valore aggiunto al prodotto, e quindi indirettamente aumentarne il consumo.

I progetti non devono menzionare l'origine dei prodotti né i prodotti o i marchi e devono essere conformi alla legge finlandese sui trasferimenti discrezionali governativi. Le suddette misure permettono di garantire che non vi sia distorsione della concorrenza.

Intensità dell'aiuto: l'intensità dell'aiuto al 100 % autorizzata dalla normativa comunitaria è limitata dalla sezione 6 della legge finlandese sui trasferimenti discrezionali governativi, ai sensi della quale il pagamento di un'indennità integrale è possibile solo se è giustificato e necessario per la realizzazione degli obiettivi dell'aiuto.

Informazione

La pubblicità potrebbe basarsi, ad esempio, sulle stagioni culinarie e comprendere argomenti tematici che aumentano l'interesse del consumatore per un'alimentazione sana ed equilibrata. Inoltre possono essere pubblicate ricette in un libro di cucina in formato elettronico o, per esempio, attraverso i mass media.

Altre attività possono essere riunioni informative, seminari, visite e esposizioni su temi di attualità relativi alla produzione agroalimentare per la stampa culinaria, le riviste dei consumatori, la stampa finanziaria e le scuole.

I siti Internet e i materiali di studio online (che possono anche essere in formato cartaceo) possono essere sviluppati e fornire informazioni sulla produzione, sul trattamento, sulle proprietà e sull'uso del miele, ad esempio.

La «campagna infermiere» ha il fine di migliorare la conoscenza della corretta nutrizione da parte delle infermiere del settore pubblico e dei genitori e di consigliare il comportamento nutrizionale delle famiglie con bambini fornendo informazioni e strumenti in grado di promuovere la salute e il benessere.

Le mense scolastiche e le altre mense simili possono fornire informazioni sui problemi relativi all'impiego di prodotti biologici. L'informazione può richiedere anche numerosi studi generali come l'elaborazione di strategie, le ricerche di mercato o i viaggi studio.

Formazione

La formazione per gli agricoltori comprende la formazione sulla raccolta di funghi e di bacche, ad esempio un esame su un numero variabile di piante o di funghi da 2 a 4 alla volta, il superamento dell'esame è riportato sul loro libretto di «raccoglitori di funghi e di bacche». I corsi di raccolta di funghi e di bacche possono essere organizzati solo in quei periodi dell'anno in cui i prodotti studiati sono disponibili in natura.

Gli agricoltori hanno bisogno di informazioni, ad esempio sulle caratteristiche dei prodotti biologici per poter svilupparne la produzione. A tal fine, la formazione sarà organizzata in collaborazione con gli organismi del settore.

Scambio di informazioni

Lo scambio di informazioni può prevedere l'organizzazione di fiere, presentazioni, concorsi o altre attività intese a promuovere lo scambio di informazioni tra gli operatori dell'industria agroalimentare e la partecipazione alle suddette azioni formative.

Consulenza

L'aiuto può anche essere concesso a servizi di consulenza per i produttori di prodotti agricoli

Numero dell'aiuto: XA 353/08

Stato membro: Finlandia

Regione: L'intero paese

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Elintarviketalouden laatujärjestelmien kehittäminen

Base giuridica: Valtionavustuslaki (688/2001), Valtioneuvoston asetus elintarviketalouden laatujärjestelmien kehittämisen avustamisesta (638/2008)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: 1,2 Mio EUR l'anno. L'aiuto si applicherà negli anni 2009-2013

Intensità massima dell'aiuto: L'intensità dell'aiuto al 100 % autorizzata dalla normativa comunitaria è limitata dalla sezione 6 della legge finlandese sui trasferimenti discrezionali governativi, ai sensi della quale il pagamento di un'indennità integrale è possibile solo se è giustificato e necessario per la realizzazione degli obiettivi dell'aiuto

Data di applicazione:

Durata del regime o dell'aiuto individuale:

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto è concesso a favore di associazioni e organizzazioni riconosciute aventi natura pubblica, di autorità governative o di altri enti appartenenti al settore pubblico. Il beneficiario finale è l'agricoltore considerato alla stregua di una PMI nel settore della produzione primaria.

L'aiuto si basa sull'articolo 15, paragrafo 2, lettere a), c), d) ed e), del regolamento (CE) n. 1857/2006

Settore economico: Codice NACE

A1 — Produzioni vegetali e animali, caccia e servizi connessi

Prodotti dell'allegato I del trattato

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Maa- ja metsätalousministeriö

PL 30

FI-00023 Valtioneuvosto

Sito web: http://www.laatuketju.fi/laatuketju/www/fi/hankkeet/index.php

www.finlex.fi

Altre informazioni: L'aiuto è concesso e amministrato dal ministero dell'Agricoltura e delle foreste. L'importo annuale dell'aiuto è pari a 1,2 Mio EUR, vale a dire un importo complessivo di 6 Mio EUR per il periodo 2009-2013. Un aiuto può essere concesso per progetti di sviluppo nazionale di applicazione della strategia di qualità dell'industria agroalimentare coordinata dal ministero dell'Agricoltura e delle foreste. I progetti devono migliorare la competitività dell'industria agroalimentare, rafforzare la sua consapevolezza sociale (compreso lo sviluppo di sistemi di tracciabilità e il rispetto di principi etici) e sensibilizzare ulteriormente i consumatori alle attività di detto settore.

Un progetto può essere attuato sotto forma di misure intese a migliorare la qualità di prodotti o di operazioni agroalimentari o a promuovere il valore della catena agroalimentare, ad esempio fornendo informazioni, realizzando studi, misure di formazione e consulenza per i produttori agricoli o mediante l'organizzazione di scambi di informazione tra gli operatori dell'industria agroalimentare. I gruppi obiettivo possono comprendere produttori agricoli, consumatori o coloro che sono coinvolti nell'industria agroalimentare (settore della ristorazione professionale, complessi scolastici, i mass media e gli esperti di nutrizione). Il beneficiario finale è l'agricoltore considerato alla stregua di una PMI nel settore della produzione primaria.

Il funzionamento di questo regime di aiuti si traduce in pratica nel fatto che i beneficiari dell'aiuto (associazioni ed organizzazioni riconosciute, organismi di ricerca, autorità governative e altri enti pubblici) utilizzano l'aiuto ricevuto per attuare progetti nazionali che giovano spesso all'intera filiera alimentare. Ad esempio progetti che pubblicizzano il lavoro svolto per migliorare la qualità dei prodotti in un determinato settore della produzione possono avere per obiettivo i consumatori. Oltre ai consumatori, tuttavia, di un progetto possono indirettamente beneficiare gli agricoltori che producono i prodotti in questione. Questo tipo di informazione può aumentare la fiducia nella produzione e nel prodotto conferendo allo stesso tempo un valore aggiunto al prodotto e, in tal modo, può indirettamente aumentarne il consumo.

I progetti non devono menzionare l'origine dei prodotti né i prodotti o i marchi e devono essere conformi alla legge finlandese sui trasferimenti discrezionali governativi. Le suddette misure permettono di garantire che non vi sia distorsione della concorrenza.

L'intensità dell'aiuto al 100 % autorizzata dalla normativa comunitaria è limitata dalla sezione 6 della legge finlandese sui trasferimenti discrezionali governativi, ai sensi della quale il pagamento di un'indennità integrale è possibile solo se è giustificato e necessario per la realizzazione degli obiettivi dell'aiuto.

Informazione

L'informazione non deve essere accompagnata da pubblicità.

Le seguenti attività costituiscono pubblicità autorizzata:

articoli di stampa e comunicazioni (per esempio relativi ai nuovi metodi per assicurare il benessere degli animali domestici o ai sistemi elettronici di scambio di informazioni per monitorare la produzione di prodotti agricoli),

briefing, seminari, visite ed esposizioni su temi di attualità relativi alla produzione agroalimentare per uso alimentare, ai consumatori, alla stampa finanziaria e alle scuole,

sviluppo di siti Internet e materiali di studio online, che possono essere anche in forma stampata (ad esempio misure di igiene per la raccolta di bacche, misure di garanzia che i cereali sono esenti da malattie, misure per il benessere degli animali, pratiche aziendali conformi allo sviluppo sostenibile o ai diritti e alle attese dei consumatori), e

informazioni per i servizi di ristorazione professionale (mense scolastiche o stabilimenti simili), ad esempio aspetti relativi all'acquisto dei prodotti di origine locale.

L'informazione può richiedere anche numerosi studi generali come l'elaborazione di strategie, le ricerche di mercato o i viaggi studio.

Formazione

La formazione per i produttori di prodotti agricoli può comprendere, ad esempio, le misure di igiene per le raccolta di bacche; durante tale azione formativa i raccoglitori di bacche potranno familiarizzarsi con le buone pratiche in materia di igiene relative alla raccolta e al trasporto. La formazione può anche consistere, ad esempio, nel controllo della salute animale e nella registrazione dei dati in forma elettronica.

Scambio di informazioni

Lo scambio di informazioni può prevedere l'organizzazione di presentazioni, di concorsi o di altre attività intese a promuovere lo scambio di informazioni tra gli operatori dell'industria agroalimentare e la partecipazione alle suddette azioni formative.

Consulenza

L'aiuto può anche essere concesso a servizi di consulenza per i produttori di prodotti agricoli

Numero dell'aiuto: XA 398/08

Stato membro: Regno Unito

Regione: North-East England

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Living North Pennines

Base giuridica: National Heritage Act (1980)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: 76 508 GBP

Intensità massima dell'aiuto: L'intensità dell'aiuto arriva al 100 % e verrà utilizzata per finanziare le spese effettivamente sostenute per quanto riguarda investimenti o lavori intesi alla conservazione di elementi non produttivi del patrimonio situati in aziende agricole. L'aiuto sarà erogato a norma dell'articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1857/2006

Data di applicazione: Il regime inizia alla data più recente fra il 28 novembre 2008 e quella di pubblicazione delle relative informazioni da parte della Commissione europea

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Il regime inizia alla data più recente fra il 28 novembre 2008 e quella di pubblicazione delle relative informazioni da parte della Commissione europea. Il regime si conclude il 31 dicembre 2010. L'ultimo pagamento sarà effettuato il 31 dicembre 2010

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto è destinato a interventi volti alla conservazione di elementi non produttivi del patrimonio situati nelle aziende agricole. Il lavoro da eseguire comporta il restauro dei muri della struttura tramite riparazione, riempimento e puntellamento della struttura al fine di evitarne il crollo. Tali lavori sono in conformità dell'articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1857/2006

Settore economico: Agricoltura — Le imprese agricole ammissibili devono rientrare nella categoria «PMI», in base alla definizione di cui all'articolo 2, paragrafo 5, del regolamento (CE) n. 1857/2006

Nome e indirizzo dell'autorità che eroga l'aiuto:

Heritage Lottery Fund

St Nicholas Building

St Nicholas Street

NE1 1RF Newcastle Upon Tyne

United Kingdom

Organismo ufficiale responsabile del regime:

Durham County Council

County Hall

DH1 5UL Durham

United Kingdom

Organismo che gestisce il regime:

The North Pennines AONB Partnership

Weardale Business Centre

The Old Co-op Building

1 Martin Street

Stanhope

DL13 2UY County Durham

United Kingdom

Sito web: http://www.northpennines.org.uk/getmedia.cfm?mediaid=11391

Altre informazioni: Maggiori e più dettagliate informazioni relative all'ammissibilità e alle norme del presente regime si possono consultare nel sito Internet di cui sopra


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/14


Comunicazione della Commissione a norma dell'articolo 16, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1008/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità

Oneri di servizio pubblico in relazione a servizi aerei di linea

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/09)

Stato membro

Spagna

Rotta interessata

Canarie (Gran Canaria-Tenerife Nord e Sud, Gran Canaria-Fuerte Ventura, Lanzarote, El Hierro, Tenerife Nord e Sud-La Gomera-La Palma, La Palma-Lanzarote)

Data di entrata in vigore degli oneri di servizio pubblico

Data di pubblicazione della presente informativa

Indirizzo presso il quale è possibile ottenere il testo e qualsiasi informazione e/o documentazione pertinente correlata agli oneri di servizio pubblico

Dirección General de Aviación Civil

Sudireción General de Transporte Aéreo

Area de Explotación

Tel.: (34-91) 59 77 505

Fax (34-91) 59 78 643

E-mail: mmederos@fomento.es


V Avvisi

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Commissione

7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/15


Invito a presentare proposte 2009 — Azione preparatoria MEDIA International

(2009/C 31/10)

1.   Obiettivi e descrizione

L'azione preparatoria MEDIA International mira a esaminare e verificare le attività di cooperazione tra professionisti del cinema europei e quelli dei paesi terzi. Essa comprende:

sostegno alla formazione,

sostegno alla distribuzione,

sostegno alla promozione,

sostegno allo sviluppo di reti di sale cinematografiche,

sostegno al rafforzamento della domanda del pubblico.

Nell'ambito del programma di lavoro dell'azione preparatoria MEDIA International per il 2009, la Commissione invita i candidati a presentare proposte.

2.   Candidati ammissibili

L'invito è aperto alle proposte provenienti da soggetti giuridici dei 27 Stati membri dell'UE e dei paesi terzi. Le condizioni particolari sono illustrate nel programma di lavoro per l'azione preparatoria MEDIA International per il 2009.

3.   Stanziamento di bilancio destinato ai progetti

Il bilancio massimo disponibile per questo invito a presentare proposte è di 4,96 Mio EUR.

Il sostegno finanziario della Commissione non può superare il 50 %, il 75 % o l'80 % dell'insieme dei costi ammissibili, in funzione della natura dell'attività.

Il contributo finanziario è concesso sotto forma di una sovvenzione.

4.   Valutazione e selezione

Le proposte pervenute saranno valutate dalla Commissione, con l'assistenza di esperti indipendenti. Le condizioni particolari sono illustrate nel programma di lavoro per l'azione preparatoria MEDIA International per il 2009. Le proposte valutate positivamente saranno classificate in base alla qualità.

Il processo di valutazione delle richieste di sovvenzioni da parte della Commissione è descritto nel regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (1).

5.   Termine ultimo di invio delle candidature

La domanda va inviata entro il 2 giugno 2009 a:

Sig.ra Aviva Silver

Commissione europea

Direzione generale della Società dell'informazione e dei media

Direzione A — Settore audiovisivo, media e Internet

Unità A.2 — Programma MEDIA e alfabetizzazione mediatica

Ufficio BU33 — 02/005

B-1049 Bruxelles

6.   Informazioni complete

Il testo completo dell'invito a presentare proposte insieme al programma di lavoro dell'azione preparatoria MEDIA International per il 2009, la guida e i moduli di candidatura sono reperibili all'indirizzo:

http://ec.europa.eu/media

Le candidature devono soddisfare tutte le condizioni figuranti dell'invito e vanno presentate utilizzando gli appositi moduli.


(1)  Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio (GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1).


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/17


MEDIA 2007 — SVILUPPO, DISTRIBUZIONE, PROMOZIONE E FORMAZIONE

Invito a presentare proposte — EACEA/36/08

Sostegno alla creazione di reti e alla mobilità di studenti e formatori in Europa

(2009/C 31/11)

1.   Obiettivi e descrizione

Il presente invito a presentare proposte si basa sulla decisione n. 1718/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 novembre 2006, relativa all'attuazione di un programma di sostegno al settore audiovisivo europeo (MEDIA 2007).

Uno degli obiettivi del programma è incoraggiare scambi e forme di collaborazione sostenendo la creazione di reti tra operatori europei del settore della formazione, specialmente istituti di istruzione superiore, organizzazioni di formazione e partner del settore audiovisivo, nonché incoraggiare la mobilità di studenti e formatori in Europa.

2.   Candidati ammissibili

Il presente invito si rivolge a consorzi paneuropei di istituti di istruzione superiore, organizzazioni di formazione e partner del settore audiovisivo le cui attività contribuiscano al conseguimento dei summenzionati obiettivi del programma MEDIA descritti nella decisione del Consiglio.

I candidati devono avere la loro sede in uno dei seguenti paesi:

i 27 paesi dell'Unione europea,

i paesi dell'EFTA, Svizzera e Croazia.

3.   Azioni ammissibili

Per essere ammissibili, le azioni e le loro attività svolte nei paesi MEDIA dovranno essere intese a sviluppare la capacità di futuri professionisti del settore audiovisivo di comprendere e integrare una dimensione europea nel proprio lavoro migliorando le competenze nei seguenti campi:

formazione nel campo della gestione economica, finanziaria e commerciale,

formazione nel campo delle nuove tecnologie audiovisive,

formazione nel campo dello sviluppo di progetti di sceneggiature.

La durata dell'azione (= periodo di ammissibilità dei costi) sarà di 12 mesi (fino a 18 mesi massimo, in casi debitamente giustificati).

L'azione dovrà svolgersi tra il 1o settembre 2009 e il 30 giugno 2011.

4.   Criteri di aggiudicazione

I punti saranno attribuiti alle proposte di progetto ammissibili su un totale di 100 in base alla seguente ponderazione:

qualità del contenuto dell'attività (20 punti),

gestione del progetto (20 punti),

qualità del consorzio (20 punti),

dimensione europea (20 punti),

impatto (20 punti).

5.   Bilancio

La dotazione finanziaria totale disponibile ammonta a 1 900 000 EUR.

Il contributo finanziario viene concesso sotto forma di sovvenzione. Il sostegno finanziario della Commissione non può superare il 50 %/75 % del totale dei costi ammissibili.

L'Agenzia si riserva il diritto di non assegnare tutti i fondi disponibili.

6.   Termine ultimo per la presentazione delle candidature

Le candidature devono essere presentate all'Agenzia esecutiva (EACEA) entro e non oltre il 27 marzo 2009 al seguente indirizzo:

Education, Audiovisual and Culture Agency (EACEA)

Call for proposals EACEA 36/2008/«MEDIA Support for the networking and mobility of students and trainers in Europe»

Mr Constantin Daskalakis

BOUR 03/30

Avenue du Bourget 1

B-1140 Brussels

Saranno accettate solo le richieste presentate utilizzando il formulario di richiesta ufficiale, debitamente firmato dalla persona autorizzata a rappresentare legalmente l'organismo richiedente.

Domande inviate tramite fax o posta elettronica saranno respinte.

7.   Informazioni complete

Il testo integrale delle linee di orientamento e i formulari di candidatura sono disponibili al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/information_society/media/exhibit/index_en.htm

Le domande devono ottemperare alle disposizioni di cui alle linee di orientamento, essere presentate utilizzando l'apposito formulario e contenere tutte le informazioni e tutti gli allegati specificati nel testo integrale dell'invito.


PROCEDIMENTI RELATIVI ALL'ATTUAZIONE DELLA POLITICA DELLA CONCORRENZA

Commissione

7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/19


Notifica preventiva di una concentrazione

(Caso COMP/M.5475 — Atlantia/Acciona/Itínere Chilean assets)

Caso ammissibile alla procedura semplificata

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/C 31/12)

1.

In data 30 gennaio 2009, è pervenuta alla Commissione la notifica di un progetto di concentrazione in conformità dell'articolo 4 del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio (1). Con tale operazione l'impresa Atlantia SpA (Italia) acquisisce, ai sensi dell'articolo 3, paragrafo 1, lettera b), del succitato regolamento, insieme all'impresa Acciona (Spagna), il controllo comune di parte dell'impresa Itínere (Spagna).

2.

Le attività svolte dalle imprese interessate sono le seguenti:

per Atlantia: gestione di autostrade in Italia e all'estero,

per Acciona: servizi relativi a infrastrutture, energia, acqua e concessioni,

per Itínere: gli attivi a cui si riferisce la notifica sono autostrade in Cile.

3.

A seguito di un esame preliminare, la Commissione ritiene che la concentrazione notificata possa rientrare nel campo d'applicazione del regolamento (CE) n. 139/2004. Tuttavia, si riserva la decisione definitiva al riguardo. Si rileva che, ai sensi della comunicazione della Commissione concernente una procedura semplificata per l'esame di determinate concentrazioni a norma del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio (2), il presente caso potrebbe soddisfare le condizioni per l'applicazione della procedura di cui alla comunicazione stessa.

4.

La Commissione invita i terzi interessati a presentare eventuali osservazioni sulla concentrazione proposta.

Le osservazioni devono pervenire alla Commissione entro dieci giorni dalla data di pubblicazione della presente comunicazione. Le osservazioni possono essere trasmesse alla Commissione per fax [(32-2) 296 43 01 o 296 72 44] o per posta, indicando il riferimento COMP/M.5475 — Atlantia/Acciona/Itínere Chilean assets, al seguente indirizzo:

Commissione europea

Direzione generale della Concorrenza

Protocollo Concentrazioni

J-70

B-1049 Bruxelles/Brussel


(1)  GU L 24 del 29.1.2004, pag. 1.

(2)  GU C 56 del 5.3.2005, pag. 32.


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/20


Comunicazione del ministro degli Affari economici del Regno dei Paesi Bassi a norma dell'articolo 3, paragrafo 2, della direttiva 94/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi

(2009/C 31/13)

Il ministro degli Affari economici rende noto che è pervenuta una domanda di autorizzazione alla prospezione di idrocarburi.

L'area in questione si trova nella provincia Noord-Brabant ed è delimitata come segue:

a)

la linea retta che parte dal vertice P e passa dal vertice A fino al punto di intersecazione di questa linea con la linea che forma il centro dell'Amer, vicino al vertice B;

b)

quindi la linea che costituisce il centro dell'Amer e successivamente il Bergsche Maas dal punto di intersecazione di cui alla lettera a) fino al vertice C, situato nel centro del Bergsche Maas;

c)

quindi le linee rette fra le coppie di vertici C-D e D-E;

d)

quindi linea retta che parte dal vertice E e passa dal vertice F fino al punto di intersecazione con la linea che forma il centro del Bergsche Maas, vicino al vertice F;

e)

quindi la linea che forma il centro del Bergsche Maas dal punto di intersecazione di cui alla lettera d) fino al punto in cui questa linea interseca la linea con coordinate x = 137100,00, vicino al vertice G;

f)

quindi il confine provinciale fra Gelderland e Noord-Brabant dal punto di intersecazione di cui alla lettera e) fino al punto di intersecazione con la linea dal vertice J attraverso il vertice I, vicino al vertice H;

g)

quindi la linea retta dal punto di intersecazione di cui alla lettera f) fino al vertice I;

h)

quindi la linea retta dal vertice I attraverso il vertice J fino al punto di intersecazione con la linea fra i vertici con coordinate x = 164000,00, y = 421000,00 e x = 189000,00, y = 373000,00, vicino al vertice K;

i)

quindi la linea retta dal punto di intersecazione di cui alla lettera h) fino al punto di intersecazione della linea retta dal vertice N attraverso il vertice M con la linea la linea fra i vertici con coordinate x = 164000,00, y = 421000,00 e x = 189000,00, y = 373000,00, vicino al vertice L;

j)

quindi la linea retta dal punto di intersecazione di cui alla lettera i) fino al vertice M;

k)

quindi le linee rette fra le coppie di vertici M-N, N-O e O-P.

Le coordinate dei vertici sono le seguenti:

Vertice

X

Y

A

115338.00

413290.00

B

115338.00

413678.55

C

120700.00

414650.00

D

120000.00

418500.00

E

135000.00

418500.00

F

136200.28

416299.48

G

137100.00

416580.00

H

153173.00

419368.00

I

153329.00

419368.00

J

162400.00

419368.00

K

164850.00

419368.00

L

187645.83

375600.00

M

186939.00

375600.00

N

151430.00

375600.00

O

130074.00

390264.00

P

115338.00

390264.00

L'area delimitata dai vertici seguenti e dalle linee rette che li uniscono non fa parte dell'area summenzionata:

Vertice

X

Y

1

130074.00

416300.00

2

130074.00

416300.00

3

130074.00

393000.00

4

130074.00

393000.00

Le coordinate corrispondono al sistema usato dal Rijks Driehoeksmeting.

Sulla base di questa descrizione la superficie risulta di 2 026 km2.

Vista la direttiva summenzionata e considerato l'articolo 15 della Mijnbouwwet (legge sulle attività estrattive, Stb. 2002, 542), il ministro degli Affari economici indice un invito a presentare candidature in concorrenza per un'autorizzazione alla prospezione di idrocarburi per l'area delimitata dai vertici e dalle coordinate summenzionati.

L'autorità competente per la concessione dell'autorizzazione è il ministro degli Affari economici. I criteri, le condizioni e i requisiti, di cui all'articolo 5, paragrafi 1 e 2, e all'articolo 6, paragrafo 2, della direttiva summenzionata, sono stabiliti nella legge sulle attività estrattive (Mijnbouwwet) (Stb. 2002, 542).

Il termine per la presentazione delle domande è di 13 settimane dalla pubblicazione del presente invito nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Le domande devono essere inviate all'indirizzo seguente:

De Minister van Economische Zaken

ter attentie van J.C. De Groot, directeur Energiemarkt

ALP A/562

Bezuidenhoutseweg 30

Postbus 20101

2500 EC Den Haag

Nederland

Le domande presentate successivamente a tale data non saranno prese in considerazione.

La decisione in merito alle domande sarà presa entro 12 mesi dalla data di cui sopra.

Per ulteriori informazioni telefonare al numero seguente: (31-70) 379 77 62 (persona di contatto: signor E.J. Hoppel).


7.2.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 31/s3


NOTA PER IL LETTORE

Le istituzioni hanno deciso di non fare più apparire nei loro testi la menzione dell'ultima modifica degli atti citati.

Salvo indicazione contraria, nei testi qui pubblicati il riferimento è fatto agli atti nella loro versione in vigore.