ISSN 1725-2466

Gazzetta ufficiale

dell'Unione europea

C 165

European flag  

Edizione in lingua italiana

Comunicazioni e informazioni

50o anno
19 luglio 2007


Numero d'informazione

Sommario

pagina

 

II   Comunicazioni

 

COMUNICAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

 

Commissione

2007/C 165/01

Autorizzazione degli aiuti di Stato sulla base degli articoli 87 e 88 del trattato CE — Casi contro i quali la Commissione non solleva obiezioni ( 1 )

1

 

IV   Informazioni

 

INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

 

Commissione

2007/C 165/02

Tassi di cambio dell'euro

4

2007/C 165/03

Comunicazione della Commissione a norma dell'articolo 13, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 885/2006, del 21 giugno 2006, relativa alla procedura di conciliazione nel quadro della liquidazione dei conti del FEAGA e del FEASR

5

 

INFORMAZIONI PROVENIENTI DAGLI STATI MEMBRI

2007/C 165/04

Informazioni sintetiche trasmesse dagli Stati membri sugli aiuti di Stato erogati ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli che modifica il regolamento (CE) n. 70/2001

6

2007/C 165/05

Informazioni sintetiche trasmesse dagli Stati membri sugli aiuti di Stato erogati ai sensi del regolamento (CE) n. 1/2004 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nel settore della produzione di prodotti agricoli

11

2007/C 165/06

Comunicazione della Commissione — Notifica di titoli di formazione di medico specializzato e di medico di medicina generale ( 1 )

13

2007/C 165/07

Comunicazione della Commissione — Notifica di denominazioni di specializzazioni odontoiatriche ( 1 )

18

2007/C 165/08

Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della direttiva 94/25/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri riguardanti le imbarcazioni da diporto ( 1 )

23

 

V   Pareri

 

PROCEDIMENTI RELATIVI ALL'ATTUAZIONE DELLA POLITICA DELLA CONCORRENZA

 

Commissione

2007/C 165/09

Comunicazione dell'Irlanda a norma della direttiva 94/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi (Avviso relativo al procedimento di rilascio di autorizzazioni del 2007 — Porcupine Basin)

28

 


 

(1)   Testo rilevante ai fini del SEE

IT

 


II Comunicazioni

COMUNICAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

Commissione

19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/1


Autorizzazione degli aiuti di Stato sulla base degli articoli 87 e 88 del trattato CE

Casi contro i quali la Commissione non solleva obiezioni

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2007/C 165/01)

Data di adozione della decisione

22.3.2007

Numero dell'aiuto

N 572/06

Stato membro

Austria

Regione

Steiermark

Titolo (e/o nome del beneficiario)

Richtlinie für die Steirische Wirtschaftsförderung

Base giuridica

Steiermärkisches Wirtschaftsförderungsgesetz

Tipo di misura

Regime

Obiettivo

Ricerca e sviluppo, Tutela dell'ambiente, Ristrutturazione di imprese in difficoltà

Forma dell'aiuto

Sovvenzione a fondo perduto, Garanzia

Dotazione di bilancio

Spesa annua prevista: 100 milioni di EUR; Importo totale dell'aiuto previsto: 700 milioni di EUR

Intensità

100 %

Durata

fino al 31.12.2013

Settore economico

Tutti i settori

Nome e indirizzo dell'autorità che eroga l'aiuto

Steirische Wirtschaftsförderungsgesellschaft mbH (SFG)

Nikolaiplatz 2

A-8020 Graz

Altre informazioni

Il testo delle decisioni nelle lingue facenti fede, ad eccezione dei dati riservati, è disponibile sul sito:

http://ec.europa.eu/community_law/state_aids/

Data di adozione della decisione

4.6.2007

Numero dell'aiuto

N 243/07

Stato membro

Germania

Regione

Hamburg

Titolo (e/o nome del beneficiario)

Filmförderung Hamburg — Verlängerung der Beihilferegelung N 411/04

Base giuridica

Beschluss der Bürgschaft über die Feststellung des Haushaltsplanes/Richtlinien für Filmförderung der Filmförderung Hamburg GmbH

Tipo di misura

Regime

Obiettivo

Cultura

Forma dell'aiuto

Sovvenzione rimborsabile

Dotazione di bilancio

Spesa annua prevista: 8,5 milioni di EUR; Importo totale dell'aiuto previsto: 21,25 milioni di EUR

Intensità

80 %

Durata

1.7.2007-31.12.2009

Settore economico

Attività ricreative, culturali e sportive

Nome e indirizzo dell'autorità che eroga l'aiuto

Filmförderung Hamburg GmbH

Altre informazioni

Il testo delle decisioni nelle lingue facenti fede, ad eccezione dei dati riservati, è disponibile sul sito:

http://ec.europa.eu/community_law/state_aids/

Data di adozione della decisione

4.6.2007

Numero dell'aiuto

N 248/07

Stato membro

Germania

Regione

Bayern

Titolo (e/o nome del beneficiario)

Filmförderung Bayern — Verlängerung der Beihilferegelung N 411/04

Base giuridica

Haushaltsgesetz des Freistaates Bayern

Tipo di misura

Regime

Obiettivo

Cultura

Forma dell'aiuto

Sovvenzione rimborsabile, Sovvenzione a fondo perduto, Abbuono di interessi

Dotazione di bilancio

Spesa annua prevista: 12,2 milioni di EUR; Importo totale dell'aiuto previsto: 30,5 milioni di EUR

Intensità

70 %

Durata

1.7.2007-31.12.2009

Settore economico

Attività ricreative, culturali e sportive

Nome e indirizzo dell'autorità che eroga l'aiuto

FilmFernsehFonds Bayern GmbH

Altre informazioni

Il testo delle decisioni nelle lingue facenti fede, ad eccezione dei dati riservati, è disponibile sul sito:

http://ec.europa.eu/community_law/state_aids/

Data di adozione della decisione

4.6.2007

Numero dell'aiuto

N 250/07

Stato membro

Germania

Regione

Schleswig-Holstein

Titolo (e/o nome del beneficiario)

Kulturelle Filmförderung Schleswig-Holstein — Verlängerung der Beihilferegelung N 411/04

Base giuridica

Förderrichtlinien der kulturellen Filmförderung Schleswig-Holstein e.V.

Tipo di misura

Regime

Obiettivo

Cultura

Forma dell'aiuto

Sovvenzione a fondo perduto

Dotazione di bilancio

Spesa annua prevista: 0,2 milioni di EUR; Importo totale dell'aiuto previsto: 0,5 milioni di EUR

Intensità

50 %

Durata

1.7.2007-31.12.2009

Settore economico

Attività ricreative, culturali e sportive

Nome e indirizzo dell'autorità che eroga l'aiuto

Verein kulturelle Filmförderung Schleswig-Holstein e.V.

Altre informazioni

Il testo delle decisioni nelle lingue facenti fede, ad eccezione dei dati riservati, è disponibile sul sito:

http://ec.europa.eu/community_law/state_aids/


IV Informazioni

INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI E DAGLI ORGANI DELL'UNIONE EUROPEA

Commissione

19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/4


Tassi di cambio dell'euro (1)

18 luglio 2007

(2007/C 165/02)

1 euro=

 

Moneta

Tasso di cambio

USD

dollari USA

1,3779

JPY

yen giapponesi

168,3

DKK

corone danesi

7,4412

GBP

sterline inglesi

0,672

SEK

corone svedesi

9,172

CHF

franchi svizzeri

1,6572

ISK

corone islandesi

82,31

NOK

corone norvegesi

7,9225

BGN

lev bulgari

1,9558

CYP

sterline cipriote

0,5842

CZK

corone ceche

28,248

EEK

corone estoni

15,6466

HUF

fiorini ungheresi

245,93

LTL

litas lituani

3,4528

LVL

lats lettoni

0,6969

MTL

lire maltesi

0,4293

PLN

zloty polacchi

3,7593

RON

leu rumeni

3,1281

SKK

corone slovacche

33,157

TRY

lire turche

1,7608

AUD

dollari australiani

1,5702

CAD

dollari canadesi

1,4417

HKD

dollari di Hong Kong

10,7766

NZD

dollari neozelandesi

1,7405

SGD

dollari di Singapore

2,0931

KRW

won sudcoreani

1 262,43

ZAR

rand sudafricani

9,6112

CNY

renminbi Yuan cinese

10,4224

HRK

kuna croata

7,2885

IDR

rupia indonesiana

12 538,89

MYR

ringgit malese

4,7565

PHP

peso filippino

62,35

RUB

rublo russo

35,082

THB

baht thailandese

41,668


(1)  

Fonte: tassi di cambio di riferimento pubblicati dalla Banca centrale europea.


19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/5


Comunicazione della Commissione a norma dell'articolo 13, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 885/2006, del 21 giugno 2006, relativa alla procedura di conciliazione nel quadro della liquidazione dei conti del FEAGA e del FEASR

(2007/C 165/03)

1.

La Commissione ha prorogato per un anno, dal 1o agosto 2007 al 31 luglio 2008, il mandato di due membri dell'organo di conciliazione:

Michael C. DOWLING (presidente dell'organo),

José Luis SAENZ GARCIA-BAQUERO (membro dell'organo).

2.

La Commissione ha designato Robert BURIAN (AT), attuale membro supplente, in qualità di membro dell'organo di conciliazione. Il mandato si estende dal 1o agosto 2007 al 31 luglio 2010.


INFORMAZIONI PROVENIENTI DAGLI STATI MEMBRI

19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/6


Informazioni sintetiche trasmesse dagli Stati membri sugli aiuti di Stato erogati ai sensi del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli che modifica il regolamento (CE) n. 70/2001

(2007/C 165/04)

Numero dell'aiuto: XA 23/07

Stato membro: Slovenia

Regione: —

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Sofinanciranje zavarovalnih premij za zavarovanje kmetijske proizvodnje za leto 2007

Fondamento giuridico: Uredba o sofinanciranju zavarovalnih premij za zavarovanje kmetijske proizvodnje za leto 2007 (Uradni list RS 138/2006)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: Le spese previste per il 2007 ammontano a 5 633 450 EUR

Intensità massima dell'aiuto: Si può cofinanziare il 40 % dei costi dei premi assicurativi destinati ad assicurare le colture, la frutta e le piantagioni contro i rischi di grandinate, incendi, fulmini, gelate primaverili, tempeste e inondazioni. Per quanto riguarda l'assicurazione che copre gli animali contro i rischi di mortalità, di macellazione per ordine veterinario e di macellazione per motivi economici in caso di malattia, il cofinanziamento dei premi assicurativi è stato fissato in termini assoluti a seconda del tipo o della categoria di animali e non deve superare il 50 % dei costi permessi per i premi assicurativi

Data di applicazione:

o

Durata del regime o dell'aiuto individuale: L'aiuto può essere concesso fino al 31.12.2007

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto è conforme alle disposizioni dell'articolo 12 del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione, del 15 dicembre 2006, relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001 (1). — Aiuti a favore del pagamento dei premi assicurativi.

La partecipazione al pagamento di una parte dei costi assicurativi mira ad incoraggiare i produttori agricoli ad assicurarsi contro potenziali perdite causate da catastrofi naturali o da cattive condizioni climatiche e contro le perdite provocate da malattie animali e ad assumersi, in tal modo, la responsabilità di ridurre i rischi connessi alla produzione vegetale e all'allevamento del bestiame

Settore economico: Agricoltura — produzione vegetale, allevamento

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Ministrstvo za kmetijstvo, gozdarstvo in prehrano

Dunajska 58

SLO-1000 Ljubljana

Agencija RS za kmetijske trge in razvoj podeželja

Dunajska 160

SLO-1000 Ljubljana

Sito web: http://www.uradni-list.si/1/ulonline.jsp?urlid=2006138&dhid=86719

Altre informazioni: —

Numero dell'aiuto: XA 24/07

Stato membro: Finlandia

Regione: Regioni colpite dalle avversità atmosferiche del 2006

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Aiuti alle imprese agricole sotto forma di indennizzo del danno causato dalle avversità atmosferiche del 2006

Fondamento giuridico: Laki satovahinkojen korvaamisesta (1214/2000)

Valtioneuvoston asetus satovahinkojen korvaamisesta (270/2003)

Maa- ja metsätalousministeriön asetus satovahinkojen korvaamisesta (364/2003)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: Le spese previste per compensare la scarsità dei raccolti nel 2006 ammontano a 4,75 milioni di EUR

Intensità massima dell'aiuto: Ai sensi dell'articolo 2, punto 8), del regolamento (CE) n. 1857/2006, l'indennizzo viene versato soltanto a condizione che l'agricoltore abbia perduto almeno il 30 % del raccolto. L'importo dell'indennizzo ammonta al 90 % del danno eccedente il contributo dell'agricoltore, ossia il 30 % del valore del raccolto standard. Il contributo dell'agricoltore è pari almeno al 30 % dell'importo complessivo del danno per ciascuna coltura ammissibile ad un indennizzo. La produzione annua dell'anno in cui si è verificato il danno viene determinata in base al raccolto standard; quest'ultimo corrisponde al raccolto medio dei cinque anni precedenti nella regione, ad esclusione del valore più basso e di quello più elevato. L'importo del danno subito è quindi calcolato individualmente per ciascun agricoltore in base a tali informazioni. Il metodo di calcolo è pertanto conforme all'articolo 11, punti 2 e 4, del regolamento (CE) n. 1857/2006.

Il valore del raccolto da indennizzare è calcolato sulla base dei prezzi di mercato degli anni precedenti e dei prezzi di mercato dell'anno in cui il danno si è verificato, stabiliti dal comitato consultivo per le perdite di raccolti in base alle informazioni disponibili per l'appunto sui prezzi di mercato.

Le indennità assicurative eventualmente percepite ed i costi o i danni che non derivano da avversità atmosferiche debbono essere detratti dagli importi massimi ammissibili al beneficio dell'aiuto

Data di applicazione: Il regime di aiuti entrerà in vigore al più presto il 28.3.2007. La prima data di pagamento possibile è il 5.4.2007

Durata del regime o dell'aiuto individuale: L'aiuto è versato per risarcire gli agricoltori delle perdite subite nel 2006

Obiettivo dell'aiuto: Aiuti alle imprese agricole e orticole che hanno subito perdite in seguito alle avversità atmosferiche [regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione, articolo 11]

Settore economico: L'aiuto interessa superfici agricole di 63 000 ha complessive. Sono state danneggiate in totale 32 colture di vario tipo. Il contributo degli agricoltori per quanto riguarda l'entità e il valore delle perdite è pari almeno al 30 %

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Maa- ja metsätalousministeriö

PL 30

FIN-00023 Valtioneuvosto

Sito web: www.mmm.fi, www.finlex.fi

Altre informazioni: —

Numero dell'aiuto: XA 25/07

Stato membro: Francia

Regione: gli enti territoriali

Titolo del regime di aiuto o nome della società beneficiaria di un aiuto individuale: Programme pour l'installation et le développement des initiatives locales (PIDIL)

Fondamento giuridico:

Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio (2)

Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione (3)

Regolamento (CE) n. 1857/2006, articolo 15

Articles R 343-34 et suivants du Code rural

Spesa annua prevista nell'ambito del regime di aiuto o importo complessivo dell'aiuto individuale concesso all'azienda beneficiaria: 7 000 000 EUR

Intensità massima dell'aiuto:

Sostegno tecnico-economico ai giovani agricoltori, con un tetto dell'80 % della spesa impegnata, entro un limite di 1 500 EUR per anno e per esercente tenendo conto di tutti i finanziamenti (Stato ed enti territoriali). L'aiuto può essere concesso nei primi cinque anni dell'insediamento.

Assunzione a carico delle spese di valutazione, con un tetto dell'80 % della spesa impegnata, che non può superare 1 500 EUR tenendo conto di tutti i finanziamenti (Stato ed enti territoriali)

Aiuto alla formazione, di 60 EUR al giorno, che può essere accordato dallo Stato per un periodo di 100 giorni e che può essere completato con lo stesso importo da parte di un ente territoriale, nel limite della spesa impegnata.

Retribuzione del corso di professionalizzazione, corrispondente all'importo orario stabilito per i corsi di formazione professionale (il tasso mensile minimo fissato dal codice del lavoro è di 652,02 EUR al 1o dicembre 2006).

Azioni di animazione e di comunicazione: tasso del 100 %

Data di attuazione: Nel 2007, a decorrere dalla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea della presente scheda di esenzione

Durata del regime o dell'aiuto individuale: fino al dicembre 2013

Obiettivo dell'aiuto:

I.   Aiuti a favore della consulenza

I giovani agricoltori che si insediano sono di origini diverse. Fra loro, i giovani che non provengono da un ambiente agricolo, quelli che si insediano in un'azienda al di fuori dell'ambito familiare ed i figli di agricoltori proprietari di un'azienda che non consente il loro insediamento in condizioni economiche soddisfacenti, hanno maggiori difficoltà a realizzare un progetto professionale. Ne consegue la necessità di attuare iniziative a favore di questo pubblico specifico.

Conformemente all'articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006 si tratta in particolare di assumere in parte i costi di assistenza tecnica realizzata da un'organizzazione agricola o da un'associazione di produttori (onorari di esperti o di consulenti).

Questi aiuti sono accordati ai giovani agricoltori nel corso del primo quinquennio dall'insediamento e possono essere finanziati dallo Stato e dagli enti territoriali.

Sostegno tecnico-economico ai giovani agricoltori: per garantire la redditività economica dell'insediamento, è necessario sostenere la professionalità del giovane agricoltore nella realizzazione del suo progetto personale. In tal modo può essere attuata una verifica tecnico-economica del giovane. Questa disposizione riguarda segnatamente i progetti innovativi, i progetti di creazione di aziende, quelli basati su una diversificazione o che comportano importanti costi di ammodernamento.

Quando l'insediamento è effettuato da una società, la verifica può comportare un modulo concernente l'organizzazione del lavoro e le relazioni professionali a tale livello.

Assunzione dell'onere delle spese di valutazione: l'aiuto può riguardare la valutazione dell'azienda da cedere o da riprendere oppure uno studio di mercato concernente produzioni specifiche o produzioni per vendita diretta (come le produzioni biologiche).

L'aiuto è versato al prestatore di servizi ai sensi dell'articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006, non appena l'insediamento è stato constatato dall'autorità amministrativa competente o quando, dopo l'insediamento, il giovane agricoltore procede ad un riorientamento della produzione.

La valutazione è necessaria anche per agevolare la procedura di trasmissione-insediamento ed il suo risultato accompagna eventualmente l'iscrizione del cedente nel repertorio partenze-insediamenti quando la valutazione è richiesta dal cedente. In tal caso, è il cedente che beneficia dell'aiuto.

II.   Aiuti a favore della formazione

Gli aiuti a favore della formazione possono essere finanziati dallo Stato e dagli enti territoriali tanto al fine di preparare l'insediamento, quanto successivamente per completare la formazione iniziale del giovane agricoltore. Si tratta di aiutare il giovane a seguire uno stage.

Un aiuto alla formazione è concesso ai giovani che si insediano e che hanno bisogno di seguire una formazione complementare, adeguata al loro progetto, o che si impegnano ad acquisire progressivamente un diploma di livello IV (conformemente alle disposizioni previste dal PDHR). L'aiuto è inteso a permettere la sostituzione del beneficiario nell'azienda che ha in gestione affinché possa seguire una formazione complementare per 5 o 3 anni, se si tratta di conseguire le capacità professionali necessarie per beneficiare degli aiuti all'insediamento.

Una remunerazione dello stage di professionalizzazione di un giovane è l'aiuto previsto per un periodo trascorso, nel quadro di un patrocinio, presso un agricoltore che intende cessare la propria attività.

Un giovane è considerato lavoratore svantaggiato ai sensi dell'articolo 2, lettera f, del regolamento (CE) n. 2204/2002 (4) qualora, in assenza di un patrocinio incontri, in particolare se non proviene da un ambiente agricolo, «difficoltà ad entrare, senza assistenza, nel mercato del lavoro» [cfr. articolo 2, lettera f, del regolamento (CE) n. 2204/2002].

L'aiuto è inteso a fornire ad un giovane, lavoratore svantaggiato ai sensi dell'articolo 2 del regolamento (CE) n. 2204/2002, consulenza tecnica ed economica nonché una formazione d'ordine generale nella conduzione di un'azienda, per mantenere l'occupazione in un'impresa redditizia che potrebbe, in mancanza di un acquirente, essere smembrata. Sono infatti previsti incentivi affinché chi offre il «patrocinio» trasmetta l'azienda al giovane.

L'aiuto è versato dallo Stato o dall'ente territoriale al giovane in formazione per un periodo da 3 a 12 mesi. Tale termine può essere prorogato per la stessa durata, se occorre perfezionare la sua formazione. Durante il periodo di patrocinio, al giovane è accordato lo statuto di tirocinante previsto nell'ambito della formazione professionale.

La misura può essere attuata anche a favore di un giovane che desidera essere patrocinato da un socio per entrare in un'azienda agricola esistente.

Una verifica del corso e del suo svolgimento sarà realizzata dal CFPPA (Centre de formation professionnelle et de promotion agricole) o dall'ADASEA (Association départementale pour l'aménagement des structures des exploitations agricoles) del dipartimento in cui ha sede l'azienda e/o da un centro regionale autorizzato. Lo stage patrocinato può essere equivalente alla durata totale dello stage di professionalizzazione che il giovane deve realizzare prima dell'insediamento.

III.   Azioni di animazione e comunicazione

Le organizzazioni agricole professionali, ADASEA o altre strutture, attuano iniziative presso gli allievi degli istituti d'insegnamento e di formazione (pubblico di giovani provenienti dagli istituti professionali o da altri ambienti) sotto forma di studi, azioni di comunicazione (opuscoli, giornali, conferenze nelle scuole, punti informazione su insediamento-trasmissione, ecc.) ed animazioni sul lavoro dell' imprenditore agricolo.

Inoltre svolgono servizi peritali, sotto forma di azioni per individuare le aziende che saranno disponibili negli anni successivi, e un ruolo di consulenza, organizzando nei comuni rurali riunioni d'informazione e di sensibilizzazione per gli agricoltori anziani, orientando le loro scelte verso la trasmissione a giovani che cercano un'azienda da riprendere. Un osservatorio può raccogliere su base regionale gli elementi necessari per seguire queste operazioni di perizia e consulenza.

Allo scopo di condurre a termine queste missioni, conformemente alle condizioni di cui all'articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006, lo Stato partecipa al loro finanziamento. A tal fine, è ripartito tra le regioni un pacchetto finanziario annuo.

A questo può essere aggiunto un contributo finanziario degli enti territoriali per realizzare azioni specifiche.

Queste azioni sono attuate nell'ambito di convenzioni dipartimentali o regionali sotto l'autorità degli prefetti e pagate in base ad una relazione annua sui lavori realizzati

Settore economico: tutte le attività agricole

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Ministère de l'agriculture et de la pêche

78, rue de Varenne

F-75349 Paris 07 SP

Sito web: www.agriculture.gouv.fr (Subito dopo l'accettazione del programma, una scheda del PIDIL sarà caricata sul sito nel quadro delle informazioni relative all'insediamento in agricoltura)

Altre informazioni: Proseguimento delle iniziative già approvate nell'ambito del PIDIL precedente (regime N 184/03 approvato dalla Commissione il 9.7.2003)

Numero dell'aiuto: XA 27/07

Stato membro: Regno Unito

Regione: Galles

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Wales Catchment Sensitive Farming Project

Fondamento giuridico: Agriculture Act 1986 (Section 1(1)(C)) to be read in conjunction with Government of Wales Act 1998 (Sections 40 and 85)

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: Spesa annua prevista (in migliaia di GBP)

2007: 422,700 GBP

2008: 50,000 GBP

Totale: 472,700 GBP

Intensità massima dell'aiuto: Il regime di aiuti consta di due misure:

Data di applicazione: Il regime inizia a decorrere dal 1o aprile 2007

Durata del regime o dell'aiuto individuale: Il regime inizia a decorrere dal 1o aprile 2007.

Esso è applicabile fino al 31 dicembre 2007.

L'ultimo versamento sarà effettuato il 31 marzo 2008

Obiettivo dell'aiuto: Tutela dell'ambiente.

Elaborazione e gestione di un progetto inteso a promuovere attività agricole rispettose dei bacini idrografici al fine di salvaguardare l'ambiente acquatico. Il progetto opererà in due zone e riguarderà 80 aziende agricole.

Esso includerà azioni di consulenza volte a identificare potenziali rischi di inquinamento e opportune misure di mitigazione. L'aiuto sarà concesso conformemente all'articolo 15 del regolamento (CE) n. 1857/2006 e i costi ammissibili riguarderanno i servizi di consulenza.

Verranno inoltre concesse sovvenzioni per investimenti di capitale destinati a migliorare l'ambiente acquatico. Tali sovvenzioni saranno concesse conformemente all'articolo 4 del regolamento (CE) n. 1857/2006 e i costi ammissibili riguarderanno:

la costruzione, l'acquisizione o il miglioramento di beni immobili, e

l'acquisto o il leasing con patto di acquisto di nuove macchine e attrezzature, compresi i programmi informatici, fino a un massimo del loro valore di mercato; gli altri costi connessi a un contratto di leasing (tasse, interessi, costi di rifinanziamento interessi, spese generali, oneri assicurativi, ecc.) non sono ammissibili.

Le voci sopra indicate saranno considerate costi ammissibili solo se contribuiranno a ridurre in maniera significativa i rischi di inquinamento. Le spese relative a macchine di seconda mano non sono ammissibili.

Su scala più ampia, il progetto include inoltre il monitoraggio della qualità delle acque, la modellizzazione dei bacini idrografici, la valutazione delle opinioni degli agricoltori, l'applicazione di misure e la valutazione dell'efficacia del progetto medesimo

Settore economico: Il regime si applica alla produzione di prodotti agricoli. Esso cerca di mitigare gli effetti della produzione agricola sull'ambiente acquatico e gli aiuti saranno disponibili per tutte le aziende agricole economicamente redditizie nell'ambito delle due zone di intervento previste, indipendentemente dal tipo di impresa. Una delle due zone interessate è un'area montana in cui si pratica l'allevamento del bestiame (principalmente bovini e ovini). L'altra è un'area di pianura in cui predominano l'attività lattiero-casearia e l'allevamento (bovini e ovini)

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Welsh Assembly Government

Cathays Park (CP2)

Cardiff CF10 3NQ

United Kingdom

Persona da contattare: M P Samuel (ufficio 1-097)

Ente ufficiale preposto al regime: —

Organismo incaricato della gestione: —

Sito web: http://new.wales.gov.uk/docrepos/40371/403823112/4038213/1304878/CSF-agristateaid?lang=en

In alternativa è possibile consultare il sito web del ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari rurali (Defra) del Regno Unito:

http://www.defra.gov.uk/farm/policy/state-aid/setup/exist-exempt.htm

Altre informazioni: Informazioni più dettagliate relative ai criteri di ammissibilità e alle norme che disciplinano il regime sono disponibili nei siti web sopra indicati.

Una domanda relativa al finanziamento di parte del progetto tramite fondi dell'obiettivo 1 è stata presentata nell'ambito dell'obiettivo 1, priorità 5, misura 7.

Firmato e datato a nome del Ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari rurali (autorità competente nel Regno Unito)

Neil Marr

Agricultural State Aid

Defra

8B 9 Millbank

c/o 17 Smith Square

London SW1P 3JR

United Kingdom


(1)  GU L 358 del 16.12.2006, pag. 3.

(2)  GU L 277 del 21.10.2005, pag. 1.

(3)  GU L 368 del 23.12.2006, pag. 15.

(4)  GU L 337 del 13.12.2002, pag. 3.


19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/11


Informazioni sintetiche trasmesse dagli Stati membri sugli aiuti di Stato erogati ai sensi del regolamento (CE) n. 1/2004 della Commissione relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese attive nel settore della produzione di prodotti agricoli

(2007/C 165/05)

Numero dell'aiuto: XA 125/06

Stato membro: Paesi Bassi

Regione: Provincie Limburg

Titolo del regime di aiuto o nome della società beneficiaria di un aiuto individuale: Verplaatsing melkveehouderij Houben in Zuid- Limburg (Trasferimento dell'azienda lattiera Houben nel Limburgo meridionale)

Fondamento giuridico: Algemene Subsidieverordening 2004

Subsidieregels voorbereidingskosten verplaatsing melkveehouderijen Zuid-Limburg

Spesa annua prevista nel quadro del regime o importo annuo totale concesso all'azienda: Contributo provinciale totale di 100 000 EUR una tantum per trasferimento.

Intensità massima dell'aiuto: L'aiuto massimo all'azienda lattiera ammonta al 40 % dei costi di trasferimento fino ad un massimo di 100 000 EUR. Tale importo è identico all'aiuto concesso all'agricoltore nei casi in cui il trasferimento nell'interesse generale permette di ottenere impianti più moderni e si traduce in un aumento della capacità produttiva. In caso di apprezzamento degli impianti in questione e aumento della capacità produttiva, il contributo dell'agricoltore deve essere almeno pari al 60 % dell'apprezzamento degli impianti o all'aumento delle relative spese, a norma dell'articolo 6, paragrafi 3 e 4, del regolamento (CE) n. 1/2004. L'azienda lattiera apporta da parte sua un contributo pari ad un minimo del 60 %. Azienda Houben: costi preventivati 1 612 776,00 di EUR.

Data di applicazione: La decisione di concessione dell'aiuto sarà pubblicata una volta ricevuta conferma dall'UE della presente comunicazione.

Durata del programma o del singolo regime di aiuto: Dal dicembre 2006 fino al 31 dicembre 2008 incluso

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto riguarda il trasferimento nell'interesse pubblico di aziende lattiere con prospettive di avvenire da territori caratterizzati soprattutto da limitazioni sul piano urbanistico ma nei quali la presenza di un'azienda lattiera è cruciale per la preservazione della qualità dell'ambiente e del paesaggio. Secondo gli obiettivi provinciali il trasferimento di un'azienda lattiera deve essere finalizzato alla qualità del paesaggio e dell'ambiente e al suo carattere sostenibile

Settore o settori interessati: Possono usufruire dell'aiuto le aziende lattiere a produzione intensiva (piccole e medie imprese), con una superficie di almeno 75 NGE (Nederlandse grootte eenheden, unità di superficie olandesi), situate in territori con pendenza non superiore al 2 % nel Limburgo meridionale.

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto:

Provincie Limburg

Limburglaan 10

Postbus 5700

6202 MA Maastricht

Nederland

Sito web: www.limburg.nl

Numero dell'aiuto: XA 126/06

Stato membro: Regno Unito

Regione: Kerridge Ridge and Ingersley Vale

Titolo del regime di aiuto o nome dell'impresa beneficiaria di un aiuto individuale: Kerridge Ridge and Ingersley Vale Countryside and Heritage Project

Fondamento giuridico: The National Heritage Act 1980 set up a fund called the National Heritage Memorial Fund (NHMF). The Act has been amended several times, principally by the National Heritage Act 1997 and the National Lottery Act 1993 and 1998.

Spesa annua prevista nell'ambito del regime o importo annuo totale concesso all'impresa: La dotazione finanziaria complessiva del progetto per un periodo di 4 anni è di 1,1 milioni di GBP, compresi i costi amministrativi e i lavori sui terreni non agricoli. Il costo totale dei lavori materiali da compiere sui terreni agricoli ammonta a 145 500 GBP.

Tale importo può essere ripartito per esercizio finanziario come segue:

Intensità massima dell'aiuto: 100 %

Data di applicazione: 29 dicembre 2006.

Durata del regime o dell'aiuto individuale: La durata del regime cesserà il 30 giugno 2010.

Obiettivo dell'aiuto: L'obiettivo del progetto è la conservazione e il recupero di elementi importanti del patrimonio rurale nella zona del Kerridge Ridge and Ingersley Vale.

L'aiuto sarà versato conformemente all'articolo 5 del regolamento (CE) n. 1/2004 e i costi ammissibili riguarderanno gli investimenti di capitale destinati alla conservazione di elementi non produttivi del patrimonio.

Settore economico: Settore agricolo — tutte le imprese attive nel settore della produzione.

Sito web: http://www.kriv.org.uk/documents/documents/KRIVStateAidExemptionDocument.doc

Scorrere la pagina e cliccare sul link «Defra State Aid» a destra.

http://defraweb/farm/policy/state-aid/setup/exist-exempt.htm

Altre informazioni: I proprietari fondiari che esercitano attività in imprese non agricole beneficeranno del regime del National Heritage Memorial Fund (NN 11/02), che è stato specificamente approvato dalla Commissione europea.

Firmato e datato a nome del ministero per l'Ambiente, l'Alimentazione e gli Affari rurali (l'autorità competente del Regno Unito)

Neil Marr

Agricultural State Aid

Defra

8B 9 Millbank

c/o 17 Smith Square

London SW1P 3JR

United Kingdom


19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/13


COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE

Notifica di titoli di formazione di medico specializzato e di medico di medicina generale

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2007/C 165/06)

La direttiva 93/16/CEE del Consiglio, del 5 aprile 1993, intesa ad agevolare la libera circolazione dei medici e il reciproco riconoscimento dei loro diplomi, certificati ed altri titoli (1), in particolare gli articoli 41 e 42, lettera a), nonché la direttiva 2005/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 7 settembre 2005 relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali (2), modificata dalla direttiva 2006/100/CE del Consiglio, del 20 novembre 2006, che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone, a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania (3), in particolare l'articolo 21, paragrafo 7, dispongono che gli Stati membri notifichino alla Commissione le disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative adottate in materia di rilascio di diplomi, certificati e altri titoli nei settori contemplati da dette direttive. La Commissione pubblica un'adeguata comunicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, indicando le denominazioni date dagli Stati membri ai titoli di formazione e, se del caso, il titolo professionale corrispondente.

Poiché i Paesi Bassi hanno notificato la modifica di alcune denominazioni contenute nell'elenco delle denominazioni che figura nell'allegato B della direttiva 93/16/CEE e nell'elenco delle denominazioni dei diplomi, certificati e altri titoli di formazione di medico di medicina generale pubblicato in conformità all'articolo 41 della direttiva 93/16/CEE e ripreso nell'allegato V della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, occorre modificare gli elenchi suddetti.

L'allegato B della direttiva 93/16/CEE, nonché l'allegato V della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, devono essere modificati come segue, con riguardo ai Paesi Bassi:

1)

Nell'allegato B della direttiva 93/16/CEE e alla rubrica «5.1.2. Titoli di formazione di medico specializzato» dell'allegato V della direttiva 2005/36/CE gli organismi che rilasciano il titolo sono i seguenti:

Medische Specialisten Registratie Commissie (MSRC) van de Koninklijke Nederlandse Maatschappij tot bevordering der Geneeskunst,

Sociaal-Geneeskundigen Registratie Commissie (SGRC) van de Koninklijke Nederlandse Maatschappij tot Bevordering der Geneeskunst.

L'elenco delle denominazioni dei diplomi, certificati e altri titoli di formazione di medico di medicina generale pubblicato in conformità all'articolo 41 della direttiva 93/16/CEE e la rubrica «5.1.4. Titoli di formazione di medico di medicina generale» dell'allegato V della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, sono modificati come segue.

2)

Nell'elenco delle denominazioni dei diplomi, certificati e altri titoli di formazione di medico di medicina generale pubblicato in conformità all'articolo 41 della direttiva 93/16/CE e alla rubrica «5.1.4. Titoli di formazione di medico di medicina generale» dell'allegato V della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, la denominazione del titolo di formazione è così modificata:

Certificaat van inschrijving in het register van erkende huisartsen van de Koninklijke Maatschappij tot bevordering der Geneeskunst (Issued by the Huisarts, Verpleeghuisarts en arts voor verstandelijk gehandicapte Registratie Commissie (HVRC)

Le corrispondenti tabelle, contenute nell'allegato V della direttiva 2005/36/CE, sono pertanto modificate come segue:

«5.1.2.   Titolo di formazione di medico specializzato

Paese

Titolo di formazione

Organismo che rilascia il titolo

Data di riferimento

België/Belgique/Belgien

Bijzondere beroepstitel van geneesheer-specialist/Titre professionnel particulier de médecin spécialiste

Minister bevoegd voor Volksgezondheid/Ministre de la Santé publique

20 dicembre 1976

България

Свидетелство за призната специалност

Медицински университет, Висш медицински университет или Военномедицинска академия

1o gennaio 2007

Česká republika

Diplom o specializaci

Ministerstvo zdravotnictví

1o maggio 2004

Danmark

Bevis for tilladelse til at betegne sig som speciallæge

Sundhedsstyrelsen

20 dicembre 1976

Deutschland

Fachärztliche Anerkennung

Landesärztekammer

20 dicembre 1976

Eesti

Residentuuri lõputnnistus eriarstiabi erialal

Tartu Ülikool

1o maggio 2004

Éire/Ireland

Certificate of Specialist doctor

Competent authority

20 dicembre 1976

Ελλάς

Τίτλoς Iατρικής Ειδικότητας

1.

Νoμαρχιακή Αυτoδιoίκηση

1o gennaio 1981

2.

Νoμαρχία

España

Título de Especialista

Ministerio de Educación y Cultura

1o gennaio 1986

France

1.

Certificat d'études spéciales de médecine

1.

Universités

20 dicembre 1976

2.

Attestation de médecin spécialiste qualifié

2.

Conseil de l'Ordre des médecins

3.

Certificat d'études spéciales de médecine

3.

Universités

4.

Diplôme d'études spécialisées ou spécialisation complémentaire qualifiante de médecine

4.

Universités

Italia

Diploma di medico specialista

Università

20 dicembre 1976

Κύπρος

Πιστοποιητικό Αναγνώρισης Ειδικότητας

Ιατρικό Συμβούλιο

1o maggio 2004

Latvija

“Sertifikāts” — kompetentu

iestāžu izsniegts dokuments, kas apliecina, ka persona ir nokārtojusi sertifikācijas eksāmenu specialitātē

Latvijas Ārstu biedrība

Latvijas Ārstniecības personu profesionālo organizāciju savienība

1o maggio 2004

Lietuva

Rezidentūros pažymėjimas, nurodantis suteiktą gydytojo specialisto profesinę kvalifikaciją

Universitetas

1o maggio 2004

Luxembourg

Certificat de médecin spécialiste

Ministre de la Santé publique

20 dicembre 1976

Magyarország

Szakorvosi bizonyítvány

Az Egészségügyi, Szociális és Családügyi Minisztérium illetékes testülete

1o maggio 2004

Malta

Ċertifikat ta' Speċjalista Mediku

Kumitat ta' Approvazzjoni dwar Speċjalisti

1o maggio 2004

Nederland

Bewijs van inschrijving in een Specialistenregister

Medisch Specialisten Registratie Commissie (MSRC) van de Koninklijke Nederlandsche Maatschappij tot Bevordering der Geneeskunst

Sociaal-Geneeskundigen Registratie Commissie (SGRC) van de Koninklijke Nederlandsche Maatschappij tot Bevordering der Geneeskunst

20 dicembre 1976

Österreich

Facharztdiplom

Österreichische Ärztekammer

1o gennaio 1994

Polska

Dyplom uzyskania tytułu specjalisty

Centrum Egzaminów Medycznych

1o maggio 2004

Portugal

1.

Grau de assistente

1.

Ministério da Saúde

1o gennaio 1986

2.

Titulo de especialista

2.

Ordem dos Médicos

România

Certificat de medic specialist Ministerul Sănătăţii Publici

Certificat de medic specialist Ministerul Sănătăţii Publici

1o gennaio 2007

Slovenija

Potrdilo o opravljenem specialističnem izpitu

1.

Ministrstvo za zdravje

2.

Zdravniška zbornica Slovenije

1o maggio 2004

Slovensko

Diplom o špecializácii

Slovenská zdravotnícka univerzita

1o maggio 2004

Suomi/Finland

Erikoislääkärin tutkinto/Specialläkarexamen

1.

Helsingin yliopisto/Helsingfors universitet

1o gennaio1994

2.

Kuopion yliopisto

3.

Oulun yliopisto

4.

Tampereen yliopisto

5.

Turun yliopisto

Sverige

Bevis om specialkompetens som läkare, utfärdat av Socialstyrelsen

Socialstyrelsen

1o gennaio 1994

United Kingdom

Certificate of Completion of specialist training

Competent authority

20 dicembre 1976»

«5.1.4.   Titolo di formazione di medico di medicina generale

Paese

Titolo di formazione

Titolo professionale

Data di riferimento

België/Belgique/Belgien

Ministerieel erkenningsbesluit van huisarts/Arrêté ministériel d'agrément de médecin généraliste

Huisarts/Médecin généraliste

31 dicembre 1994

България

Свидетелство за призната специалност по Обща медицина

Лекар-специалист по Обща медицина

1o gennaio 2007

Česká republika

Diplom o specializaci “všeobecné lékařství”

Všeobecný lékař

1o maggio 2004

Danmark

Tilladelse til at anvende betegnelsen alment praktiserende læge/speciallæge i almen medicin

Alment praktiserende læge/Speciallæge i almen medicin

31 dicembre 1994

Deutschland

Zeugnis über die spezifische Ausbildung in der Allgemeinmedizin

Facharzt/Fachärztin für Allgemeinmedizin

31 dicembre 1994

Eesti

Diplom peremeditsiini erialal

Perearst

1o maggio 2004

Éire/Ireland

Certificate of specific qualifications in general medical practice

General medical practitioner

31 dicembre 1994

Ελλάς

Tίτλος ιατρικής ειδικότητας γενικής ιατρικής

Ιατρός με ειδικότητα γενικής ιατρικής

31 dicembre 1994

España

Título de especialista en medicina familiar y comunitaria

Especialista en medicina familiar y comunitaria

31 dicembre 1994

France

Diplôme d'État de docteur en médecine (avec document annexé attestant la formation spécifique en médecine générale)

Médecin qualifié en médecine générale

31 dicembre 1994

Italia

Attestato di formazione specifica in medicina generale

Medico di medicina generale

31 dicembre 1994

Κύπρος

Τίτλος Ειδικότητας Γενικής Ιατρικής

Ιατρός Γενικής Ιατρικής

1o maggio 2004

Latvija

Ģimenes ārsta sertifikāts

Ģimenes (vispārējās prakses) ārsts

1o maggio 2004

Lietuva

Šeimos gydytojo rezidentūros pažymėjimas

Šeimos medicinos gydytojas

1o maggio 2004

Luxembourg

Diplôme de formation spécifique en medicine générale

Médecin généraliste

31 dicembre 1994

Magyarország

Háziorvostan szakorvosa bizonyítvány

Háziorvostan szakorvosa

1o maggio 2004

Malta

Tabib tal-familja

Mediċina tal-familja

1o maggio 2004

Nederland

Certificaat van inschrijving in het register van erkende huisartsen van de Koninklijke Nederlandsche Maatschappij tot bevordering der geneeskunst (4)

Huisarts

31 dicembre 1994

Österreich

Arzt für Allgemeinmedizin

Arzt für Allgemeinmedizin

31 dicembre 1994

Polska

Dyplom uzyskania tytułu specjalisty w dziedzinie medycyny rodzinnej

Specjalista w dziedzinie medycyny rodzinnej

1o maggio 2004

Portugal

Diploma do internato complementar de clínica geral

Assistente de clínica geral

31 dicembre 1994

România

Certificat de medic specialist medicină de familie

Medic specialist medicină de familie

1o gennaio 2007

Slovenija

Potrdilo o opravljeni specializaciji iz družinske medicine

Specialist družinske medicine/Specialistka družinske medicine

1o maggio 2004

Slovensko

Diplom o špecializácii v odbore “všeobecné lekárstvo”

Všeobecný lekár

1o maggio 2004

Suomi/Finland

Todistus lääkärin perusterveydenhuollon lisäkoulutuksesta/Bevis om tilläggsutbildning av läkare i primärvård

Yleislääkäri/Allmänläkare

31 dicembre 1994

Sverige

Bevis om kompetens som allmänpraktiserande läkare (Europaläkare) utfärdat av Socialstyrelsen

Allmänpraktiserande läkare (Europaläkare)

31 dicembre 1994

United Kingdom

Certificate of prescribed/equivalent experience

General medical practitioner

31 dicembre 1994


(1)  GU L 165 del 7.7.1993, pag. 1.

(2)  GU L 255 del 30.9.2005, pag. 22.

(3)  GU L 363 del 20.12.2006, pag. 141.

(4)  Rilasciato da Huisarts, Verpleeghuisarts en arts voor verstandelijk gehandicapte Registratie Commissie (HVRC).»


19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/18


COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE

Notifica di denominazioni di specializzazioni odontoiatriche

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2007/C 165/07)

La direttiva 78/686/CEE del Consiglio, del 25 luglio 1978, concernente il reciproco riconoscimento dei diplomi, certificati ed altri titoli di dentista e comportante misure destinate ad agevolare l'esercizio effettivo del diritto di stabilimento e di libera prestazione dei servizi (1), in particolare l'articolo 23bis, nonché la direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali (2), in particolare l'articolo 21, paragrafo 7, direttive modificate da ultimo dalla direttiva 2006/100/CE del Consiglio, che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone, a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania (3), dispongono che gli Stati membri notifichino alla Commissione le disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative adottate relativamente al rilascio di diplomi, certificati ed altri titoli nel settore oggetto delle suddette direttive. La Commissione ne dà adeguata comunicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, indicando le denominazioni adottate dagli Stati membri per i diplomi, i certificati e gli altri titoli e, se del caso, per il titolo professionale corrispondente.

Poiché la Repubblica ceca ha notificato alcune modifiche delle denominazioni contenute nell'elenco dei diplomi, certificati ed altri titoli di dentista, occorre modificare come segue gli elenchi delle denominazioni allegati alla direttiva 78/686/CEE e ripresi nell'allegato V., rubrica V. 3., punto 5.3.3, della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

L'allegato B della direttiva 78/686/CEE nonché l'allegato V., rubrica V. 3., punto 5.3.3, della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, sono modificati come segue:

1)

Alla rubrica «1. Ortodonzia» dell'allegato B della direttiva 78/686/CEE, la denominazione relativa alla Repubblica ceca è la seguente:

 

«Diplom o specializaci (v oboru ortodoncie)» rilasciato da:

«1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví.

2.

Ministerstvo zdravotnictví»

e alla rubrica «Ortodonzia» dell'allegato V., rubrica V. 3, punto 5.3.3, della direttiva 2005/36/CE, fra le diciture relative alla Bulgaria e alla Danimarca è inserita la seguente dicitura:

Paese

Titolo di formazione

Organismo che rilascia il titolo di formazione

Data di riferimento

«Česká republika

Diplom o specializaci (v oboru ortodoncie)

1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví

2.

Ministerstvo zdravotnictví

19 luglio 2007»

2)

Alla rubrica «2. Chirurgia odontostomatologica» dell'allegato B della direttiva 78/686/CEE, la denominazione relativa alla Repubblica ceca è la seguente:

 

«Diplom o specializaci (v oboru orální a maxilofaciální chirurgie)» rilasciato da:

«1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví.

2.

Ministerstvo zdravotnictví»

e alla rubrica «Chirurgia odontostomatologica» dell'allegato V., rubrica V. 3, punto 5.3.3, della direttiva 2005/36/CE, fra le diciture relative alla Bulgaria e alla Danimarca è inserita la seguente dicitura:

Paese

Titolo di formazione

Organismo che rilascia il titolo di formazione

Data di riferimento

«Česká republika

Diplom o specializaci (v oboru orální a maxilofaciální chirurgie)

1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví

2.

Ministerstvo zdravotnictví

19 luglio 2007»

3)

Le tabelle dell'allegato V. 3, punto 5.3.3, della direttiva 2005/36/CE sono, pertanto, modificate come segue:

«Ortodonzia

Paese

Titolo di formazione

Organismo che rilascia il titolo di formazione

Data di riferimento

België/Belgique/Belgien

Titre professionnel particulier de dentiste spécialiste en orthodontie/Bijzondere beroepstitel van tandarts specialist in de orthodontie

Ministre de la Santé publique/Minister bevoegd voor

Volksgezondheid

27 gennaio 2005

България

Свидетелство за призната специалност по “Ортодонтия”

Факултет по дентална медицина към Медицински университет

1o gennaio 2007

Česká republika

Diplom o specializaci (v oboru ortodoncie)

1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví

2.

Ministerstvo zdravotnictví

19 luglio 2007

Danmark

Bevis for tilladelse til at betegne sig som specialtandlæge i ortodonti

Sundhedsstyrelsen

28 gennaio 1980

Deutschland

Fachzahnärztliche Anerkennung für Kieferorthopädie

Landeszahnärztekammer

28 gennaio 1980

Eesti

Residentuuri lõputunnistus ortodontia erialal

Tartu Ülikool

1o maggio 2004

Ελλάς

Τίτλoς Οδoντιατρικής ειδικότητας της Ορθoδoντικής

Νoμαρχιακή Αυτoδιoίκηση

Νoμαρχία

1o gennaio 1981

España

 

 

 

France

Titre de spécialiste en orthodontie

Conseil National de l'Ordre des chirurgiens dentistes

28 gennaio 1980

Ireland

Certificate of specialist dentist in orthodontics

Competent authority recognised for this purpose by the competent minister

28 gennaio 1980

Italia

Diploma di specialista in Ortognatodonzia

Università

21 maggio 2005

Κύπρος

Πιστοποιητικό Αναγνώρισης του Ειδικού Οδοντιάτρου στην Ορθοδοντική

Οδοντιατρικό Συμβούλιο

1o maggio 2004

Latvija

“Sertifikāts” — kompetentas iestādes izsniegts dokuments, kas apliecina, ka persona ir nokārtojusi sertifikācijas eksāmenu ortodontijā

Latvijas Ārstu biedrība

1o maggio 2004

Lietuva

Rezidentūros pažymėjimas, nurodantis suteiktą gydytojo ortodonto profesinę kvalifikaciją

Universitetas

1o maggio 2004

Luxembourg

 

 

 

Magyarország

Fogszabályozás szakorvosa bizonyítvány

Az Egészségügyi, Szociális és Családügyi Minisztérium illetékes testülete

1o maggio 2004

Malta

Ċertifikat ta' speċjalista dentali fl-Ortodonzja

Kumitat ta' Approvazzjoni dwar Speċjalisti

1o maggio 2004

Nederland

Bewijs van inschrijving als orthodontist in het Specialistenregister

Specialisten Registratie Commissie (SRC) van de Nederlandse Maatschappij tot bevordering der Tandheelkunde

28 gennaio 1980

Österreich

 

 

 

Polska

Dyplom uzyskania tytułu specjalisty w dziedzinie ortodoncji

Centrum Egzaminów Medycznych

1o maggio 2004

Portugal

 

 

 

România

 

 

 

Slovenija

Potrdilo o opravljenem specialističnem izpitu iz čeljustne in zobne ortopedije

1.

Ministrstvo za zdravje

2.

Zdravniška zbornica Slovenije

1o maggio 2004

Slovensko

 

 

 

Suomi/Finland

Erikoishammaslääkärin tutkinto, hampaiston oikomishoito/Specialtandläkarexamen, tandreglering

Helsingin yliopisto/Helsingfors universitet

Oulun yliopisto

Turun yliopisto

1o gennaio 1994

Sverige

Bevis om specialistkompetens i tandreglering

Socialstyrelsen

1o gennaio 1994

United Kingdom

Certificate of Completion of specialist training in orthodontics

Competent authority recognised for this purpose

28 gennaio 1980


Chirurgia odontostomatologica

Paese

Titolo di formazione

Organismo che rilascia il titolo di formazione

Data di riferimento

België/Belgique/Belgien

 

 

 

България

Свидетелство за призната специалност по “Орална хирургия”

Факултет по дентална медицина към Медицински университет

1o gennaio 2007

Česká republika

Diplom o specializaci (v oboru orální a maxilofaciální chirurgie)

1.

Institut postgraduálního vzdělávání ve zdravotnictví

2.

Ministerstvo zdravotnictví

19 luglio 2007

Danmark

Bevis for tilladelse til at betegne sig som specialtandlæge i hospitalsodontologi

Sundhedsstyrelsen

28 gennaio 1980

Deutschland

Fachzahnärztliche

Anerkennung für Oralchirurgie/Mundchirurgie

Landeszahnärztekammer

28 gennaio 1980

Eesti

 

 

 

Ελλάς

Τίτλoς Οδoντιατρικής ειδικότητας της Γναθoχειρoυργικής (έως τις 31 Δεκεμβρίου 2002)

Νoμαρχιακή Αυτoδιoίκηση

Νoμαρχία

1o gennaio 2003

España

 

 

 

France

 

 

 

Ireland

Certificate of specialist dentist in oral surgery

Competent authority recognised for this purpose by the competent minister

28 gennaio 1980

Italia

Diploma di specialista in Chirurgia orale

Università

21 maggio 2005

Κύπρος

Πιστοποιητικό Αναγνώρισης του Ειδικού Οδοντιάτρου στην Στοματική Χειρουργική

Οδοντιατρικό Συμβούλιο

1o maggio 2004

Latvija

 

 

 

Lietuva

Rezidentūros pažymėjimas, nurodantis suteiktą burnos chirurgo profesinę kvalifikaciją

Universitetas

1o maggio 2004

Luxembourg

 

 

 

Magyarország

Dento-alveoláris sebészet szakorvosa bizonyítvány

Az Egészségügyi, Szociális és Családügyi Minisztérium illetékes testülete

1o maggio 2004

Malta

Ċertifikat ta' speċjalista dentali fil-Kirurġija tal-ħalq

Kumitat ta' Approvazzjoni dwar Speċjalisti

1o maggio 2004

Nederland

Bewijs van inschrijving als kaakchirurg in het Specialistenregister

Specialisten Registratie Commissie (SRC) van de Nederlandse Maatschappij tot bevordering der Tandheelkunde

28 gennaio 1980

Österreich

 

 

 

Polska

Dyplom uzyskania tytułu specjalisty w dziedzinie chirurgii stomatologicznej

Centrum Egzaminów Medycznych

1o maggio 2004

Portugal

 

 

 

România

 

 

 

Slovenija

Potrdilo o opravljenem specialističnem izpitu iz oralne kirurgije

1.

Ministrstvo za zdravje

2.

Zdravniška zbornica Slovenije

1o maggio 2004

Slovensko

 

 

 

Suomi/Finland

Erikoishammaslääkärin tutkinto, suu- ja leuka-kirurgia/Specialtandläkarexamen, oral och maxillofacial kirurgi

Helsingin yliopisto/Helsingfors universitet

Oulun yliopisto

Turun yliopisto

1o maggio 1994

Sverige

Bevis om specialistkompetens i tandsystemets kirurgiska sjukdomar

Socialstyrelsen

1o maggio 1994

United Kingdom

Certificate of completion of specialist training in oral surgery

Competent authority recognised for this purpose

28 gennaio 1980»


(1)  GU L 233 del 24.8.1978, pag. 1.

(2)  GU L 255 del 30.9.2005, pag. 22.

(3)  GU L 363 del 20.12.2006, pag. 141.


19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/23


Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della direttiva 94/25/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri riguardanti le imbarcazioni da diporto

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva)

(2007/C 165/08)

OEN (1)

Riferimento e titolo della norma

(Documento di riferimento)

Riferimento della norma sostituita

Data di cessazione della presunzione di conformità della norma sostituita

Nota 1

CEN

EN ISO 6185-1:2001

Battelli pneumatici — Battelli con un motore di potenza massima di 4,5 kW (ISO 6185-1:2001)

 

CEN

EN ISO 6185-2:2001

Battelli pneumatici — Battelli con un motore di potenza massima compresa tra 4,5 kW e 15 kW inclusi (ISO 6185-2:2001)

 

CEN

EN ISO 6185-3:2001

Battelli pneumatici — Battelli con un motore di potenza massima maggiore o uguale a 15 kW (ISO 6185-3:2001)

 

CEN

EN ISO 7840:2004

Unità di piccole dimensioni — Tubi per combustibile resistenti al fuoco (ISO 7840:2004)

EN ISO 7840:1995

Data scaduta

(31.8.2004)

CEN

EN ISO 8099:2000

Unità di piccole dimensioni — Sistemi di ritenzione degli scarichi igienici (ISO 8099:2000)

 

CEN

EN ISO 8469:2006

Unità di piccole dimensioni — Tubi per combustibile non resistenti al fuoco (ISO 8469:2006)

EN ISO 8469:1995

Data scaduta

(31.1.2007)

CEN

EN ISO 8665:2006

Unità di piccole dimensioni — Motori marini di propulsione alternavi a combustione interna — Misurazione e dichiarazioni di potenza (ISO 8665:2006)

EN ISO 8665:1995

Data scaduta

(31.12.2006)

CEN

EN ISO 8666:2002

Unità di piccole dimensioni — Dati principali (ISO 8666:2002)

 

CEN

EN ISO 8847:2004

Unità di piccole dimensioni — Apparecchio di governo — Sistema del tipo a frenello (cavi, settore e puleggia) (ISO 8847:2004)

EN 28847:1989

Data scaduta

(30.11.2004)

EN ISO 8847:2004/AC:2005

 

 

CEN

EN ISO 8849:2003

Unità di piccole dimensioni — Pompe di sentina azionate elettricamente a corrente continua (ISO 8849:2003)

EN 28849:1993

Data scaduta

(30.4.2004)

CEN

EN ISO 9093-1:1997

Unità di piccole dimensioni — Valvole a scafo e passascafi — Costruzione metallica (ISO 9093-1:1994)

 

CEN

EN ISO 9093-2:2002

Unità di piccole dimensioni — Valvole a scafo e passascafi — Costruzione non metallica (ISO 9093-2:2002)

 

CEN

EN ISO 9094-1:2003

Unità di piccole dimensioni — Protezione antincendio — Parte 1: Unità con lunghezza dello scafo fino a 15 m inclusi (ISO 9094-1:2003)

 

CEN

EN ISO 9094-2:2002

Unità di piccole dimensioni — Protezione antincendio — Unità con lunghezza dello scafo maggiore di 15 m (ISO 9094-2:2002)

 

CEN

EN ISO 9097:1994

Unità di piccole dimensioni — Ventilatori elettrici (ISO 9097:1991)

 

EN ISO 9097:1994/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

CEN

EN ISO 10087:2006

Unità di piccole dimensioni — Identificazione dell'untià da diporto — Sistema di codificazione (ISO 10087:2006)

EN ISO 10087:1996

Data scaduta

(30.9.2006)

CEN

EN ISO 10088:2001

Unità di piccole dimensioni — Impianti permanenti del combustibile e serbatoi fissi (ISO 10088:2001)

 

CEN

EN ISO 10133:2000

Unità di piccole dimensioni — Sistemi elettrici — Impianti a bassissima tensione in corrente continua (ISO 10133:2000)

 

CEN

EN ISO 10239:2000

Unità di piccole dimensioni — Impianti a gas di petrolio liquefatto (GPL) (ISO 10239:2000)

 

CEN

EN ISO 10240:2004

Unità di piccole dimensioni — Manuale del proprietario (ISO 10240:2004)

EN ISO 10240:1996

Data scaduta

(30.4.2005)

CEN

EN ISO 10592:1995

Unità di piccole dimensioni — Sistemi idraulici di governo (ISO 10592:1994)

 

EN ISO 10592:1995/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

CEN

EN ISO 11105:1997

Unità di piccole dimensioni — Ventilazione dei locali apparato motore benzina e/o dei locali serbatoio benzina (ISO 11105:1997)

 

CEN

EN ISO 11192:2005

Unità di piccole dimensioni — Simboli grafici (ISO 11192:2005)

 

CEN

EN ISO 11547:1995

Unità di piccole dimensioni — Dispositivo di protezione contro l'avviamento con asse in presa (ISO 11547:1994)

 

EN ISO 11547:1995/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

CEN

EN ISO 11591:2000

Unità di piccole dimensioni, propulsione a motore — Campo visivo dalla posizione di governo (ISO 11591:2000)

 

CEN

EN ISO 11592:2001

Unità di piccole dimensioni con scafo di lunghezza minore di 8 m — Determinazione della massima potenza di propulsione (ISO 11592:2001)

 

CEN

EN ISO 11812:2001

Unità di piccole dimensioni — Pozzetti stagni e pozzetti ad autosvuotamento rapido (ISO 11812:2001)

 

CEN

EN ISO 12215-1:2000

Unità di piccole dimensioni — Costruzione dello scafo e dimensionamento — Materiali: Resine termoindurenti, rinforzi di fibra di vetro, laminato di riferimento (ISO 12215-1:2000)

 

CEN

EN ISO 12215-2:2002

Unità di piccole dimensioni — Costruzione dello scafo e dimensionamento — Materiali: Materiale dell'anima per costruzioni a sandwich, materiali per fissaggio (ISO 12215-2:2002)

 

CEN

EN ISO 12215-3:2002

Unità di piccole dimensioni — Costruzione dello scafo e dimensionamento — Materiali: Acciaio, leghe di alluminio, legno, altri materiali (ISO 12215-3:2002)

 

CEN

EN ISO 12215-4:2002

Unità di piccole dimensioni — Costruzione dello scafo e dimensionamento — Cantieri e fabbricazione (ISO 12215-4:2002)

 

CEN

EN ISO 12216:2002

Unità di piccole dimensioni — Finestre, oblÿ, osteriggi, corazzette e porte — Requisiti di resistenza e di tenuta (ISO 12216:2002)

 

CEN

EN ISO 12217-1:2002

Unità di piccole dimensioni — Valutazione e classificazione della stabilità e del galleggiamento — Imbarcazioni non a vela con lunghezza dello scafo maggiore o uguale a 6 m (ISO 12217-1:2002

 

CEN

EN ISO 12217-2:2002

Unità di piccole dimensioni — Valutazione e classificazione della stabilità e del galleggiamento — Imbarcazioni a vela con lunghezza dello scafo maggiore o uguale a 6 m (ISO 12217-2:2002)

 

CEN

EN ISO 12217-3:2002

Unità di piccole dimensioni — Valutazione e classificazione della stabilità e del galleggiamento — Imbarcazioni con lunghezza dello scafo minore di 6 m (ISO 12217-3:2002)

 

CEN

EN ISO 13297:2000

Unità di piccole dimensioni — Sistemi elettrici — Impianti a corrente alternata (ISO 13297:2000)

 

CEN

EN ISO 13590:2003

Unità di piccole dimensioni — Moto d'acqua — Requisiti della costruzione e dell'installazione degli impianti (ISO 13590:2003)

 

EN ISO 13590:2003/AC:2004

 

 

CEN

EN ISO 13929:2001

Unità di piccole dimensioni — Agghiaccio timone — Sistemi di trasmissione ad ingranaggi (ISO 13929:2001)

 

CEN

EN ISO 14509:2000

Unità di piccole dimensioni — Misurazione del rumore aereo generato dalle imbarcazioni da diporto a motore (ISO 14509:2000)

 

EN ISO 14509:2000/A1:2004

Note 3

Data scaduta

(31.3.2005)

CEN

EN ISO 14509-2:2006

Unità di piccole dimensioni — Rumore aereo emesso dalle imbarcazioni da diporto con motore — Valutazione del rumore utilizzando l'unità da diporto di riferimento (ISO 14509-2:2006)

 

CEN

EN ISO 14895:2003

Unità di piccole dimensioni — Fornelli da cucina alimentati con carburante liquido (ISO 14895:2000)

 

CEN

EN ISO 14945:2004

Unità di piccole dimensioni — Targhetta del costruttore (ISO 14945:2004)

 

EN ISO 14945:2004/AC:2005

 

 

CEN

EN ISO 14946:2001

Unità di piccole dimensioni — Capacità di massimo carico (ISO 14946:2001)

 

EN ISO 14946:2001/AC:2005

 

 

CEN

EN ISO 15083:2003

Unità di piccole dimensioni — Impianti di pompaggio di sentina (ISO 15083:2003)

 

CEN

EN ISO 15084:2003

Unità di piccole dimensioni — Ancoraggio, ormeggio e rimorchio — Punti di forza (ISO 15084:2003)

 

CEN

EN ISO 15085:2003

Unità di piccole dimensioni — Prevenzione contro le cadute in mare e mezzi di rientro a bordo (ISO 15085:2003)

 

CEN

EN ISO 15584:2001

Unità di piccole dimensioni — Motori a benzina entrobordo — Impianti del combustibile e componenti elettriche installati sul motore (ISO 15584:2001)

 

CEN

EN ISO 15652:2005

Unità di piccole dimensioni — Sistemi di governo comandati a distanza per imbarcazioni entrobordo a idrogetto (ISO 15652:2003)

 

CEN

EN ISO 16147:2002

Unità di piccole dimensioni — Motori diesel entrobordo — Impianti del combustibile e componenti elettrici installati sul motore (ISO 16147:2002)

 

CEN

EN ISO 21487:2006

Unità di piccole dimensioni — Serbatoi per carburante fissi a bordo per gasolio e benzina (ISO 21487:2006)

 

CEN

EN 28846:1993

Unità di piccole dimensioni — Dispositivi elettrici — Protezione contro l'accensione di gas infiammabili nell'ambiente circostante (ISO 8846:1990)

 

EN 28846:1993/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

CEN

EN 28848:1993

Unità di piccole dimensioni — Sistemi di governo comandati a distanza (ISO 8848:1990)

 

EN 28848:1993/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

CEN

EN 29775:1993

Unità di piccole dimensioni — Sistemi di governo comandati a distanza per motori fuoribordo singoli con potenza compresa tra 15 kW e 40 kW (ISO 9775:1990)

 

EN 29775:1993/A1:2000

Note 3

Data scaduta

(31.3.2001)

Nota 1

In genere la data di cessazione della presunzione di conformità coincide con la data di ritiro («dow»), fissata dall'organismo europeo di normalizzazione, ma è bene richiamare l'attenzione di coloro che utilizzano queste norme sul fatto che in alcuni casi eccezionali può avvenire diversamente.

Nota 3

In caso di modifiche, la Norma cui si fa riferimento è la EN CCCCC:YYYY, comprensiva delle sue precedenti eventuali modifiche, e la nuova modifica citata. La norma sostituita (colonna 4) perciò consiste nella EN CCCCC:YYYY e nelle sue precedenti eventuali modifiche, ma senza la nuova modifica citata. Alla data stabilita, la norma sostituita cessa di fornire la presunzione di conformità ai requisiti essenziali della direttiva.

Avvertimento:

Ogni informazione relativa alla disponibilità delle norme può essere ottenuta o presso gli organismi europei di normalizzazione o presso gli organismi nazionali di normalizzazione il cui l'elenco figura in annesso alla direttiva n. 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (2) modificata dalla direttiva n. 98/48/CE (3).

La pubblicazione dei riferimenti nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea non implica che le norme siano disponibili in tutte le lingue della Comunità.

Questa lista sostituisce tutte le precedenti liste pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. La Commissione assicura l'aggiornamento della presente lista.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito Europa, al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/enterprise/newapproach/standardization/harmstds/


(1)  ESO: Organismo europeo di Normalizzazione:

CEN: rue de Stassart 36, B-1050 Brussels, Tel.(32-2) 550 08 11; fax (32-2) 550 08 19 (http://www.cen.eu)

CENELEC: rue de Stassart 35, B-1050 Brussels, Tel.(32-2) 519 68 71; fax (32-2) 519 69 19 (http://www.cenelec.org)

ETSI: 650, route des Lucioles, F-06921 Sophia Antipolis, Tel.(33) 492 94 42 00; fax (33) 493 65 47 16 (http://www.etsi.org)

(2)  GU L 204 del 21.7.1998, pag. 37.

(3)  GU L 217 del 5.8.1998, pag. 18.


V Pareri

PROCEDIMENTI RELATIVI ALL'ATTUAZIONE DELLA POLITICA DELLA CONCORRENZA

Commissione

19.7.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 165/28


Comunicazione dell'Irlanda a norma della direttiva 94/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi

(Avviso relativo al procedimento di rilascio di autorizzazioni del 2007 — Porcupine Basin)

(2007/C 165/09)

A norma dell'articolo 3, paragrafo 2, lettera a), della precitata direttiva, il ministro per le comunicazioni, l'energia e le risorse naturali comunica con la presente una modifica delle aree disponibili per il rilascio di autorizzazioni nel mare dell'Irlanda. Gli interessati sono invitati a presentare domande di autorizzazioni per una ricerca di frontiera nel Porcupine Basin.

Una zona comprendente 229 blocchi completi e 3 blocchi parziali nel Porcupine Basin è stata designata area di frontiera ed è stata selezionata per l'inserimento in un procedimento di rilascio di autorizzazioni per la ricerca di idrocarburi. Fino al 18 dicembre 2007, data di chiusura del procedimento, non saranno rilasciate autorizzazioni di ricerca o concesse opzioni per nessuno dei blocchi.

Possono essere presentate domande per un massimo di tre blocchi nell'area settentrionale del bacino e per un massimo di sei blocchi nell'area meridionale.

Blocchi disponibili nell'area settentrionale del Porcupine Basin (84 blocchi completi, 3 blocchi parziali)

25/25, 25/30

26/16, 26/17, 26/18, 26/19, 26/20, 26/21, 26/22, 26/23, 26/24, 26/25, 26/26, 26/27(p), 26/29, 26/30

34/4, 34/5, 34/9, 34/10, 34/14, 34/15, 34/18, 34/19, 34/20, 34/23, 34/24, 34/25, 34/28, 34/29, 34/30

35/1, 35/2(p), 35/3(p), 35/4, 35/5, 35/6, 35/7, 35/10, 35/11, 35/12, 35/13, 35/14, 35/15, 35/16, 35/17, 35/18, 35/19, 35/20, 35/21, 35/22, 35/23, 35/24, 35/25, 35/26, 35/27, 35/28, 35/29, 35/30

36/1, 36/6, 36/11, 36/16, 36/21, 36/22, 36/26, 36/27

43/3, 43/4, 43/5, 43/8, 43/9, 43/10

44/1, 44/2, 44/3, 44/4, 44/5, 44/6, 44/7, 44/8, 44/9, 44/10

45/1, 45/2, 45/6, 45/7.

Blocchi disponibili nell'area meridionale del Porcupine Basin (145 blocchi completi)

43/12, 43/13, 43/14, 43/15, 43/17, 43/18, 43/22, 43/23, 43/27, 43/30

44/11, 44/12, 44/13, 44/14, 44/15, 44/16, 44/17, 44/19, 44/20, 44/21, 44/22, 44/25, 44/26, 44/27, 44/28

45/11, 45/12, 45/16, 45/17, 45/21, 45/22, 45/23, 45/24, 45/26, 45/27, 45/28, 45/29, 45/30

52/1, 52/2, 52/3, 52/4, 52/5, 52/6, 52/7, 52/8, 52/9, 52/10, 52/11, 52/12, 52/13, 52/14, 52/15, 52/16, 52/17, 52/18, 52/19, 52/20, 52/21, 52/22, 52/23, 52/24, 52/25, 52/26, 52/27, 52/28, 52/29, 52/30

53/1, 53/2, 53/3, 53/4, 53/5, 53/6, 53/7, 53/8, 53/9, 53/10, 53/11, 53/12, 53/13, 53/14, 53/15, 53/16, 53/17, 53/18, 53/19, 53/20, 53/21, 53/22, 53/23, 53/24, 53/25, 53/26, 53/27, 53/28, 53/29, 53/30

54/1, 54/2, 54/3, 54/4, 54/5, 54/6, 54/7, 54/8, 54/9, 54/10, 54/11, 54/12, 54/13, 54/14, 54/15, 54/16, 54/17, 54/18, 54/19, 54/20, 54/21, 54/22, 54/23, 54/24, 54/26, 54/27, 54/28, 54/29

60/2, 60/3, 60/4, 60/5, 60/8, 60/9, 60/10

61/1, 61/2, 61/3, 61/4, 61/5, 61/6, 61/7, 61/8, 61/9, 61/10

62/1, 62/2.

Una mappa dell'area con le condizioni e le indicazioni specifiche per le domande e per il presente procedimento di rilascio delle autorizzazioni sono disponibili sul seguente sito web:

http://www.dcmnr.gov.ie/Natural/Petroleum+Affairs+Division/Porcupine+2007+Frontier+Licensing+Round.htm

o possono essere richieste al seguente indirizzo:

Des Byrne

Petroleum Affairs Division

Department of Communications, Energy and Natural Resources

Leeson Lane

Dublin 2

Ireland

E-mail: Des.Byrne@dcmnr.ie

Telefono (353) (0)1 6782693

Criteri per l'esame delle domande

Nell'esaminare le domande il ministro terrà conto della necessità di procedere ad una ricerca rapida, accurata, efficiente e sicura, al fine di individuare le risorse di petrolio e di gas dell'Irlanda, prendendo in debita considerazione gli aspetti ambientali. Per decidere in merito alla concessione dell'autorizzazione richiesta, il ministro terrà conto dei seguenti elementi:

a)

il programma di lavoro proposto dal richiedente;

b)

la competenza tecnica e l'esperienza del richiedente nel settore della prospezione in mare;

c)

le risorse finanziarie di cui dispone il richiedente; nonché

d)

se pertinente, i risultati ottenuti precedentemente dal richiedente nell'ambito delle autorizzazioni di cui ha beneficiato.

Le domande, sulla cui busta deve essere chiaramente apposta la dicitura 2007 Licensing RoundPorcupine Basin devono essere inviate a The Secretary General, Department of Communications, Energy and Natural Resources, Petroleum Affairs Division, Leeson Lane, Dublin 2, Ireland entro le ore 12 GMT di martedì 18 dicembre 2007.

Il ricevimento di una domanda non crea nessun obbligo per il ministro di rilasciare una licenza per l'intera area oggetto della domanda o per parte di essa. Le decisioni sulle domande saranno prese entro il 31 gennaio 2008.

In conformità all'articolo 5, paragrafo 1, lettere a) e b), della precitata direttiva, il ministro per le comunicazioni, l'energia e le risorse naturali comunica con la presente che le autorizzazioni saranno rilasciate sulla base del valore relativo dei programmi di lavoro proposti, con particolare riguardo all'idoneità del programma ai fini della valutazione delle prospettive esistenti in materia di idrocarburi e della preparazione della superficie per perforazioni esplorative.