Assicurazione e riassicurazione

 

SINTESI DI:

Direttiva 2009/138/CE in materia di accesso ed esercizio delle attività di assicurazione e di riassicurazione (solvibilità II)

QUAL È LO SCOPO DELLA DIRETTIVA?

Nota come Solvibilità II, questa direttiva richiede alle compagnie di assicurazione di detenere risorse finanziarie sufficienti. Essa stabilisce inoltre varie regole di gestione e supervisione.

PUNTI CHIAVE

La direttiva copre l’assicurazzione non vita, l’assicurazione vita e imprese di riassicurazione.

Autorizzazione

Una compagnia di assicurazione può condurre le proprie attività dopo avere ottenuto un’autorizzazione dall’autorità di vigilanza del proprio paese. L’autorizzazione ha validità in tutta la UE.

Requisiti patrimoniali

Le compagnie di assicurazione devono detenere capitale in funzione dei loro profili di rischio in maniera tale da garantire di disporre delle risorse finanziarie sufficienti a superare difficoltà finanziarie. Requisiti patrimoniali

Se una compagnia non garantisce i due importi richiesti, l’autorità di vigilanza dovrà prendere provvedimenti.

Sistema di gestione del rischio

Requisiti patrimoniali

Le compagnie di assicurazione devono creare un sistema di governance adeguato e trasparente con un’assegnazione chiara delle responsabilità. Devono avere la capacità amministrativa necessaria per fare fronte a varie condizioni, quali la gestione del rischio, la conformità con le normative e l’audit interno.

Valutazione interna del rischio e della solvibilità

Le compagnie di assicurazione devono condurre regolarmente una valutazione interna del rischio e della solvibilità. Tale processo prevede la valutazione delle esigenze di solvibilità del rischio in relazione ai profili di rischio, nonché della conformità delle esigenze stesse con le risorse finanziarie richieste.

Vigilanza

Riesame da parte delle autorità di vigilanza

La legislazione stabilisce una «procedura di riesame da parte delle autorità di vigilanza» che consente a queste ultime di analizzare e valutare l’osservanza delle regole da parte delle compagnie di assicurazione. L’obiettivo è quello di aiutare le autorità di vigilanza a identificare le compagnie che potrebbero trovarsi in difficoltà. Le compagnie di assicurazione devono inoltre rivelare pubblicamente le informazioni.

Autorità di vigilanza del gruppo

Ciascun gruppo assicurativo, ovvero una compagnia composta da enti che forniscono servizi in uno o più paesi europei, deve disporre di un’autorità di vigilanza di gruppo avente responsabilità specifiche in stretta collaborazione con le autorità nazionali di vigilanza coinvolte.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva si applica a decorrere dal 1o gennaio 2016.

CONTESTO

Per ulteriori informazioni, consultare:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Direttiva 2009/138/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, in materia di accesso e di esercizio dell’attività di assicurazione e di riassicurazione (Solvibilità II) (GU L 335 del 17.12.2009, pag. 1).

Le modifiche e correzioni successive della direttiva 2009/138/CE sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento delegato (UE) 2017/1542 della Commissione, dell’8 giugno 2017, che modifica il regolamento delegato (UE) 2015/35 per quanto riguarda il calcolo dei requisiti patrimoniali obbligatori per talune categorie di attività detenute dalle imprese di assicurazione e di riassicurazione (società di infrastrutture) (GU L 236 del 14.9.2017, pag. 14).

Regolamento (UE) 2017/2402 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2017, che stabilisce un quadro generale per la cartolarizzazione, instaura un quadro specifico per cartolarizzazioni semplici, trasparenti e standardizzate e modifica le direttive 2009/65/CE, 2009/138/CE e 2011/61/UE e i regolamenti (CE) n. 1060/2009 e (UE) n. 648/2012 (GU L 347 del 28.12.2017, pag. 35).

Direttiva (UE) 2016/2341 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 dicembre 2016, relativa alle attività e alla supervisione degli enti pensionistici aziendali o professionali (GU L 354 del 23.12.2016, pag. 37).

Regolamento delegato (UE) 2015/35 della Commissione, del 10 ottobre 2014, che integra la direttiva 2009/138/CE del Parlamento europeo e del Consiglio in materia di accesso ed esercizio delle attività di assicurazione e di riassicurazione (Solvibilità II) (GU L 12 del 17.1.2015, pag. 1).

Le modifiche e correzioni successive al regolamento delegato (UE) n. 2015/35 sono state incorporate nel testo di base. Questa versione consolidata ha solo valore documentale.

Direttiva 2014/51/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica le direttive 2003/71/CE e 2009/138/CE e i regolamenti (CE) n. 1060/2009, (UE) n. 1094/2010 e (UE) n. 1095/2010 per quanto riguarda i poteri dell’Autorità europea di vigilanza (Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali) e dell’Autorità europea di vigilanza (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) (GU L 153 del 22.5.2014, pag. 1).

Direttiva 2013/58/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, che modifica la direttiva 2009/138/CE (solvibilità II) per quanto riguarda il suo termine di recepimento e la sua data di applicazione nonché il termine di abrogazione di talune direttive (solvibilità I) (GU L 341 18.12.2013, pag. 1).

Direttiva 2012/23/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 settembre 2012, che modifica la direttiva 2009/138/CE (solvibilità II) per quanto riguarda il suo termine di recepimento e la sua data di applicazione nonché il termine di abrogazione di talune direttive (GU L 249 del 14.9.2012, pag. 1).

Direttiva 2011/89/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 novembre 2011, che modifica le direttive 98/78/CE, 2002/87/CE, 2006/48/CE e 2009/138/CE per quanto concerne la vigilanza supplementare sulle imprese finanziarie appartenenti a un conglomerato finanziario (GU L 326 dell’8.12.2011, pag. 113).

Ultimo aggiornamento: 05.10.2018