Meccanismo di cambio tra l’euro e altre valute nazionali partecipanti

 

SINTESI DI:

Risoluzione del Consiglio europeo sull’istituzione di un meccanismo di cambio

Accordo tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali dei paesi UE non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio nell’unione economica e monetaria

QUAL È LO SCOPO DELLA RISOLUZIONE E DELL’ACCORDO?

PUNTI CHIAVE

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICANO LA RISOLUZIONE E L’ACCORDO?

CONTESTO

DOCUMENTO PRINCIPALE

Risoluzione del Consiglio europeo sull’istituzione di un meccanismo di cambio nella terza fase dell’unione economica e monetaria Amsterdam, il 16 giugno 1997 (GU C 236 del 2.8.1997, pag. 5-6)

Accordo, del 16 marzo 2006, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per la terza fase dell’unione economica e monetaria (GU C 73 del 25.3.2006, pag. 21-27)

DOCUMENTI CORRELATI

Accordo, del 21 dicembre 2006, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che modifica l’Accordo del 16 marzo 2006 tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per le terza fase dell’Unione economica e monetaria (GU C 14 del 20.1.2007, pag. 6-8)

Accordo, del 14 dicembre 2007, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che modifica l’Accordo del 16 marzo 2006 tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per le terza fase dell’Unione economica e monetaria (GU C 319 del 29.12.2007, pag. 7-9)

Accordo, del 13 dicembre 2010, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che modifica l’Accordo del 16 marzo 2006 tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per le terza fase dell’Unione economica e monetaria (GU C 5 dell’8.1.2011, pag. 3-6)

Accordo, del 21 giugno 2013, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri la cui moneta non è l’euro che modifica l’accordo del 16 marzo 2006 tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per le terza fase dell’Unione economica e monetaria (GU C 187 del 29.6.2013, pag. 1-4)

Accordo, del 13 novembre 2014, tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che modifica l’Accordo del 16 marzo 2006 tra la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro che stabilisce le procedure operative di un meccanismo di cambio per le terza fase dell’Unione economica e monetaria (GU C 64 del 21.2.2015, pag. 1-4)

Ultimo aggiornamento: 11.04.2017