Protezione contro gli organismi nocivi per le piante

 

SINTESI DI:

Regolamento (UE) 2016/2031 relativo alle misure di protezione contro gli organismi nocivi per le piante

QUAL È L’OBIETTIVO DEL REGOLAMENTO?

Il regolamento ha lo scopo di combattere gli organismi nocivi e le malattie delle piante, all’interno del regime UE sulla sanità delle piante, con misure di protezione più efficaci per l’UE e le sue piante rivolte ad assicurare un commercio sicuro e a mitigare l’impatto del cambiamento climatico. Tali misure includono:

PUNTI CHIAVE

Organismi nocivi da quarantena

Vengono definiti i criteri per l’identificazione di organismi nocivi da quarantena dei quali devono essere impedite l’introduzione e la diffusione nell’Unione. Con organismi nocivi da quarantena rilevanti per le zone protette si intendono quegli organismi nocivi il cui controllo è necessario solo in parti dell’Unione.

Organismi nocivi prioritari

Passaporto delle piante e certificati fitosanitari

Importazioni

Il regolamento si propone di prevenire l’introduzione di organismi nocivi nell’Unione europea. fornisce una serie di misure preventive basate sul rischio effettivo rivolte a proteggere l’Unione dall’ingresso di organismi nocivi che, sulla base di una valutazione preliminare del rischio, si ritiene potrebbero venire introdotti da piante, prodotti derivati dalle piante e altri oggetti collegati provenienti dall’esterno dell’Unione.

DA QUANDO È IN VIGORE IL REGOLAMENTO?

Esso si applica dal 14 dicembre 2019.

CONTESTO

Si veda anche:

TERMINI CHIAVE

Misure fitosanitarie: provvedimenti ufficiali rivolti a prevenire l’introduzione e la diffusione di organismi nocivo da quarantena o a limitare l’impatto economico di organismi nocivi non da quarantena ma comunque regolamentati.

DOCUMENTO PRINCIPALE

Regolamento (UE) n. 2016/2031 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 ottobre 2016, relativo alle misure di protezione contro gli organismi nocivi per le piante, che modifica i regolamenti (UE) n. 228/2013, (UE) n. 652/2014 e (UE) n. 1143/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio e abroga le direttive 69/464/CEE, 74/647/CEE, 93/85/CEE, 98/57/CE, 2000/29/CE, 2006/91/CE e 2007/33/CE del Consiglio (GU L 317 del 23.11.2016, pag. 4).

DOCUMENTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 1143/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, recante disposizioni volte a prevenire e gestire l’introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive (GU L 317 4.11.2014, pag. 35).

Le successive modifiche al Regolamento (UE) n. 1143/2014 sono state integrate nel documento di base. La versione consolidata ha solo un valore documentario.

Regolamento (UE) n. 652/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, che fissa le disposizioni per la gestione delle spese relative alla filiera alimentare, alla salute e al benessere degli animali, alla sanità delle piante e al materiale riproduttivo vegetale, che modifica le direttive 98/56/CE, 2000/29/CE e 2008/90/CE del Consiglio, i regolamenti (CE) n. 178/2002, (CE) n. 882/2004 e (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, la direttiva 2009/128/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, nonché il regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, e che abroga le decisioni 66/399/CEE, 76/894/CEE e 2009/470/CE del Consiglio (GU L 189 del 27.6.2014, pag. 1).

Si veda la versione consolidata.

Regolamento (UE) n. 228/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 marzo 2013, recante misure specifiche nel settore dell’agricoltura a favore delle regioni ultraperiferiche dell’Unione e che abroga il regolamento (CE) n. 247/2006 del Consiglio (GU L 78 del 20.3.2013, pag. 23).

Ultimo aggiornamento: 12.07.2019