Accordo sul reciproco riconoscimento UE — Giappone (ARR)

 

SINTESI DI:

Accordo sul reciproco riconoscimento tra la Comunità europea e il Giappone

Decisione 2001/747/CE relativa alla conclusione dell’accordo sul reciproco riconoscimento tra la Comunità europea e il Giappone

QUALI SONO GLI SCOPI DELL’ACCORDO E DELLA DECISIONE?

L’accordo sul reciproco riconoscimento (ARR)* intende promuovere gli scambi di merci tra l’UE e il Giappone, rimuovendo alcuni ostacoli tecnici. Nel quadro dell’accordo bilaterale approvato dai governi dell’UE il 27 settembre 2001, l’UE e il Giappone accettano le valutazioni di conformità* che ciascuno dei due svolge per i prodotti industriali specificati.

La decisione adotta l’ARR con il Giappone per conto dell’UE.

PUNTI CHIAVE

L’accordo contempla i seguenti settori:

L’accordo:

DA QUANDO SI APPLICA L’ACCORDO?

Si applica dal 1° gennaio 2002.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, consultare:

TERMINI CHIAVE

Accordo sul reciproco riconoscimento: un accordo internazionale in cui due o più paesi riconoscono i risultati delle valutazioni della conformità dell’altro paese.
Valutazione di conformità: la procedura in cui un prodotto, prima di poter essere commercializzato, viene testato, ispezionato e certificato allo scopo di garantirne la conformità con la legislazione rilevante.
Organismi di valutazione della conformità: determinano la conformità di un prodotto con i requisiti normativi e legislativi rilevanti.

DOCUMENTI PRINCIPALI

Accordo sul reciproco riconoscimento tra la Comunità europea e il Giappone (GU L 284 del 29.10.2001, pag. 3).

Decisione Decisione 2001/747/CE del Consiglio, del 27 settembre 2001, relativa alla conclusione dell’accordo sul reciproco riconoscimento tra la Comunità europea e il Giappone (GU L 284 del 29.10.2001, pag. 1).

Le modifiche successive alla decisione 2001/747/CE sono state integrate nel testo originale. La versione consolidata ha valore unicamente documentale.

Ultimo aggiornamento: 17.07.2018