Politica di coesione per attuare la strategia Europa 2020 (2014-2020)

 

SINTESI DI:

Comunicazione (COM (2015) 639 final) - massimizzare il contributo dei fondi strutturali e di investimento europei

Articolo 174 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea - coesione economica, sociale e territoriale

QUAL È LO SCOPO DELLA COMUNICAZIONE E DELL’ARTICOLO 174 DEL TFUE?

La comunicazione delinea i principali risultati dei negoziati tra i Pesi dell’UE, i loro partner e la Commissione europea sugli accordi e i programmi di partenariato per i fondi strutturali e di investimento europei (SIE).

Fa seguito al Regolamento (UE) n. 1303/2013 che ha introdotto numerose riforme chiave per i fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) per il periodo 2014-2020. Il principale obiettivo dell’UE è stato quello di ridurre le disparità economiche e sociali tra diverse regioni attraverso la sua politica di coesione, utilizzando i fondi SIE per raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020.

La relazione sullo stato di avanzamento riepiloga le informazioni su:

sulla base di un’analisi condotta durante il primo anno di attuazione delle riforme.

L’articolo 174 del TFUE prevede che, al fine di rafforzare la sua coesione economica, sociale e territoriale, l’Unione miri a ridurre le disparità tra i livelli di sviluppo delle varie regioni e l’arretratezza delle regioni o isole che sono considerate tra le meno favorite.

PUNTI CHIAVE

Entro il 2023, si prevede che oltre 500 programmi finanziati dai fondi SIE forniranno oltre 637 miliardi di Euro di investimenti nei Paesi dell’UE per una crescita sostenibile a lungo termine e una vita migliore per i loro cittadini, con le seguenti priorità:

I programmi relativi ai fondi SIE sono una parte importante degli investimenti pubblici e ogni regione e Paese dell’UE ne trae vantaggio. Essi si concentrano su 4 settori chiave per la crescita:

In linea con il semestre europeo e le raccomandazioni specifiche per i Paesi appartenenti all’UE, gli investimenti con i fondi SIE mirano a creare le giuste condizioni per far prosperare i progetti di qualità, promuovere una buona governance e migliorare la pubblica amministrazione affinché le imprese prosperino. Mirano anche a migliorare la vita quotidiana per un nuovo avvio in Europa, con un migliore quadro giuridico per il periodo 2014-2020 — fornendo investimenti di alta qualità nel contesto della riforma.

La comunicazione presenta i risultati attesi dei programmi in ciascun Paese dell’UE.

Stato di avanzamento

CONTESTO GENERALE

Si veda anche:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Comunicazione della Commissione - Investire in posti di lavoro e crescita - massimizzare il contributo dei fondi strutturali e di investimento europei (COM (2015) 639 final, 14.12.2015).

Versione consolidata del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea - Parte terza - Politiche dell’Unione e azioni interne - Titolo XVIII - Coesione economica, sociale e territoriale - Articolo 174 (ex articolo 158 TEC) (GU C 202, 7.6.2016, pg. 127)

DOCUMENTI CORRELATI

Relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni - Fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020 - Relazione di sintesi 2016 delle relazioni annuali di attuazione del programma riguardanti l’attuazione nel 2014-2015 (COM(2016) 812 final, 20.12.2016)

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni - Iniziativa per la garanzia dei giovani e l’occupazione giovanile tre anni a(COM(2016) 646 final, 4.10.2016)

Regolamento (UE) 2015/1017 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 giugno 2015, relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici, al polo europeo di consulenza sugli investimenti e al portale dei progetti di investimento europei e che modifica i regolamenti (UE) n. 1291/2013 e (UE) n. 1316/2013 – Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (GU L 169 dell’1.7.2015, pagg. 1-38)

Le successive modifiche al Regolamento (UE) 2015/1017 sono state integrate nel documento originale. La presente versione consolidata ha esclusivamente valore documentale.

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni - Iniziativa per l’occupazione verde: Attingere al potenziale di creazione di posti di lavoro dell’economia verde(COM(2014) 446 final, 2.7.2014)

Regolamento di esecuzione della Commissione (EU) n. 215/2014 del 7 marzo 2014 recante le modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio contenente le disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca per quanto riguarda le metodologie per il sostegno ai cambiamenti climatici, la determinazione delle tappe e degli obiettivi nel quadro delle prestazioni e la nomenclatura delle categorie di intervento per i fondi strutturali e di investimento europei (GU L 69, 8.3.2014, pagg. 65-84)

Si veda la versione consolidata.

Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione, del 7 gennaio 2014, recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d’investimento europei (GU L 74, 14.3.2014, pagg. 1-7)

Si veda la versione consolidata.

Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, recante le disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio (GU L 347 del 20.12.2013, pagg. 320-469)

Si veda la versione consolidata.

Europa 2020: Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva (COM(2010) 2020 final, del 3.3.2010)

Ultimo aggiornamento: 16.05.2018