Agricoltori delle regioni ultraperiferiche: sostegno dell’Unione europea

L’Unione europea (UE) ha norme speciali per sostenere l’agricoltura nelle zone condizionate dalla lontananza geografica dal mercato principale dell’Unione, dal loro terreno e clima, nonché dalla dipendenza economica da un numero esiguo di prodotti.

ATTO

Regolamento (UE) n. 228/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 marzo 2013, recante misure specifiche nel settore dell’agricoltura a favore delle regioni ultraperiferiche dell’Unione e che abroga il regolamento (CE) n. 247/2006 del Consiglio.

SINTESI

L’Unione europea (UE) ha norme speciali per sostenere l’agricoltura nelle zone condizionate dalla lontananza geografica dal mercato principale dell’Unione, dal loro terreno e clima, nonché dalla dipendenza economica da un numero esiguo di prodotti.

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

Consente azioni speciali che mirano a ovviare alle difficoltà affrontate dalle regioni ultraperiferiche dell’UE a causa della loro ultraperifericità. Ha due obiettivi:

PUNTI CHIAVE

Le azioni speciali previste per le regioni ultraperiferiche sono conosciute come programma POSEI (dal francese «Programme d’options spécifiques à l’éloignement et l’insularité», ossia «Programma di soluzioni specifiche per ovviare alla lontananza e all’insularità»).

Zone ammissibili

Le zone ammissibili per i finanziamenti POSEI sono le seguenti:

Gestione e dotazione finanziaria dei programmi POSEI

Il programma o i programmi sono stabilitio al livello geografico giudicato più adeguato dal paese dell’UE interessato Ogni anno sono disponibili i seguenti importi per i tre paesi dell’UE in questione per le loro regioni ultraperiferiche, come stabilito dall’articolo 30, paragrafi 2 e 3 del regolamento:

Regime specifico di approvvigionamento

Qualora venga concordato, è autorizzato a condizione che l’impatto del beneficio economico si ripercuota effettivamente fino all’utilizzatore finale. Il beneficio è calcolato come pari all’importo dell’esenzione dal dazio all’importazione o alla concessione dell’aiuto.

La richiesta di permessi per l’importazione, certificati di esenzione o di aiuto non è subordinata ad alcuna garanzia. Tuttavia, l’autorità responsabile può richiedere una garanzia pari all’importo del vantaggio da assegnare.

Misure per sostenere i prodotti agricoli locali

Il programma può comprendere misure a sostegno della produzione, della trasformazione o della vendita di prodotti agricoli nelle regioni ultraperiferiche.

Ogni misura può comprendere una serie di azioni. Per ogni azione il programma deve definire almeno i beneficiari, le condizioni di ammissibilità e l’importo unitario dell’aiuto assegnato per tale azione.

Controlli e sanzioni

I prodotti soggetti a regime specifico di approvvigionamento sono controllati all’ingresso delle regioni ultraperiferiche, nonché quando vengono esportati o spediti. Qualora non vengano rispettate le norme, le autorità possono ritirare il vantaggio assegnato agli operatori (ossia agricoltori e società agricole) e sospendere temporaneamente/revocare la registrazione di tali operatori.

Le misure a sostegno dei prodotti agricoli locali sono verificate con controlli amministrativi e in loco. In caso di pagamenti errati, il beneficiario interessato è obbligato a rimborsare l’importo in questione.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

A decorrere dal 21.3.2013. Abroga il regolamento (CE) n. 247/2006.

Per ulteriori informazioni consultare i programmi POSEI e le misure specifiche a favore delle isole minori del Mar Egeo sul sito Internet della Commissione europea

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (UE) n. 228/2013

21.3.2013

-

GU L 78 del 20.3.2013, pag. 23-40

Ultimo aggiornamento: 16.03.2015