15.4.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 113/27


Invito a presentare proposte — Programma UE congiunto e armonizzato di inchieste presso le imprese e i consumatori

2014/C 113/07

1.   Obiettivi e descrizione

La Commissione europea bandisce un invito a presentare proposte (rif. ECFIN 2014 001/A4) per la realizzazione di inchieste tra i consumatori nel quadro del programma UE congiunto e armonizzato di inchieste presso le imprese e i consumatori, nei 28 Stati membri dell’UE e nei paesi candidati: Islanda, Montenegro, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Repubblica di Serbia e Turchia.

L’obiettivo del programma è raccogliere dati sulla situazione economica degli Stati membri dell’Unione e dei paesi candidati allo scopo di comparare i loro cicli congiunturali ai fini della gestione dell’Unione economica e monetaria (UEM). Tale programma è divenuto uno strumento indispensabile nella procedura di vigilanza sull’economia nell’ambito dell’UEM, ma anche ai fini generali della politica economica.

Le inchieste sono mirate ai dirigenti del settore manifatturiero (nell’ambito dell’industria e degli investimenti), dell’edilizia, del commercio al dettaglio e dei servizi, nonché ai consumatori. La Commissione intende concludere convenzioni con organismi qualificati perché svolgano una o più delle seguenti inchieste:

inchiesta sull’industria;

inchiesta sugli investimenti;

inchiesta sull’edilizia;

inchiesta sul commercio al dettaglio;

inchiesta sui servizi;

inchiesta sui consumatori;

inchieste ad hoc su temi di attualità economica. Le inchieste ad hoc sono occasionali per definizione e vengono svolte in complemento a quelle mensili utilizzando gli stessi campioni, al fine di ottenere informazioni relative a problematiche specifiche di politica economica.

A questo fine verranno concluse convenzioni quadro di partenariato di una durata massima di sei anni. Nell’ambito di ciascuna convenzione quadro le parti possono concludere sei convenzioni specifiche annuali di sovvenzione.

L’attuazione e la gestione di quest’iniziativa sono di competenza della direzione generale degli Affari economici e finanziari (ECFIN) della Commissione.

2.   Ammissibilità

Nel quadro dell’attuale invito a presentare proposte sono ammissibili solo le domande pervenute da soggetti giuridici stabiliti nei seguenti paesi:

Stati membri dell’UE;

paesi candidati; e

paesi dell’EFTA e del SEE.

3.   Finanziamento e durata del progetto

Lo stanziamento annuale complessivo per tutte le inchieste è all’incirca di 5 620 000 EUR (cinque milioni e seicentoventimila euro). Il contributo dell’UE è limitato a un tasso di cofinanziamento del 50 % dei costi ammissibili per ciascun’inchiesta. La Commissione si riserva il diritto di non assegnare tutti i fondi disponibili.

I beneficiari sono selezionati per un periodo massimo di 6 anni. Possono essere concluse sei convenzioni specifiche annuali di sovvenzione. Nel primo anno, l’azione si estenderà dal 1o maggio 2015 al 30 aprile 2016.

4.   Termine per la presentazione delle domande

Le domande devono essere inviate entro il: 18 giugno 2014.

Indirizzo postale:

Invito a presentare proposte

Rif. ECFIN 2014 001/A4

Commissione europea

Unità ECFIN/R3– Mr J.VERHAEVEN

Ufficio N105 01/034

1049 Bruxelles/Brussels

BELGIQUE/BELGIË

Consegna tramite corriere o di persona:

Invito a presentare proposte

Rif. ECFIN 2014 001/A4

Commissione europea

Unità ECFIN/R3– Mr J.VERHAEVEN

Ufficio N105 01/034

Avenue du Bourget/Bourgetlaan 1

1140 Bruxelles/Brussels (Evere)

BELGIQUE/BELGIË

5.   Altre informazioni

Le specifiche dettagliate dell’invito a presentare proposte, il modulo di domanda e i relativi allegati sono disponibili sul sito europa.eu al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/dgs/economy_finance/procurement_grants/grants/proposals/index_en.htm

Le domande devono essere conformi alle condizioni formali stabilite nelle specifiche dettagliate dell’invito. Le domande vanno inviate in forma scritta in una delle tre lingue ufficiali dell’Unione europea, servendosi del modulo di domanda e, laddove richiesto, di altri moduli standard. Tuttavia si fa presente che l’uso della lingua inglese agevolerebbe la procedura di valutazione. Laddove opportuno, le informazioni complementari ritenute necessarie dal richiedente possono essere incluse su fogli separati.

La valutazione delle proposte si basa sul principio della trasparenza e della parità di trattamento. Tutte le domande saranno esaminate da un comitato di valutazione in base ai criteri di ammissibilità, esclusione, selezione e aggiudicazione, come definito nelle succitate specifiche.