24.11.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 421/63


Ricorso proposto il 17 settembre 2014 — ZZ/Banca centrale europea

(Causa F-95/14)

2014/C 421/93

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: ZZ (rappresentanti: L.Levi e M. Vandenbussche, avvocati)

Convenuta: Banca centrale europea

Oggetto e descrizione della controversia

L’annullamento della decisione del comitato esecutivo della BCE di non accordare al ricorrente un aumento di stipendio supplementare, nel contesto della procedura di revisione annua degli stipendi e dei premi per il 2014.

Conclusioni della ricorrente

Annullare la decisione del comitato direttivo, adottata il 25 febbraio 2014, e comunicata al personale il 3 marzo 2014, di non accordare al ricorrente un aumento di stipendio supplementare per il 2014;

annullare la decisione di rigetto del ricorso speciale datato 1o luglio 2014 e ricevuto l’8 luglio 2014;

se necessario, annullare la decisione del capo dipartimento competente/DG-H di non aver considerato né proposto il ricorrente per un’ASA, comunicato implicitamente con la decisione del comitato esecutivo del 25 febbraio 2014 e con la decisone di rigetto del ricorso speciale del 1o luglio 2014;

condannare il risarcimento del danno materiale consistente nella perdita di un’opportunità di ottenere un’ASA stimata in EUR 54  635 o in alternativa nell’annullamento della procedura sfociata nella decisone del 25 febbraio 2014 e nell’organizzazione da parte della BCE di una nuova procedura a titolo della concessione di aumenti di stipendio supplementari per il 2014;

condannare la convenuta a risarcire il danno morale stimato ex aequo et bono in EUR 5  000;

condannare la BCE alle spese.