24.6.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 194/15


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Raad van State (Paesi Bassi) il 4 aprile 2014 — A e a., altra parte: Minister van Buitenlandse Zaken

(Causa C-158/14)

2014/C 194/19

Lingua processuale: il neerlandese

Giudice del rinvio

Raad van State

Parti

Ricorrenti: A, B, C, D

Altra parte: Minister van Buitenlandse Zaken

Questioni pregiudiziali

1)

Se gli appellanti nel procedimento di cui trattasi, anche in considerazione dell’articolo 47 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (1), sarebbero senz’altro stati legittimati a presentare personalmente dinanzi al Tribunale, in forza dell’articolo 263 del TFUE, un ricorso di annullamento del regolamento di attuazione n. 610/2010 (2), nella misura in cui esso dispone l’iscrizione della LTTE nell’elenco, di cui all’articolo 2, paragrafo 3, del regolamento n. 2580/2001 (3).

2)

a.

Se atti di forze armate durante un conflitto armato, ai sensi del diritto internazionale umanitario, anche alla luce del considerando 11 della decisione quadro 2002/475/GAI (4), possano essere reati terroristici ai sensi di detta decisione quadro.

b.

In caso di risposta affermativa alla questione 2a), se atti di forze armate durante un conflitto armato, ai sensi del diritto internazionale umanitario, siano atti terroristici ai sensi della posizione comune 2001/931/PESC (5) e del regolamento n. 2580/2001.

3)

Se gli atti posti a fondamento del regolamento di attuazione n. 610/2010, nella misura in cui esso dispone l’iscrizione della LTTE nell’elenco di cui all’articolo 2, paragrafo 3, del regolamento n. 2580/2001, siano atti di forze armate durante un conflitto armato ai sensi del diritto internazionale umanitario.

4)

Se, anche alla luce delle risposte date alle questioni 1, 2a, 2b e 3, il regolamento di attuazione n. 610/2010, nella misura in cui esso dispone l’iscrizione della LTTE nell’elenco di cui all’articolo 2, paragrafo 3, del regolamento n. 2580/2001, sia invalido.

5)

In caso di risposta affermativa alla questione 4, se detta invalidità valga dunque anche per le decisioni del Consiglio anteriori e posteriori di attualizzazione dell’elenco, di cui all’articolo 2, paragrafo 3, del regolamento n. 2580/2001, nella misura in cui esse dispongono l’iscrizione della LTTE in detto elenco.


(1)  GU 2000, C 364, pag. 1.

(2)  Regolamento di esecuzione (UE) n. 610/2010 del Consiglio, del 12 luglio 2010, che attua l'articolo 2, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 2580/2001 relativo a misure restrittive specifiche, contro determinate persone e entità, destinate a combattere il terrorismo e abroga il regolamento di esecuzione (UE) n. 1285/2009 (GU L 178, pag. 1).

(3)  Regolamento (CE) n. 2580/2001 del Consiglio, del 27 dicembre 2001, relativo a misure restrittive specifiche, contro determinate persone e entità, destinate a combattere il terrorismo (GU L 344, pag. 70).

(4)  Decisione quadro del Consiglio, del 13 giugno 2002, sulla lotta contro il terrorismo (GU L 164, pag. 3).

(5)  Posizione comune del Consiglio, del 27 dicembre 2001, relativa all'applicazione di misure specifiche per la lotta al terrorismo (GU L 344, pag. 93).