22.3.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 85/16


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Finanzgericht Hamburg (Germania) il 7 gennaio 2014 — Kernkraftwerke Lippe-Ems GmbH/Hauptzollamt Osnabrück

(Causa C-5/14)

2014/C 85/29

Lingua processuale: il tedesco

Giudice del rinvio

Finanzgericht Hamburg

Parti nel procedimento principale

Ricorrente: Kernkraftwerke Lippe-Ems GmbH

Convenuto: Hauptzollamt Osnabrück

Questioni pregiudiziali

1)

Se l’articolo 267, secondo comma e, in combinato disposto, primo comma, lettera b), del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) autorizzi il giudice di uno Stato membro a sottoporre alla Corte di giustizia dell’Unione europea delle questioni vertenti sull’interpretazione del diritto dell’Unione dinanzi ad esso sollevate in relazione alla legittimità di una legge nazionale, anche nel caso in cui tale giudice non soltanto — da un lato — dubiti della conformità della legge nazionale al diritto dell’Unione, ma anche — dall’altro lato — sia giunto alla convinzione che la legge nazionale contrasta con la Costituzione nazionale ed abbia perciò, nel quadro di una causa parallela, già adito il giudice costituzionale competente in via esclusiva in base al diritto nazionale a statuire sull’illegittimità costituzionale delle leggi, il quale deve però ancora pronunciarsi.

In caso di risposta affermativa alla prima questione:

2)

Se le direttive 2008/118/CE (1) e 2003/96/CE (2), emanate al fine di armonizzare le accise e la tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità nell’Unione, ostino all’introduzione di un’imposta nazionale gravante sui combustibili nucleari utilizzati per la produzione commerciale di elettricità. Se abbia rilevanza, a tal fine, la questione se ci si possa attendere che l’imposta nazionale venga traslata sul consumatore attraverso il prezzo dell’elettricità, ed eventualmente cosa debba intendersi per traslazione.

3)

Se un’impresa possa opporsi a un’imposta che uno Stato membro applica, per ricavarne introiti, sull’impiego di combustibili nucleari ai fini della produzione commerciale di elettricità, adducendo che l’applicazione dell’imposta integra un aiuto di Stato contrario al diritto dell’Unione ai sensi dell’articolo 107 TFUE.

In caso di risposta affermativa alla questione che precede:

Se il Kernbrennstoffsteuergesetz [legge tedesca sull’imposta sui combustibili nucleari], a norma del quale, al fine di ricavare introiti, un’imposta viene applicata soltanto nei confronti delle imprese che producono elettricità per scopi commerciali utilizzando combustibili nucleari, costituisca un aiuto di Stato ai sensi dell’articolo 107 TFUE. Quali circostanze debbano essere prese in considerazione al fine di verificare se altre imprese, in capo alle quali l’imposta non è riscossa nello stesso modo, si trovino in una situazione paragonabile sotto il profilo di fatto e di diritto.

4)

Se l’applicazione dell’imposta tedesca sui combustibili nucleari violi il Trattato che istituisce la Comunità europea dell’energia atomica (Trattato CEEA).


(1)  Direttiva 2008/118/CE del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativa al regime generale delle accise e che abroga la direttiva 92/12/CEE (GU L 2009, L 9, pag. 12).

(2)  Direttiva 2003/96/CE del Consiglio, del 27 ottobre 2003, che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e dell'elettricità (GU L 283, pag. 51).