19.10.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 346/21


Sentenza del Tribunale del 9 settembre 2015 — Toshiba/Commissione

(Causa T-104/13) (1)

((«Concorrenza - Intese - Mercato mondiale dei tubi catodici per schermi di televisori e computer - Decisione che dichiara un’infrazione all’articolo 101 TFUE e all’articolo 53 dell’accordo SEE - Accordi e pratiche concordate in materia di prezzi, di ripartizione dei mercati, di capacità e di produzione - Prova della partecipazione all’intesa - Infrazione unica e continua - Imputabilità dell’infrazione - Controllo congiunto - Ammende - Competenza del Tribunale estesa al merito»))

(2015/C 346/23)

Lingua processuale: l’inglese

Parti

Ricorrente: Toshiba Corp. (Tokio, Giappone) (rappresentanti: avv. J. MacLennan, solicitor, J. Jourdan, A. Schulz e P. Berghe, avocats)

Convenuta: Commissione europea (rappresentanti: M. Biolan, V. Bottka e M. Kellerbauer, agenti)

Oggetto

Domanda di annullamento della decisione C (2012) 8839 final della Commissione, del 5 dicembre 2012, relativa a un procedimento a norma dell'articolo 101 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dell'articolo 53 dell'accordo SEE (caso COMP/39.437 — Tubi catodici per schermi di televisori e computer), nella parte in cui riguarda la ricorrente, nonché, in subordine, domanda di soppressione o di riduzione dell’importo dell’ammenda inflittale.

Dispositivo

1)

L’articolo 1, paragrafo 2, lettera d), della decisione C (2012) 8839 final della Commissione, del 5 dicembre 2012, relativa a un procedimento a norma dell'articolo 101 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dell'articolo 53 dell'accordo SEE (caso COMP/39.437 — Tubi catodici per schermi di televisori e computer), è parzialmente annullato nella parte in cui dichiara che la Toshiba Corp. ha partecipato ad un’intesa mondiale sul mercato dei tubi catodici per televisori a colori, dal 16 maggio 2000 al 31 marzo 2003.

2)

L’articolo 2, paragrafo 2, lettera g), di tale decisione è annullato nella parte in cui infligge un’ammenda di EUR 28 048 000 alla Toshiba per la sua partecipazione diretta ad un’intesa mondiale sul mercato dei tubi catodici per televisori a colori.

3)

L’importo dell’ammenda inflitta a Toshiba all’articolo 2, paragrafo 2, lettera h), della decisione in causa, congiuntamente e in solido con la Panasonic Corp. e la MT Picture Display Co. Ltd, è fissato in EUR 82 826 000.

4)

Per il resto, il ricorso è respinto.

5)

Ciascuna parte sopporta le proprie spese.


(1)  GU C 114 del 20/4/2013.