26.1.2008   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 22/32


Ricorso proposto il 21 novembre 2007 — Commissione delle Comunità europee/Regno del Belgio

(Causa C-510/07)

(2008/C 22/58)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: Commissione delle Comunità europee (rappresentanti: G. Rozet e B. Schima, agenti)

Convenuto: Regno del Belgio

Conclusioni del ricorrente

dichiarare che il Regno del Belgio, non avendo adottato tutte le disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative per mantenere, sul territorio della Comunità, in modo permanente, il livello di scorte di prodotti petroliferi per la seconda categoria di prodotti petroliferi elencata dall'art. 2, è venuto meno agli obblighi ad esso incombenti ai sensi dell'art. 1, n. 1, della direttiva del Consiglio 20 dicembre 1968, 68/414/CEE, che stabilisce l'obbligo per gli Stati Membri della CEE di mantenere un livello minimo di scorte di petrolio greggio e/o di prodotti petroliferi (1)

condannare il Regno del Belgio alle spese.

Motivi e principali argomenti

Con il suo ricorso, la Commissione censura alla parte convenuta di non rispettare, frequentemente, l'obbligo di mantenere scorte di prodotti petroliferi, previsto dalla direttiva 68/414/CEE, come modificata e poi codificata dalla direttiva del Consiglio 24 luglio 2006, 2006/67/CE (2), con riguardo ai prodotti della seconda categoria prevista da tale direttiva, vale a dire gasoli, oli per motori diesel, petrolio lampante e carburanti per motori d'aviazione a reazione del tipo cherosene. La Commissione rileva in particolare, al riguardo, che sussiste uno sfrido talvolta rilevante tra le cifre relative al consumo interno dei prodotti in oggetto forniti dalla parte convenuta nell'ambito delle sue note mensili ed i dati di cui la Commissione dispone mediante Eurostat.


(1)  GU L 38, pag. 14.

(2)  GU L 217, pag. 8.