Parole chiave
Massima

Parole chiave

Ravvicinamento delle legislazioni - Regime fiscale comune applicabile alle società capogruppo e consociate di Stati membri diversi - Direttiva 90/435 - Esenzione, nello Stato membro della consociata, dalla ritenuta alla fonte degli utili distribuiti alla società capogruppo - Ritenuta alla fonte - Nozione - Caso di specie

(Direttiva del Consiglio 90/435/CEE, art. 5, n. 1)

Massima

$$Si configura una ritenuta alla fonte, ai sensi dell'art. 5, n. 1, della direttiva 90/435, concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi, il quale prevede l'esenzione dalla ritenuta alla fonte degli utili distribuiti da una consociata alla sua capogruppo che detiene una partecipazione minima del 25% nel capitale della consociata, qualora una disposizione di legge nazionale preveda - in caso di distribuzione di utili da parte di una consociata (società per azioni o società analoga) alla società capogruppo - che, per determinare il reddito imponibile della consociata, siano reincorporati nella base imponibile gli utili netti complessivi realizzati da quest'ultima, compresi i redditi assoggettati ad imposizione speciale comportante estinzione del debito fiscale nonché i redditi non imponibili, mentre i redditi rientranti in tali due categorie non sarebbero imponibili, in base alla legge nazionale, se fossero rimasti presso la consociata e non fossero stati distribuiti alla capogruppo.

Infatti, tale imposizione ha come fatto generatore il versamento di dividendi ed è in rapporto diretto con l'entità della distribuzione operata.

( v. punti 28, 33 e dispositivo )