12.5.2021   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

L 167/6


REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2021/776 DELLA COMMISSIONE

dell'11 maggio 2021

che stabilisce i modelli per determinati moduli nonché le norme tecniche per l'efficace scambio di informazioni a norma del regolamento (UE) 2018/1672 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai controlli sul denaro contante in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (UE) 2018/1672 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2018, relativo ai controlli sul denaro contante in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione e che abroga il regolamento (CE) n. 1889/2005 (1), in particolare l'articolo 16, paragrafo 1, lettere a), c), d) ed e),

considerando quanto segue:

1)

Il regolamento (UE) 2018/1672 prevede un sistema di controlli sul denaro contante accompagnato o non accompagnato di valore pari o superiore a 10 000 EUR in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione, a integrazione del quadro giuridico per la prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo di cui alla direttiva (UE) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio (2).

2)

Oltre ai dati di cui all'articolo 3, paragrafo 2, e all'articolo 4, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2018/1672, nel modulo pertinente dovrebbero essere inclusi i seguenti dati specifici per identificare il portatore, il dichiarante, il proprietario, il mittente o il destinatario, a seconda dei casi: numeri di identificazione personale e genere per le persone fisiche, numero di registrazione e numero di identificazione degli operatori economici, nome del registro e paese di registrazione per le persone giuridiche, paese di rilascio e data di rilascio dei documenti di identificazione, numero di telefono e indirizzo di posta elettronica come dati di contatto, numero di riferimento e società di trasporto per i mezzi di trasporto. L'inclusione di tali dati è necessaria per ridurre il rischio di errori relativi all'identità e di ritardi in caso di verifica successiva, nonché ai fini dell'analisi del rischio e per migliorare l'efficacia del quadro comune di gestione dei rischi di cui all'articolo 5, paragrafo 4, del regolamento (UE) 2018/1672.

3)

Per rimediare ai casi in cui vi siano più proprietari, destinatari o destinatari previsti o diversi tipi di denaro contante e lo spazio disponibile nel modulo di dichiarazione o nel modulo informativo non sia sufficiente, i dichiaranti dovrebbero essere tenuti a utilizzare pagine supplementari da allegare al modulo come parte integrante dello stesso. Per garantire un approccio armonizzato per quanto concerne l'applicazione dei controlli e l'elaborazione, la trasmissione e l'analisi delle dichiarazioni da parte delle autorità competenti in tutti gli Stati membri, è opportuno stabilire modelli per le pagine supplementari.

4)

Affinché le autorità competenti possano trasmettere le informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 3, del regolamento (UE) 2018/1672 alle autorità competenti degli altri Stati membri e, se del caso, alla Commissione, alla Procura europea e a Europol, ove siano competenti ad agire, è opportuno stabilire il modello per il modulo da utilizzare per la trasmissione di tali informazioni. Scopo di tale modulo è garantire la raccolta accurata e uniforme e la trasmissione effettiva delle informazioni ottenute a norma dell'articolo 5, paragrafo 3, dell'articolo 6, paragrafo 1, o dell'articolo 6, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2018/1672 e delle dichiarazioni ottenute a norma dell'articolo 3 o 4 di tale regolamento, qualora vi siano indizi che denotino la correlazione tra il denaro contante e le attività criminose. Inoltre il modulo dovrebbe essere utilizzato per la trasmissione di informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio, di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), di detto regolamento.

5)

A causa del diverso contenuto delle informazioni da trasmettere e della diversa frequenza di trasmissione, il modulo dovrebbe essere costituito da due parti. La prima parte del modulo è destinata alla trasmissione delle informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettere a), b) e c), del regolamento. Come parte integrante di tale modulo riservato all'ufficio ADM le autorità competenti dovrebbero trasmettere anche, in funzione delle circostanze di fatto, una dichiarazione d'ufficio redatta a norma dell'articolo 5, paragrafo 3, la registrazione delle informazioni a norma dell'articolo 6, paragrafo 1, o dell'articolo 6, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2018/1672, e le dichiarazioni ottenute a norma degli articoli 3 e 4 di tale regolamento qualora vi siano indizi che denotino la correlazione tra il denaro contante e le attività criminose. Al fine di garantire una registrazione uniforme delle informazioni a norma dell'articolo 6, paragrafo 1, o dell'articolo 6, paragrafo 2, di detto regolamento, le autorità competenti dovrebbero utilizzare gli stessi moduli per registrare i dati necessari. La seconda parte del modulo è destinata alla trasmissione periodica di informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio a norma dell'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) 2018/1672.

6)

Al fine di attuare la trasmissione tecnica per via elettronica delle informazioni di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2018/1672 fra le autorità competenti di ciascuno Stato membro e l'Unità di informazione finanziaria del rispettivo Stato membro, è necessario stabilire norme tecniche per lo scambio continuo di informazioni attraverso il sistema di informazione doganale (SID) istituito a norma del regolamento (CE) n. 515/97 del Consiglio (3). Tali norme mirano a ridurre l'onere amministrativo a carico degli Stati membri. Le stesse norme dovrebbero applicarsi alla trasmissione delle informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettere a), b) e c), del regolamento (UE) 2018/1672. Anche la trasmissione delle informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) 2018/1672 dovrebbe essere effettuata tramite il SID conformemente al regolamento (CE) n. 515/97.

7)

Per consentire alle autorità competenti di ciascuno Stato membro di trasmettere alla Commissione i dati statistici anonimi riguardanti le dichiarazioni, i controlli e le infrazioni di cui all'articolo 18, paragrafo 1, lettera c), del regolamento (UE) 2018/1672, è opportuno stabilire delle norme. Ai fini del regolamento (UE) 2018/1672, la messa a disposizione della Commissione delle informazioni pertinenti in formato elettronico dovrebbe essere considerato uno scambio di informazioni sufficiente, senza richiedere l'adozione del formato di cui all'articolo 16, paragrafo 1, lettera e), del regolamento (UE) 2018/1672.

8)

Dato che il regolamento (UE) 2018/1672 si applica a decorrere dal 3 giugno 2021, il presente regolamento dovrebbe applicarsi a decorrere dalla stessa data.

9)

Ove, ai fini del presente regolamento, sia necessario trattare dati personali, tale trattamento dovrebbe avvenire conformemente al diritto dell'Unione applicabile in materia di protezione dei dati personali. Qualsiasi trattamento di dati personali basato sul presente regolamento è soggetto rispettivamente ai regolamenti (UE) 2016/679 (4) e (UE) 2018/1725 (5) del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il trattamento da parte delle autorità competenti degli Stati membri e il trattamento nell'ambito del SID.

10)

Conformemente all'articolo 42, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2018/1725, il Garante europeo della protezione dei dati è stato consultato e ha formulato il suo parere il 12 febbraio 2021.

11)

Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato di controllo sul denaro contante istituito dal regolamento (UE) 2018/1672,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1

Modulo di dichiarazione

Il modulo di dichiarazione di cui all'articolo 3, paragrafo 3, del regolamento (UE) 2018/1672 («modulo di dichiarazione») è conforme al modello di cui all'allegato I, parte 1, del presente regolamento ed è compilato conformemente alle istruzioni per la compilazione ivi specificate.

Articolo 2

Modulo informativo

Il modulo informativo di cui all'articolo 4, paragrafo 3, del regolamento (UE) 2018/1672 («modulo informativo») è conforme al modello di cui all'allegato I, parte 2, del presente regolamento ed è compilato conformemente alle istruzioni per la compilazione ivi specificate.

Articolo 3

Pagine supplementari dei moduli

Se lo spazio disponibile nel modulo di dichiarazione o nel modulo informativo, a seconda dei casi, non è sufficiente, si utilizzano pagine supplementari in conformità ai modelli figuranti rispettivamente nell'allegato I, parte 3 o parte 4. Se allegate a un modulo di dichiarazione o a un modulo informativo, le pagine supplementari sono considerate parte integrante dello stesso.

Articolo 4

Moduli riservati all'ufficio ADM

1.   Le autorità competenti utilizzano il modulo riservato all'ufficio ADM di cui al modello figurante nell'allegato II, parte 1, del presente regolamento per registrare e trasmettere le informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettere a), b) e c), del regolamento (UE) 2018/1672.

2.   Se l'obbligo di dichiarazione del denaro contante accompagnato di cui all'articolo 3 del regolamento (UE) 2018/1672 o l'obbligo di informativa per il denaro contante non accompagnato di cui all'articolo 4 di tale regolamento non è stato assolto e le autorità competenti sono tenute, a norma dell'articolo 5, paragrafo 3, di tale regolamento, a redigere una dichiarazione d'ufficio, esse utilizzano il modello di cui all'allegato I, parte 1 o parte 2, del presente regolamento e, se necessario ai sensi dell'articolo 3 del presente regolamento, il modello di cui alla parte 3 o alla parte 4 di tale allegato. Una dichiarazione redatta a norma del presente paragrafo è allegata al modulo riservato all'ufficio ADM di cui al paragrafo 1 e con esso trasmessa.

3.   Qualora individuino un portatore con denaro contante di importo inferiore alla soglia di cui all'articolo 3 del regolamento (UE) 2018/1672 e vi siano indizi che denotino la correlazione tra tale denaro e le attività criminose, le autorità competenti utilizzano il modello di cui all'allegato I, parte 1, del presente regolamento e, se necessario ai sensi dell'articolo 3 del presente regolamento, il modello di cui alla parte 3 di tale allegato per registrare tali informazioni. Una registrazione delle informazioni a norma del presente paragrafo è allegata al modulo riservato all'ufficio ADM di cui al paragrafo 1 e con esso trasmessa.

4.   Qualora rilevino che denaro contante non accompagnato di importo inferiore alla soglia di cui all'articolo 4 del regolamento (UE) 2018/1672 entra nell'Unione o esce dall'Unione e vi siano indizi che denotino la correlazione tra tale denaro e le attività criminose, le autorità competenti utilizzano il modello di cui all'allegato I, parte 2, del presente regolamento e, se necessario ai sensi dell'articolo 3 del presente regolamento, il modello di cui alla parte 4 di tale allegato per registrare tali informazioni. Una registrazione delle informazioni a norma del presente paragrafo è allegata al modulo riservato all'ufficio ADM di cui al paragrafo 1 e con esso trasmessa.

5.   Qualora rilevino che in relazione a una dichiarazione ottenuta a norma dell'articolo 3 o 4 del regolamento (UE) 2018/1672 vi siano indizi che denotino una correlazione tra il denaro contante e le attività criminose, le autorità competenti allegano la dichiarazione al modulo riservato all'ufficio ADM di cui al paragrafo 1 e la trasmettono con questo.

6.   Le autorità competenti utilizzano il modulo riservato all'ufficio ADM per la trasmissione delle informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio conformemente al modello figurante nell'allegato II, parte 2, del presente regolamento per registrare le informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) 2018/1672.

Articolo 5

Scambio di informazioni attraverso il sistema di informazione doganale

1.   Le autorità competenti trasmettono le informazioni registrate a norma degli articoli 3 e 4, dell'articolo 5, paragrafo 3, e dell'articolo 6 del regolamento (UE) 2018/1672 al sistema di informazione doganale (SID) secondo una delle seguenti modalità:

a)

inserendo manualmente le informazioni attraverso l'interfaccia web utente del SID;

b)

esportando le informazioni dal sistema o dai sistemi nazionali e importandole nel SID utilizzando il formato di dati XML del SID;

c)

collegando il sistema o i sistemi nazionali direttamente al SID tramite un'interfaccia di sistema fornita dal SID.

2.   Le autorità competenti inviano le informazioni di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2018/1672 all'Unità di informazione finanziaria (UIF) dello Stato membro in cui sono state ottenute trasmettendole al SID in conformità al paragrafo 1.

3.   Le autorità competenti inviano le informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettere a), b) e c), del regolamento (UE) 2018/1672 agli altri Stati membri trasmettendole al SID in conformità al paragrafo 1.

4.   Le autorità competenti trasmettono alle autorità competenti degli altri Stati membri per via elettronica, tramite il SID, le informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) 2018/1672.

5.   Le autorità competenti mettono le informazioni di cui all'articolo 10, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2018/1672 a disposizione dei destinatari di cui all'articolo 10, paragrafo 2, di tale regolamento trasmettendole al SID in conformità ai paragrafi 3 e 4 del presente articolo, rispettivamente, qualora vi siano indizi che denotino la correlazione tra il denaro contante e attività criminose che potrebbero ledere gli interessi finanziari dell'Unione.

6.   La data della trasmissione elettronica a norma dei paragrafi 1, 2, 3 e 4 del presente articolo è considerata la data di trasmissione delle informazioni ai fini dell'articolo 9, paragrafo 3, e dell'articolo 10, paragrafi 4 e 5, del regolamento (UE) 2018/1672.

Articolo 6

Dati statistici anonimi

1.   La fonte dei statistici anonimi è costituita dalle dichiarazioni, dalle dichiarazioni informative, dalle dichiarazioni d'ufficio a norma dell'articolo 5, paragrafo 3, del regolamento (UE) 2018/1672, dalle registrazioni a norma dell'articolo 6 di tale regolamento e da qualsiasi altra informazione disponibile nel SID.

2.   La trasmissione delle informazioni al SID in modo da renderle disponibili alla Commissione è considerata una trasmissione delle informazioni pertinenti ai sensi dell'articolo 18, paragrafo 1, lettera c), del regolamento (UE) 2018/1672.

3.   Gli Stati membri provvedono a trasmettere al SID le informazioni relative a tutte le dichiarazioni, i controlli e le infrazioni nel periodo di riferimento in questione e informano immediatamente la Commissione qualora i dati del SID siano soggetti a revisione.

Articolo 7

Entrata in vigore e applicazione

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Esso si applica a decorrere dal 3 giugno 2021.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, l'11 maggio 2021

Per la Commissione

La presidente

Ursula VON DER LEYEN


(1)  GU L 284 del 12.11.2018, pag. 6.

(2)  Direttiva (UE) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 maggio 2015, relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo, che modifica il regolamento (UE) n. 648/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e la direttiva 2006/70/CE della Commissione (GU L 141 del 5.6.2015, pag. 73).

(3)  Regolamento (CE) n. 515/97 del Consiglio, del 13 marzo 1997, relativo alla mutua assistenza tra le autorità amministrative degli Stati membri e alla collaborazione tra queste e la Commissione per assicurare la corretta applicazione delle normative doganale e agricola (GU L 82 del 22.3.1997, pag. 1).

(4)  Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati) (GU L 119 del 4.5.2016, pag. 1).

(5)  Regolamento (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2018, sulla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell’Unione e sulla libera circolazione di tali dati, e che abroga il regolamento (CE) n. 45/2001 e la decisione n. 1247/2002/CE (GU L 295 del 21.11.2018, pag. 39).


ALLEGATO I

PARTE 1

Image 1

Image 2

Image 3

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

INFORMAZIONI GENERALI

L'obbligo di dichiarare il denaro contante in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione fa parte della strategia dell'UE per prevenire il riciclaggio e lottare contro il finanziamento del terrorismo. Il presente modulo di dichiarazione deve essere compilato in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione quando si trasportano 10 000 EUR o più (oppure l'equivalente in altre valute) in contante (articolo 3 del regolamento (UE) 2018/1672 del Parlamento europeo e del Consiglio).

Se le informazioni fornite sono errate o incomplete o se il denaro contante non è messo a disposizione a fini di controllo, si ritiene che il portatore non abbia soddisfatto i suoi obblighi ed è passibile di sanzioni a norma della legislazione nazionale vigente.

Le informazioni e i dati personali sono registrati e trattati dalle autorità competenti e sono messi a disposizione dell'Unità di informazione finanziaria (UIF) ai sensi dell'articolo 9 del regolamento (UE) 2018/1672. Nei casi di cui agli articoli 10 e 11 di detto regolamento, i dati saranno anche messi a disposizione delle autorità ivi menzionate. Le autorità competenti dello Stato membro in cui è presentata la dichiarazione agiscono in qualità di controllori dei dati personali ottenuti e conservano i dati personali raccolti conformemente a quanto disposto all'articolo 13 del regolamento (UE) 2018/1672, di norma per cinque anni. Il trattamento dei dati personali è effettuato al solo scopo di prevenzione e di lotta alle attività criminose. Per maggiori informazioni, anche in materia di diritti, cfr. l'allegata informativa sulla privacy o il link alle informazioni online sulla protezione dei dati dello Stato membro.

SPIEGAZIONE DEI TERMINI USATI A NORMA DEL REGOLAMENTO (UE) 2018/1672

Portatore : qualunque persona fisica che, in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione, porti denaro contante con sé, nel bagaglio o nel mezzo di trasporto.

Valuta: banconote e monete che sono in circolazione come mezzo di scambio, o che lo sono state e possono ancora essere scambiate, tramite istituti finanziari o banche centrali, con banconote e monete che sono in circolazione come mezzo di scambio.

Strumenti negoziabili al portatore: strumenti diversi dalla valuta che autorizzano i loro portatori a esigere il pagamento di una somma di denaro dietro presentazione degli stessi, senza dover provare la propria identità o diritto di disporne. Tali strumenti sono:

a)

assegni turistici (o "traveller's cheque"); [e]

b)

assegni, vaglia cambiari o ordini di pagamento emessi al portatore, firmati ma privi del nome del beneficiario, girati senza restrizioni, a favore di un beneficiario fittizio, ovvero emessi altrimenti in forma tale che il relativo titolo passi all'atto della consegna.

Beni utilizzati come riserve altamente liquide di valore:

a)

monete con un tenore in oro di almeno il 90 %; [e]

b)

lingotti sotto forma di barre, pepite o aggregati con un tenore in oro di almeno il 99,5 %.

Tutti i campi del modulo sono obbligatori e devono essere compilati. I campi del modulo contrassegnati da un asterisco (*) devono essere compilati se le informazioni sono pertinenti o disponibili.

Tutti i campi in bianco devono essere compilati in maiuscole con inchiostro scuro. I moduli non devono contenere parole depennate o sovrascritte né altre alterazioni.

Le parti contrassegnate dalla dicitura "riservato all'ufficio ADM" devono restare in bianco.

Se disponibili, si devono inserire il numero identificativo personale (per es. codice fiscale, numero nazionale, identificativo personale unico), l'indirizzo, il CAP, il numero di telefono e l'indirizzo di posta elettronica. Se non disponibile, indicare "N/D".

Se del caso, si devono inserire il numero di identificazione IVA e il numero di registrazione e identificazione degli operatori economici (numero EORI, numero unico in tutta l'UE, assegnato da un'autorità doganale di uno Stato membro agli operatori economici che svolgono attività doganali). Se non disponibile, indicare "N/D".

Se il portatore non conosce tali informazioni, indicare "sconosciuto".

Il modulo deve essere compilato in una delle lingue ufficiali dell'UE accettata dalle autorità competenti dello Stato membro in cui si effettua la dichiarazione.

Sezione 1: Entrata nell'UE o uscita dall'UE

Spuntare la casella corrispondente per indicare se il portatore entra nell'UE o ne esce. Tale dichiarazione è richiesta anche nel caso in cui il portatore transiti nell'UE.

Sezione 2: Dettagli relativi al portatore del denaro contante

I dati personali del portatore devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Se il portatore del denaro contante non è giuridicamente capace di firmare la dichiarazione, questa è presentata dal suo rappresentante legale.

Sezione 3: Dettagli relativi al trasporto

Si devono fornire le informazioni relative al paese di prima partenza, al paese di destinazione finale e ai mezzi di trasporto. Se del caso si devono fornire le informazioni relative ai paesi di transito attraverso i quali il portatore trasferisce il denaro contante, precisando la società di trasporti.

Spuntare la casella "AEREO" in caso di entrata nell'UE o uscita dall'UE per via aerea. Si deve precisare il tipo di aeromobile (volo commerciale, volo privato, altro). Nel campo "Numero di riferimento" si deve indicare il numero di volo o il numero di registrazione dell'aeromobile (in caso di volo privato).

Spuntare la casella "MARITTIMO/FLUVIALE" in caso di entrata nell'UE o uscita dall'UE per via fluviale o marittima. Si deve precisare il tipo di imbarcazione (imbarcazione commerciale, imbarcazione privata, altro). Nel campo "Numero di riferimento" si deve indicare il nome dell'imbarcazione e nel campo "Società di trasporti" si devono indicare i dettagli relativi alla società di navigazione.

Spuntare la casella "STRADALE" in caso di entrata nell'UE o uscita dall'UE con ogni tipo di veicolo stradale a motore. Si deve precisare il tipo di trasporto stradale (camion, automobile, autobus, altro). Nel campo "Numero di riferimento" si devono indicare il codice paese e la targa di immatricolazione del veicolo.

Spuntare la casella "FERROVIARIO" in caso di entrata nell'UE o uscita dall'UE per ferrovia. Nel campo "Numero di riferimento" si deve indicare il numero del treno e nel campo "Società di trasporti" si deve indicare la società ferroviaria.

Spuntare la casella "Altro" se non si usa nessuno di questi mezzi di trasporto e precisare il tipo di trasporto (per es. traffico pedonale, bicicletta).

Sezione 4: Dettagli del denaro contante

In questa sezione si deve inserire l'importo totale di denaro contante portato dal portatore. "Denaro contante" è definito in "Informazioni generali". Si deve compilare almeno una delle opzioni [i) valuta, ii) strumenti negoziabili al portatore o iii) beni utilizzati come riserve altamente liquide di valore].

Se lo spazio nel modulo di dichiarazione è insufficiente, si devono utilizzare pagine supplementari per comunicare i dettagli relativi al denaro contante. Tutte le informazioni fornite costituiscono un'unica dichiarazione e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 5: Provenienza economica e uso previsto del denaro contante

Si deve sempre compilare la sottosezione 5.A se il portatore è un proprietario unico o se vi è solo un proprietario per indicare la provenienza economica pertinente.

Si deve sempre compilare la sottosezione 5.B se il portatore è anche il proprietario unico e l'unico destinatario previsto o se vi è un destinatario unico per indicare l'uso previsto del denaro contante.

È possibile selezionare più di un'opzione in ogni sottosezione. Se nessuna opzione è pertinente, spuntare la casella "altro" e precisare i dettagli.

Se vi è più di un proprietario o più di un destinatario previsto, le informazioni pertinenti relative alla provenienza economica e all'uso previsto del denaro contante per i proprietari e/o i destinatari previsti devono essere inserite in pagine supplementari come precisato oltre. In tal caso spuntare la casella "altro" e indicare "pagine supplementari".

Sezione 6: Proprietario del denaro contante

Proprietario unico

Se il portatore è l'unico proprietario del denaro contante, spuntare la casella appropriata e proseguire alla sezione 7.

Se il portatore non è l'unico proprietario, precisare se questo è una persona fisica o una persona giuridica e spuntare la casella appropriata. Le informazioni devono essere inserite nella sottosezione 6.A se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione 6.B se si tratta di una persona giuridica. Proseguire alla sezione 7. Se il portatore è una persona fisica, i dati personali devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Più di un proprietario

Se vi è più di un proprietario, il numero totale di proprietari deve essere indicato nell'apposita casella. Si devono inserire in pagine supplementari distinte i dettagli relativi a ogni proprietario supplementare, compresi l'importo del denaro contante, la sua provenienza economica e l'uso previsto. Se uno dei proprietari è il portatore, si deve compilare una pagina supplementare anche per quest'ultimo, precisando l'importo del denaro contante di proprietà del portatore nonché la sua provenienza economica e il suo uso previsto. Tutte le informazioni fornite costituiscono un'unica dichiarazione e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 7: Destinatario previsto del denaro contante

Unico destinatario previsto

Selezionare se il portatore è l'unico destinatario previsto del denaro contante. In tal caso spuntare la casella appropriata e proseguire alla sezione 8.

Se il portatore non è l'unico destinatario previsto, spuntare la casella appropriata per precisare se l'unico destinatario previsto è un'altra persona fisica o una persona giuridica. Le informazioni devono essere inserite nella sottosezione 7.A se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione 7.B se si tratta di una persona giuridica. Proseguire alla sezione 8. In caso di persona fisica, i dati personali devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Più di un destinatario previsto

Se vi è più di un destinatario previsto, il numero totale di destinatari previsti deve essere indicato nell'apposita casella. Si devono compilare pagine supplementari distinte per ogni destinatario previsto inserendo i dettagli di ognuno, l'importo del denaro contante da ricevere e il suo uso previsto. Se uno dei destinatari previsti è il portatore, si deve compilare una pagina supplementare anche per quest'ultimo, precisando l'importo del denaro ricevuto dal portatore e il suo uso previsto. Tutte le informazioni fornite costituiscono un'unica dichiarazione e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 8: Firma

Inserire data, luogo e nome e firmare il modulo di dichiarazione. Indicare il numero totale di pagine supplementari utilizzate. In caso negativo, indicare zero (0). Il portatore può spuntare la casella appropriata per richiedere una copia della dichiarazione con attestazione del ricevimento.

PARTE 2

Image 4

Image 5

Image 6

Image 7

Image 8

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

INFORMAZIONI GENERALI

L'obbligo di dichiarare su richiesta il denaro contante in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione fa parte della strategia dell'UE per prevenire il riciclaggio e lottare contro il finanziamento del terrorismo. Il modulo di dichiarazione a scopo informativo deve essere compilato nel caso in cui denaro contante non accompagnato di importo pari o superiore a 10 000 EUR (oppure l'equivalente in altre valute) entra nell'Unione o esce dall'Unione, e le autorità competenti dello Stato membro attraverso il quale il denaro entra nell'UE o esce dall'UE possono imporre al mittente o al destinatario del denaro contante o al relativo rappresentante, a seconda del caso, di presentare una dichiarazione a scopo informativo, entro un termine di 30 giorni (articolo 4 del regolamento (UE) 2018/1672 del Parlamento europeo e del Consiglio).

Se la dichiarazione a scopo informativo non è presentata entro 30 giorni o se le informazioni fornite sono errate o incomplete o se il denaro contante non è messo a disposizione a fini di controllo, si ritiene che il dichiarante non abbia soddisfatto i suoi obblighi ed è passibile di sanzioni a norma della legislazione nazionale vigente.

Le informazioni e i dati personali sono registrati e trattati dalle autorità competenti e sono messi a disposizione dell'Unità di informazione finanziaria (UIF) ai sensi dell'articolo 9 del regolamento (UE) 2018/1672. Nei casi di cui agli articoli 10 e 11 di detto regolamento, i dati saranno anche messi a disposizione delle autorità ivi menzionate. Le autorità competenti dello Stato membro in cui è presentata la dichiarazione a scopo informativo agiscono in qualità di controllori dei dati personali ottenuti e conservano i dati personali raccolti conformemente a quanto disposto all'articolo 13 del regolamento (UE) 2018/1672, di norma per cinque anni. Il trattamento dei dati personali è effettuato al solo scopo di prevenzione e di lotta alle attività criminose. Per maggiori informazioni, anche in materia di diritti, cfr. l'allegata informativa sulla privacy o il collegamento alle informazioni online sulla protezione dei dati dello Stato membro.

SPIEGAZIONE DEI TERMINI USATI A NORMA DEL REGOLAMENTO (UE) 2018/1672

Valuta: banconote e monete che sono in circolazione come mezzo di scambio, o che lo sono state e possono ancora essere scambiate, tramite istituti finanziari o banche centrali, con banconote e monete che sono in circolazione come mezzo di scambio.

Strumenti negoziabili al portatore: strumenti diversi dalla valuta che autorizzano i loro portatori a esigere il pagamento di una somma di denaro dietro presentazione degli stessi, senza dover provare la propria identità o diritto di disporne. Tali strumenti sono:

a)

assegni turistici (o "traveller's cheque"); [e]

b)

, vaglia cambiari o ordini di pagamento emessi al portatore, firmati ma privi del nome del beneficiario, girati senza restrizioni, a favore di un beneficiario fittizio, ovvero emessi altrimenti in forma tale che il relativo titolo passi all'atto della consegna.

Beni utilizzati come riserve altamente liquide di valore,

a)

monete con un tenore in oro di almeno il 90 %; [e]

b)

lingotti sotto forma di barre, pepite o aggregati con un tenore in oro di almeno il 99,5 %.

Tutti campi del modulo sono obbligatori e devono essere compilati. I campi del modulo contrassegnati da un asterisco (*) devono essere compilati se le informazioni sono pertinenti o disponibili.

Tutti i campi in bianco devono essere compilati in maiuscole con inchiostro scuro. I moduli non devono contenere parole depennate o sovrascritte né altre alterazioni.

Le parti contrassegnate dalla dicitura "riservato all'ufficio ADM" devono restare in bianco.

Se del caso, si devono inserire il numero identificativo personale (per es. codice fiscale, numero nazionale, identificativo personale unico), l'indirizzo, il CAP, il numero di telefono e l'indirizzo di posta elettronica. Se non rilevabile, indicare "N/D".

Se disponibili, si devono inserire il numero di identificazione IVA e il numero di registrazione e identificazione degli operatori economici (numero EORI, numero unico in tutta l'UE, assegnato da un'autorità doganale di uno Stato membro agli operatori economici che svolgono attività doganali). Se non disponibile, indicare "N/D".

Se il dichiarante non conosce tali informazioni, indicare "sconosciuto".

Il modulo deve essere compilato in una delle lingue ufficiali dell'UE accettata dalle autorità competenti dello Stato membro in cui si effettua la dichiarazione.

Sezione 1: Entrata nell'UE o uscita dall'UE

Spuntare la casella corrispondente per indicare se il denaro contante entra nell'UE o esce dall'UE.

Sezione 2: Dettagli del dichiarante

I dati personali del dichiarante devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Se il portatore del denaro contante non è giuridicamente capace di firmare la dichiarazione a scopo informativo, questa è presentata dal suo rappresentante legale.

Sezione 3: Dettagli del denaro contante

In questa sezione si deve inserire l'importo totale di denaro contante per il quale è stata chiesta la dichiarazione a scopo informativo. "Denaro contante" è definito in "Informazioni generali". Si deve compilare almeno una delle opzioni [i) valuta, ii) strumenti negoziabili al portatore o iii) beni utilizzati come riserve altamente liquide di valore].

Se lo spazio nel modulo di dichiarazione a scopo informativo è insufficiente, si devono utilizzare pagine supplementari per comunicare i dettagli relativi al denaro contante. Tutte le informazioni fornite costituiscono una dichiarazione a scopo informativo e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 4: Relazione con il denaro contante non accompagnato

Spuntare le caselle pertinenti per identificare lo stato del dichiarante e la sua relazione con il denaro contante. Sono possibili più opzioni.

Sezione 5: Mittente del denaro contante

In questa sezione si devono inserire le informazioni relative al mittente del denaro contante se il dichiarante non è il mittente del denaro contante. Spuntare la casella per indicare se il mittente è una persona fisica o una persona giuridica. Le informazioni relative al mittente devono essere inserite nella sottosezione 5.A se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione 5.B se si tratta di una persona giuridica. Se il mittente è una persona fisica, i dati personali devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Sezione 6: Destinatario o destinatario previsto del denaro contante

Destinatario unico

Se il dichiarante non è il destinatario unico del denaro contante, in questa sezione si devono inserire le informazioni relative al destinatario o al destinatario previsto del denaro contante.

Spuntare la casella appropriata per indicare se vi è un destinatario unico del denaro contante e se si tratta di una persona fisica o di una persona giuridica. Le informazioni sul destinatario unico devono essere inserite nella sottosezione 6.A se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione 6.B se si tratta di una persona giuridica. Se il destinatario o il destinatario previsto è una persona fisica, i dati personali devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Più di un destinatario o di un destinatario previsto

Se vi è più di un destinatario o di un destinatario previsto, il numero totale di destinatari o di destinatari previsti deve essere inserito nell'apposita casella. Si devono compilare pagine supplementari distinte per ogni destinatario o per ogni destinatario previsto aggiuntivo inserendo i dettagli di ognuno, l'importo del denaro contante da ricevere e il suo uso previsto. Tutte le informazioni fornite costituiscono una dichiarazione a scopo informativo e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 7: Proprietario del denaro contante

Proprietario unico

Se il proprietario unico del denaro contante non è il mittente o il destinatario unico di tale denaro contante, in questa sezione si devono inserire le informazioni relative all'unico proprietario.

Spuntare la casella appropriata per indicare se vi è un proprietario unico del denaro contante e se si tratta di una persona fisica o di una persona giuridica. Le informazioni sul proprietario unico devono essere inserite nella sottosezione 7.A se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione 7.B se si tratta di una persona giuridica. Se il proprietario è una persona fisica, i dati personali devono essere inseriti come figurano sul documento di identità.

Più di un proprietario

Se vi è più di un proprietario, il numero totale di proprietari deve essere indicato nell'apposita casella. Si devono inserire in pagine supplementari distinte i dettagli relativi a ogni proprietario aggiuntivo, compresi l'importo del denaro contante, la sua provenienza economica e l'uso previsto. Tutte le informazioni fornite costituiscono una dichiarazione a scopo informativo e tutte le pagine supplementari devono essere numerate e firmate.

Sezione 8: Provenienza economica e uso previsto del denaro contante

La sottosezione 8.A deve sempre essere compilata se vi è un proprietario unico per indicare la provenienza economica pertinente.

La sottosezione 8.B deve sempre essere compilata se vi è un destinatario unico per indicare l'uso previsto del denaro contante.

È possibile selezionare più di un'opzione in ogni sottosezione. Se nessuna opzione è pertinente, spuntare la casella "altro" e precisare i dettagli.

Se vi è più di un proprietario o più di un destinatario (o di un destinatario previsto), le informazioni pertinenti relative alla provenienza economica e all'uso previsto del denaro contante per i proprietari e/o i destinatari (o i destinatari previsti) devono essere inserite in pagine supplementari come precisato sopra. In tal caso spuntare la casella "altro" e indicare "pagine supplementari".

Sezione 9: Firma

Inserire data, luogo e nome e firmare la dichiarazione a scopo informativo. Indicare il numero totale di pagine supplementari utilizzate. In caso negativo, indicare zero (0). Il dichiarante può spuntare la casella appropriata per richiedere una copia della dichiarazione con attestazione del ricevimento a scopo informativo.

PARTE 3

Image 9

Image 10

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Informazioni generali

In questa fattispecie sono applicabili le note relative alla compilazione del modulo di dichiarazione di denaro contante.

Sezione A: Numero di pagina supplementare

Le pagine supplementari devono essere numerate con numeri consecutivi (per es. "1" sulla prima pagina supplementare, "2" sulla seconda ecc.).

Indicare sulla seconda pagina del modulo di dichiarazione di denaro contante il numero totale di pagine supplementari utilizzate.

Sezione B: Dettagli relativi alle pagine supplementari

Indicare il motivo della compilazione della pagina supplementare. Spuntare una sola opzione. Se sono applicabili più opzioni, compilare una pagina supplementare distinta per ogni opzione aggiuntiva.

 

B.1: Continuazione di "Dettagli relativi al denaro contante": selezionare questa opzione solo se lo spazio disponibile alla sezione 4 "Dettagli relativi al denaro contante" del modulo di dichiarazione di denaro contante non è sufficiente per tutto il denaro contante. Compilare la sezione C e tralasciare le sezioni D ed E.

 

B.2: Il portatore è il proprietario e il destinatario previsto di parte del denaro contante: selezionare se il portatore è anche il proprietario e il destinatario previsto di parte del denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni altro proprietario e destinatario previsto.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà e l'importo del denaro contante da ricevere.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del portatore.

 

B.3: Il portatore è proprietario di parte del denaro contante: Selezionare se il portatore è anche il proprietario di parte del denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni altro proprietario.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà del portatore.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del portatore.

 

B.4: Il portatore è il destinatario previsto di parte del denaro contante Selezionare se il portatore è anche il destinatario previsto di parte del denaro contante Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni altro destinatario previsto.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante che deve essere ricevuto dal portatore.

Indicare nella sottosezione D.2 l'uso previsto del denaro contante che deve essere ricevuto dal portatore.

 

B.5: Altro proprietario che è anche un destinatario previsto di parte del denaro contante (diverso dal portatore): Selezionare questa opzione se vi è più di un proprietario e ogni proprietario è anche il destinatario previsto del denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni proprietario che è anche un destinatario previsto del denaro contante.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà e che deve essere ricevuto dal proprietario e dal destinatario previsto.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del proprietario e del destinatario previsto.

I dettagli del proprietario e del destinatario previsto devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

 

B.6: Proprietario di parte del denaro contante (diverso dal portatore): selezionare se vi è più di un proprietario. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni altro proprietario.

Indicare nella sezione C la parte del denaro contante di proprietà del proprietario.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del proprietario.

I dettagli del proprietario devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

 

B.7: Destinatario previsto di parte del denaro contante (diverso dal portatore): Selezionare se vi è più di un destinatario previsto. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni destinatario previsto.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante che deve essere ricevuto dal destinatario previsto.

Indicare nella sottosezione D.2 l'uso previsto del denaro contante che deve essere ricevuto dal destinatario previsto.

I dettagli del destinatario previsto devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

Sezione C: Dettagli del denaro contante

"Denaro contante" è definito nella sezione "Informazioni generali" sulle note relative alla compilazione della dichiarazione di denaro contante.

Sezione D: Provenienza economica e uso previsto del denaro contante

Spuntare le caselle per indicare la provenienza economica pertinente e l'uso previsto del denaro contante, come indicato alla sezione B. È possibile selezionare più di un'opzione. Se nessuna opzione è pertinente, spuntare la casella "altro" e precisare.

Sezione E: Persone coinvolte

Inserire i dettagli relativi alle persone coinvolte, che possono essere persone fisiche o giuridiche. Spuntare la casella appropriata e inserire i dettagli.

Sezione F: Firma

Indicare data, luogo, nome, firma e allegare la pagina supplementare alla dichiarazione principale di denaro contante. Tutte le informazioni fornite costituiscono un'unica dichiarazione.

PARTE 4

Image 11

Image 12

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Informazioni generali

A questa fattispecie sono applicabili le note relative alla compilazione della dichiarazione di denaro contante a scopo informativo.

Sezione A: Numero di pagina supplementare

Le pagine supplementari devono essere numerate con numeri consecutivi (per es. "1" sulla prima pagina supplementare, "2" sulla seconda ecc.).

Indicare sulla seconda pagina del modulo di dichiarazione di denaro contante a scopo informativo il numero totale di pagine supplementari utilizzate.

Sezione B: Dettagli relativi alle pagine supplementari

Indicare il motivo della compilazione della pagina supplementare. Spuntare una sola opzione. Se sono applicabili più opzioni, compilare una pagina supplementare distinta per ogni opzione aggiuntiva.

 

B.1: Continuazione di "Dettagli relativi al denaro contante": selezionare questa opzione solo se lo spazio disponibile alla sezione 3 "Dettagli relativi al denaro contante" del modulo di dichiarazione a scopo informativo non è sufficiente per tutto il denaro contante. Compilare la sezione C e tralasciare le sezioni D ed E.

 

B.2: Mittente e proprietario di parte del denaro contante: selezionare questa opzione solo se vi è più di un proprietario del denaro contante e uno di essi è anche il mittente di tale denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni proprietario.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà del mittente.

Indicare nelle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto dell'importo del denaro contante di proprietà del mittente.

 

B.3: Destinatario unico e proprietario di parte del denaro contante: selezionare questa opzione se vi è più di un proprietario e uno di essi è anche l'unico destinatario del denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni proprietario aggiuntivo.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà del destinatario unico.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del destinatario unico.

 

B.4: Destinatario o destinatario previsto proprietario di parte del denaro contante: selezionare questa opzione se vi è più di un proprietario che è anche il destinatario (o il destinatario previsto) del denaro contante. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni proprietario e/o destinatario (o destinatario previsto) aggiuntivo.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà e che deve essere ricevuto dal destinatario.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del proprietario e del destinatario (o del destinatario previsto).

I dettagli del proprietario che è anche il destinatario (o il destinatario previsto) devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

 

B.5: Proprietario di parte del denaro contante: selezionare se vi è più di un proprietario. Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni proprietario.

Indicare nella sezione C l'importo del denaro contante di proprietà del proprietario.

Indicare alle sottosezioni D.1 e D.2 la provenienza economica e l'uso previsto del denaro contante di proprietà del proprietario.

I dettagli del proprietario devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

 

B.6: Destinatario o destinatario previsto di parte del denaro contante: selezionare se vi è più di un destinatario (o di un destinatario previsto). Si deve compilare una pagina supplementare distinta per ogni destinatario (o destinatario previsto).

Indicare nella sezione C la parte di denaro contante che deve essere ricevuta dal destinatario (o dal destinatario previsto).

Indicare nella sottosezione D.2 l'uso previsto del denaro contante che deve essere ricevuto dal destinatario (o dal destinatario previsto).

I dettagli del destinatario previsto devono essere inseriti nella sottosezione E.1 se si tratta di una persona fisica e nella sottosezione E.2 se si tratta di una persona giuridica.

Sezione C: Dettagli del denaro contante

"Denaro contante" è definito nella sezione "Informazioni generali" sulle note relative alla compilazione della dichiarazione di denaro contante a scopo informativo.

Sezione D: Provenienza economica e uso previsto del denaro contante

Spuntare le caselle per indicare la provenienza economica pertinente e l'uso previsto del denaro contante, come indicato alla sezione B. È possibile selezionare più di un'opzione. Se nessuna opzione è pertinente, spuntare la casella "altro" e precisare.

Sezione E: Persone coinvolte

Inserire i dettagli relativi alle persone coinvolte, che possono essere persone fisiche o giuridiche. Spuntare la casella appropriata e inserire i dettagli.

Sezione F: Firma

Indicare data, luogo, nome, firma e allegare la pagina supplementare alla dichiarazione principale di denaro contante a scopo informativo. Tutte le informazioni fornite costituiscono un'unica dichiarazione a scopo informativo.


ALLEGATO II

PARTE 1

Image 13

PARTE 2

Modulo per lo scambio di informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio, ai sensi dell'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) 2018/1672

Image 14

Image 15

Image 16

Image 17

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Il presente modulo deve essere compilato e trasmesso ogni sei mesi ai sensi dell'articolo 10, paragrafo 1, lettera d), e dell'articolo 10, paragrafo 5, del regolamento (UE) 2018/1672 relativo ai controlli sul denaro contante in entrata nell'Unione o in uscita dall'Unione. Esso deve includere le informazioni che lo Stato membro ritiene portino a conclusioni importanti o apportino un valore aggiunto significativo alla gestione dei rischi e se la minaccia possa presentare un rischio elevato altrove nell'UE.

Parte A

Indicare lo Stato membro che comunica le informazioni, l'autorità competente interessata e l'indirizzo di posta elettronica.

Indicare il numero di riferimento nel seguente formato: Stato membro, anno, A (primo semestre) o B (secondo semestre).

Compilare la data e il periodo di riferimento.

Indicare se lo Stato membro scambia informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio per il periodo di riferimento. In caso negativo si carica nel sistema d'informazione doganale (SID) solo la parte A.

Indicare il numero totale di pagine trasmesse (inclusa la parte A)

Parte B

In questa parte si devono fornire le informazioni anonime riguardanti eventuali rischi e i risultati delle analisi di rischio che non possono essere recuperate direttamente attraverso il SID sulla base di casi individuali.

Indicare se le informazioni riguardano denaro contante accompagnato o non accompagnato.

Indicare se si tratta di una nuova tendenza o di osservazione di comportamento reiterato e fornire ulteriori indicazioni.

Per nuova tendenza si intende una variazione osservata di recente o una tendenza generale nel settore del movimento fisico di denaro contante.

Per osservazione di comportamento reiterato si intende un modello o una sequenza ricorrente. Indicare se il caso oggetto di comunicazione è il risultato di un controllo basato sui rischi o di un controllo a campione.

Per controlli basati sui rischi si intendono i controlli basati sui criteri di rischio relativi al movimento di denaro contante, in particolare sull'analisi dei rischi effettuata mediante procedimenti informatici, al fine di identificare e valutare i rischi ed elaborare le contromisure necessarie, sulla base di criteri elaborati a livello nazionale, unionale e, se disponibili, internazionale.

Per controlli a campione si intendono i controlli effettuati senza essere basati sui criteri di rischio del movimento di denaro contante.

Fornire i dettagli relativi al caso (per es. modus operandi speciale in casi analoghi, informazioni dettagliate sull'occultamento ecc.), dettagli sul tipo di denaro contante (per es. banconote di grosso taglio ecc.) e ogni altra informazioni non nominale ritenuta importante ai fini dello scambio.

Indicare se vi sono immagini allegate e il relativo numero.

Se del caso, la parte B può essere compilata diverse volte per lo stesso periodo di riferimento.

Parte C

La parte C deve essere compilata se lo Stato membro ha avviato un progetto orientato al rischio nel settore dei controlli sul denaro contante nel periodo di riferimento.

Descrivere il progetto avviato.

Fornire informazioni sulle specificità del caso, le conclusioni raggiunte e le eventuali osservazioni. (per es. sul periodo, i mezzi (quali cani da fiuto, scansione), portata dei controlli etc.).

Fornire informazioni relative a un caso esemplare se ritenuto necessario.

Indicare se il caso esemplare era il risultato di un controllo basato sui rischi o di un controllo a campione.

Indicare se vi sono immagini allegate e il relativo numero.

Se del caso, la parte C può essere compilata diverse volte, in funzione del numero di progetti avviati per lo stesso periodo di riferimento.

Parte D

Fornire le informazioni ritenute importanti ai fini della condivisione ma che non possono essere incluse nelle parti B o C.

Indicare se vi sono immagini allegate e il relativo numero.