4.7.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 175/45


DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2015/1084 DELLA COMMISSIONE

del 18 febbraio 2015

recante approvazione, a nome dell'Unione europea, di determinate modifiche degli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo fra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale

[notificata con il numero C(2015) 797]

(Testo rilevante ai fini del SEE)

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

vista la decisione 97/132/CE del Consiglio, del 17 dicembre 1996, relativa alla conclusione dell'accordo tra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale (1), in particolare l'articolo 3, terzo comma,

considerando quanto segue:

(1)

L'accordo tra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale («l'accordo») prevede la possibilità di riconoscere l'equivalenza delle misure sanitarie dopo che la parte esportatrice abbia dimostrato obiettivamente che le proprie misure conseguono il livello di protezione adeguato per la parte importatrice («le parti»).

(2)

L'accordo è stato debitamente approvato con decisione 97/132/CE, la quale prevede altresì che le modifiche degli allegati dell'accordo derivanti dalle raccomandazioni del comitato di gestione misto siano adottate secondo la procedura di cui alla direttiva 72/462/CEE del Consiglio (2). La direttiva 72/462/CEE è stata abrogata dalla direttiva 2004/68/CE del Consiglio (3). Il considerando 10 della direttiva 2004/68/CE dichiara che le norme in materia di sanità pubblica e di controlli ufficiali che si applicano alle carni e ai prodotti a base di carne a norma della direttiva 72/462/CEE sono state sostituite da quelle del regolamento (CE) n. 854/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio (4). Lo stesso considerando dichiara inoltre che le altre norme della direttiva 72/462/CEE sono state sostituite dalla direttiva 2002/99/CE del Consiglio (5) e dalla direttiva 2004/68/CE.

(3)

La Nuova Zelanda ha ristrutturato le proprie autorità competenti nel 2010, di modo che la nuova autorità competente è ora il ministero per le Industrie primarie. L'Unione ha proposto una leggera modifica della definizione dei ruoli degli Stati membri e della Commissione. Le parti hanno raccomandato di aggiornare l'allegato II dell'accordo per rispecchiare tali modifiche.

(4)

Le parti hanno raccomandato di modificare le definizioni dei diversi status di equivalenza, in particolare a proposito dello status «Sì (1)» nel glossario dell'allegato V dell'accordo, con un rimando al modello di attestato di cui alla sezione 1, lettera a) dell'allegato VII dedicata alla certificazione. Le parti hanno anche inteso stabilire una base giuridica che permetta all'Unione di impiegare il sistema informatico integrato dell'Unione, istituito dalla decisione 2003/24/CE della Commissione (6) («TRACES»), per i certificati di importazione dei prodotti di equivalenza «Sì (1)» provenienti dalla Nuova Zelanda. Tale impiego permetterà un aggiornamento più rapido della certificazione, nonché l'ampliamento del ricorso alla certificazione elettronica. Le parti hanno inoltre raccomandato di includere le definizioni per il sistema TRACES e per il sistema elettronico E-cert della Nuova Zelanda, e di aggiornare le denominazioni di alcune malattie degli animali figuranti nel glossario dell'allegato V dell'accordo.

(5)

La Nuova Zelanda ha effettuato una nuova valutazione dei rischi in rapporto all'importazione di sperma ed embrioni bovini, in base alla quale la malattia emorragica epizootica non è più considerata una malattia di rilievo per lo sperma bovino e la Nuova Zelanda ha abrogato le proprie condizioni d'importazione. Ha inoltre rivisto le condizioni relative alla febbre Q e alla diarrea virale bovina (di tipo II). Le parti hanno di conseguenza raccomandato di modificare nell'allegato V dell'accordo, alla sezione 1, il capitolo 1 «Sperma» e il capitolo 2 «Embrioni», nonché alla sezione 5 il capitolo 28 «Disposizioni varie sulla certificazione». Le parti hanno inoltre raccomandato di eliminare alla sezione 1, dal capitolo 1 «Sperma», le «azioni» precedentemente stabilite per le esportazioni dalla Nuova Zelanda nell'Unione, e di introdurre una nuova «azione» che esorta l'UE a considerare l'opportunità di verificare se l'analisi dello sperma alla ricerca della rinotracheite bovina infettiva (IBR) con la metodologia del test di reazione a catena della polimerasi (PCR), approvata dall'Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE), fornisca una garanzia equivalente allo status di indennità da tale malattia. È quindi opportuno modificare nell'allegato V dell'accordo le condizioni speciali di cui alla sezione 1, capitoli 1 e 2, e le correlate disposizioni relative alla certificazione di cui alla sezione 5, capitolo 28.

(6)

Per quanto riguarda le api vive l'Unione ha adottato nuove norme in merito al riconoscimento di Stati membri o di loro regioni come indenni da varroasi delle api, con la conseguente applicazione di restrizioni degli scambi; queste colpiscono anche le importazioni dalla Nuova Zelanda, che non è indenne dalla malattia citata. Le parti hanno raccomandato di aggiungere all'allegato V dell'accordo, sezione 1, capitolo 3 «Animali vivi», per quanto riguarda «api vive, bombi, compreso germoplasma di api/bombi», colonna delle condizioni speciali, la restrizione all'esportazione negli Stati membri o nelle loro regioni figuranti nell'allegato della decisione di esecuzione 2013/503/UE della Commissione (7). L'Unione ha altresì modificato con la decisione 2010/270/UE della Commissione (8) le proprie condizioni d'importazione in relazione alla peste americana. Di conseguenza le parti hanno raccomandato di modificare anche, nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, il capitolo 28 «Disposizioni varie sulla certificazione».

(7)

A fini di coerenza con l'allegato V dell'accordo, sezione 2, capitolo 4.B. «Carni fresche di pollame», le parti hanno concordato di modificare il titolo della sezione 2 dell'allegato V mediante l'inserimento dei termini «carni fresche» prima di «pollame».

(8)

La Nuova Zelanda ha effettuato una valutazione dei rischi relativi alla sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRS) e ha modificato le proprie condizioni d'importazione per le carni suine. Le parti hanno raccomandato pertanto di inserire, nell'allegato V dell'accordo, sezione 2, capitolo 4.A. «Carni fresche», la PRRS tra le condizioni speciali in relazione alla «salute animale», suini da esportazione dall'Unione in Nuova Zelanda, e di stabilire gli attestati pertinenti nell'allegato V, sezione 5, capitolo 28.

(9)

La Nuova Zelanda ha rivisto nel 2010 le proprie regole sulla manipolazione di cartoni nel settore dell'imballaggio delle carni. L'Unione ha valutato tali nuove norme e stabilito che sono equivalenti alla normativa dell'Unione. Le parti hanno pertanto concordato di conservare l'equivalenza e che non è necessario apportare modifiche all'allegato V dell'accordo.

(10)

La Nuova Zelanda ha rivisto nel 2012 i propri sistemi di ispezione delle carni bovine, ovine e caprine. Le modifiche principali si riferiscono al trasferimento dei compiti di ispezione in relazione alla qualità delle carni all'operatore del settore alimentare, mentre la supervisione generale rimane in capo all'autorità competente. L'Unione ha valutato tali nuove norme e stabilito che sono equivalenti alla normativa dell'Unione. Le parti hanno pertanto concordato di conservare l'equivalenza e che non è necessario apportare modifiche all'allegato V dell'accordo.

(11)

La Nuova Zelanda ha effettuato una valutazione scientifica dei rischi relativi ai prodotti a base di latte crudo e ha stabilito requisiti per l'importazione e meccanismi giuridici per il riconoscimento dell'equivalenza dei prodotti lattiero-caseari non pastorizzati (ad esclusione del latte crudo). L'Unione ha esaminato tale valutazione ed entrambe le parti hanno raccomandato nel 2010 il riconoscimento della reciproca equivalenza di tali prodotti. A fini di coerenza e semplificazione le parti hanno raccomandato di sostituire nell'allegato V dell'accordo, sezione 3, capitolo 8 «Latte e prodotti lattiero-caseari destinati al consumo umano», i sottotipi «Formaggi morbidi a base di latte crudo» e «Formaggi duri a base di latte crudo (tipo Parmigiano)» con un nuovo sottotipo «Prodotti lattiero-caseari non pastorizzati (escluso il latte crudo)» al quale attribuire lo status «Sì (1)» senza condizioni speciali.

(12)

L'Unione ha rivisto le proprie norme sui metodi di analisi per la rilevazione delle biotossine marine nei molluschi bivalvi vivi con il regolamento (UE) n. 15/2011 della Commissione (9). La Nuova Zelanda ha presentato alla valutazione di equivalenza dell'Unione i fascicoli relativi alla propria metodologia di analisi per la rilevazione delle biotossine e ai criteri di approvazione negli anni 2003, 2006 e 2010. Effettuata la valutazione, le parti hanno stabilito che i sistemi dell'una e dell'altra sono equivalenti e che non è necessario apportare modifiche all'allegato V dell'accordo.

(13)

L'Unione ha intrapreso un'importante revisione della propria normativa in materia di sottoprodotti di origine animale. Il regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio (10) è stato abrogato e sostituito dal regolamento (CE) n. 1069/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio (11) e dal regolamento (UE) n. 142/2011 della Commissione (12). Valutata l'opportunità di confermare l'equivalenza, le parti hanno concluso che lo status di equivalenza stabilito dall'accordo per i sottoprodotti di origine animale, tanto neozelandesi destinati all'esportazione nell'Unione, quanto dell'Unione destinati all'esportazione in Nuova Zelanda, non è stato modificato dalla nuova legislazione dell'Unione e che non è necessario apportare modifiche all'allegato V.

(14)

Per quanto riguarda la modifica del regolamento (CE) n. 1774/2002 operata dal regolamento (CE) n. 668/2004 della Commissione (13), che ha aggiunto le interiora aromatizzanti e i derivati lipidici come merce distinta, le parti hanno raccomandato di aggiungere le interiora aromatizzanti nell'allegato V dell'accordo, sezione 4, capitolo 21, «Alimenti per animali da compagnia (compresi alimenti trasformati) contenenti soltanto materiale della categoria 3». Le parti hanno raccomandato di attribuire lo status «Sì (3)» in relazione a salute animale e sanità pubblica alle esportazioni dalla Nuova Zelanda nell'Unione e lo status «NV» alle esportazioni dall'Unione in Nuova Zelanda.

(15)

Le parti hanno raccomandato di modificare, nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, il titolo del capitolo 27, sostituendo «Definizioni» con «Questioni orizzontali», nonché di cancellare tutti i sottocapitoli di detto capitolo.

(16)

Il sottocapitolo «Sistemi di certificazione» dell'allegato V all'accordo, sezione 5, capitolo 27, chiarisce a quali tipi di merci si applichi l'equivalenza dei sistemi di certificazione. Le parti hanno raccomandato di spostare tale indicazione dei tipi di merci dalla colonna «Condizioni speciali» alla colonna «Equivalenza» dello stesso sottocapitolo senza ulteriori modifiche.

(17)

Le parti hanno raccomandato di inserire nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 27, un sottocapitolo contenente le disposizioni in materia di riesportazione dei prodotti importati nei casi in cui il prodotto sia originario di un paese terzo e proveniente da stabilimenti dai quali è autorizzata l'esportazione sia nell'Unione sia in Nuova Zelanda. Tali disposizioni sono attualmente esposte nell'allegato VII della decisione 2003/56/CE della Commissione (14).

(18)

Effettuata una valutazione le parti hanno concluso che, relativamente ai prodotti cui è stata attribuita l'equivalenza «Sì (1)», i sistemi di monitoraggio microbiologico e di analisi dei prodotti della pesca e di quelli lattiero-caseari sono equivalenti, sebbene si riconosca che i criteri microbiologici possono essere diversi. La responsabilità di conformarsi agli specifici criteri di sicurezza alimentare della parte importatrice è in capo agli operatori esportatori. Le parti hanno raccomandato di includere nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 27, un sottocapitolo con le disposizioni relative a un sistema di monitoraggio microbiologico e di analisi. Tali disposizioni si applicano anche al settore delle carni in base allo status di equivalenza concordato in precedenza dalle parti.

(19)

Effettuata una valutazione, le parti hanno concluso che i sistemi adottati da ciascuna delle parti in merito a iscrizioni degli stabilimenti in elenchi sono equivalenti. Le parti hanno quindi raccomandato di stabilire nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 27, un sottocapitolo con le disposizioni relative ad una procedura semplificata di inserimento negli elenchi per l'esportazione nell'Unione degli stabilimenti in Nuova Zelanda che producono prodotti di origine animale. Ciò si applica ai prodotti per i quali è stata stabilita l'equivalenza a livello di sanità pubblica.

(20)

L'Unione ha modificato le proprie condizioni d'importazione in relazione all'encefalopatia spongiforme bovina (BSE) con il regolamento (CE) n. 999/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio (15). Al fine di rispecchiare tali modifiche le parti hanno raccomandato di aggiornare l'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 28 «Disposizioni varie sulla certificazione».

(21)

Piuttosto che compilare un elenco degli Stati membri e delle loro regioni indenni da rinotracheite bovina infettiva e che hanno in atto programmi approvati di lotta contro tale malattia nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 28, le parti hanno raccomandato di inserire in detto capitolo 28 un rimando alla decisione 2004/558/CE della Commissione (16), in cui sono riconosciuti ed elencati tali Stati membri e le loro regioni.

(22)

Piuttosto che inserire nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 28, un elenco degli Stati membri e delle loro regioni indenni dalla malattia di Aujeszky e che hanno in atto programmi approvati di lotta contro tale malattia, le parti hanno raccomandato di inserire nel capitolo 28 un rimando alla decisione 2008/185/CE della Commissione (17) in cui sono riconosciuti ed elencati tali Stati membri e le loro regioni.

(23)

Le parti hanno raccomandato di aggiungere nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 28, un attestato nella certificazione in relazione alla peste suina classica (CSF) per i prodotti a base di suini selvatici esportati dall'Unione in Nuova Zelanda.

(24)

A fini di coerenza con l'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 28, le parti hanno raccomandato di usare il termine «attestato» in tutta la tabella del capitolo 29 «Misure di lotta contro le malattie convenute con accordo reciproco» di detto allegato.

(25)

Nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, le parti hanno raccomandato di scindere il capitolo 29 in due sottocapitoli: «29.A. Situazione sanitaria per specifiche malattie convenuta di comune accordo», che riprende il capitolo 29 preesistente, e un nuovo sottocapitolo «29.B. Misure convenute di comune accordo per il contrasto di specifiche malattie eventualmente manifestatesi».

(26)

Per quanto riguarda l'articolo 6 dell'accordo intitolato «Regionalizzazione», le parti hanno raccomandato di inserire nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, sottocapitolo 29.B, le condizioni comuni relative agli scambi di determinati prodotti di origine animale nel caso che si manifesti una specifica malattia nel territorio dell'una o dell'altra parte.

(27)

Al fine di semplificare la certificazione di cui all'allegato VII dell'accordo e di facilitare il passaggio alla certificazione elettronica, le parti hanno raccomandato di modificare la sezione 1 di detto allegato in modo da prevedere la possibilità di ridurre il numero di modelli di certificati, riducendo al minimo il numero di attestati richiesti. Le parti hanno inoltre raccomandato che l'inserimento dei riferimenti legislativi della parte esportatrice, previsto dall'allegato V dell'accordo, sia a discrezione della parte importatrice.

(28)

Le parti hanno chiarito che l'attestato sanitario modello quale riportato nell'allegato VII dell'accordo, sezione 1, può essere usato quando un animale vivo o un prodotto di origine animale possiede il livello di equivalenza «Sì (1)» solo a livello di sanità pubblica o di salute animale, senza l'obbligo di equivalenza della certificazione. Le parti hanno quindi raccomandato modifiche alla sezione 1 di detto allegato, anche in merito alla possibilità che il modello di attestato sia usato nei certificati rilasciati successivamente alla spedizione, di modo che l'uso sia limitato ad animali vivi e prodotti di origine animale per i quali l'equivalenza dei sistemi di certificazione è stata determinata nell'allegato V dell'accordo, sezione 5, capitolo 27.

(29)

Le parti hanno raccomandato di esporre nell'allegato VII, sezione 1, la base giuridica di determinate disposizioni aggiuntive facoltative, statuite dall'allegato V dell'accordo, da utilizzare nella certificazione. Tale modifica si riferisce agli attestati aggiuntivi di cui in detto allegato, sezione 5, capitolo 28, nonché, per le esportazioni dell'Unione nella Nuova Zelanda, all'attestato aggiuntivo «il prodotto di origine animale è ammesso senza restrizioni agli scambi all'interno dell'Unione».

(30)

Al fine di semplificare la certificazione di cui all'allegato VII dell'accordo, sezione 2, e di facilitare il passaggio alla certificazione elettronica, le parti hanno raccomandato di abrogare l'obbligo che i certificati comprendano le note esplicative di guida alla compilazione, come anche l'obbligo di inserire attestati non pertinenti alla partita. Le parti hanno inoltre raccomandato che sia consentito apportare modifiche di lieve entità al formato del modello di certificato.

(31)

Entrambe le parti hanno elaborato sistemi di certificazione elettronica, oltre ad un collegamento che permette il trasferimento di dati tra il sistema neozelandese E-Cert e quello dell'Unione TRACES, il che permette la presentazione di certificati in formato elettronico per i prodotti neozelandesi esportati nell'Unione. Considerato che tale certificazione elettronica fornisce garanzie equivalenti alla certificazione su carta, le parti hanno raccomandato di modificare l'allegato VII dell'accordo in modo da istituire il meccanismo giuridico necessario a consentire l'uso esclusivo della certificazione elettronica.

(32)

Le parti hanno ripetuto la valutazione dei controlli frontalieri degli animali vivi e dei prodotti di origine animale istituiti dall'allegato VIII dell'accordo, sezione A. Le parti hanno raccomandato di stabilire il livello dei controlli di identità al 100 % e che tale tasso possa essere applicato dalle parti in maniera discrezionale. Le parti hanno altresì raccomandato di stabilire una base giuridica per la delega delle attività relative ai controlli frontalieri ad una persona o agenzia responsabile. In base al livello elevato di conformità e affidabilità del commercio bilaterale, le parti hanno raccomandato di ridurre la frequenza dei controlli fisici sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano dal 2 % all'1 %. Le parti hanno inoltre chiarito che gli animali vivi destinati al consumo umano rientrano, per quanto riguarda la frequenza di applicazione dei controlli fisici, nella stessa categoria dei prodotti di origine animale destinati al consumo umano, e hanno quindi raccomandato di aggiungere «animali vivi» prima di «prodotti di origine animale destinati al consumo umano» nel capitolo 2 «Controlli fisici», ora modificato in «Controlli fisici (casuali o mirati)», della sezione A di detto allegato.

(33)

Ripetuta la valutazione delle tariffe delle ispezioni durante i controlli alle frontiere, le parti ne hanno raccomandato l'aggiornamento nell'allegato VIII dell'accordo, sezione B. Per quanto riguarda le esportazioni dalla Nuova Zelanda nell'Unione, le parti hanno raccomandato di applicare le tariffe delle ispezioni stabilite dall'allegato V del regolamento (CE) n. 882/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio (18) con una riduzione del 22,5 %. Tale tasso di riduzione è calcolato in base all'ipotesi che il tasso di controlli fisici per le importazioni dalla Nuova Zelanda sia pari solo al 10 % del tasso di normali controlli fisici applicati ad altri paesi terzi e all'ipotesi che il costo dei controlli fisici costituisca il 25 % dei costi totali da coprire a carico delle tariffe. Per le esportazioni dall'Unione verso la Nuova Zelanda si differenzia tra le partite per le quali vengono effettuati controlli documentali e d'identità e le partite per le quali vengono effettuati controlli fisici aggiuntivi. Viene altresì stabilito, nelle tariffe delle ispezioni della Nuova Zelanda, un adeguamento per tener conto dell'inflazione,

(34)

A seguito di modifiche della legislazione di entrambe le parti, i riferimenti alla legislazione negli allegati dell'accordo sono obsoleti. Entrambe le parti hanno pertanto raccomandato di aggiornare i riferimenti legislativi dell'Unione e della Nuova Zelanda in detti allegati.

(35)

Le modifiche proposte agli allegati II, V, VII e VII dell'accordo sono state discusse nel corso di riunioni e conferenze telefoniche nelle date 30-31 marzo 2009, 24 giugno 2010, 24 marzo 2011, 29-30 maggio 2012 e 12 dicembre 2013 dal comitato di gestione misto che ne ha raccomandato l'adozione.

(36)

In seguito a tali raccomandazioni risulta opportuno modificare le disposizioni pertinenti negli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo.

(37)

A norma dell'articolo 16 dell'accordo, le modifiche degli allegati sono determinate di comune accordo, anche per corrispondenza in forma di scambio di lettere tra le parti.

(38)

È pertanto opportuno approvare a nome dell'Unione le modifiche raccomandate degli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo.

(39)

A norma dell'articolo 18, paragrafo 3, dell'accordo, le modifiche concordate degli allegati dell'accordo approvato entrano in vigore il primo giorno del mese successivo alla data in cui le parti si notificano reciprocamente per iscritto la conclusione delle procedure interne necessarie per la ratifica.

(40)

Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

Facendo seguito alle raccomandazioni espresse dal comitato di gestione misto istituito ai sensi dell'articolo 16 dell'accordo tra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale, sono approvate a nome dell'Unione europea le modifiche degli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo.

Il testo di uno scambio di lettere che costituisce l'accordo con la Nuova Zelanda, ivi comprese le modifiche degli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo, è allegato alla presente decisione.

Articolo 2

Il direttore generale responsabile per la Salute e la sicurezza alimentare è autorizzato a nome dell'Unione europea a firmare la lettera con l'effetto di impegnare l'Unione europea.

Articolo 3

Le modifiche dell'accordo sotto forma di scambio di lettere e la data della loro entrata in vigore sono pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Articolo 4

Gli Stati membri sono destinatari della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il 18 febbraio 2015

Per la Commissione

Vytenis ANDRIUKAITIS

Membro della Commissione


(1)  GU L 57 del 26.2.1997, pag. 4.

(2)  Direttiva 72/462/CEE del Consiglio, del 12 dicembre 1972, relativa a problemi sanitari e di polizia sanitaria all'importazione di animali della specie bovina, ovina, caprina e suina e di prodotti a base di carni fresche in provenienza dai paesi terzi (GU L 302 del 31.12.1972, pag. 28).

(3)  Direttiva 2004/68/CE del Consiglio, del 26 aprile 2004, che stabilisce norme di polizia sanitaria per l'importazione e il transito nella Comunità di determinati ungulati vivi, che modifica le direttive 90/426/CEE e 92/65/CEE e che abroga la direttiva 72/462/CEE (GU L 139 del 30.4.2004, pag. 321).

(4)  Regolamento (CE) n. 854/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, che stabilisce norme specifiche per l'organizzazione dei controlli ufficiali sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano (GU L 139 del 30.4.2004, pag. 206).

(5)  Direttiva 2002/99/CE del Consiglio, del 16 dicembre 2002, che stabilisce norme di polizia sanitaria per la produzione, la trasformazione, la distribuzione e l'introduzione di prodotti di origine animale destinati al consumo umano (GU L 18 del 23.1.2003, pag. 11).

(6)  Decisione 2003/24/CE della Commissione, del 30 dicembre 2002, relativa alla creazione di un sistema informatico veterinario integrato (GU L 8 del 14.1.2003, pag. 44).

(7)  Decisione di esecuzione 2013/503/UE della Commissione, dell'11 ottobre 2013, relativa al riconoscimento di parti dell'Unione come indenni dalla varroasi nelle api e che stabilisce le garanzie complementari richieste per gli scambi all'interno dell'Unione e per le importazioni a tutela della loro indennità da tale malattia (GU L 273 del 15.10.2013, pag. 38).

(8)  Decisione 2010/270/UE della Commissione, del 6 maggio 2010, che modifica le parti 1 e 2 dell'allegato E della direttiva 92/65/CEE del Consiglio relativamente ai modelli di certificati sanitari per animali provenienti da aziende e per api e calabroni (GU L 118 del 12.5.2010, pag. 56).

(9)  Regolamento (UE) n. 15/2011 della Commissione, del 10 gennaio 2011, che modifica il regolamento (CE) n. 2074/2005 per quanto riguarda i metodi di analisi riconosciuti per la rilevazione delle biotossine marine nei molluschi bivalvi vivi (GU L 6 dell'11.1.2011, pag. 3).

(10)  Regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 ottobre 2002, recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano (GU L 273 del 10.10.2002, pag. 1).

(11)  Regolamento (CE) n. 1069/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009, recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano e che abroga il regolamento (CE) n. 1774/2002 (regolamento sui sottoprodotti di origine animale) (GU L 300 del 14.11.2009, pag. 1).

(12)  Regolamento (UE) n. 142/2011 della Commissione, del 25 febbraio 2011, recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n. 1069/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano, e della direttiva 97/78/CE del Consiglio per quanto riguarda taluni campioni e articoli non sottoposti a controlli veterinari alla frontiera (GU L 54 del 26.2.2011, pag. 1).

(13)  Regolamento (CE) n. 668/2004 della Commissione, del 10 marzo 2004, che modifica taluni allegati del regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'importazione da paesi terzi di sottoprodotti di origine animale (GU L 112 del 19.4.2004, pag. 1).

(14)  Decisione 2003/56/CE della Commissione, del 24 gennaio 2003, relativa ai certificati sanitari per l'importazione di animali vivi e di prodotti di origine animale dalla Nuova Zelanda (GU L 22 del 25.1.2003, pag. 38).

(15)  Regolamento (CE) n. 999/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 maggio 2001, recante disposizioni per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione di alcune encefalopatie spongiformi trasmissibili (GU L 147 del 31.5.2001, pag. 1).

(16)  Decisione 2004/558/CE della Commissione, del 15 luglio 2004, che stabilisce le modalità d'applicazione della direttiva 64/432/CEE del Consiglio per quanto riguarda le garanzie complementari per gli scambi intracomunitari di animali della specie bovina in relazione alla rinotracheite bovina infettiva e l'approvazione dei programmi di eradicazione presentati da alcuni Stati membri (GU L 249 del 23.7.2004, pag. 20).

(17)  Decisione 2008/185/CE della Commissione, del 21 febbraio 2008, che stabilisce garanzie supplementari per la malattia di Aujeszky negli scambi intracomunitari di suini, e fissa i criteri relativi alle informazioni da fornire su tale malattia (GU L 59 del 4.3.2008, pag. 19).

(18)  Regolamento (CE) n. 882/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali (GU L 165 del 30.4.2004, pag. 1).


ALLEGATO

ACCORDO IN FORMA DI SCAMBIO DI LETTERE

facente parte di un accordo con la Nuova Zelanda relativo alle modifiche degli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo fra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale del 17 dicembre 1996

23 marzo 2015

Gentilissima signora Roche,

con riferimento all'articolo 16, paragrafo 2, dell'Accordo fra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale, del 17 dicembre 1996, mi pregio di proporLe di modificare gli allegati II, V, VII e VIII dell'accordo come segue:

secondo quanto raccomandato dal comitato di gestione misto istituito ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 1, dell'accordo, si propone di sostituire i testi degli allegati II, V, VII e VIII con i rispettivi testi degli allegati II, V, VII e VIII allegati alla presente.

Le sarei grato se volesse confermare che la Nuova Zelanda accetta queste modifiche degli allegati dell'accordo.

Con riferimento all'articolo 18, paragrafo 3, dell'Accordo mi pregio inoltre di informarLa che l'Unione europea ha espletato la procedura interna di approvazione delle modifiche.

Voglia gradire i sensi della mia più alta considerazione.

Per l'Unione europea

Ladislav MIKO

31 marzo 2015

Egregio signor Miko,

mi pregio di riferirmi alla Sua lettera recante i particolari delle modifiche proposte degli allegati II, V, VII e VIII dell'Accordo tra la Comunità europea e la Nuova Zelanda sulle misure sanitarie applicabili agli scambi di animali vivi e di prodotti di origine animale, del 17 dicembre 1996.

In proposito mi pregio di confermarLe che la Nuova Zelanda accetta le modifiche proposte, raccomandate dal comitato di gestione misto istituito ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 1, dell'accordo, una copia delle quali è allegata alla presente.

Con riferimento all'articolo 18, paragrafo 3, dell'Accordo mi pregio inoltre di informarLa che la Nuova Zelanda ha espletato la procedura interna di approvazione delle modifiche.

Voglia gradire i sensi della mia più alta considerazione.

Con i migliori saluti,

Per l'autorità competente della Nuova Zelanda

Deborah ROCHE

Deputy Director-General Policy & Trade

«

ALLEGATO II

AUTORITÀ COMPETENTI

PARTE A

Nuova Zelanda

Il ministero per le Industrie primarie è responsabile dei controlli in materia sanitaria e veterinaria.

Per quanto riguarda le esportazioni nell'Unione europea, il ministero per le Industrie primarie è responsabile della definizione delle norme e delle condizioni di carattere sanitario (sicurezza alimentare) e concernenti la salute animale (zoosanitarie) e della definizione dei certificati sanitari attestanti il rispetto delle norme e condizioni convenute di carattere sanitario e zoosanitario.

Per quanto riguarda le importazioni in Nuova Zelanda, il ministero per le Industrie primarie è responsabile della definizione delle norme e condizioni di carattere sanitario (sicurezza alimentare) e concernenti la salute animale (zoosanitarie).

PARTE B

Unione europea

Il controllo è condiviso dai servizi nazionali dei singoli Stati membri e dalla Commissione europea. Al riguardo si applicano le disposizioni seguenti.

Per quanto riguarda le esportazioni in Nuova Zelanda, gli Stati membri sono responsabili di controllare il rispetto delle condizioni e delle prescrizioni di produzione, comprese ispezioni e/o verifiche obbligatorie, e di rilasciare i certificati sanitari attestanti il rispetto delle norme e delle condizioni convenute.

Per quanto riguarda le importazioni nell'Unione europea, la Commissione europea è responsabile del coordinamento generale, delle ispezioni e/o verifiche dei sistemi di controllo, nonché dell'indispensabile azione legislativa finalizzata all'applicazione uniforme delle norme e delle condizioni nell'ambito del mercato interno.

ALLEGATO V

RICONOSCIMENTO DI MISURE SANITARIE

Glossario

Sì (1)

Equivalenza riconosciuta. Si utilizzano i modelli di attestati sanitari di cui all'allegato VII, sezione 1, lettera a). L'UE può definire propri certificati per l'importazione dalla Nuova Zelanda di animali vivi e di prodotti di origine animale aventi status “Sì (1)” nel sistema Traces utilizzando un modello come convenuto fra le parti.

Sì (2)

Equivalenza riconosciuta in linea di massima. Restano da risolvere alcuni problemi specifici. Si utilizzano i modelli di certificati sanitari o i documenti veterinari della parte importatrice.

Sì (3)

Equivalenza sotto forma di conformità ai requisiti della parte importatrice. Si utilizzano i modelli di certificati sanitari o i documenti veterinari della parte importatrice.

NV

Non valutato. Si utilizzano i certificati sanitari o i documenti veterinari della parte importatrice.

V

In corso di valutazione — sotto esame. Si utilizzano i modelli di certificati sanitari o i documenti veterinari della parte importatrice.

[]

Problemi segnalati per imminente soluzione.

No

Non equivalenza e/o necessità di un'ulteriore valutazione. Gli scambi possono aver luogo se la parte esportatrice ottempera alle condizioni prescritte dalla parte importatrice.

N.A.

Non applicabile

ASF

Peste suina africana

BSE

Encefalopatia spongiforme bovina

BT

Febbre catarrale degli ovini

C

Celsius

CBPP

Pleuropolmonite contagiosa dei bovini

CSF

Peste suina classica

UE/NZ

Unione europea/Nuova Zelanda

E-Cert

Sistema di trasmissione elettronica dei dati della Nuova Zelanda per le certificazioni sanitarie per l'esportazione

EIA

Anemia infettiva equina

Afta epizootica

Afta epizootica

gst

Imposta su beni e servizi

HPNAI

Influenza aviaria ad alta patogenicità soggetta a denuncia

HTST

Rapida ad elevata temperatura

IBR

Rinotracheite bovina infettiva

LPNAI

Influenza aviaria a bassa patogenicità soggetta a denuncia

LSD

Dermatite nodulare del bovino

min

minuto(i)

ND

Malattia di Newcastle

Nessuna

Nessuna condizione speciale

OIE

Ufficio internazionale delle epizoozie

PAT

Proteine animali trasformate

PPR

Peste dei piccoli ruminanti

PRRS

Sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini

RND

Peste bovina

SVD

Malattia vescicolare dei suini

Traces

Sistema UE di trasmissione elettronica dei dati per le certificazioni sanitarie (per l'esportazione)

TSE

Encefalopatia spongiforme trasmissibile

UHT

Temperatura ultra-alta

VS

Stomatite vescicolare


Sezione 1

Germoplasma e animali vivi

Prodotto

Esportazioni da UE a Nuova Zelanda (1)

Esportazioni da Nuova Zelanda nell'UE

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Norme UE

Norme NZ

Norme NZ

Norme UE

 

1.   Sperma

Bovidi

88/407/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

Sì (1)

cfr. capitolo 28:

Febbre Q

Febbre catarrale degli ovini

 

Animal Products Act (1999)

88/407/CEE

2011/630/UE

V

IBR

cfr. capitolo 28.

L'UE considererà l'opportunità di verificare se l'analisi dello sperma alla ricerca dell'IBR eseguita utilizzando il metodo di prova PCR, approvato dall'OIE, fornisca una garanzia equivalente allo status di paese indenne da IBR.

Ovini/caprini

92/65/CEE

2010/470/UE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

2010/472/UE

NV

 

 

Suini

90/429/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

90/429/CEE

2012/137/UE

NV

 

 

Cervidi

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

No

 

 

Equidi

92/65/CEE

2010/470/UE

Biosecurity Act (1993) S 22

Sì (3)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

2004/211/CE

2010/471/UE

Sì (3)

 

 

Canidi

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

NV

 

 

2.   Embrioni (esclusi gli embrioni sottoposti a penetrazione della zona pellucida)

Bovidi

Embrioni concepiti in vivo

89/556/CEE

Biosecurity Act (1993)

Sì (1)

cfr. capitolo 28:

Febbre Q

Diarrea virale bovina (tipo II)

 

Animal Products Act (1999)

89/556/CEE

2006/168/CE

Sì (1)

 

 

Embrioni concepiti in vitro

89/556/CEE

Biosecurity Act (1993)

Sì (1)

cfr. capitolo 28:

Febbre Q

Diarrea virale bovina (tipo II)

 

Animal Products Act (1999)

 

Sì (3)

 

 

Ovini/caprini

92/65/CEE

2010/470/UE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

2010/472/UE

NV

 

 

Suini

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

NV

 

 

Cervidi

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

No

 

 

Equidi

92/65/CEE

2010/470/UE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

2004/211/CE

2010/471/UE

Sì (3)

 

 

Pollame uova da cova

2009/158/CE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2009/158/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

Salmonella

cfr. capitolo 28

 

Ratiti uova da cova

 

 

 

 

 

 

 

NV

 

 

3.   Animali vivi

Bovidi

64/432/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

e (UE) n. 206/2010

Sì (3)

IBR

cfr. capitolo 28

 

Ovini/caprini

91/68/CEE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2004/212/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

e (UE) n. 206/2010

Sì (3)

 

L'UE valuterà se ritenere la NZ indenne dalla scrapie

Suini

64/432/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (3)

Malattia di Aujeszky cfr. capitolo 28

 

Cervidi

2004/68/CE

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2004/68/CE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (3)

 

 

Equidi

2009/156/CE

Biosecurity Act (1993) S 22

Sì (3)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/260/CEE

93/195/CEE

93/196/CEE

93/197/CEE

2004/211/CE

2009/156/CE

2010/57/UE

Sì (3)

AIE

cfr. capitolo 28

 

Cani, gatti e furetti

A carattere commerciale:

 

92/65/CEE

 

2013/519/UE

A carattere non commerciale:

2003/803/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 998/2003

 

(UE) n. 576/2013

 

(UE) n. 577/2013

Biosecurity Act (1993) S 22

Sì (3)

Rabbia cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Importazioni a carattere commerciale:

 

92/65/CEE

 

2011/874/UE

 

2013/519/UE

A carattere non commerciale:

 

2011/874/UE

 

2013/519/UE

 

2013/520/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 998/2003

 

(UE) n. 576/2013

 

(UE) n. 577/2013

Sì (3)

Rabbia

cfr. capitolo 28

 

Pollame vivo

2009/158/CE

Biosecurity Act (1993) S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2009/159/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

Salmonella

cfr. capitolo 28

 

Ratiti

 

 

NV

 

 

 

 

NV

 

 

Api vive, bombi, compreso germoplasma di api/bombi

92/65/CEE

Biosecurity Act (1993) S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

92/65/CEE

2013/503/UE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (1)

Api/bombi

cfr. capitolo 28

Non sono ammessi scambi commerciali di prodotti verso Stati membri o regioni elencati nell'allegato della decisione di esecuzione 2013/503/UE della Commissione.

 


Sezione 2

Carni (comprese carni fresche, anche di pollame e di selvaggina in libertà e di allevamento), carni macinate, preparati a base di carne e prodotti della carne destinati al consumo umano

Prodotto

Esportazioni da UE a Nuova Zelanda

Esportazioni da Nuova Zelanda nell'UE

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Norme UE

Norme NZ

Norme NZ

Norme UE

4.   Carni

4.A.   

Carni fresche come definite nel regolamento (CE) n. 853/2004. Comprese carni macinate, sangue/ossa/grasso (freschi) non lavorati e destinati al consumo umano.

Salute animale

Ruminanti

Equidi

2002/99/CE Regolamento

(CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

e (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Suini

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001 (2)

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001 (2)

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(UE) n. 206/2010

Sì (1)

Salmonella e BSE

cfr. capitolo 28

La carne macinata deve essere congelata

 

4.B.   Carne fresca di pollame

Salute animale

pollame

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

tacchini

 

 

Sì (3)

 

 

 

 

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 

4.C.   Carni di selvaggina d'allevamento

Salute animale

Cervidi

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Conigli

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 119/2009

Sì (1)

 

 

Altri mammiferi terrestri

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 119/2009

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

(inclusi ratiti)

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Mammiferi terrestri

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 119/2009

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Ratiti

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

Sì (1)

 

 

4.D.   Carni di selvaggina in libertà

Salute animale

Cervidi

Conigli

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 119/2009

 

e (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Suini

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 119/2009

 

e (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Altri mammiferi terrestri selvatici

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 119/2009

NV

 

 

Selvaggina da penna

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Mammiferi terrestri selvatici

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 119/2009

Sì (1)

I leporidi selvatici non scuoiati e non eviscerati devono essere refrigerati a una temperatura massima di +4 °C, per un periodo massimo di 15 giorni prima della data di importazione prevista.

 

Selvaggina da penna

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 

5.   Preparazioni a base di carne

5.A.   Preparazioni a base di carne elaborate a partire da carni fresche

Salute animale

Ruminanti

Suini

2002/99/CE Regolamento

(CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE, 2002/99/CE

Regolamento

(CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

Soltanto congelate

BSE

cfr. capitolo 28

 

5.B.   Preparazioni a base di carne elaborate a partire da carni fresche di pollame

Salute animale

Pollame

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE 2002/99/CE

Regolamento

(CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Tacchini

 

 

Sì (3)

 

 

 

 

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Animal Products Act (1999)

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

Soltanto congelate

 

5.C.   Preparazioni a base di carne elaborate a partire da carni di selvaggina d'allevamento

Salute animale

Cervidi

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2000/572/CE

2002/99/CE

Regolamento (UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Conigli

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2000/572/CE

2002/99/CE

Sì (1)

 

 

Ratiti

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Selvaggina da penna

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Cervidi

Suini

Conigli

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

Soltanto congelate

 

Selvaggina da penna

Ratiti

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

Sì (1)

 

 

 

2000/572/CE

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

Sì (1)

 

 

5.D.   Preparazioni a base di carne elaborate a partire da carni di selvaggina in libertà

Salute animale

Cervidi

Conigli

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2002/99/CE

Sì (1)

 

 

Suini

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2002/99/CE

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

No

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Mammiferi terrestri selvatici

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2000/572/CE

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

Solo surgelate

 

Selvaggina da penna

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

Sì (1)

 

 

 

2000/572/CE

2011/163/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 

6.   Prodotti a base di carne

6.A.   Prodotti a base di carne elaborati a partire da carni fresche

Salute animale

Ruminanti

Equidi

Suini

2002/99/CE Regolamento

(CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

6.B.   Prodotti a base di carne elaborati a partire da carni fresche di pollame

Salute animale

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 

6.C.   Prodotti a base di carne elaborati a partire da selvaggina d'allevamento

Salute animale

Suini

Cervidi

Conigli

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (1)

 

 

Ratiti

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

altra selvaggina da penna

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Suini

Cervidi

Conigli

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE,

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Ratiti

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

Sì (1)

 

 

6.D.   Prodotti a base di carne elaborati a partire da selvaggina in libertà

Salute animale

Selvaggina in libertà

Suini

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (1)

 

 

Cervidi

Conigli

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Selvaggina in libertà

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 


Sezione 3

Altri prodotti destinati al consumo umano

Prodotto

Esportazioni da UE a Nuova Zelanda1

Esportazioni da Nuova Zelanda nell'UE

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Norme UE

Norme NZ

Norme NZ

Norme UE

7.   Prodotti destinati al consumo umano

7.A.   Budella

Salute animale

Bovidi

Ovini

Caprini

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE,

regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2003/779/CE

2007/777/CE

Regolamento

(CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

7.B.   Ossa e prodotti a base di ossa trasformati e destinati al consumo umano

Salute animale

Carni fresche:

Ruminanti

Equidi

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Pollame

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (3)

 

 

Selvaggina d'allevamento

Suini

Cervidi

92/118/CE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (3)

 

 

Selvaggina in libertà

Cervidi

Suini

92/118/CE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Carni fresche:

Ruminanti

Equidi

Suini

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Pollame

Carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

2007/777/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

 

 

Selvaggina d'allevamento

Mammiferi

92/118/CEE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

2007/777/CE,

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

Selvaggina in libertà

Mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

2007/777/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

7.C.   Proteine animali trasformate destinate al consumo umano

Salute animale

PAT derivate da carni fresche:

Ruminanti

Equidi

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

477/2010/UE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Pollame

PAT derivate da carni fresche

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

94/438/CE

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Sì (3)

 

 

Selvaggina d'allevamento

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

477/2010/UE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Selvaggina in libertà

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

477/2010/UE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

PAT derivate da carni fresche

Ruminanti

Equidi

Suini

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 999/2001

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 999/2001

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Pollame

PAT derivate da carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE,

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

 

 

Selvaggina d'allevamento

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

e (UE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

Selvaggina in libertà

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

7.D.   Sangue e prodotti emoderivati destinati al consumo umano

Salute animale

Sangue e prodotti del sangue derivati da carni fresche:

Ruminanti

Equidi

Suini

92/118/CEE 2002/99/CE

Regolamento

(CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(UE) n. 206/2010

Sì (1)

 

 

Pollame

Sangue e prodotti del sangue derivati da carni fresche di pollame

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

(CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Selvaggina d'allevamento

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Selvaggina in libertà

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF e PRRS

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina da penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Ruminanti

Equidi

Suini

Carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Pollame

Carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

 

 

Selvaggina d'allevamento

Mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

Selvaggina in libertà

Mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

7.E.   Strutto e grassi fusi destinati al consumo umano

Salute animale

Mammiferi domestici

Prodotti ottenuti a partire da carni fresche:

Ruminanti

Equidi

Suini

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Pollame

Prodotti ottenuti a partire da carni fresche:

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 798/2008

Sì (3)

 

 

Selvaggina d'allevamento

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Selvaggina in libertà

Suini

Cervidi

92/118/CEE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

CSF cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

Trattati termicamente

a lunga conservazione

trattamento F03

 

 

 

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Ruminanti

Equidi

Suini

Carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Pollame

Carni fresche

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

 

 

Selvaggina d'allevamento

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

e (CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2007/777/CE

2011/163/CE,

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

Selvaggina in libertà

92/118/CEE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

e (CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2007/777/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

Selvaggina di penna

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

NV

 

 

7.F.   Gelatine destinate al consumo umano

Salute animale

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

NV

BSE

cfr. capitolo 28

 

7.G.   Collagene destinato al consumo umano

Salute animale

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 999/2001

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

NV

BSE

cfr. capitolo 28

 

7.H.   Stomaci e vesciche (salati, essiccati o sottoposti a trattamento termico, nonché altri prodotti)

Salute animale

Bovidi

Ovini

Caprini

Suini

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (3)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2007/777/CE

Regolamento (CE) n. 999/2001

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

 

 

8.   

Latte e prodotti lattiero-caseari destinati al consumo umano. Compresi colostro e prodotti a base di colostro destinati al consumo umano.

Salute animale

Mammiferi domestici, compresi:

Bovidi

Bufali

Ovini

Caprini

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

Regolamento (UE) n. 605/2010

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Pastorizzati

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(UE) n. 605/2010

Sì (1)

 

 

Formaggi termizzati, non pastorizzati

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

NZ (milk and milk products processing) food standards 2002

Sì (1)

Formaggi termizzati

cfr. capitolo 28

 

Food Act 1981 Animal Products Act 1999

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(UE) n. 605/2010

Sì (1)

 

 

Prodotti lattiero-caseari non pastorizzati (escluso il latte crudo)

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Food Act 1981

Animal Products Act 1999

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(UE) n. 605/2010

Sì (1)

 

 

9.   Prodotti della pesca destinati al consumo umano (esclusi animali vivi)

Salute animale

Prodotti della pesca marini

Pesci a pinne

Uova/lattimi

Molluschi

Echinodermi

Tunicati, gasteropodi e crostacei

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Salmonidi

cfr. capitolo 28

Uova/lattimi

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

 

 

Prodotti della pesca d'acqua dolce

Salmonidi

Uova/lattimi

Gamberi di fiume

2002/99/CE

(CE) n. 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Salmonidi

cfr. capitolo 28

Uova/lattimi

cfr. capitolo 28

Gamberi di fiume (surgelati o trasformati)

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

Gamberi di fiume (surgelati o trasformati)

 

Pesci a pinne (esclusi i salmonidi)

Molluschi

Crostacei

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 2008/1251

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

 

 

Prodotti di acquacoltura (di mare e d'acqua dolce, d'allevamento)

Salmonidi

Uova/lattimi

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Salmonidi

cfr. capitolo 28

Uova/lattimi

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

Salmonidi (eviscerati)

 

Molluschi, echinodermi,

Tunicati, gasteropodi e crostacei

2002/99/CE

(EC) No 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Surgelati o trasformati

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

Surgelati o trasformati

 

Pesci a pinne (esclusi i salmonidi)

2002/99/CE

(EC) No 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

Pesci a pinne

Uova/lattimi

Molluschi bivalvi, echinodermi, tunicati, gasteropodi e crostacei

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

(acquacoltura)

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

Sì (1)

 

 

10.   Pesci vivi, molluschi, crostacei, compresi uova e gameti

Salute animale

Destinati al consumo umano

Molluschi, echinodermi, tunicati, gasteropodi vivi

Crostacei vivi

Pesci a pinne vivi

Altri animali acquatici

93/53/CEE

95/70/CE

2002/99/CE

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (1)

 

 

Per riproduzione, allevamento, stabulazione

Molluschi e pesci vivi

93/53/CEE

95/70/CE

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamento (CE) n. 1251/2008

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

Pesci a pinne vivi

Molluschi, echinodermi, tunicati, gasteropodi vivi

Crostacei vivi

Altri pesci

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

(acquacoltura destinati al consumo umano)

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

Sì (1)

 

 

11.   Prodotti vari destinati al consumo umano

11.A.   Miele

Salute animale

92/118/CEE

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

2002/99/CE

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

2001/110/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2001/110/CE

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

Sì (3)

 

 

11.B.   Cosce di rane

Salute animale

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

NV

 

 

11.C.   Lumache destinate al consumo umano

Salute animale

2002/99/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

NV

 

 

11.D.   Prodotti a base di uova

Salute animale

2002/99/CE

2009/158/CE

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2002/99/CE

2009/158/CE

NV

 

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

Food Act 1981

Health Act 1956

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

2011/163/UE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 798/2008

NV

 

 


Sezione 4

Prodotti non destinati al consumo umano

Prodotto

Esportazioni da UE a Nuova Zelanda1

Esportazioni da Nuova Zelanda nell'UE

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Norme UE

Norme NZ

Norme NZ

Norme UE

12.   Budella animali per la produzione di alimenti per animali da compagnia o a fini tecnici

Salute animale

Bovidi

Ovini

Caprini

Suini

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (2)

Si applicano le restrizioni connesse alla TSE.

 

Animal Products Act (1999)

2003/779/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Sanità pubblica

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Health Act 1956

Agricultural Compounds and Veterinary Medicines Act 1997

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

 

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

13.   Latte, prodotti a base di latte e colostro non destinati al consumo umano

Salute animale

Bovidi

Ovini

Caprini

Pastorizzati, UHT o sterilizzati

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Colostro e latte non pastorizzati per usi esterni alla catena dei mangimi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (3)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (3)

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

14.   Ossa e prodotti a base di ossa (esclusa la farina di ossa), corna e prodotti a base di corna (esclusa la farina a base di corna), zoccoli e prodotti a base di zoccoli (esclusa la farina a base di zoccoli) destinati ad usi diversi dalle materie prime per mangimi, dai fertilizzanti organici o dagli ammendanti

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

15.   Proteine animali trasformate (fuse) per mangimi

Salute animale

PAT destinate alla produzione di alimenti per animali da compagnia

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

PAT derivate da materiale non proveniente da mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

 

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

 

 

materiale proveniente da pesci

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

Sì (1)

 

 

materiale proveniente da volatili

 

 

Sì (2)

70 °C/50 min

80 °C/9 min o 100 °C/1 min

o equivalente

 

 

 

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

16.   Sangue e prodotti del sangue trasformati (escluso il siero proveniente da equidi) per usi esterni alla catena dei mangimi

Salute animale

Bovini, ovini, caprini, suini

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Equidi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Volatili

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

17.   Strutto e grassi fusi non destinati al consumo umano, compresi gli oli di pesce

Salute animale

Grassi fusi e oli

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

All'etichettatura si applicano prescrizioni supplementari connesse alla BSE.

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Strutto (suini)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Il prodotto deve essere ricavato da carni fresche di suini e di selvaggina d'allevamento e in libertà, di equivalenza “Sì (1)” indicata in precedenza ai fini della salute animale.

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

 

 

 

 

CSF

cfr. capitolo 28

 

 

 

 

 

 

Olio di pesce

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Derivati dei grassi provenienti da materiale delle categorie 2 o 3 di cui al regolamento (CE) n. 1069/2009

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Biosecurity Act 1993 S 22

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

V

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

18. A.   Gelatine per mangimi o per usi esterni alla catena dei mangimi

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

18. B.   Proteine idrolizzate, collagene, fosfato bicalcico e tricalcico

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

19.   Pelli e pellame

Salute animale

Ungulati, esclusi gli equidi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Equidi

Altri mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

NV

 

 

 

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Ratiti (struzzi, emù, nandù)

Regolamenti (CE) n. 1069/2009

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

 

Regolamenti (CE) n. 1069/2009

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

20.   Lana e fibre/pelo

Salute animale

Ovini, caprini, camelidi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Soltanto lana sgrassata

Pulita e lavata a 75 °C o procedura equivalente

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Altri ruminanti e suini

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

NV

 

 

 

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Altri

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

NV

 

 

 

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

21.   Alimenti per animali da compagnia (compresi alimenti trasformati) contenenti soltanto materiale della categoria 3

Salute animale

Alimenti trasformati per animali da compagnia (mammiferi)

 

recipienti sigillati ermeticamente

 

alimenti per animali da compagnia semiumidi e secchi

 

articoli masticabili per cani provenienti da ungulati (esclusi equidi)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Interiora aromatizzanti

 

 

NV

 

 

 

 

Sì (3)

 

 

Alimenti trasformati per animali da compagnia (non mammiferi)

recipienti sigillati ermeticamente

alimenti per animali da compagnia semiumidi e secchi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

 

Sì (1)

 

 

 

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

a base di pesci

 

 

Sì (1)

 

 

 

 

Sì (1)

 

 

a base di volatili

 

 

Sì (2)

70 °C/50 min

80 °C/9 min

100 °C/1 min o equivalente

 

 

 

Sì (1)

 

 

Interiora aromatizzanti

 

 

NV

 

 

 

 

Sì (3)

 

 

Alimenti crudi per animali da compagnia

Per consumo diretto

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

BSE

cfr. capitolo 28

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

22.   Siero proveniente da equidi

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

23.   Altri sottoprodotti di origine animale per la produzione di mangimi, compresi alimenti per animali da compagnia, nonché per usi esterni alla catena dei mangimi

Salute animale

Carni fresche

Bovini

Ovini

Caprini

Suini

Equini

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001 e

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

Il prodotto deve essere ottenuto da carni fresche, anche di selvaggina d'allevamento e in libertà, di equivalenza “Sì (1)” indicata in precedenza ai fini della salute animale.

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2001

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

BSE

cfr. capitolo 28

 

Selvaggina d'allevamento

Suini

Cervidi

Selvaggina in libertà

Suini

Cervidi

 

 

 

BSE

cfr. capitolo 28

Per l'etichettatura si applicano requisiti supplementari connessi alla BSE.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CSF cfr. capitolo 28

 

 

 

 

 

 

Carni fresche

Pollame

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Selvaggina d'allevamento e in libertà

Selvaggina da penna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altre specie

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

V

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

24.   Prodotti dell'apicoltura — non destinati al consumo umano

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

25.   Trofei di caccia

Salute animale

Mammiferi

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

 

 

Volatili

 

 

NV

 

 

 

 

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 

26.   Stallatico trasformato

Salute animale

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Biosecurity Act 1993 S 22

NV

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

NV

 

 

Sanità pubblica

 

 

N.A.

 

 

 

 

N.A.

 

 


Sezione 5

Questioni generali e orizzontali

 

Esportazioni da UE a Nuova Zelanda1

Esportazioni da Nuova Zelanda nell'UE

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Condizioni commerciali

Equivalenza

Condizioni speciali

Azione

Norme UE

Norme NZ

Norme NZ

Norme UE

27.   Questioni orizzontali

Acqua

98/83/CE

Animal Products Act (1999)

Health Act 1956

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

98/83/CE

Sì (1)

 

 

Residui

Monitoraggio dei residui

Specie a carni rosse

96/22/CE

96/23/CE

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

96/22/CE

96/23/CE

Sì (1)

 

 

Altre specie, altri prodotti

 

 

Sì (3)

 

 

 

 

Sì (3)

 

 

Sistemi di certificazione

96/93/CE

Animal Products Act (1999)

Sì (1)

Lo status di equivalenza si applica a tutti gli animali e i prodotti di origine animale cui si concede l'equivalenza “Sì (1)” a fini di salute animale o sanità pubblica a seconda dei casi.

 

 

Animal Products Act (1999)

92/118/CEE

96/93/CE

2002/99/CE

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2074/2005

 

(CE) n. 1251/2008

 

(CE) n. 1069/2009

 

(UE) n. 142/2011

Sì (1)

Lo status di equivalenza si applica agli animali e ai prodotti di origine animale cui si concede l'equivalenza “Sì (1)” figuranti nelle voci 3, 4.A, 4.C, 4.D, 5.A, 5.C, 5.D, 6.A, 6.C, 6.D, 7.A, 7.B, 7.C, 7.D, 7.E, 7.H, 9, 10, 12, 15, 16, 17, 19, 21 e 23.

Quando il certificato sanitario ufficiale è rilasciato dopo la spedizione della partita, esso menziona i pertinenti documenti di ammissibilità (DA), la data di emissione dei documenti di ammissibilità sulla cui base si rilascia il certificato sanitario ufficiale, la data di spedizione della partita e la data in cui è stato firmato il certificato sanitario. La Nuova Zelanda informa il posto d'ispezione frontaliero del paese destinatario circa eventuali problemi di certificazione successivi alla partenza dal suo territorio.

 

Riesportazione di prodotti di origine animale importati

96/93/CE

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Biosecurity Act (1993)

Sì (1)

I prodotti di origine animale possono essere derivati, anche parzialmente, da prodotti di origine animale conformi alle condizioni, originari di paesi terzi e di stabilimenti ammessi agli scambi con l'UE e la Nuova Zelanda.

 

Animal Products Act (1999)

Food Act 1981

Biosecurity Act (1993)

96/93/CE

Sì (1)

I prodotti di origine animale possono essere derivati, anche parzialmente, da prodotti di origine animale conformi alle condizioni, originari di paesi terzi e di stabilimenti ammessi agli scambi con l'UE e la Nuova Zelanda.

 

Monitoraggio microbiologico/sistema di analisi  (3)  (4)

compresi: metodi di prova, norme di campionamento e preparazione, nonché gli interventi di regolamentazione

Regolamenti

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2073/2005

Animal Products Act (1999)

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 852/20004

 

(CE) n. 853/2004

 

(CE) n. 854/2004

 

(CE) n. 2073/2005

Sì (1)

 

 

Sistemi di inserimento in elenchi degli stabilimenti  (5)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2002

 

(CE) n. 882/2004

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 854/2004

Animal Products Act (1999)

Sì (1)

 

 

Animal Products Act (1999)

Regolamenti

 

(CE) n. 999/2002

 

(CE) n. 882/2004

 

(CE) n. 852/2004

 

(CE) n. 854/2004

Sì (1)

Lo status di equivalenza si applica a tutti i prodotti di origine animale cui si concede l'equivalenza “Sì (1)” a fini di sanità pubblica, come stabilito nel presente allegato.

Le procedure per l'iscrizione in elenchi degli stabilimenti in relazione a merci aventi equivalenza diversa da “Sì (1)” sono da riesaminare.

28.   Disposizioni varie sulla certificazione: attestati che devono figurare sul certificato sanitario o veterinario

Questione

Disposizioni relative alla certificazione

Febbre Q

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da febbre Q.

Per il commercio dall'UE alla NZ di sperma ed embrioni bovini, l'autorità competente dello Stato membro interessato certifica quanto segue:

Per quanto consta al sottoscritto e da quanto ha potuto appurare, gli animali donatori non sono mai risultati positivi a un test di conferma per la febbre Q.

E

Per lo sperma di animali della specie bovina:

Gli animali donatori sono stati sottoposti a un test di fissazione del complemento (CFT) (negativo se la fissazione del complemento non si verifica a una diluizione di 1:10 o superiore) o a un test ELISA per la febbre Q su un campione raccolto tra 21 e 120 giorni dopo ogni periodo di raccolta dello sperma (della durata di 60 giorni o meno) per l'esportazione in Nuova Zelanda, con esito negativo.

OPPURE

Per le esportazioni nella Nuova Zelanda un quantitativo di sperma di ogni raccolta è stato sottoposto a prova mediante test RPC da parte di un laboratorio convalidato per la ricerca della febbre Q, secondo le modalità descritte nel capitolo febbre Q del manuale dell'OIE sui test diagnostici e i vaccini per animali terrestri.

E

Per gli embrioni bovini:

Gli animali donatori sono stati sottoposti a un test di fissazione del complemento (CFT) (negativo se la fissazione del complemento non si verifica a una diluizione di 1:10 o superiore) o a un test ELISA per la febbre Q su un campione raccolto tra 21 e 120 giorni dopo ogni periodo di raccolta degli embrioni per l'esportazione in Nuova Zelanda, con esito negativo.

OPPURE

Un campione di embrioni/ovociti e/o della raccolta e/o dei liquidi di lavaggio di ogni raccolta destinata all'esportazione in Nuova Zelanda è stato sottoposto a prova mediante test RPC da parte di un laboratorio convalidato per la ricerca della febbre Q, secondo le modalità descritte nel capitolo febbre Q del manuale dell'OIE sui test diagnostici e i vaccini per animali terrestri.

BVD tipo II

La Nuova Zelanda è riconosciuta esente dal virus della diarrea virale bovina (BVD) di tipo II.

Per il commercio dall'UE alla NZ di embrioni bovini, l'autorità competente dello Stato membro interessato certifica quanto segue:

E

l'animale donatore è stato sottoposto a un test ELISA di rilevazione dell'antigene o di isolamento del virus della BVD, con risultati negativi, nei trenta (30) giorni precedenti l'entrata nell'allevamento di origine ed è rimasto in tale allevamento per più di sei (6) mesi prima della raccolta dell'embrione per la presente partita ed è rimasto isolato dagli altri animali che non sono risultati negativi al test.

OPPURE

dalla prima raccolta di embrioni prelevata dall'animale donatore per la presente partita è stato sottoposto a prova di isolamento del virus, oppure a test RPC per la ricerca del virus BVD, con esito negativo, un campione aggregato di ovociti/embrioni non vitali e liquido di lavaggio (come prescritto dal capitolo del codice dell'OIE per gli embrioni concepiti in vivo), oppure un embrione.

Febbre catarrale degli ovini

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne dal virus della febbre catarrale degli ovini e dalla malattia emorragica epizootica (EHD).

Per il commercio dall'UE alla NZ di sperma bovino, l'autorità competente dello Stato membro interessato certifica quanto segue:

Lo sperma bovino è conforme mutatis mutandis alle disposizioni del capitolo sulla febbre catarrale degli ovini del codice dell'OIE.

IBR

Per le esportazioni di bovini vivi dalla NZ verso Stati membri o loro regioni di cui all'allegato I della decisione 2004/558/CE, la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità all'articolo 2 della decisione 2004/558/CE della Commissione, e verso Stati membri o loro regioni di cui all'allegato II della decisione 2004/558/CE, la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità all'articolo 3 della decisione 2004/558/CE. Tale attestato deve figurare sul certificato sanitario ai sensi del regolamento (UE) n. 206/2010 della Commissione.

BSE

Esportazioni dall'UE in NZ di prodotti contenenti materiali ricavati da bovini, ovini o caprini (oltre alla piena conformità a tutte le altre norme UE pertinenti).

Il prodotto non contiene e non è derivato da materiali ricavati da bovini, ovini e caprini che non siano derivati da animali nati, allevati senza interruzione e macellati nell'Unione europea e che non siano stati prodotti nel pieno rispetto delle disposizioni dei regolamenti del Parlamento europeo e del Consiglio (CE) n. 999/2001 e (CE) n. 1069/2009 a seconda dei casi.

Nota: Per i prodotti che contengono materiali ricavati da bovini, ovini e caprini diversi da quelli derivati da animali nati, allevati senza interruzione e macellati nell'Unione europea, occorre che detti materiali siano certificati conformi alle opportune disposizioni addizionali per i paesi terzi della corrispondente decisione della Nuova Zelanda in materia di certificazione.

BSE

Esportazioni dalla NZ nell'UE di prodotti contenenti materiali ricavati da bovini, ovini e caprini

Destinati al consumo umano (carni fresche, carni macinate e preparazioni a base di carne, prodotti a base di carne, intestini trattati, grassi fusi di origine animale, ciccioli e gelatina):

a)

il paese o la regione sono classificati come aventi un rischio trascurabile di BSE, in conformità all'articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 999/2001;

b)

gli animali all'origine dei materiali ricavati da bovini, ovini e caprini sono nati, sono stati allevati senza interruzione e sono stati macellati in un paese avente un rischio trascurabile di BSE.

Per i sottoprodotti (grassi fusi, alimenti per animali da compagnia, prodotti a base di sangue, proteine animali trasformate, ossa e prodotti a base di ossa, materiali di categoria 3 e gelatina):

Il sottoprodotto di origine animale non contiene e non è derivato da materiali ricavati da bovini, ovini e caprini che non siano stati ottenuti da animali nati, allevati continuativamente e macellati in un paese o in una regione classificati come aventi un rischio trascurabile di BSE da una decisione a norma dell'articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 999/2001.

PRRS

Per il commercio dall'UE alla NZ di carni suine l'autorità competente dello Stato membro interessato certifica quanto segue:

 

i)

E

ottenute da animali rimasti dalla nascita ininterrottamente in Finlandia o in Svezia, che sono indenni dalla sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini;

 

OPPURE

ii)

sottoposte a trattamento termico ad una delle temperature interne e per una delle durate seguenti:

 

56 gradi Celsius per 60 minuti;

 

57 gradi Celsius per 55 minuti;

 

58 gradi Celsius per 50 minuti;

 

59 gradi Celsius per 45 minuti;

 

60 gradi Celsius per 40 minuti;

 

61 gradi Celsius per 35 minuti;

 

62 gradi Celsius per 30 minuti;

 

63 gradi Celsius per 25 minuti;

 

64 gradi Celsius per 22 minuti;

 

65 gradi Celsius per 20 minuti;

 

66 gradi Celsius per 17 minuti;

 

67 gradi Celsius per 15 minuti;

 

68 gradi Celsius per 13 minuti;

 

69 gradi Celsius per 12 minuti; oppure

 

70 gradi Celsius per 11 minuti;

 

OPPURE

iii)

sottoposte a un processo di stagionatura, durante il quale il prodotto ha subito una procedura atta a garantire che le carni soddisfino una delle seguenti condizioni:

 

abbiano raggiunto un pH pari o inferiore a 5; o

 

abbiano subito un processo di fermentazione (maturazione lattica) fino a raggiungere un pH pari o inferiore a 6,0 e

 

siano state stagionate/maturate per almeno 21 giorni; o

 

siano ammesse alla certificazione ufficiale come Prosciutto di Parma o

 

abbiano subito un processo di stagionatura equivalente della durata di 12 mesi;

 

OPPURE

iv)

siano state confezionate sotto forma di tagli pronti al consumo per la vendita diretta al minuto, prive di carni macinate o tritate, senza testa e collo, in confezioni non superiori a 3 kg, eliminati i tessuti seguenti: linfonodi ascellari, iliaci medi e laterali, sacrali, ileofemorali (inguinali profondi), mammari (inguinali superficiali), poplitei superficiali e profondi, cervicali superficiali dorsali, cervicali superficiali ventrali, cervicali superficiali medi, pelvici e ischiatici; e qualsiasi altro tessuto linfatico macroscopicamente visibile (linfonodi e vasi linfatici) incontrato durante la lavorazione;

 

OPPURE

v)

nulla di quanto sopra (Nota: i prodotti in questione devono essere trasformati in Nuova Zelanda prima di ricevere l'attestazione di biosicurezza).

Malattia di Aujeszky

Per le esportazioni neozelandesi di carni suine verso Stati membri o loro regioni di cui all'allegato I e all'allegato II della decisione 2008/185/CE, la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità alla decisione 2008/185/CE. Tale attestato deve figurare sul certificato sanitario ai sensi del regolamento (UE) n. 206/2010 della Commissione.

CSF

solo suini selvatici

Per il commercio dall'UE alla NZ l'autorità competente dello Stato membro certifica che i prodotti provengono da zone che nel corso dei 60 giorni precedenti erano indenni da CSF per quanto riguarda la popolazione di suini selvatici. Nel certificato sanitario figura questo attestato:

“I prodotti descritti nel presente certificato sono ottenuti da suini selvatici provenienti da zone che nei 60 giorni precedenti erano indenni da peste suina classica nella popolazione suina selvatica.”

Api vive/bombi vivi:

Per il commercio dalla NZ nell'UE, i certificati sanitari per le api/i bombi vivi devono recare il seguente attestato:

Le api/i bombi (1) descritti nel presente certificato

a)

provengono da un alveare di allevamento sottoposto a sorveglianza e controllo da parte dell'autorità competente;

b)

nel caso di api mellifere, gli alveari provengono da una zona non soggetta a divieti connessi con il manifestarsi di peste americana (la durata delle restrizioni è stata di almeno 30 giorni a decorrere dall'ultimo caso accertato e dalla data in cui tutti gli alveari in un raggio di tre chilometri sono stati controllati dall'autorità competente e tutti gli alveari contaminati sono stati bruciati o trattati e ispezionati dalla suddetta autorità)

c)

provengono da alveari o da apiari o da colonie (nel caso dei bombi) che sono stati ispezionati subito prima della spedizione (normalmente entro le 24 ore) e non presentano sintomi clinici o segni che possano far sospettare la presenza di malattie, comprese le infestazioni che colpiscono le api.

Il materiale di imballaggio, le gabbie delle regine, i prodotti e gli alimenti di accompagnamento sono nuovi e non sono stati a contatto con api malate o favi di covata infetti e sono state adottate tutte le precauzioni necessarie a evitare la contaminazione da parte di agenti che causano malattie o infestazioni che colpiscono le api.

(1)

Cancellare la dicitura non pertinente

Sostanze coloranti per i timbri sanitari

Il regolamento (CE) n. 1333/2008 indica le sostanze coloranti da utilizzare per i timbri sanitari.

Salmonella

Per il commercio dalla NZ in Svezia e Finlandia

I certificati sanitari per gli animali vivi e i prodotti di origine animale elencati di seguito devono recare l'apposito attestato prescritto dalla pertinente legislazione se riguardano partite da consegnare in Svezia o Finlandia:

 

Per le uova da tavola per il consumo umano la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità al regolamento (CE) n. 1688/2005 della Commissione

 

Per il pollame vivo destinato alla macellazione la Nuova Zelanda fornirà le certificazioni del caso in conformità all'allegato A della decisione 95/410/CE del Consiglio

 

Per il pollame riproduttore la Nuova Zelanda fornirà le certificazioni del caso in conformità all'allegato II della decisione 2003/644/CE della Commissione

 

Per i pulcini di un giorno la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità all'allegato III della decisione 2003/644/CE della Commissione

 

Per le galline ovaiole la Nuova Zelanda fornisce le certificazioni del caso in conformità all'allegato II della decisione 2004/235/CE della Commissione

 

Per le carni fresche di cui al regolamento (CE) n. 1688/2005, deve essere inserito il seguente attestato: “Le carni fresche hanno subito un esame microbiologico per l'individuazione della salmonella, come stabilito nel regolamento (CE) n. 1688/2005, tramite campionatura, nello stabilimento di origine di queste carni”.

Salmonidi

Per il commercio dall'UE alla NZ

La partita contiene soltanto salmonidi dei generi Onchorhynchus, Salmo o Salvelinus, decapitati, senza branchie, eviscerati e sessualmente immaturi.

Uova/lattimi

Per il commercio dall'UE alla NZ

Devono essere sottoposti a trattamento per renderli non vitali, essere a lunga conservazione ed essere imballati e confezionati.

Formaggi termizzati

Per il commercio dall'UE alla NZ

Il formaggio prodotto a partire da latte termizzato ha un contenuto umido inferiore al 39 % e un pH inferiore a 5,6. Il latte utilizzato per produrre questo formaggio è stato riscaldato rapidamente fino a raggiungere la temperatura di almeno 64,5 °C per 16 secondi. Il formaggio è stato immagazzinato a una temperatura non inferiore a 7 °C per 90 giorni.

29.   Misure di lotta alle malattie convenute di comune accordo

29.A.   Situazione sanitaria convenuta di comune accordo per specifiche malattie

Rabbia

La Nuova Zelanda, il Regno Unito, Malta, l'Irlanda e la Svezia sono riconosciute indenni dalla rabbia

Anemia infettiva equina

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da AIE

Brucellosi

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da Brucella abortus e B. mellitensis

Febbre Q

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da febbre Q.

BVD tipo II

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da BVD tipo II

Febbre catarrale degli ovini e malattia emorragica epizootica

La Nuova Zelanda è riconosciuta indenne da febbre catarrale degli ovini e malattia emorragica epizootica

L'UE presenta richiesta alla Nuova Zelanda di essere riconosciuta indenne da malattia emorragica epizootica

Piccolo scarabeo dell'alveare

La Nuova Zelanda e l'UE sono riconosciute indenni dal piccolo scarabeo dell'alveare

Acaro Tropilaelaps

La Nuova Zelanda e l'UE sono riconosciute indenni dall'acaro Tropilaelaps

29.B.

Misure convenute di comune accordo per il contrasto di specifiche malattie eventualmente manifestatesi

I certificati sanitari ufficiali, in conformità all'allegato VII, sezione 1, lettera b), dell'accordo, devono recare i pertinenti attestati supplementari di cui al capitolo 29 del presente allegato.