19.3.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 73/20


DECISIONE DELLA COMMISSIONE

del 16 marzo 2009

che modifica la decisione 2003/322/CE per quanto riguarda l’alimentazione di alcune specie di uccelli necrofagi in Bulgaria con taluni materiali della categoria 1

[notificata con il numero C(2009) 1670]

(I testi nelle lingue bulgara, francese, greca, italiana portoghese e spagnola sono i soli facenti fede)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2009/247/CE)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 ottobre 2002, recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano (1), in particolare l’articolo 23, paragrafo 2, lettera d),

considerando quanto segue:

(1)

La decisione 2003/322/CE della Commissione, del 12 maggio 2003, recante attuazione del regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’alimentazione di alcune specie di uccelli necrofagi con taluni materiali di categoria 1 (2) stabilisce le condizioni di autorizzazione da parte di taluni Stati membri riguardo all’alimentazione di specie protette e minacciate di estinzione di uccelli necrofagi.

(2)

Tale decisione elenca gli Stati membri autorizzati a ricorrere a detta possibilità, le specie di uccelli necrofagi che possono essere alimentati con materiali della categoria 1 e le modalità di esecuzione secondo le quali può avere luogo l’alimentazione.

(3)

La Bulgaria ha presentato una domanda di autorizzazione a nutrire talune specie di uccelli necrofagi con materiali della categoria 1 ed ha fornito informazioni soddisfacenti riguardo alla presenza di tali specie sul suo territorio e alle misure di sicurezza da applicare nel nutrire detti uccelli con sottoprodotti animali della categoria 1.

(4)

La decisione 2003/322/CE va pertanto modificata di conseguenza.

(5)

Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

La decisione 2003/322/CE è modificata come segue:

1)

l’articolo 1 è sostituito dal testo seguente:

«Articolo 1

Modalità di esecuzione relative all’alimentazione di uccelli necrofagi con materiali della categoria 1

Ai sensi dell’articolo 23, paragrafo 2), lettera d), del regolamento (CE) n. 1774/2002, Bulgaria, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Cipro e Portogallo possono autorizzare l’utilizzo di corpi interi di animali morti suscettibili di contenere materiali a rischio specifico di cui all’articolo 4, paragrafo 1, lettera b, punto ii), di detto regolamento per l’alimentazione di specie protette o minacciate di estinzione di uccelli necrofagi, come stabilito alla parte A dell’allegato alla presente decisione.»;

2)

l’articolo 4 è sostituito dal testo seguente:

«Articolo 4

Ottemperanza da parte degli Stati membri interessati

Gli Stati membri interessati adottano immediatamente e pubblicano le misure necessarie per conformarsi alla presente decisione. Essi ne informano immediatamente la Commissione.»;

3)

l’articolo 6 è sostituito dal testo seguente:

«Articolo 6

Destinatari

La Repubblica di Bulgaria, la Repubblica greca, il Regno di Spagna, la Repubblica francese, la Repubblica italiana, la Repubblica di Cipro e la Repubblica portoghese sono destinatari della presente decisione.»;

4)

nella parte A dell’allegato I, è aggiunta la seguente lettera g):

«g)

Bulgaria: avvoltoio nero (Aegypius monachus), avvoltoio barbato (Gypaetus barbatus), grifone (Gyps fulvus), capovaccaio (Neophron percnopterus), aquila reale (Aquila chrysaetos), aquila imperiale (Aquila heliaca), aquila di mare (Haliaeetus albicilla), nibbio bruno (Milvus migrans) e nibbio reale (Milvus milvus).»

Articolo 2

La Repubblica di Bulgaria, la Repubblica greca, il Regno di Spagna, la Repubblica francese, la Repubblica italiana, la Repubblica di Cipro e la Repubblica portoghese sono destinatari della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il 16 marzo 2009.

Per la Commissione

Androulla VASSILIOU

Membro della Commissione


(1)  GU L 273 del 10.10.2002, pag. 1.

(2)  GU L 117 del 13.5.2003, pag. 32.