32003D0500

2003/500/PESC: Decisione RDC/1/2003 del Comitato politico e di sicurezza, del 1° luglio 2003, relativa all'accettazione dei contributi di Stati terzi all'operazione militare dell'Unione europea nella Repubblica democratica del Congo

Gazzetta ufficiale n. L 170 del 09/07/2003 pag. 0019 - 0019


Decisione RDC/1/2003 del Comitato politico e di sicurezza

del 1o luglio 2003

relativa all'accettazione dei contributi di Stati terzi all'operazione militare dell'Unione europea nella Repubblica democratica del Congo

(2003/500/PESC)

IL COMITATO POLITICO E DI SICUREZZA,

visto il trattato dell'Unione europea, in particolare l'articolo 25, ultimo comma,

vista l'azione comune 2003/423/PESC del Consiglio, del 5 giugno 2003, relativa all'operazione militare dell'Unione Europea nella Repubblica democratica del Congo(1), in particolare l'articolo 10, paragrafi 2 e 3, concernenti la partecipazione di Stati terzi,

considerando quanto segue:

(1) Su richiesta del Comitato politico e di sicurezza (CPS) e conformemente ai compiti del comitato militare dell'Unione europea (EUMC) il comandante dell'operazione dell'Unione europea e il comandante della forza dell'UE hanno condotto le conferenze sulla costituzione della forza e sugli effettivi rispettivamente il 10 e 11 giugno 2003.

(2) Il 25 giugno 2003, a seguito della raccomandazione del comandante dell'operazione relativa ai contributi degli Stati terzi, l'EUMC ha convenuto di raccomandare al comitato politico e di sicurezza di accogliere tali contributi di Stati terzi,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

Contributi di Stati terzi

A seguito delle conferenze sulla costituzione della forza e sugli effettivi i contributi dei seguenti Stati terzi sono accolti per l'operazione militare dell'Unione europea nella Repubblica democratica del Congo:

Brasile

Canada

Ungheria

Sudafrica.

Articolo 2

Entrata in vigore

La presente decisione entra in vigore il giorno della sua adozione.

Fatto a Bruxelles, addì 1o luglio 2003.

Per il comitato politico e di sicurezza

Il Presidente

M. Melani

(1) GU L 143 dell'11.6.2003, pag. 50.