31996D0139

96/139/CE: Decisione della Commissione, del 24 gennaio 1996, che modifica l'elenco degli organismi nazionali di normalizzazione citato nell'allegato II alla direttiva 83/189/CEE del Consiglio

Gazzetta ufficiale n. L 032 del 10/02/1996 pag. 0031 - 0032


DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 24 gennaio 1996 che modifica l'elenco degli organismi nazionali di normalizzazione citato nell'allegato II alla direttiva 83/189/CEE del Consiglio (96/139/CE)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto l'atto di adesione dell'Austria, della Finlandia e della Svezia,

vista la direttiva 83/189/CEE del Consiglio, del 28 marzo 1983, che prevede una procedura d'informazione nel settore delle norme e delle regolamentazioni tecniche (1), modificata da ultimo dalla direttiva 94/10/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (2), in particolare l'articolo 2, paragrafo 4,

visto il parere del comitato permanente istituito dall'articolo 5 della direttiva 83/189/CEE,

considerando che la decisione 92/400/CEE della Commissione (3) modifica l'elenco degli organismi di normalizzazione citato nell'allegato alla direttiva 83/189/CEE, per includere tra i suddetti organismi l'Istituto europeo per le norme di telecomunicazione (ETSI);

considerando che la risoluzione del Consiglio, del 18 giugno 1992, sulla funzione della normalizzazione europea nell'economia europea (4), ribadisce l'importanza di un sistema europeo di normalizzazione coerente, organizzato dalle parti interessate e per esse, basato sulla trasparenza, l'apertura, il consenso, l'indipendenza rispetto agli interessi specifici, l'efficienza e l'adozione di decisioni in base alla rappresentanza nazionale;

considerando che la suddetta risoluzione del Consiglio afferma l'intenzione di proseguire, ove possibile, la nuova strategia istituita dalla risoluzione del 7 maggio 1985 (5) per l'attuazione della politica comunitaria in materia di armonizzazione tecnica e sottolinea la necessità di aumentare la disponibilità effettiva di norme europee a livello nazionale attraverso il loro recepimento sistematico nelle norme nazionali;

considerando che la risoluzione del Consiglio in questione invita gli Stati membri ad adottare tutte le misure opportune per icentivare i rispettivi organismi nazionali di normalizzazione a conformarsi alle regole comuni degli organismi di normalizzazione europei di cui fanno parte e a partecipare attivamente alle discussioni in materia di normalizzazione europea;

considerando che l'ETSI richiede che vengano designati uno o più organismi nazionali di normalizzazione riconosciuti, con la responsabilità esclusiva di adempiere agli obblighi in materia di status quo, indagini pubbliche, definizione della posizione nazionale nelle votazioni e recepimento delle norme ETSI a livello nazionale,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

L'elenco degli organismi nazionali di normalizzazione di cui all'allegato II della direttiva 83/189/CEE è sostituito dall'elenco allegato alla presente decisione.

Articolo 2

Gli Stati membri sono destinatari della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il 24 gennaio 1996.

Per la Commissione

Martin BANGEMANN

Membro della Commissione

(1) GU n. L 109 del 26. 4. 1983, pag. 8.

(2) GU n. L 100 del 19. 4. 1994, pag. 30.

(3) GU n. L 221 del 6. 8. 1992, pag. 55.

(4) GU n. C 173 del 9. 7. 1992, pag. 1.

(5) GU n. C 136 del 4. 6. 1985, pag. 1.

ALLEGATO

« ALLEGATO II

ORGANISMI NAZIONALI DI NORMALIZZAZIONE

1. BELGIO

IBN/BIN

Institut belge de normalisation

Belgisch Instituut voor Normalisatie

CEB/BEC

Comité électrotechnique belge

Belgisch Elektrotechnisch Comité

2. DANIMARCA

DS

Dansk Standard

NTA

Telestyrelsen, National Telecom

Agency

3. GERMANIA

DIN

Deutsches Institut für Normung e. V.

DKE

Deutsche Elektrotechnische Kommission im DIN und VDE

4. GRECIA

ÅËÏÔ

Åëëçíéêüò Ïñãáíéóìüò

Ôõðïðïßçóçò

5. SPAGNA

AENOR

Asociación Española de Normalización y Certificación

6. FRANCIA

AFNOR

Association française de normalisation

UTE

Union technique de l'électricité - Bureau de normalisation auprès de l'AFNOR

7. IRLANDA

NSAI

National Standards Authority of Ireland

ETCI

Electrotechnical Council of Ireland

8. ITALIA

UNI (1)

Ente nazionale italiano di unificazione

CEI (1)

Comitato elettrotecnico italiano

9. LUSSEMBURGO

ITM

Inspection du travail et des mines

SEE

Service de l'énergie de l'État

10. PAESI BASSI

NNI

Nederlands Normalisatie-instituut

NEC

Nederlands Elektrotechnisch Comité

11. AUSTRIA

ON

Österreichisches Normungsinstitut

ÖVE

Österreichischer Verband für Elektrotechnik

12. PORTOGALLO

IPQ

Instituto Português da Qualidade

13. REGNO UNITO

BSI

British Standards Institution

BEC

British Electrotechnical Committee

14. FINLANDIA

SFS

Suomen Standardisoimisliitto SFS ry

THK

Telehallintokeskus

SESKO

Suomen Sähköteknillinen

Standardisoimisyhdistys SESKO ry

15. SVEZIA

SIS

Standardiseringen i Sverige

SEK

Svenska elektriska kommissionen

ITS

Informationstekniska standardiseringen »

(1) L'UNI e il CEI, in collaborazione con l'Istituto superiore delle Poste e Telecomunicazioni e il ministero dell'Industria, hanno affidato il lavoro da svolgere nell'ambito dell'ETSI al CONCIT (Comitato nazionale di coordinamento per le tecnologie dell'informazione).