Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32019R0350

Regolamento di esecuzione (UE) 2019/350 del Consiglio, del 4 marzo 2019, che attua il regolamento (UE) n. 36/2012 concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Siria

ST/6081/2019/INIT

OJ L 63I , 4.3.2019, p. 1–3 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

In force

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg_impl/2019/350/oj

4.3.2019   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

LI 63/1


REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2019/350 DEL CONSIGLIO

del 4 marzo 2019

che attua il regolamento (UE) n. 36/2012 concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Siria

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (UE) n. 36/2012 del Consiglio, del 18 gennaio 2012, concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Siria e che abroga il regolamento (UE) n. 442/2011 (1), in particolare l'articolo 32, paragrafo 1,

vista la proposta dell'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza,

considerando quanto segue:

(1)

Il 18 gennaio 2012 il Consiglio ha adottato il regolamento (UE) n. 36/2012.

(2)

Vista la gravità della situazione in Siria, e tenuto conto delle nomine ministeriali e dei cambiamenti a livello di governatori intervenuti di recente, sette persone dovrebbero essere aggiunte all'elenco delle persone fisiche e giuridiche, delle entità o degli organismi soggetti a misure restrittive di cui all'allegato II del regolamento (UE) n. 36/2012. È inoltre opportuno aggiornare anche le informazioni relative a otto persone figuranti nell'allegato II del regolamento (UE) n. 36/2012.

(3)

È pertanto opportuno modificare di conseguenza il regolamento (UE) n. 36/2012,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1

L'allegato II del regolamento (UE) n. 36/2012 è modificato come indicato nell'allegato del presente regolamento.

Articolo 2

Il presente regolamento entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 4 marzo 2019

Per il Consiglio

Il presidente

A. ANTON


(1)  GU L 16 del 19.1.2012, pag. 1.


ALLEGATO

I.   

Le persone seguenti sono aggiunte all'elenco riportato nella sezione A («Persone») dell'allegato II del regolamento (UE) n. 36/2012:

 

Nome

Informazioni identificative

Motivi

Data di inserimento nell'elenco

«275.

Maggiore Generale Mohammad Khaled al-Rahmoun

Data di nascita: 1957; Luogo di nascita: Idleb;

Sesso: maschile

Ministro dell'interno.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

276.

Mohammad Rami Radwan Martini

Data di nascita: 1970; Luogo di nascita: Aleppo;

Sesso: maschile

Ministro del turismo.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

277.

Imad Muwaffaq al-Azab

Data di nascita: 1970; Luogo di nascita: zona rurale di Damasco;

Sesso: maschile

Ministro dell'istruzione.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

278.

Bassam Bashir Ibrahim

Data di nascita: 1960; Luogo di nascita: Hama;

Sesso: maschile

Ministro dell'istruzione superiore.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

279.

Suhail Mohammad Abdullatif

Data di nascita: 1961; Luogo di nascita: Lattakia;

Sesso: maschile

Ministro dei lavori pubblici e dell'edilizia abitativa.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

280.

Iyad Mohammad al-Khatib

Data di nascita: 1974; Luogo di nascita: Damasco;

Sesso: maschile

Ex ministro delle comunicazioni e della tecnologia.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019

281.

Mohammad Maen Zein-al-Abidin Jazba

Data di nascita: 1962; Luogo di nascita: Aleppo;

Sesso: maschile

Ministro dell'industria.

Nominato nel novembre 2018.

4.3.2019».

II.   

Nella sezione A («Persone») dell'allegato II del regolamento (UE) n. 36/2012, le voci seguenti sono così sostituite:

 

Nome

Informazioni identificative

Motivi

Data di inserimento nell'elenco

«74.

Mohammad Walid Ghazal

Data di nascita: 1951; Luogo di nascita: Aleppo;

Sesso: maschile

Ex ministro dell'edilizia abitativa e dello sviluppo urbano. In qualità di ex ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

21.10.2014

107.

Mohammad Ibrahim Al-Sha'ar

Data di nascita: 1956; Luogo di nascita: Aleppo;

Sesso: maschile

Ex ministro dell'interno. In qualità di ex ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

1.12.2011

172.

Ali Hadar

Sesso: maschile

Capo dell'Agenzia per la riconciliazione nazionale ed ex ministro aggiunto per la riconciliazione nazionale. In qualità di ex ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

16.10.2012

188.

Bishr Riyad Yazigi

Data di nascita: 1972;

Sesso: maschile

Ex ministro del turismo. In qualità di ex ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

24.6.2014

190.

Hussein Arnous (alias Arnus)

Data di nascita: 1953;

Sesso: maschile

Ministro delle risorse idriche. In qualità di ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

24.6.2014

213.

Bishr al-Sabban (alias Mohammed Bishr Al-Sabban; Bishr Mazin Al-Sabban)

Sesso: maschile

Ex governatore di Damasco, nominato da Bashar al-Assad e a questi associato. Sostiene il regime ed è responsabile della repressione violenta contro la popolazione civile in Siria, compreso il ricorso a pratiche discriminatorie nei confronti delle comunità sunnite all'interno della capitale.

28.10.2016

217.

Atef Naddaf

Data di nascita: 1956; Luogo di nascita: zona rurale di Damasco;

Sesso: maschile

Ministro del commercio interno e della tutela del consumatore.

Nominato nel novembre 2018.

14.11.2016

219.

Ali Al-Zafir

Data di nascita: 1962; Luogo di nascita: Tartus;

Sesso: maschile

Ex ministro delle comunicazioni e della tecnologia. In qualità di ex ministro del governo, è corresponsabile della repressione violenta del regime contro la popolazione civile.

14.11.2016»


Top