Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62014TA0827

Causa T-827/14: Sentenza del Tribunale del 13 dicembre 2018 — Deutsche Telekom / Commissione («Concorrenza — Abuso di posizione dominante — Mercato slovacco dei servizi di telecomunicazione a banda larga — Accesso da parte di imprese terze alla “rete locale” dell’operatore storico in tale mercato — Decisione che constata una violazione dell’articolo 102 TFUE e dell’articolo 54 dell’accordo SEE — Infrazione unica e continuata — Nozione di “abuso” — Diniego di accesso — Compressione dei margini — Calcolo della compressione dei margini — Criterio del concorrente altrettanto efficiente — Diritti della difesa — Imputazione alla società controllante dell’infrazione commessa dalla sua controllata — Influenza determinante della società controllante sulla politica commerciale della controllata — Esercizio effettivo — Onere della prova — Calcolo dell’importo dell’ammenda — Orientamenti per il calcolo dell’importo delle ammende del 2006 — Ammenda distinta inflitta unicamente alla società controllante a titolo di recidiva e dell’applicazione di un coefficiente moltiplicatore a fini deterrenti»)

OJ C 82, 4.3.2019, p. 30–31 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

4.3.2019   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 82/30


Sentenza del Tribunale del 13 dicembre 2018 — Deutsche Telekom / Commissione

(Causa T-827/14) (1)

((«Concorrenza - Abuso di posizione dominante - Mercato slovacco dei servizi di telecomunicazione a banda larga - Accesso da parte di imprese terze alla “rete locale” dell’operatore storico in tale mercato - Decisione che constata una violazione dell’articolo 102 TFUE e dell’articolo 54 dell’accordo SEE - Infrazione unica e continuata - Nozione di “abuso” - Diniego di accesso - Compressione dei margini - Calcolo della compressione dei margini - Criterio del concorrente altrettanto efficiente - Diritti della difesa - Imputazione alla società controllante dell’infrazione commessa dalla sua controllata - Influenza determinante della società controllante sulla politica commerciale della controllata - Esercizio effettivo - Onere della prova - Calcolo dell’importo dell’ammenda - Orientamenti per il calcolo dell’importo delle ammende del 2006 - Ammenda distinta inflitta unicamente alla società controllante a titolo di recidiva e dell’applicazione di un coefficiente moltiplicatore a fini deterrenti»))

(2019/C 82/34)

Lingua processuale: il tedesco

Parti

Ricorrente: Deutsche Telekom AG (Bonn, Germania) (rappresentanti: K. Apel e D. Schroeder, avvocati)

Convenuta: Commissione europea (rappresentanti: M. Kellerbauer, L. Malferrari, C. Vollrath e L. Wildpanner, agenti)

Interveniente a sostegno della convenuta: Slovanet, a.s. (Bratislava, Slovacchia) (rappresentante: P. Tisaj, avvocato)

Oggetto

Domanda basata sull’articolo 263 TFUE e diretta, in via principale, all’annullamento, nella sua integralità o in parte, nei limiti in cui riguarda la ricorrente, della decisione C(2014) 7465 final della Commissione, del 15 ottobre 2014, riguardante un procedimento a norma dell’articolo 102 TFUE e dell’articolo 54 dell’accordo SEE (caso AT.39523 — Slovak Telekom), quale modificata dalla decisione C(2014) 10119 final della Commissione, del 16 dicembre 2014, nonché dalla decisione C(2015) 2484 final della Commissione, del 17 aprile 2015, e, in subordine, all’annullamento o alla riduzione dell’importo delle ammende inflitte alla ricorrente dalla suddetta decisione.

Dispositivo

1)

L’articolo 1, paragrafo 2, lettera d), della decisione C(2014) 7465 final della Commissione, del 15 ottobre 2014, riguardante un procedimento a norma dell’articolo 102 TFUE e dell’articolo 54 dell’accordo SEE (caso AT.39523 — Slovak Telekom), è annullato nella misura in cui constata che, nel periodo compreso tra il 12 agosto e il 31 dicembre 2005, la Deutsche Telekom AG ha applicato tariffe non eque che non consentono a un operatore altrettanto efficiente che si basa sull’accesso all’ingrosso alle reti locali disaggregate della Slovak Telekom, a.s di riprodurre i servizi al dettaglio offerti dalla Slovak Telekom senza incorrere in perdite.

2)

L’articolo 2 della decisione C(2014) 7465 final è annullato nella misura in cui fissa l’importo dell’ammenda di cui la Deutsche Telekom è responsabile in solido a EUR 38 838 000 e l’importo dell’ammenda cui è tenuta unicamente la Deutsche Telekom a EUR 31 070 000.

3)

L’importo dell’ammenda di cui la Deutsche Telekom è responsabile in solido è fissato a EUR 38 061 963 e l’importo dell’ammenda cui è tenuta unicamente la Deutsche Telekom è fissato a EUR 19 030 981.

4)

Il ricorso è respinto quanto al resto.

5)

La Deutsche Telekom sopporterà quattro quinti delle proprie spese, quattro quinti delle spese della Commissione europea e quattro quinti delle spese della Slovanet, a.s.

6)

La Commissione sopporterà un quinto delle proprie spese e un quinto delle spese sostenute dalla Deutsche Telekom.

7)

La Slovanet sopporterà un quinto delle proprie spese.


(1)  GU C 96 del 23.3.2015.


Top