Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62017CN0562

Causa C-562/17: Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dall’Audiencia Nacional (Spagna) il 25 settembre 2017 — Nestrade S.A. / Agencia Estatal de la Administración Tributaria (AEAT) e Tribunal Económico-Administrativo Central (TEAC)

OJ C 437, 18.12.2017, p. 19–19 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

18.12.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 437/19


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dall’Audiencia Nacional (Spagna) il 25 settembre 2017 — Nestrade S.A. / Agencia Estatal de la Administración Tributaria (AEAT) e Tribunal Económico-Administrativo Central (TEAC)

(Causa C-562/17)

(2017/C 437/22)

Lingua processuale: lo spagnolo

Giudice del rinvio

Audiencia Nacional

Parti

Ricorrente: Nestrade S.A.

Convenuti: Agencia Estatal de la Administración Tributaria (AEAT) e Tribunal Económico-Administrativo Central (TEAC)

Questioni pregiudiziali

1)

Se la giurisprudenza Petroma (causa C-271/12) (1) possa essere temperata nel senso di ammettere il rimborso di importi dell’IVA, richiesto da un’impresa non stabilita nell’Unione, benché l’autorità tributaria nazionale abbia già adottato una decisione di diniego del suddetto rimborso giacché l’impresa non ha ottemperato a una richiesta di informazioni sul NIF, tenendo conto che l’amministrazione in tale momento era in possesso di dette informazioni, fornite dalla ricorrente in risposta ad altre richieste.

2)

Qualora siffatta questione sia risolta in senso affermativo:

Se sia possibile ritenere che l’applicazione retroattiva della giurisprudenza Senatex (causa C-518/14) (2) imponga di annullare un atto amministrativo che nega il rimborso degli importi dell’IVA interessati, tenendo presente che detto atto si è limitato a confermare una precedente decisione amministrativa definitiva di diniego del rimborso degli importi [dell’IVA], adottata dall’AEAT nell’ambito di una procedura diversa da quella prevista dalla legge per tale ipotesi e che, inoltre, limitava i diritti del richiedente pregiudicando il suo diritto della difesa.


(1)  Sentenza dell’8 maggio 2013, Petroma Transports e a., C-271/12, EU:C:2013:297.

(2)  Sentenza del 15 settembre 2016, Senatex, C-518/14, EU:C:2016:691.


Top