Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62015CA0593

Cause riunite C-593/15 P e C-594/15 P: Sentenza della Corte (Quarta Sezione) del 25 ottobre 2017 — Repubblica slovacca / Commissione europea (Impugnazione — Risorse proprie dell’Unione europea — Decisione 2007/436/CE — Responsabilità finanziaria degli Stati membri — Perdita di determinati dazi all’importazione — Obbligo di versare alla Commissione europea l’importo corrispondente alla perdita — Ricorso di annullamento — Ricevibilità — Lettera della Commissione europea — Nozione di «atto impugnabile»)

OJ C 437, 18.12.2017, p. 3–4 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

18.12.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 437/3


Sentenza della Corte (Quarta Sezione) del 25 ottobre 2017 — Repubblica slovacca / Commissione europea

(Cause riunite C-593/15 P e C-594/15 P) (1)

((Impugnazione - Risorse proprie dell’Unione europea - Decisione 2007/436/CE - Responsabilità finanziaria degli Stati membri - Perdita di determinati dazi all’importazione - Obbligo di versare alla Commissione europea l’importo corrispondente alla perdita - Ricorso di annullamento - Ricevibilità - Lettera della Commissione europea - Nozione di «atto impugnabile»))

(2017/C 437/04)

Lingua processuale: lo slovacco

Parti

Ricorrente: Repubblica slovacca (rappresentante: B. Ricziová, agente)

Altra parte nel procedimento: Commissione europea (rappresentanti: A. Caeiros, A. Tokár, G.-D. Balan e Z. Malůšková, agenti)

Intervenienti a sostegno della ricorrente: Repubblica ceca (rappresentanti: M. Smolek, J. Vláčil e T. Müller, agenti), Repubblica federale di Germania (rappresentanti: T. Henze e K. Stranz, agenti), Romania (rappresentanti: R.-H. Radu, M. Chicu e A. Wellman, agenti)

Dispositivo

1)

Le impugnazioni sono respinte.

2)

La Repubblica slovacca è condannata a farsi carico delle proprie spese e di quelle sostenute dalla Commissione europea.

3)

Le spese sostenute dalla Repubblica ceca, dalla Repubblica federale di Germania e dalla Romania restano a loro carico.


(1)  GU C 27 del 25.1.2016.


Top