EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 52017XC0603(03)

Pubblicazione di una domanda di registrazione ai sensi dell’articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari

OJ C 177, 3.6.2017, p. 14–16 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

3.6.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 177/14


Pubblicazione di una domanda di registrazione ai sensi dell’articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari

(2017/C 177/06)

La presente pubblicazione conferisce il diritto di opporsi alla domanda di registrazione ai sensi dell’articolo 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio (1).

DOCUMENTO UNICO

«FENALÅR FRA NORGE»

N. UE NO-PGI-0005-01260 – 27.8.2015

IGP ( X ) DOP ( )

1.   Denominazione

«Fenalår fra Norge»

2.   Stato membro o paese terzo

Norvegia

3.   Descrizione del prodotto agricolo o alimentare

3.1.   Tipo di prodotto

Classe 1.2. Prodotti a base di carne (cotti, salati, affumicati ecc.)

3.2.   Descrizione del prodotto a cui si applica la denominazione di cui al punto 1

Il «Fenalår fra Norge» è una coscia d’agnello o pecora salata, essiccata, stagionata, talvolta affumicata, originaria della Norvegia. Il «Fenalår fra Norge» si declina nelle varietà «Tradizionale» e «Stagionato» Il «Fenalår fra Norge» include tagli interi e tagli interamente o parzialmente disossati. Di norma sono rimossi del tutto o in parte gli zoccoli e la parte inferiore della zampa.

Il «Fenalår fra Norge» ha un sapore di carne pieno senza caratteristiche percettibili di carne ovina. Il «Fenalår fra Norge» dovrebbe avere un inequivocabile aroma stagionato e un gusto lievemente salato. La varietà «Stagionata» deve avere un contenuto di sale inferiore al 7 %. La varietà «Tradizionale» deve avere un contenuto di sale inferiore al 9 %. Le cosce marinate o speziate avranno il sapore delle spezie usate. Fra gli aromi comunemente usati vi sono il rosmarino, l’aglio, il pepe, il timo, le bacche e il miele.

Il «Fenalår fra Norge» dovrebbe avere un colore rossiccio e uniforme, una consistenza tenera e da abbastanza soda a soda ed essere privo di muffe. La carne non dovrebbe presentare un bordo secco e il grasso dovrebbe essere di colore leggermente dorato.

La varietà «Tradizionale» deve avere un grado di essiccatura minimo del 30 %, mentre la varietà «Stagionata» deve avere un grado di essiccatura minimo del 35 %. I tempi usuali di essiccatura e stagionatura sono di 3-6 mesi per la varietà «Tradizionale» e di 5-9 mesi per la varietà «Stagionata». Di norma il «Fenalår fra Norge» è venduto con un valore aw (attività dell’acqua) inferiore allo 0,9.

Il metodo di affumicatura consueto è l’affumicatura a freddo con trucioli di legno di faggio. In alcuni caso si usa il ginepro anziché il faggio.

Il peso normale della coscia intera dopo essiccatura è compreso fra 1,4 e 2,1 kg per l’agnello e per gli animali adulti il peso corrispondente è compreso fra 2,0 e 4,2 kg.

3.3.   Materie prime (solo per i prodotti trasformati)

Le materie prima del «Fenalår fra Norge» sono la coscia di agnello o pecora nato, allevato e macellato in Norvegia, conformemente alla sezione 4. Si possono usare sia cosce fresche che congelate/scongelate ma queste ultime non possono avere più di 12 mesi.

Si possono usare razze quali la Norwegian white, la Dala, la Norwegian pelt sheep e la Old Norwegian short tail nonché gli incroci fra le diverse razze. L’età di macellazione è in genere di 7-8 mesi per gli agnelli e di 1-5 anni per i capi adulti.

Oltre il 90 % degli animali è macellato nel periodo compreso fra settembre e ottobre.

Il pH della coscia, misurato su un taglio, deve essere compreso fra 5,5 e 5,8. Durante il processo le cosce devono essere massaggiate e pressate per eliminare le tracce di sangue. Durante la produzione la temperatura dovrebbe situarsi al di sotto di 7 gradi Celsius ma si raccomanda di mantenerla nell’intervallo 1-4 °C finché le cosce sono state salate. Il processo di essiccatura deve avvenire in clima adeguatamente umido alla temperatura corretta. Ciascuna coscia deve essere ispezionata manualmente per monitorare il processo di essiccatura ed essere prelevata al giusto grado di essiccatura.

Le cosce di agnello sono congelate a una temperatura di -18 °C. Le cosce congelate sono scongelate a una temperatura controllata inferiore a 7 gradi Celsius.

3.4.   Fasi specifiche della produzione che devono avere luogo nella zona geografica delimitata

Il «Fenalår fra Norge» è prodotto, trasformato e affinato in Norvegia, conformemente alla sezione 4. Le materie prime del «Fenalår fra Norge» sono la coscia di agnello o pecora nati, allevati e macellati in Norvegia, conformemente alla sezione 4.

3.5.   Norme specifiche in materia di affettatura, grattugiatura, confezionamento ecc. del prodotto cui si riferisce la denominazione registrata

Il «Fenalår fra Norge» può essere venduto intero con osso, intero senza osso o affettato. Il prodotto disossato può essere venduto intero o affettato. Le fette sono di norma sottili, di spessore compreso fra 0,6 e 1,2 mm.

3.6.   Norme specifiche in materia di etichettatura del prodotto cui si riferisce la denominazione registrata

Il «Fenalår fra Norge» è etichettato con la denominazione aggiuntiva «Tradizionale» o «Stagionato».

4.   Definizione concisa della zona geografica

Il «Fenalår fra Norge» è prodotto, trasformato e affinato in Norvegia, definita come il Regno di Norvegia, eccetto le isole Svalbard e Jan Mayen.

5.   Legame con la zona geografica

La domanda di registrazione di un’indicazione geografica protetta è basata sulla reputazione.

Il «Fenalår fra Norge» è un prodotto specificamente norvegese, sia per quanto riguarda il nome, sia per il metodo di produzione. Una definizione usuale è «coscia di pecora o agnello stagionata». L’uso della denominazione «fenalår» in Norvegia risale a tempi lontani, tuttavia non è stato rilevato in altri paesi.

In Norvegia vi è una lunga tradizione di allevamenti estensivi di ovini. Questo fatto può essere attribuito al clima freddo nonché alla topografia del paese, che presenta numerosi prati e terreni impervi.

In Norvegia è possibile documentare una lunga e ininterrotta tradizione di produzione di «Fenalår fra Norge». Nel 1555 Olaus Magnus scrive a proposito delle pecore che «gli abitanti del nord mangiano tutto l’anno carne di pecora, come quasi tutti gli altri tipi di carne, cruda dopo essere stata conservata in salamoia, affumicata ed essiccata all’aria aperta, cruda tutto l’anno, questa carne può conservarsi a lungo». Svariate fonti indirette narrano che il prodotto risale verosimilmente all’epoca vichinga (800-1050 AD) e reperti archeologici di ossa di pecora datate circa a 3000 anni prima della nostra era (neolitico) fanno presupporre che già allora si essiccassero cosce di pecora.

La produzione del «Fenalår fra Norge» è una tradizione locale nelle quattro regioni del paese ed è associata alla Norvegia nel suo complesso. Le conoscenze e le competenze connesse alla preparazione del «Fenalår fra Norge» sono state trasmesse di generazione in generazione. Si è quindi acquisita una notevole abilità riguardo alle modalità di adattare la produzione alle condizioni locali, ovvero temperatura, umidità e vento. Le conoscenze e le competenze accumulate su come selezionare la qualità idonea di cosce di pecora e su come massaggiarle, salarle ed essiccarle per ottenere un sapore lievemente salato e la giusta consistenza, sono tutti fattori che contribuiscono a creare la rinomata qualità del «Fenalår fra Norge».

Questa antica e diffusa tradizione ha conferito al «Fenalår fra Norge» un’indiscussa reputazione in Norvegia. Un sondaggio effettuato nel gennaio 2016 conferma l’elevata notorietà del «Fenalår fra Norge» e la sua eccellente reputazione. Il consumatore considera il «Fenalår fra Norge» un prodotto di elevata qualità, oltre che un prodotto norvegese unico e tradizionale. Il «Fenalår fra Norge» è solitamente consumato in occasione di feste quali il 17 maggio (festa nazionale) o Natale, e in estate quando il clima è mite.

Fino alla fine del XX secolo era di uso comune fra gli agricoltori norvegesi produrre la specialità per il proprio consumo. Le conoscenze e le competenze connesse alla preparazione del «Fenalår fra Norge» sono state trasmesse di generazione in generazione e oggi sono applicate alla produzione su una scala più ampia.

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare

(articolo 6, paragrafo 1, secondo comma, del presente regolamento)

https://lovdata.no/dokument/SF/forskrift/2012-10-03-935


(1)  GU L 343 del 14.12.2012, pag. 1.


Top