Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62016CN0435

Causa C-435/16: Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Bundesgerichtshof (Germania) il 4 agosto 2016 — Acacia Srl e Rolando D'Amato/Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG

OJ C 419, 14.11.2016, p. 29–30 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

14.11.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 419/29


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Bundesgerichtshof (Germania) il 4 agosto 2016 — Acacia Srl e Rolando D'Amato/Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG

(Causa C-435/16)

(2016/C 419/38)

Lingua processuale: il tedesco

Giudice del rinvio

Bundesgerichtshof

Parti

Ricorrenti: Acacia Srl e Rolando D'Amato

Resistente: Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG

Questioni pregiudiziali

1)

Se l’applicazione della barriera di protezione ai sensi dell’articolo 110, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 6/2002 (1), sia limitata alle componenti a forma vincolata, ossia quelle la cui forma, in via di principio, è determinata in modo immodificabile dall’aspetto del prodotto complessivamente considerato e quindi non può essere scelta liberamente dal cliente, come avviene ad esempio per i cerchi degli autoveicoli.

2)

In caso di risposta negativa alla prima questione:

Se l’applicazione della barriera di protezione ai sensi dell’articolo 110, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 6/2002, sia limitata soltanto all’offerta di prodotti aventi forma identica, quindi anche nel colore e nelle dimensioni, ai prodotti originali.

3)

In caso di risposta negativa alla prima questione:

Se la barriera di protezione ai sensi dell’articolo 110, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 6/2002, intervenga in favore di un fornitore di un prodotto che in sostanza viola il disegno o modello fatto valere soltanto qualora tale fornitore assicuri oggettivamente che il suo prodotto possa essere acquistato esclusivamente a scopo di riparazione e non per altri scopi, ad esempio per l’aggiornamento o la personalizzazione del prodotto complessivamente considerato.

4)

In caso di risposta affermativa alla terza questione:

Quali misure debba adottare il fornitore di un prodotto che in sostanza viola il disegno o modello fatto valere, per assicurare oggettivamente che il suo prodotto possa essere acquistato esclusivamente a scopo di riparazione e non per altri scopi, ad esempio per l’aggiornamento o la personalizzazione del prodotto complessivamente considerato. Se sia sufficiente

a)

che il fornitore inserisca nel prospetto di vendita un’avvertenza secondo cui la vendita avviene soltanto a scopo di riparazione, al fine di ripristinare l’aspetto originario del prodotto complessivamente considerato oppure

b)

se sia necessario che il fornitore subordini la consegna al fatto che l’acquirente (distributore o consumatore) dichiari per iscritto di utilizzare il prodotto fornito soltanto a scopo di riparazione.


(1)  Regolamento (CE) n. 6/2002 del Consiglio, del 12 dicembre 2001, su disegni e modelli comunitari (GU L 3, pag. 1).


Top