Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62015TA0159

Causa T-159/15: Sentenza del Tribunale 9 settembre 2016 — Puma/EUIPO — Gemma Group (Représentation d’un félin bondissant) («Marchio dell’Unione europea — Opposizione — Domanda di un marchio figurativo dell’Unione europea che rappresenta un felino che salta — Marchi internazionali figurativi anteriori che rappresentano un felino che salta — Impedimento relativo alla registrazione — Buona amministrazione — Prova della notorietà dei marchi anteriori — Articolo 8, paragrafo 5, del regolamento (CE) n. 207/2009»)

OJ C 392, 24.10.2016, p. 34–35 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

24.10.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 392/34


Sentenza del Tribunale 9 settembre 2016 — Puma/EUIPO — Gemma Group (Représentation d’un félin bondissant)

(Causa T-159/15) (1)

((«Marchio dell’Unione europea - Opposizione - Domanda di un marchio figurativo dell’Unione europea che rappresenta un felino che salta - Marchi internazionali figurativi anteriori che rappresentano un felino che salta - Impedimento relativo alla registrazione - Buona amministrazione - Prova della notorietà dei marchi anteriori - Articolo 8, paragrafo 5, del regolamento (CE) n. 207/2009»))

(2016/C 392/43)

Lingua processuale: l'inglese

Parti

Ricorrente: Puma SE (Herzogenaurach, Germania) (rappresentante: P. González-Bueno Catalán de Ocón, avvocato)

Convenuto: Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (rappresentanti: inizialmente P. Bullock, successivamente D. Hanf, agenti)

Controinteressata dinanzi alla commissione di ricorso dell’EUIPO: Gemma Group Srl (Cerasolo Ausa, Italia)

Oggetto

Ricorso proposto contro la decisione della quinta commissione di ricorso de l’EUIPO del 19 dicembre 2014 (pratica R 1207/2014-5), relativa ad un procedimento d’opposizione tra la Puma e la Gemma Group.

Dispositivo

1)

La decisione della quinta commissione di ricorso dell’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) del 19 dicembre 2014 (pratica R 1207/2014-5) è annullata.

2)

L’EUIPO è condannato alle spese, incluse quelle della Puma SE.


(1)  GU C 171 del 26.5.2015.


Top