Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62014TA0353

Cause T-353/14 e T-17/15: Sentenza del Tribunale del 15 settembre 2016 — Italia/Commissione («Regime linguistico — Bandi di concorsi generali per l’assunzione di amministratori — Scelta della seconda lingua tra tre lingue — Regolamento n. 1 — Articolo 1 quinquies, paragrafo 1, articolo 27 e articolo 28, lettera f), dello Statuto — Principio di non discriminazione — Proporzionalità»)

OJ C 392, 24.10.2016, p. 26–27 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

24.10.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 392/26


Sentenza del Tribunale del 15 settembre 2016 — Italia/Commissione

(Cause T-353/14 e T-17/15) (1)

((«Regime linguistico - Bandi di concorsi generali per l’assunzione di amministratori - Scelta della seconda lingua tra tre lingue - Regolamento n. 1 - Articolo 1 quinquies, paragrafo 1, articolo 27 e articolo 28, lettera f), dello Statuto - Principio di non discriminazione - Proporzionalità»))

(2016/C 392/31)

Lingua processuale: l’italiano

Parti

Ricorrente: Repubblica italiana (rappresentanti: G. Palmieri, agente, assistita da P. Gentili, avvocato dello Stato)

Convenuta: Commissione europea [rappresentanti: inizialmente J. Currall e G. Gattinara (cause T-353/14 e T-17/15) nonché F. Simonetti (causa T-17/15), successivamente G. Gattinara e F. Simonetti, agenti]

Interveniente a sostegno della ricorrente: Repubblica di Lituania (rappresentanti: D. Kriaučiūnas e V. Čepaitė, agenti)

Oggetto

Nella causa T-353/14, una domanda fondata sull’articolo 263 TFUE e mirante all’annullamento del bando di concorso generale EPSO/AD/276/14, inteso alla costituzione di un elenco di riserva per l’assunzione di amministratori (GU 2014, C 74 A, pag. 4), e, nella causa T-17/15, una domanda fondata sull’articolo 263 TFUE e mirante all’annullamento del bando di concorso generale EPSO/AD/294/14, inteso alla costituzione di un elenco di riserva per la copertura di posti vacanti di amministratore nel settore della protezione dei dati presso il Garante europeo per la protezione dei dati (GU 2014, C 391 A, pag. 1).

Dispositivo

1)

Le cause T-353/14 e T-17/15 sono riunite ai fini della sentenza.

2)

Il bando di concorso generale EPSO/AD/276/14, inteso alla costituzione di un elenco di riserva per l’assunzione di amministratori, e il bando di concorso generale EPSO/AD/294/14, inteso alla costituzione di un elenco di riserva per la copertura di posti vacanti di amministratore nel settore della protezione dei dati presso il Garante europeo per la protezione dei dati, sono annullati.

3)

La Commissione europea sopporterà, oltre alle proprie spese, anche quelle sostenute dalla Repubblica italiana.

4)

La Repubblica di Lituania sopporterà le proprie spese relative al suo intervento nella causa T-17/15.


(1)  GU C 212 del 7.7.2014.


Top