Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62016FN0007

Causa F-7/16: Ricorso proposto il 4 febbraio 2016 — ZZ/Commissione

OJ C 145, 25.4.2016, p. 38–39 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

25.4.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 145/38


Ricorso proposto il 4 febbraio 2016 — ZZ/Commissione

(Causa F-7/16)

(2016/C 145/47)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: ZZ (rappresentante: C. Mourato, avvocato)

Convenuta: Commissione europea

Oggetto e descrizione della controversia

Annullamento della decisione della Commissione che riduce l’importo dell’indennità compensativa versata alla ricorrente, assunta con contratto a tempo indeterminato di diritto belga, e che prevede il recupero degli importi versati in eccesso.

Conclusioni della ricorrente

In via principale, annullare la nota del 9 aprile 2015 della Commissione (PMO) indirizzata alla ricorrente nonché il foglio paga che successivamente la applica e, per quanto necessario, la nota del 12 dicembre 2014 nonché i fogli paga successivamente emessi, per quanto concerne il ricalcolo della sua indennità compensativa mensile, e più precisamente:

Nota del 9 aprile 2015 della Commissione europea (Ufficio di gestione e liquidazione dei diritti individuali, PMO/1 — Retribuzioni e gestione dei diritti pecuniari individuali) alla ricorrente;

Fogli paga da 04/2015 a 06/2015 della ricorrente e successivi fogli paga che contengono una ritenuta di EUR 208,30 (codice DPN — Rimborso debito) e fogli paga susseguenti;

Nota preliminare del 12 dicembre 2014 della Commissione europea (Ufficio di gestione e liquidazione dei diritti individuali, PMO/1 — Retribuzioni e gestione dei diritti pecuniari individuali) alla ricorrente;

Fogli paga da 12/2014 a 03/2015 della ricorrente.

In subordine, annullare le note e i fogli paga nella parte in cui operano ritenute retroattive sui compensi percepiti dalla ricorrente fino al 9 aprile 2015.

In ogni caso, condannare la convenuta alle spese.


Top