Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62015CA0601

Causa C-601/15: Sentenza della Corte (Grande Sezione) del 15 febbraio 2016 (domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Raad van State — Paesi Bassi) — J.N./Staatssecretaris van Veiligheid en Justitie (Rinvio pregiudiziale — Procedimento pregiudiziale d’urgenza — Norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale — Direttiva 2008/115/CE — Soggiorno regolare — Direttiva 2013/32/UE — Articolo 9 — Diritto di rimanere in uno Stato membro — Direttiva 2013/33/UE — Articolo 8, paragrafo 3, primo comma, lettera e) — Trattenimento — Tutela della sicurezza nazionale o dell’ordine pubblico — Validità — Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea — Articoli 6 e 52 — Limitazione — Proporzionalità)

OJ C 145, 25.4.2016, p. 13–13 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

25.4.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 145/13


Sentenza della Corte (Grande Sezione) del 15 febbraio 2016 (domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Raad van State — Paesi Bassi) — J.N./Staatssecretaris van Veiligheid en Justitie

(Causa C-601/15) (1)

((Rinvio pregiudiziale - Procedimento pregiudiziale d’urgenza - Norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale - Direttiva 2008/115/CE - Soggiorno regolare - Direttiva 2013/32/UE - Articolo 9 - Diritto di rimanere in uno Stato membro - Direttiva 2013/33/UE - Articolo 8, paragrafo 3, primo comma, lettera e) - Trattenimento - Tutela della sicurezza nazionale o dell’ordine pubblico - Validità - Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea - Articoli 6 e 52 - Limitazione - Proporzionalità))

(2016/C 145/15)

Lingua processuale: il neerlandese

Giudice del rinvio

Raad van State

Parti

Ricorrente: J.N.

Convenuto: Staatssecretaris van Veiligheid en Justitie

Dispositivo

Dall’esame dell’articolo 8, paragrafo 3, primo comma, lettera e), della direttiva 2013/33/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 giugno 2013, recante norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, non risultano elementi tali da incidere sulla validità della menzionata disposizione alla luce degli articoli 6 e 52, paragrafi 1 e 3, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.


(1)  GU C 38 dell’1.2.2016.


Top