EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 52021XC0325(02)

Pubblicazione di una domanda di registrazione di un nome ai sensi dell’articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari 2021/C 103/13

C/2021/1952

OJ C 103, 25.3.2021, p. 18–20 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

25.3.2021   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 103/18


Pubblicazione di una domanda di registrazione di un nome ai sensi dell’articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari

(2021/C 103/13)

La presente pubblicazione conferisce il diritto di opporsi alla domanda di registrazione ai sensi dell’articolo 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio (1) entro tre mesi dalla data della presente pubblicazione.

DOCUMENTO UNICO

«ŐRSÉGI TÖKMAGOLAJ»

N. UE: PGI-HU-02482 — 12.9.2018

DOP ( ) IGP (X)

1.   Nome [della DOP o IGP]

«Őrségi tökmagolaj»

2.   Stato Membro o Paese Terzo

Ungheria

3.   Descrizione del prodotto agricolo o alimentare

3.1.   Tipo di prodotto

Classe 1.5. Oli e grassi (burro, margarina, olio ecc.)

3.2.   Descrizione del prodotto a cui si applica il nome di cui al punto 1

L’«Őrségi tökmagolaj» è un olio vegetale non raffinato ottenuto dai semi tostati di zucca (Cucurbita pepo L.) coltivata appositamente per la spremitura dell’olio.

L’olio di semi di zucca puro, spremuto soltanto dai semi di zucca, non contiene altre sostanze. È un liquido viscoso, pieno di carattere e privo di aromi o sapori estranei. Ha un sapore pieno, morbido e speziato che ricorda la noce. È di colore verde molto scuro.

Gli acidi grassi polinsaturi rappresentano gran parte del suo tenore di materia grassa.

Caratteristiche fisico-chimiche:

tenore di acidi grassi polinsaturi: minimo 55 %;

tenore di sapone: massimo 0,005 % (m/m);

indice di acidità: massimo 4,0 mg KOH/g di olio da cucina;

indice di perossido: massimo 10,0 meq O2/kg di olio da cucina.

3.3.   Mangimi (solo per i prodotti di origine animale) e materie prime (solo per i prodotti trasformati)

3.4.   Fasi specifiche della produzione che devono aver luogo nella zona geografica delimitata

 

Conservazione e preparazione dell’ingrediente principale

 

Macinazione

 

Gramolatura

 

Tostatura

 

Pressatura

 

Messa a riposo, sedimentazione

3.5.   Norme specifiche in materia di affettatura, grattugiatura, confezionamento ecc. del prodotto cui si riferisce il nome registrato

3.6.   Norme specifiche in materia di etichettatura del prodotto cui si riferisce il nome registrato

4.   Delimitazione concisa della zona geografica

L’«Őrségi tökmagolaj» è prodotto all’interno dei confini amministrativi dei comuni seguenti:

Bajánsenye, Csákánydoroszló, Csörötnek, Döbörhegy, Felsőjánosfa, Felsőmarác, Halogy, Hegyhátszentjakab, Hegyhátszentmárton, Ispánk, Ivánc, Kercaszomor, Kerkáskápolna, Kisrákos, Kondorfa, Körmend, Magyarszombatfa, Molnaszecsőd, Nádasd, Nagymizdó, Nagyrákos, Őrimagyarósd, Őriszentpéter, Pankasz, Rábagyarmat, Rádócköldek, Szaknyér, Szalafő, Szarvaskend, Szatta, Szentgotthárd, Szőce, Velemér, Viszák.

5.   Legame con la zona geografica

Il legame tra l’«Őrségi tökmagolaj» e la zona geografica si basa sulla reputazione del prodotto e su altre proprietà.

La coltivazione della zucca da olio e la spremitura dell’olio di semi di zucca dal suo seme sono praticate nelle località storiche dell’Őrség da quasi cento anni. L’uso e il consumo di olio di semi di zucca faceva parte della vita quotidiana:

«[a] loro piace raccogliere l’olio non appena bolle sul fuoco. Altrimenti, come si è già detto, l’olio accompagna l’insalata, i cavoli, le patate, i peperoni, la cipolla rossa o i cetrioli. Si usa persino per cuocere le focaccette. Oltre all’olio di semi di girasole, che è estremamente raro, nelle cucine dell’Őrség si trovano pochi altri oli da cucina...» (Kardos, László: Az őrség népi táplálkozása. Budapest, 1943, pagg. 90-91).

Il metodo tradizionale di produzione dell’«Őrségi tökmagolaj» è stato tramandato fino a oggi. La zucca da olio era piantata alla fine di quasi tutti gli orti ed era parte integrante delle aziende agricole a conduzione familiare. Secondo i dati etnografici, agli inizi del ’900 la spremitura dell’olio a livello domestico era una pratica comune nell’Őrség.

La spremitura dell’olio su piccola scala si è poi sviluppata nuovamente negli anni ’80, diventando sempre più diffusa. Nella sua edizione del 10 marzo 1984 la rivista Szabad Föld ha riportato quanto segue: «[l]a produzione di olio di semi di zucca, una tradizionale occupazione di fine inverno, è già ben avviata nelle località dell’Őrség. La domanda di questo appetitoso olio, che può essere usato anche come rimedio per i disturbi digestivi, è cresciuta così tanto negli ultimi anni che in queste località gli impianti per la spremitura dell’olio (noti come frantoi) che hanno chiuso solo 10-15 anni fa sono stati rimessi in funzione. In passato le famiglie producevano solo una quantità di olio sufficiente a soddisfare il proprio fabbisogno. Oggi l’olio è venduto in misura sempre maggiore. Ad acquistarlo è l’impresa commerciale cooperativa TSZKER, soprattutto ai fini dell’esportazione». Quanto detto è confermato da uno studio condotto da Attila Selmeczi Kovács nel 1992: «[a] partire dalla fine del secolo scorso, in tutto il Transdanubio occidentale si sono diffusi piccoli laboratori di produzione dell’olio di semi di zucca i quali, invece dei tradizionali strumenti di frantumazione, usavano varie macine artigianali che erano molto più produttive. La farina ottenuta dai semi adeguatamente frantumati o macinati è rimescolata in modo da renderla idonea al processo di riscaldamento. Ad esempio nelle regioni del Transdanubio occidentale dell’Őrség e dell’Hetes, dove la produzione di olio di semi di zucca continua ancora oggi a essere un’attività artigianale, si producono 6 kg di farina di semi di zucca aggiungendo 1 litro di acqua bollente e rimescolando continuamente. Si forma così una pasta morbida e polposa, che viene suddivisa in porzioni di dimensioni variabili in funzione della capacità della pressa e tostata una porzione alla volta. La pasta viene mescolata continuamente durante la tostatura, finché non raggiunge il livello ottimale che è determinato dall’esperienza». (Selmeczi Kovács, Attila - «Az olajsütés. A nyersanyag és a technológia kapcsolata». In: Néprajzi értesítő, volume 74, 1992, pagg. 75-89).

La reputazione dell’«Őrségi tökmagolaj» si basa sulle sue eccellenti qualità organolettiche, conferite dallo speciale metodo tradizionale di produzione. Tra i fattori chiave figurano i molti anni di esperienza e competenza, nonché l’utilizzo delle attrezzature e delle teglie giuste per ottenere un olio veramente delizioso e di prima qualità da semi pregiati. Grazie al metodo di produzione dell’olio di semi di zucca utilizzato nella regione dell’Őrség, l’«Őrségi tökmagolaj» ha un sapore più intenso e aromatico rispetto all’olio di semi di zucca comune prodotto con la spremitura a freddo. I semi di zucca sono tostati a una temperatura più bassa ma riscaldati più a lungo, il che conferisce all’«Őrségi tökmagolaj» un sapore morbido, speziato e caratteristico che ricorda la noce.

È proprio per questi motivi che l’«Őrségi tökmagolaj» è particolarmente importante per il mondo della gastronomia. Nel 2016 una giuria di professionisti ha assegnato il premio nazionale «Magyarország tortája» [Torta nazionale] all’«Őrség Zöld Aranya», una torta preparata usando un impasto contenente l’«Őrségi tökmagolaj», con una guarnizione di gelatina a specchio anch’essa realizzata con l’«Őrségi tökmagolaj». Da allora l’«Őrség Zöld Aranya» ha riscosso un grande successo tra i consumatori ed è una presenza costante nelle migliori pasticcerie ungheresi.

L’«Őrségi tökmagolaj» è sempre più popolare sia tra i consumatori che tra i turisti. Nel 2011 un’edizione speciale di un’ora del programma televisivo pubblico ungherese Gasztroangyal ha presentato il metodo tradizionale di produzione dell’«Őrségi tökmagolaj».

L’«Őrségi tökmagolaj» gode anche di una reputazione all’estero: ha vinto una medaglia d’argento in occasione della seconda edizione della mostra internazionale dell’olio di semi di zucca tenutasi nel 2019. Negli ultimi decenni l’«Őrségi tökmagolaj» è diventato un marchio conosciuto.

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare

(articolo 6, paragrafo 1, secondo comma, del presente regolamento)

https://gi.kormany.hu/foldrajzi-arujelzok


(1)  GU L 343 del 14.12.2012, pag. 1.


Top