EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document C2004/244/06

Invito a presentare proposte — Programma comune armonizzato di inchieste congiunturali nell'Unione europea

OJ C 244, 1.10.2004, p. 21–28 (ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, NL, PL, PT, SK, SL, FI, SV)

1.10.2004   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 244/21


INVITO A PRESENTARE PROPOSTE

Programma comune armonizzato di inchieste congiunturali nell'Unione europea

(2004/C 244/06)

1.   CONTESTO

La Commissione europea invita a presentare proposte per assicurare una cooperazione a lungo termine nello svolgimento di inchieste come parte del programma comune armonizzato di inchieste congiunturali (approvato dalla Commissione il 29 novembre 2000) a Cipro, in Estonia, Lettonia, Lituania, a Malta, in Polonia, nella Repubblica ceca, nella Repubblica slovacca, in Slovenia e in Ungheria, (qui di seguito denominati «nuovi Stati membri»), in Lussemburgo, Bulgaria, Croazia e Romania. Tale cooperazione assumerà la forma di una convenzione quadro di partenariato fra la Commissione ed organismi specializzati nei nuovi Stati membri, in Lussemburgo, e in Bulgaria, Croazia e Romania, e avrà una durata di tre anni.

Obiettivo del programma è raccogliere dati sulla situazione economica degli Stati membri, allo scopo di comparare i cicli congiunturali degli Stati membri nella prospettiva di gestire l'Unione economica e monetaria (UEM). Il programma di inchieste comuni e armonizzate è diventato in questo modo uno strumento indispensabile per il processo di sorveglianza dell'economia nell'ambito dell'UEM, ma anche per finalità generali di politica economica.

2.   OBIETTIVI E SPECIFICHE TECNICHE

2.1   Obiettivi

Il programma comune armonizzato viene attuato mediante il cofinanziamento di sondaggi d'opinione svolti da organismi e istituti specializzati. La Commissione si propone di concludere accordi con organismi e istituti adeguatamente qualificati a svolgere nei prossimi tre anni una o più delle seguenti inchieste:

inchieste riguardanti gli investimenti, il settore delle costruzioni, il commercio al minuto e i servizi nei nuovi Stati membri e in Bulgaria, Croazia e Romania;

inchieste relative al commercio al minuto e ai servizi in Lussemburgo,

inchieste sull'industria e presso i consumatori in Croazia,

la Commissione organizza inoltre inchieste «ad hoc» su problemi di attualità economica. Le inchieste «ad hoc» sono occasionali per definizione e vengono svolte in complemento a quelle mensili utilizzandone gli stessi campioni, e questo al fine di ottenere informazioni relative a problematiche specifiche in materia di politica economica.

Tali inchieste sono condotte presso i dirigenti che operano nell'industria, nel settore delle costruzioni, nel commercio al dettaglio e nei servizi, nonché presso i consumatori.

2.2   Specifiche tecniche

2.2.1   Calendario dei lavori e trasmissione dei risultati

La seguente tabella riporta le inchieste oggetto del presente invito a presentare proposte:

Denominazione dell'inchiesta

Numero di settori interessati / categorie di grandezza

Numero di domande rivolte ogni mese

Numero delle domande rivolte ogni trimestre

Inchiesta sull'industria

56 / -

7

9

Inchiesta sugli investimenti

8 / 6

2 domande in marzo/aprile

4 domande in ottobre/novembre

Inchiesta sul settore delle costruzioni

5 / -

5

1

Inchiesta sul commercio al minuto

9 / -

6

-

Inchiesta sui servizi

19 / -

6

1

Inchiesta presso i consumatori

25 / -

12

3

Le inchieste mensili devono essere svolte nel corso dei primi quindici giorni del mese e i risultati devono essere comunicati via e-mail alla Commissione almeno quattro giorni lavorativi prima della fine del mese e conformemente al calendario incluso nella convenzione di finanziamento.

Le inchieste trimestrali devono essere realizzate nel corso dei primi quindici giorni del primo mese di ogni trimestre (gennaio, aprile, luglio, ottobre) e i risultati devono essere trasmessi via e-mail alla Commissione almeno quattro giorni lavorativi prima della fine, rispettivamente, di gennaio, aprile, luglio e ottobre, e conformemente al calendario incluso nella convenzione di finanziamento.

Le inchieste semestrali sugli investimenti devono essere svolte nel corso dei mesi di marzo/aprile e ottobre/novembre e i risultati devono essere comunicati via e-mail alla Commissione almeno quattro giorni lavorativi prima della fine, rispettivamente, di maggio e dicembre, e conformemente al calendario incluso nella convenzione di finanziamento.

Per le inchieste «ad hoc», il contraente dovrà impegnarsi a rispettare il calendario specifico che gli sarà indicato.

2.2.2   Metodologia del Programma comune armonizzato di inchieste congiunturali

I dettagli relativi alla metodologia si trovano nella guida per l'utilizzatore sul sito:

http://europa.eu.int/comm/economy_finance/indicators/business_consumer_surveys/userguide_en.pdf

3.   DISPOSIZIONI AMMINISTRATIVE E DURATA

3.1   Disposizioni amministrative

L'organismo/istituto opererà per un periodo massimo di tre anni. La Commissione intende stabilire un rapporto di cooperazione a lungo termine con i candidati prescelti. A questo fine verrà conclusa fra le parti una convenzione quadro di cooperazione della durata di tre anni. Nell'ambito di tale convenzione, che definirà gli obiettivi comuni e la natura delle azioni previste dalle parti, possono essere concluse tre convenzioni annue specifiche di sovvenzione. La prima di tali convenzioni riguarderà il periodo maggio 2005-aprile 2006.

3.2   Durata

Le inchieste vanno effettuate dal 1o maggio al 30 aprile. La durata non può oltrepassare i 12 mesi (13 nel caso dell'inchiesta sugli investimenti).

4.   FINANZIAMENTO

4.1   Fonti di finanziamento della Commissione

Le azioni prescelte saranno finanziate con la voce di bilancio 01.02.02 — Coordinamento e sorveglianza dell'Unione economica e monetaria

4.2   Stima dello stanziamento globale della Comunità per il presente invito

Lo stanziamento annuo globale per queste inchieste è dell'ordine di 650 000 EUR.

Il numero indicativo di contraenti dovrebbe essere compreso fra 12 e 24, in funzione del numero di proposte ricevute.

4.3   Percentuale di partecipazione della Comunità al cofinanziamento

La partecipazione della Commissione al cofinanziamento delle inchieste non può superare il 50 % dei costi ammissibili del contraente per ogni inchiesta.

4.4   Finanziamento dell'inchiesta da parte del contraente e costi ammissibili

I costi ammissibili possono essere calcolati solo dopo la firma della convenzione specifica annua di sovvenzione, salvo in casi eccezionali, ed in ogni caso non prima della presentazione della richiesta di sovvenzione. I contributi in natura non sono considerati come costi ammissibili.

A norma della convenzione di partenariato, il contraente dovrà presentare ogni anno un bilancio previsionale dettagliato contenente una stima dei costi e del finanziamento dell'inchiesta, il tutto calcolato in euro. Tale documento verrà ripreso come allegato della convenzione specifica annua di sovvenzione. La Commissione potrà successivamente utilizzare tali dati a fini di verifica.

5.   CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

5.1.   Situazione giuridica dei candidati

Il presente invito è rivolto agli organismi e istituti (persone giuridiche) registrati in uno degli Stati membri o in Bulgaria, Croazia o Romania. I candidati devono provare di essere persone giuridiche e produrre la necessaria documentazione per mezzo dei moduli standard di attestazione di persona giuridica.

5.2.   Criteri di esclusione

Non saranno considerate ai fini della sovvenzione le proposte presentate da candidati (1):

a)

i quali siano in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo, cessazione d'attività o in ogni altra situazione analoga risultante da una procedura della stessa natura prevista da leggi e regolamenti nazionali, ovvero a carico dei quali sia in corso un procedimento di tal genere;

b)

nei confronti dei quali sia stata pronunziata una condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che incida sulla loro moralità professionale;

c)

che, in materia professionale, abbiano commesso un errore grave, accertato con qualsiasi elemento documentabile dalle amministrazioni aggiudicatrici;

d)

che non siano in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali o con gli obblighi relativi al pagamento d'imposte e tasse secondo la legislazione del paese dove sono stabiliti, del paese dell'amministrazione aggiudicatrice o del paese dove dev'essere eseguita l'inchiesta oggetto della sovvenzione;

e)

nei confronti dei quali sia stata emessa una sentenza passata in giudicato per frode, corruzione, partecipazione ad un'organizzazione criminale o qualsiasi altra attività illecita che leda gli interessi finanziari delle Comunità;

f)

che, a seguito dell'aggiudicazione di un altro appalto o della concessione di una sovvenzione finanziati dal bilancio comunitario, siano stati dichiarati gravemente inadempienti per inosservanza delle loro obbligazioni contrattuali.

g)

che si trovino in una posizione di conflitto d'interessi;

h)

che si siano resi colpevoli di aver comunicato dati falsi o non abbiano comunicato i dati richiesti.

I candidati dovranno comprovare di non trovarsi in una delle situazioni di cui ai punti da 5.2, lettera a), a 5.2, lettera f), per mezzo del modulo standard di dichiarazione di ammissibilità.

5.3   Sanzioni amministrative e finanziarie

1.

Senza pregiudizio dell'applicazione delle sanzioni specificate nel contratto o nella convenzione, i candidati, gli offerenti e i contraenti che si siano resi colpevoli di false dichiarazioni o siano stati riconosciuti gravemente inadempienti delle loro obbligazioni contrattuali in una precedente gara d'appalto saranno esclusi da tutti i contratti e sovvenzioni finanziati con il bilancio della Comunità, per un massimo di due anni dal momento in cui è stata accertata la violazione, confermata in contraddittorio con l'interessato. Detto periodo può essere esteso fino a un massimo di tre anni in caso di reiterazione del reato entro cinque anni dalla prima violazione

Sanzioni pecuniarie tra il 2 % e il 10 % del valore totale del contratto o della sovvenzione in corso di attribuzione saranno inoltre inflitte agli offerenti o ai candidati che si siano resi colpevoli di falsa dichiarazione.

Ai contraenti dichiarati gravemente inadempienti nell'esecuzione delle loro obbligazioni contrattuali saranno parimenti inflitte sanzioni pecuniarie tra il 2 % e il 10 % del valore della sovvenzione. Tale quota può essere portata al 4 % e fino ad un massimo del 20 % in caso di recidiva nei cinque anni che seguono la prima inadempienza.

2.

Nei casi di cui al punto 5.2, lettere a), c) e d), i candidati o gli offerenti sono esclusi da qualsiasi sovvenzione o contratto per un periodo massimo di due anni a partire dall'accertamento dell'inadempienza, confermata in contraddittorio con l'interessato.

Nei casi di cui al punto 5.2, lettere b) ed e), i candidati o gli offerenti sono esclusi da qualsiasi sovvenzione o contratto per un periodo minimo di un anno e massimo di quattro anni dalla notificazione della sentenza.

Questi periodi possono essere portati a cinque anni in caso di recidiva nei cinque anni che seguono la prima inadempienza o la prima sentenza.

3.

Le eventualità di cui al punto 5.2, lettera e), sono le seguenti:

a)

casi di frode di cui all'articolo 1 della Convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee stabilita dall'Atto del Consiglio del 26 luglio 1995;

b)

casi di corruzione di cui all'articolo 3 della Convenzione relativa alla lotta contro la corruzione nella quale sono coinvolti funzionari delle Comunità europee o degli Stati membri dell'Unione europea, stabilita dall'Atto del Consiglio del 26maggio 1997;

c)

casi di partecipazione alle attività di un'organizzazione criminale, di cui all'articolo 2, paragrafo 1, dell'Azione comune 98/733/GAI del Consiglio;

d)

casi di riciclaggio dei proventi di attività illecite di cui all'articolo 1 della direttiva 91/308/CEE del Consiglio.

6.   CRITERI DI SELEZIONE

I candidati devono disporre di solide e sufficienti fonti di finanziamento che consentano loro di continuare l'attività per tutto il periodo durante il quale viene condotta l'azione prevista dal contratto o per l'anno in cui è attribuita la sovvenzione e di partecipare al suo finanziamento. I candidati devono possedere le competenze e le qualifiche professionali necessarie per portare a termine l'azione o il programma di lavoro proposti.

6.1   Capacità finanziaria dei candidati

I candidati devono possedere capacità finanziarie sufficienti per portare a termine le azioni proposte e devono comunicare il loro bilancio e i conti profitti e perdite degli ultimi due esercizi finanziari, dopo la chiusura. Tale disposizione non si applica agli enti pubblici e alle organizzazioni internazionali.

6.2   Capacità operativa dei candidati

I candidati devono essere in possesso della capacità operativa necessaria per portare a termine le azioni previste e dovranno fornire la relativa documentazione.

Verranno applicati i seguenti criteri per valutare le capacità dei candidati:

un'esperienza minima comprovata di tre anni nella preparazione e nello svolgimento di inchieste qualitative nel campo economico e presso i consumatori.

un'esperienza comprovata in almeno due dei seguenti settori:

1)

valutazione di risultati di inchieste economiche e presso i consumatori, problemi di metodologia (campioni, questionari e pianificazione) e analisi;

2)

elaborazione d'indicatori in base ai risultati delle inchieste congiunturali;

3)

impiego dei risultati delle inchieste congiunturali per l'analisi e la ricerca congiunturali e macroeconomiche con metodi statistici ed econometrici, compresa l'analisi settoriale;

4)

modelli econometrici e altri strumenti di previsione.

I candidati dovranno essere in grado di applicare la metodologia del Programma comune e armonizzato UE di inchieste congiunturali e dovranno essere in grado di eseguire le istruzioni della Commissione: osservare i termini mensili per la trasmissione dei risultati, migliorare e adattare il programma di inchieste su domanda dei servizi della Commissione, in conformità con gli accordi presi nel corso delle riunioni di coordinazione con i rappresentanti degli organismi/istituti partecipanti.

7.   CRITERI DI ATTRIBUZIONE

Nell'attribuzione dei contratti ai candidati prescelti verranno applicati i seguenti criteri:

il livello di perizia tecnica e di esperienza nei settori di cui al punto 6.2;

la metodologia proposta per l'inchiesta, compreso il progetto di campione e le sue dimensioni, il tasso di copertura e il tasso di risposta;

il livello di competenza e di conoscenza che il candidato possiede relativamente alle specificità dell'inchiesta per il settore e lo stato dove intende effettuare la o le inchieste;

l'efficienza dell'organizzazione del lavoro del candidato in termini di flessibilità, infrastruttura, competenza del personale e mezzi a disposizione per effettuare il lavoro, comunicare i risultati, partecipare alla preparazione delle inchieste nel quadro del programma comune armonizzato e in cooperazione con la Commissione;

la convenienza sotto il profilo economico.

8.   MODALITÀ PRATICHE

8.1   Modalità per la compilazione e la presentazione delle proposte

Le proposte dovranno contenere il modulo standard di presentazione della proposta compilato e firmato e tutti i documenti di prova indicati nel modulo stesso.

In ogni atto di candidatura, il candidato dovrà inviare un originale firmato e due copie.

La Commissione può fornire i seguenti documenti:

il modulo per la presentazione della proposta,

un modello di convenzione quadro di partenariato,

un modello di convenzione specifica di sovvenzione e l'allegato in cui l'azione viene descritta in modo particolareggiato,

un modello di bilancio previsionale nel quale vanno indicati i costi stimati delle inchieste e un piano di finanziamento,

una scheda finanziaria standard,

un modulo standard di attestazione di persona giuridica,

un modulo standard di dichiarazione di ammissibilità.

a)

i suddetti documenti possono essere scaricati dal seguente indirizzo Internet:

http://europa.eu.int/comm/economy_finance/tenders/call0406_en.htm

b)

qualora la precedente opzione non fosse praticabile, i documenti possono essere ottenuti dalla Commissione per posta al seguente indirizzo:

Commissione europea

Direzione generale ECFIN

Unità ECFIN-A-3 (Inchieste congiunturali)

BU-1 3/146

B-1049 Bruxelles

Fax: (+32-2) 296 36 50

Si prega di apporre la seguente dicitura: «Invito a presentare proposte» — ECFIN/A3-01/2004;

La Commissione si riserva il diritto di modificare tali documenti tipo in funzione delle esigenze del programma comune armonizzato e/o dei vincoli di bilancio.

Le proposte vanno presentate in una delle lingue ufficiali della Comunità europea, eventualmente accompagnate dalla traduzione in francese, inglese o tedesco.

Le proposte vanno inviate per posta o consegnate a mano in una busta chiusa contenuta in un'altra busta anch'essa chiusa.

La busta esterna deve recare l'indirizzo di cui al punto 8.3 infra e la dicitura «Invito a presentare proposte» — ECFIN/A3-01/2004.

La busta interna, chiusa, deve contenere la proposta e recare la dicitura «Invito a presentare proposte — ECFIN/A3-01/2004 — Il servizio di posta interna è pregato di non aprire la busta» («Call for proposals — not to be opened by internal mail departement»).

La Commissione informerà i candidati di aver ricevuto la loro proposta rinviando il tagliando di ricevuta compilato dai candidati stessi come parte dei documenti che fanno parte della proposta.

8.2   Contenuto delle proposte

8.2.1   Proposta amministrativa

La proposta amministrativa deve comprendere:

il modulo standard di attestazione di persona giuridica debitamente compilato e firmato, nonché la documentazione comprovante la situazione giuridica dell'organismo/istituto;

la scheda finanziaria standard, debitamente compilata e firmata;

il modulo standard di dichiarazione di ammissibilità del candidato, debitamente compilato e firmato;

l'organigramma dell'organismo/istituto, nel quale sono menzionati il nome e la funzione dei membri degli organi direttivi e del servizio operativo responsabile della realizzazione dell'inchiesta;

la dichiarazione con cui l'organismo/istituto, qualora prescelto, si impegna a firmare la convenzione quadro standard di partenariato e la convenzione specifica di sovvenzione;

la documentazione comprovante una sana situazione finanziaria: dovranno essere acclusi i bilanci e i conti profitti e perdite degli ultimi due esercizi finanziari, dopo la chiusura.

8.2.2   Proposta tecnica

La proposta tecnica deve comprendere:

la descrizione delle attività dell'organismo/istituto, che consenta di valutarne le competenze nonché l'ampiezza e la durata dell'esperienza nei settori di cui al punto 6.2. Vi si dovranno indicare gli studi, i contratti di prestazione di servizi, le consulenze, le inchieste, le pubblicazioni e altri lavori effettuati in precedenza, indicando il nome del o dei clienti e precisando gli eventuali lavori svolti per conto della Commissione europea. Si devono allegare gli studi e/o i risultati di maggior rilievo;

la descrizione particolareggiata dell'organizzazione operativa prevista per condurre le inchieste. L'atto di candidatura dovrà contenere la documentazione relativa alle infrastrutture, agli impianti, alle risorse e al personale specializzato (C.V. concisi).

l'indicazione precisa, per ciascuna inchiesta, della metodologia seguita (metodi di campionamento, errori di campionamento e intervallazioni di affidabilità, dimensioni del campione e tasso di risposta stimato.

la descrizione precisa dei lavori oggetto di subappalto.

8.2.3   Proposta finanziaria

La proposta finanziaria deve comprendere:

il bilancio previsionale standard (in euro) completo e dettagliato, che copre un periodo di 12 mesi per ogni inchiesta. Esso dovrà contenere un piano di finanziamento relativo all'inchiesta e una distinta dettagliata dei costi totali e unitari ammissibili previsti per la sua realizzazione, ivi compresi i costi di subappalto,

il documento che certifichi l'eventuale contributo finanziario di altre organizzazioni.

8.3   Indirizzo a cui devono pervenire le proposte

Commissione europea

Direzione generale «Affari economici e finanziari»

«Invito a presentare proposte - Call for proposals» — ECFIN/A3-01/2004

Unità ECFIN R-2

BU-1 3/13

B-1049 Bruxelles

8.4   Termine per la presentazione delle domande di sovvenzione

Si invitano gli interessati a presentare domanda alla Commissione europea.

Le domande possono essere presentate:

a)

per posta, spedendola in plico raccomandato entro il 16 novembre 2004 (farà fede il timbro postale);

b)

o mediante consegna al servizio postale centrale della Commissione europea (di persona o per mezzo di un qualsiasi rappresentante autorizzato del candidato, ivi compresi i servizi postali privati) al seguente indirizzo:

Commissione europea

Servizio postale centrale

1, Rue de Genève

B-1140 Bruxelles

Entro le ore 16 (ora di Bruxelles) del 16 novembre 2004. In tal caso la prova della presentazione della candidatura sarà costituita dalla ricevuta datata e firmata dal funzionario del suddetto servizio postale cui è stata consegnata.

La Commissione non prenderà in considerazione le candidature ricevute dopo la scadenza del termine.

9.   ITER SUCCESSIVO AL RICEVIMENTO DELLE CANDIDATURE

Tutte le candidature verranno controllate per verificare se esse soddisfano i criteri formali di ammissibilità.

Le proposte ritenute ammissibili verranno valutate e riceveranno un punteggio conformemente ai criteri di attribuzione indicati in precedenza.

La selezione delle proposte avrà luogo nel corso della seconda metà del 2004. A tale scopo si costituirà un comitato di selezione, soggetto all'autorità del direttore generale degli Affari economici e finanziari e comprendente cinque membri rappresentanti diverse unità specializzate. Sarà costituito da almeno tre membri che rappresentano almeno due diverse unità specializzate non aventi alcun rapporto gerarchico tra di loro e disporrà di una propria segreteria, che assicurerà successivamente i contatti con i candidati prescelti al termine della procedura di selezione. I candidati non selezionati riceveranno una comunicazione individuale.

10.   AVVERTENZA

Il presente invito a presentare proposte non comporta nessun obbligo contrattuale da parte della Commissione nei confronti degli organismi/istituti candidati. Qualsiasi comunicazione relativa al presente invito va fatta per iscritto.

I candidati devono prendere atto delle disposizioni contrattuali, che diventeranno obbligatorie in caso di attribuzione.


(1)  In conformità con gli articoli 93 e 94 del Regolamento finanziario applicabile al bilancio generale della Comunità europea.


Top