EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 52004XC0417(08)

Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi in virtù del regolamento (CE) n. 70/2001 del 12 gennaio 2001 relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese (Testo rilevante ai fini del SEE)

OJ C 93, 17.4.2004, p. 18–22 (ES, DA, DE, EL, EN, FR, IT, NL, PT, FI, SV)

52004XC0417(08)

Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi in virtù del regolamento (CE) n. 70/2001 del 12 gennaio 2001 relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese (Testo rilevante ai fini del SEE)

Gazzetta ufficiale n. C 093 del 17/04/2004 pag. 0018 - 0022


Informazioni comunicate dagli Stati membri sugli aiuti di Stato concessi in virtù del regolamento (CE) n. 70/2001 del 12 gennaio 2001 relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie imprese

(2004/C 93/09)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

Numero dell'aiuto: XS 2/02

Stato membro: Austria

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Programma d'internazionalizzazione ERP

Base giuridica: Richtlinien für das ERP-Internationalisierungsprogramm

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: Volume di credito di circa 5 milioni di EUR a tassi agevolati (equivalente sovvenzioni: circa 810000 EUR)

Intensità massima dell'aiuto: - 7,5 % (lordo) per le medie imprese

- 15 % (lordo) per le piccole imprese

Data di applicazione: Dal 1o gennaio 2002

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: 31 dicembre 2006

Obiettivo dell'aiuto: Sostegno agli investimenti diretti all'estero

Osservazioni sugli obiettivi dell'aiuto:

Il campo di applicazione del regolamento (CE) n. 70/2001 del 12 gennaio 2001 verrà adeguatamente rispettato, il che significa che non saranno concessi aiuti:

a) alle attività connesse alla produzione, trasformazione o commercializzazione dei prodotti elencati nell'allegato I del trattato;

b) ad attività connesse all'esportazione, cioè nel caso in cui detti aiuti siano direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse all'attività d'esportazione;

c) ad attività condizionate all'impiego preferenziale di prodotti nazionali rispetto ai prodotti d'importazione

Settore (o settori) economico interessato: L'insieme dell'industria di trasformazione, tutti i prestatori di servizi

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: ERP-Fonds Persona di contatto: Mag. Elfriede Kober Tel. (43-1) 150 17 54 66 e-mail: e.kober@erp-fonds.at

Numero dell'aiuto: XS 19/03

Stato membro: Regno Unito

Regione: West Midlands Obiettivo 2

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Consiglio di Birmingham e Solihull per l'istruzione: servizi di consulenza IIP (investors in people)

Base giuridica: - Employment Act 1973, Sections 2(1) and 2(2), as substantiated by Section 25 of the Employment and Training Act 1998

- Learning Skills Act 2000

- Local Government Act 2000

- Industrial Development Act 1982, Sections 7 and 11

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: - Spesa pubblica totale 414000 GBP

- 2002: 138000 GBP

- 2003: 276000 GBP

Intensità massima dell'aiuto: La sovvenzione massima sarà pari al 50 % dei costi di consulenza IIP (investors in people = investitori in risorse umane). La sovvenzione massima per le singole imprese sarà di 20000 GBP

Data di applicazione: 1o settembre 2002

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: 31 dicembre 2003

Obiettivo dell'aiuto: Fornire un aiuto alla consulenza in materia di IIP a PMI individuate nella strategia economica regionale. La tecnica di IIP è uno strumento volto a migliorare la produttività e i risultati economici complessivi, con conseguente aumento della flessibilità della forza lavoro e salvaguardia dei posti di lavoro nella regione

Settore (o settori) economico interessato: Industria manifatturiera: catena di approvvigionamento automobilistico (fabbricazione di prodotti diversi dagli autoveicoli o fornitori di 1°), ingegneria, prodotti alimentari e bevande (escluso l'allegato I).

Altri servizi: industrie creative, turismo e attività ricreative.

Fatti salvi i regolamenti relativi ai settori sensibili

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Paul Cornick Sector Co-ordinator Birmingham and Solihull LSC Chaplin Court

80 Hurst Street

Birmingham B5 4TG United Kingdom Tel. (44-121) 345 46 00

Altre informazioni: L'ente che assicura la prestazione dei servizi di consulenza alle PMI è il Business Link Birmingham and Solihull (Small Business Service), un organismo finanziato dal settore pubblico che canalizza i fondi alle PMI

Numero dell'aiuto: XS 42/03

Stato membro: Italia

Regione: Umbria

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Regime di aiuto regionale a sostegno degli investimenti delle PMI operanti nel settore multimediale

Base giuridica: - Determinazione Dirigenziale 5 febbraio 2003 n. 703.

- In attuazione della Misura 2.1. - Sostegno allo sviluppo dei sistemi produttivi locali - Azione 2.1.3. - Regime di aiuti regionale a sostegno degli investimenti delle PMI - del Docup Obiettivo 2 2000-2006 per la Regione dell'Umbria, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C(2001) 2119 del 7 settembre 2001

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: Massimo euro 1000000 annui come da piano finanziario del Complemento di Programmazione del Docup Obiettivo 2 2000-2006 per la Regione dell'Umbria per un totale massimo di euro 7000000 relativi al periodo di riferimento

Intensità massima dell'aiuto: - Piccole imprese 15 % ESL del costo totale degli investimenti ammissibili.

Nelle aree ammesse al beneficio degli aiuti a finalità regionale incluse nei territori di operatività del Docup Obiettivo 2 per la Regione dell'Umbria 20 % ESL del costo totale degli investimenti ammissibili (certamente inferiore a quanto consentito dalla carta: 10 % ESL + 8 % ESN);

- Medie imprese 7,5 % ESL del costo totale degli investimenti ammissibili.

Nelle aree ammesse al beneficio degli aiuti a finalità regionale incluse nei territori di operatività del Docup Obiettivo 2 per la Regione dell'Umbria 15 % ESL del costo totale degli investimenti ammissibili (certamente inferiore a quanto consentito dalla carta: 6 % ESL + 8 % ESN).

Data di applicazione: 14 febbraio 2003.

Gli aiuti saranno concessi esclusivamente con riferimento alla presentazione di idonee richieste di aiuto da parte delle imprese interessate che potranno essere effettuate a partire dal giorno successivo alla pubblicazione dei bandi di concorso. Potranno essere ammessi a contributo esclusivamente gli investimenti effettuati dopo la data di presentazione della domanda di contributo

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: Saranno concessi aiuti agli investimenti delle imprese fino al 31 dicembre 2006 data limite di ammissibilità degli impegni a valere sulle risorse di cui al Docup Obiettivo 2 per la Regione dell'Umbria 2000-2006

Obiettivo dell'aiuto: Sostegno ai processi di investimento delle piccole e medie imprese nelle aree Obiettivo 2 e phasing out della Regione dell'Umbria. Gli investimenti oggetto del presente regime di aiuti si riferiscono a:

a) Impianti, macchinari ed attrezzature di nuova fabbricazione connessi al ciclo produttivo dell'impresa relativamente ad attività multimediali;

b) Brevetti per tecnologie innovative;

c) Programmi informatici e software specialistico esclusivamente connessi alle attività nel settore multimediale dell'impresa;

d) Diritti d'autore o copyright su materiale da utilizzare per produzioni multimediali; ai sensi delle specifiche schede di ammissibilità dei costi di cui al Regolamento (CE) n. 1685/2000.

Settore (o settori) economico interessato: Imprese di produzione e di servizi alla produzione individuate dai seguenti codici ISTAT 91:

22.31- Riproduzione di supporti sonori registrati;

22.32- Riproduzione di supporti video registrati;

72.60.1- Servizi di telematica, robotica, eidomatica;

72.60.2- Altri servizi connessi all'informatica;

92.11- Produzioni cinematografiche e di video.

Saranno altresì applicate eventuali successive limitazioni derivanti da nuove normative comunitarie obbligatorie

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Regione dell'Umbria - Giunta Regionale Servizio Politiche di Sostegno alle Imprese Via Mario Angeloni 61 I - 06100 Perugia Tel. (39) 07 55 04 57 09 Telefax (39) 07 55 04 55 69 E-mail: servizio9@Regione.umbria.it

Numero dell'aiuto: XS 79/03

Stato membro: Repubblica irlandese

Regione: Tutte

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Proroga del regime Town Renewal (Rinnovo urbano)

Base giuridica: Taxes Consolidation Act 1997 as amended by Finance Act 2000 and 2001. Finance Act 2003, which became law on 28 March 2003, has extended the end-date of the qualifying period for the scheme to 31 December 2004

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: Il mancato gettito fiscale relativo alla proroga del regime è stimato a 10 milioni di euro. Si prevede che globalmente il regime comporterà circa 25 milioni di euro di mancato gettito fiscale

Intensità massima dell'aiuto: 11,20 %

Data di applicazione: 6 aprile 2001

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: Dal 6 aprile 2001 al 31 dicembre 2004

Obiettivo dell'aiuto: Prorogare il periodo di ammissibilità del regime di agevolazioni agli investimenti per sostenere progetti di rinnovo presentati da PMI in 100 piccole città dell'Irlanda

Settore (o settori) economico interessato: Tutti i settori di attività industriale per i quali sono in applicazione regole e normative speciali della Comunità [fra l'altro quelle che rientrano nel campo d'applicazione del trattato CECA, i settori cantieristici, i motori per autoveicoli, le fibre sintetiche, il trasporto di prodotti ittici ed agricoli ivi compresi i settori della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli elencati nell'allegato 1 del trattato CE (GU C 29 del 2.2.1996, pag. 4)] Allo stato attuale sono escluse le società di servizi finanziari e di sviluppo della proprietà

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Revenue Commissioners Dublin Castle Dublin 2 Ireland

Numero dell'aiuto: XS 88/03

Stato membro: Italia

Regione: Liguria

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Bando di concorso per favorire gli investimenti delle PMI della provincia di Savona finalizzati all'introduzione dei sistemi di qualità, alla loro certificazione ed alla certificazione di prodotti, attrezzature e macchine ed all'acquisizione dell'attestazione di qualificazione da parte delle SOA a termini del DPR 25 gennaio 2000 n. 34

Base giuridica: Delibera n. 73 del 23.5.2003 della giunta della Camera di commercio IAA di Savona e relativi provvedimenti attuativi

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: 105000 euro

Intensità massima dell'aiuto: L'agevolazione consiste in un contributo in conto capitale nella misura massima del 30 % della spesa ammessa, al netto dell'IVA, fino ad un ammontare massimo complessivo di 2582,28 euro per impresa.

Data di applicazione: Dalla data della presente comunicazione

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: Fino al 31 dicembre 2006

Obiettivo dell'aiuto: Promuovere il miglioramento della qualità delle produzioni e favorire la competitività delle imprese sul mercato, mediante lo sviluppo dell'introduzione dei sistemi di qualità e della certificazione di prodotto ed aziendale

Settore (o settori) economico interessato: PMI industriali, artigiane, agricole, commerciali e/o di servizi, aventi sede operativa nella provincia di Savona regolarmente iscritte, alla data di spedizione della domanda, al registro delle imprese della Camera di commercio ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Ai fini del presente concorso, sono considerate piccole e medie imprese, quelle così definite ai sensi della raccomandazione 96/280/CE della Commissione del 3 aprile 1996 pubblicata sulla GU L 107 del 30.4.1996

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Camera di commercio IAA di Savona Via Quarda Superiore 16 I - 17100 Savona Tel. (39) 01 98 31 41 Fax (39) 019 85 14 58 E-mail: camcom@sv.camcom.it

Altre informazioni: Per le imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all'allegato I del trattato CE (allegato 6 al presente bando), il contributo viene concesso ai sensi del regime comunitario per gli aiuti del sistema camerale italiano a favore delle imprese agricole (aiuti di Stato/Italia n. 241/2001).

Inoltre, per i contributi concessi a fronte di programmi di investimento avviati precedentemente alla presentazione delle relative domande, il regime di aiuto applicato è quello stabilito dal regolamento (CE) n. 69/2001 sugli aiuti "de minimis", che non si applica, tuttavia, al settore dei trasporti e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all'allegato I del trattato CE

Numero dell'aiuto: XS 93/02

Stato membro: Germania

Regione: Bassa Sassonia (circondario di Goslar)

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Direttiva del circondario di Goslar relativa alla concessione di sovvenzioni per il cofinanziamento di aiuti individuali alle imprese da parte della UE

Base giuridica: § 108 der Niedersächsischen Landkreisordnung (NLO) in der Fassung vom 22.8.1996 (Niedersächsisches Gesetz- und Verordnungsblatt S. 365) i. V. mit § 65 der Niedersächsischen Gemeindeordnung (NGO) in der Fassung vom 22.8.1996 (Niedersächsisches Gesetz- und Verordnungsblatt S. 382)

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: 300000 euro

Intensità massima dell'aiuto: Tutto il circondario di Goslar rientra tra le regioni assistite di cui alla carta autorizzata dalla Commissione, con un'intensità massima lorda dell'aiuto per le PMI del 28 %. L'intensità massima lorda dell'aiuto è pari al 20 % dei costi d'investimento ammissibili, fino ad un massimo di 10000 euro. Si applicano le norme sul cumulo.

Data di applicazione: Dal 1o settembre 2002

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: Dal 1o settembre 2002 al 31 dicembe 2006

Obiettivo dell'aiuto: L'aiuto mira a promuovere la competitività e la capacità di adattamento delle piccole e medie imprese situate nel territorio del circondario di Goslar, a stimolare la creazione di nuovi posti di lavoro, a salvaguardare i posti di lavoro esistenti e a conseguire in tal modo miglioramenti strutturali.

Il regime non prevede aiuti al salvataggio e alla ristrutturazione delle imprese in difficoltà (ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà, GU C 288 del 9.10.1999).

Sono ammessi al sostegno i seguenti progetti di investimento:

- costruzione di impianti;

- ampliamento di impianti, a condizione che il numero dei posti di lavoro duraturi a tempo pieno aumenti del 15 % rispetto al livello precedente all'avvio della realizzazione dell'investimento;

- riorganizzazione, diversificazione o ammodernamento di un impianto, quando ciò favorisca la continuità dell'impresa e la salvaguardia della maggior parte dei posti di lavoro esistenti;

- acquisizione di un impianto a rischio di chiusura, a condizione che l'acquisizione avvenga alle condizioni di mercato.

I posti di lavoro duraturi creati grazie all'aiuto devono avere una durata di almeno cinque anni successivamente all'erogazione della sovvenzione.

L'aiuto viene concesso in forma di sovvenzioni all'investimento.

Sono ammissibili al finanziamento tutti i beni d'investimento, materiali e immateriali, soggetti ad ammortamento

Settore (o settori) economico interessato: Possono presentare domanda le piccole e medie imprese operanti nei settori manifatturiero, artigianale, commerciale, edilizio, alberghiero e dei trasporti, che abbiano sede nel circondario di Goslar. Sono escluse le sovvenzioni a favore di imprese operanti in settori sensibili

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Landkreis Goslar Klubgartenstraße 6 D - 38610 Goslar

Altre informazioni: Sig.ra Dippold Tel. (49-5321) 762 53 Fax (49-5321) 769 92 53

Numero dell'aiuto: XS 100/02

Stato membro: Italia

Regione: Sicilia

Titolo del regime di aiuti o nome dell'impresa che riceve un singolo aiuto: Aiuti agli investimenti

Base giuridica: - Intervento previsto dall'art. 27, della L.R. 23.12.2000, n. 32.

- L'intervento è inoltre contemplato nel POR Sicilia, 2000/2006 e relativo Complemento di programmazione, misura 4.01a, sottomisura 4.01.a1 "potenziamento delle P.M.I."

Spesa annua prevista per il regime o importo totale dell'aiuto singolo concesso all'impresa: Il finanziamento dell'intervento è assicurato dalla sottomisura 4.01a1 del POR Sicilia 2000/2006 che, per l'intero periodo di programmazione, prevede una spesa di 47777500 EUR.

Il regime è in corso di attivazione mediante apposito avviso pubblicato sul Supplemento alla GURS del 13 settembre 2002 con una dotazione finanziaria di 32670354 EUR in relazione alla quale si prevede il seguente profilo di spesa:

anno 2002: -

anno 2003: 11000000 di EUR

anno 2004: 11000000 di EUR

anno 2005: 10670354 EUR

Intensità massima dell'aiuto: L'intensità massima dell'aiuto è pari al 35 % ESN + il 15 % ESL, per le voci ammissibili.

Data di applicazione: 13 settembre 2002 (data di pubblicazione del bando)

Durata del regime o dell'aiuto singolo concesso: Fino al 31 dicembre 2006

Obiettivo dell'aiuto: La misura tende a rafforzare il sistema produttivo esistente attraverso il miglioramento della competitività ed a favorire la creazione di nuova impresa sostenendo le P.M.I. che intendano realizzare nuove iniziative produttive, incrementare e/o consolidare la propria base produttiva attraverso l'avvio di programmi di innovazione di processo e di prodotto, di risparmio e diversificazione energetica ed in particolare quelle imprese i cui programmi privilegeranno interventi volti alla riduzione della quantità e pericolosità dei rifiuti del ciclo produttivo

Settore (o settori) economico interessato: I programmi di investimento promossi dalle imprese estrattive e manifatturiere possono riguardare solo uno o più settori produttivi di cui alle sezioni C - "Estrazioni di minerali" e D - "Attività manifatturiere" della classificazione delle attività economiche ISTAT '91, fatti salvi i divieti e le limitazioni derivanti dalle vigenti specifiche normative dell'UE.

Le imprese fornitrici di servizi possono promuovere programmi di investimento solo nell'ambito di uno o più dei settori di cui al prospetto che si allega al sub 1).

I Programmi di investimento promossi dalle imprese operanti nel settore della produzione e distribuzione di energia elettrica, di vapore ed acqua calda, di cui alle classi 40.10 e 40.30 della classificazione delle attività economiche ISTAT '91, sono ammessi limitatamente agli impianti alimentati da fonti rinnovabili o assimilate, con potenza non superiore a 50 MW elettrici e con indice energetico non inferiore a 0,60.

Per l'elencazione dei settori per i quali sono previsti divieti e limitazioni derivanti dalla vigente normativa dell'Unione europea si fa riferimento al punto 2.6 della circolare Ministero Industria n. 900315 del 14 luglio 2000 ed ai relativi allegati.

Nome e indirizzo dell'autorità che concede l'aiuto: Regione Siciliana Assessorato Industria Viale Regione Siciliana 4580 I - 90146 Palermo

Top