EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Negoziati delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici: il secondo periodo di impegno del protocollo di Kyoto

Negoziati delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici: il secondo periodo di impegno del protocollo di Kyoto

SINTESI DI:

Decisione (UE) 2015/1339 concernente la conclusione, a nome dell’Unione europea, dell’emendamento di Doha del protocollo di Kyoto alla convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici

SINTESI

CHE COSA FA LA DECISIONE?

  • Fornisce l’approvazione formale dell’Unione europea (UE) all’accordo raggiunto durante la conferenza di Doha tenutasi nel dicembre 2012 per stabilire un secondo periodo di impegno del protocollo di Kyoto. Il secondo periodo di impegno va dal 1o gennaio 2013 al 31 dicembre 2020.

PUNTI CHIAVE

  • 38 parti, compresa l’UE, sono coinvolte nella seconda fase e nella missione di ridurre le emissioni dei gas serra di una percentuale minima pari al 18 % in meno rispetto ai livelli del 1990, nel periodo compreso tra il 2013 e il 2020.
  • L’UE, i paesi dell’UE e l’Islanda si sono impegnati a raggiungere congiuntamente una riduzione del 20 % delle emissioni combinate di gas serra per il periodo 2013-2020 rispetto al livello del 1990 o dell’anno scelto come riferimento. L’obiettivo riflette le emissioni totali di gas serra consentite durante il periodo 2013-2020 ai sensi del pacchetto «clima ed energia».
  • L’impegno congiunto del 20 % è condiviso dall’UE, dai paesi dell’UE e dall’Islanda.
  • Le misure necessarie affinché l’UE e i paesi dell’UE tengano fede all’impegno relativo alla riduzione sono già state attuate attraverso il pacchetto «clima ed energia» per il 2020.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DECISIONE?

La decisione è entrata in vigore il 7 agosto 2015. L’emendamento di Doha del protocollo di Kyoto non è ancora entrato in vigore.

CONTESTO

Fino alla conferenza di Parigi sul clima tenutasi a dicembre 2015, il protocollo di Kyoto era l’unico accordo mondiale giuridicamente vincolante per quanto riguarda la riduzione delle emissioni di gas serra. Adottato nel mese di dicembre 1997, contiene gli impegni dei paesi industrializzati partecipanti a ridurre di almeno il 5 % le loro emissioni di sei gas serra (anidride carbonica, metano, protossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoro di zolfo) nel primo periodo di impegno 2008-2012 rispetto ai livelli del 1990.

In occasione della conferenza sui cambiamenti climatici tenutasi a Doha nel 2012, le parti del protocollo di Kyoto hanno adottato l’emendamento di Doha, stabilendo un secondo periodo di impegno del protocollo di Kyoto (2013-2020). La seconda fase del protocollo di Kyoto funge da ponte verso un accordo globale sui cambiamenti climatici post 2020.

Poiché l’Islanda non è un paese dell’UE, i termini dell’adempimento congiunto riguardante la sua partecipazione sono stati fissati in un accordo internazionale separato [decisione (UE) 2015/1340 del Consiglio].

Kyoto, secondo periodo di impegno (2013-2020) sul sito Internet della Commissione europea

ATTO

Decisione (UE) 2015/1339 del Consiglio, del 13 luglio 2015, concernente la conclusione, a nome dell’Unione europea, dell’emendamento di Doha del protocollo di Kyoto alla convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e l’adempimento congiunto dei relativi impegni (GU L 207 del 4.8.2015, pagg. 1-5)

ATTI COLLEGATI

Decisione 2002/358/CE del Consiglio, del 25 aprile 2002 riguardante l’approvazione, a nome della Comunità europea, del protocollo di Kyoto allegato alla convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e l’adempimento congiunto dei relativi impegni (GU L 130 del 15.5.2002, pagg. 1-3)

Decisione (UE) 2015/1340 del Consiglio, del 13 luglio 2015 relativa alla conclusione, a nome dell’Unione europea, dell’accordo tra l’Unione europea e i suoi Stati membri, da una parte, e l’Islanda, dall’altra, per quanto concerne la partecipazione dell’Islanda all’adempimento congiunto degli impegni dell’Unione europea, dei suoi Stati membri e dell’Islanda per il secondo periodo di impegno del protocollo di Kyoto della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (GU L 207 del 4.8.2015, pagg. 15-16)

Ultimo aggiornamento: 08.02.2016

Top