EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32006L0104

Direttiva 2006/104/CE del Consiglio, del 20 novembre 2006 , che adegua determinate direttive in materia di agricoltura (normativa veterinaria e fitosanitaria), a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania

OJ L 363, 20.12.2006, p. 352–367 (ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, NL, PL, PT, SK, SL, FI, SV)
OJ L 335M , 13.12.2008, p. 722–768 (MT)
Special edition in Bulgarian: Chapter 03 Volume 080 P. 71 - 86
Special edition in Romanian: Chapter 03 Volume 080 P. 71 - 86
Special edition in Croatian: Chapter 03 Volume 031 P. 181 - 196

In force

ELI: http://data.europa.eu/eli/dir/2006/104/oj

20.12.2006   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 363/352


DIRETTIVA 2006/104/CE DEL CONSIGLIO

del 20 novembre 2006

che adegua determinate direttive in materia di agricoltura (normativa veterinaria e fitosanitaria), a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il trattato di adesione della Bulgaria e della Romania (1), in particolare l'articolo 4, paragrafo 3,

visto l'atto di adesione della Bulgaria e della Romania, in particolare l'articolo 56,

vista la proposta della Commissione,

considerando quanto segue:

(1)

A norma dell'articolo 56 dell'atto di adesione, quando gli atti delle istituzioni che rimangono validi dopo il 1o gennaio 2007 richiedono adattamenti in conseguenza dell'adesione e gli adattamenti necessari non sono contemplati nell'atto di adesione o nei suoi allegati, gli atti necessari devono essere adottati dal Consiglio, a meno che l'atto iniziale non sia stato adottato dalla Commissione.

(2)

Come risulta dall'atto finale della Conferenza che ha elaborato il trattato di adesione, le Alte Parti contraenti hanno raggiunto un accordo politico su una serie di adattamenti degli atti adottati dalle istituzioni e resi necessari dall'adesione e hanno invitato il Consiglio e la Commissione ad adottare detti adattamenti prima dell'adesione, integrandoli e aggiornandoli, all'occorrenza, per tener conto dell'evoluzione del diritto dell'Unione.

(3)

Occorre pertanto modificare di conseguenza le direttive 64/432/CEE (2), 90/426/CEE (3), 90/539/CEE (4), 91/68/CEE (5), 91/496/CEE (6), 91/414/CEE (7), 92/35/CEE (8), 92/40/CEE (9), 92/66/CEE (10), 92/119/CEE (11), 93/53/CEE (12), 95/70/CE (13), 96/23/CE (14), 97/78/CE (15), 2000/75/CE (16), 2001/89/CE (17), 2002/60/CE (18), 2003/85/CE (19) e 2003/99/CE (20),

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

Le direttive 64/432/CEE, 90/426/CEE, 90/539/CEE, 91/68/CEE, 91/496/CEE, 91/414/CEE, 92/35/CEE, 92/40/CEE, 92/66/CEE, 92/119/CEE, 93/53/CEE, 95/70/CE, 96/23/CE, 97/78/CE, 2000/75/CE, 2001/89/CE, 2002/60/CE, 2003/85/CE e 2003/99/CE sono modificate conformemente all'allegato.

Articolo 2

1.   Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro la data di adesione della Bulgaria e della Romania all'Unione europea. Essi comunicano immediatamente alla Commissione il testo di tali disposizioni nonché una tavola di concordanza tra queste ultime e la presente direttiva.

Quando gli Stati membri adottano tali disposizioni, queste contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di un siffatto riferimento all'atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del riferimento sono decise dagli Stati membri.

2.   Gli Stati membri comunicano alla Commissione il testo delle disposizioni essenziali di diritto interno adottate nella materia disciplinata dalla presente direttiva.

Articolo 3

La presente direttiva entra in vigore, con riserva dell'entrata in vigore del trattato di adesione della Bulgaria e della Romania, alla data di entrata in vigore del trattato stesso.

Articolo 4

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, addì 20 novembre 2006

Per il Consiglio

Il Presidente

J. KORKEAOJA


(1)  GU L 157 del 21.6.2005, pag. 11.

(2)  GU L 121 del 29.7.1964, pag. 1977.

(3)  GU L 224 del 18.8.1990, pag. 42.

(4)  GU L 303 del 31.10.1990, pag. 6.

(5)  GU L 46 del 19.2.1991, pag. 19.

(6)  GU L 268 del 24.9.1991, pag. 56.

(7)  GU L 230 del 19.8.1991, pag. 1.

(8)  GU L 157 del 10.6.1992, pag. 19.

(9)  GU L 167 del 22.6.1992, pag. 1.

(10)  GU L 260 del 5.9.1992, pag. 1.

(11)  GU L 62 del 15.3.1993, pag. 69.

(12)  GU L 175 del 19.7.1993, pag. 23.

(13)  GU L 332 del 30.12.1995, pag. 33.

(14)  GU L 125 del 23.5.1996, pag. 10.

(15)  GU L 24 del 30.1.1998, pag. 9.

(16)  GU L 327 del 22.12.2000, pag. 74.

(17)  GU L 316 dell'1.12.2001, pag. 5.

(18)  GU L 192 del 20.7.2002, pag. 27.

(19)  GU L 306 del 22.11.2003, pag. 1.

(20)  GU L 325 del 12.12.2003, pag. 31.


ALLEGATO

AGRICOLTURA

NORMATIVA VETERINARIA E FITOSANITARIA

I.   NORMATIVA VETERINARIA

1.

31964 L 0432: Direttiva 64/432/CEE del Consiglio, del 26 giugno 1964, relativa a problemi di polizia sanitaria in materia di scambi intracomunitari di animali delle specie bovina e suina (GU P 121 del 29.7.1964, pag. 1977), modificata e aggiornata da ultimo da:

31997 L 0012: Direttiva 97/12/CEE del Consiglio, del 17.3.1997 (GU L 109 del 25.4.1997, pag. 1),

e successivamente modificata da:

31998 L 0046: 31998 L 0076: Direttiva 98/46/CEE del Consiglio, del 24.6.1998 (GU L 198 del 15.7.1998, pag. 22),

32000 D 0504: Decisione 2000/504/CE della Commissione, del 25.7.2000, (GU L 201 del 9.8.2000, pag. 6),

32000 L 0015: Direttiva 2000/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 10.4.2000 (GU L 105 del 3.5.2000, pag. 34),

32000 L 0020: Direttiva 2000/20/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16.5.2000 (GU L 163 del 4.7.2000, pag. 35),

32001 D 0298: Decisione 2001/298/CE della Commissione, del 30.3.2001, (GU L 102 del 12.4.2001, pag. 63),

32002 R 0535: Regolamento (CE) n. 535/2002 della Commissione, del 21.3.2002 (GU L 80 del 23.3.2002, pag. 22),

32002 R 1226: Regolamento (CE) n. 1226/2002 della Commissione, dell'8.7.2002 (GU L 179 del 9.7.2002, pag. 13),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33),

32004 R 0021: Regolamento (CE) n. 21/2004 del Consiglio, del 17.12.2003 (GU L 5 del 9.1.2004, pag. 8),

32005 R 0001: Regolamento (CE) n. 1/2005 del Consiglio, del 22.12.2004 (GU L 3 del 5.1.2005, pag. 1).

a)

Nell'articolo 2, lettera p), si aggiunge:

«—

:

Bulgaria

:

област

:

Romania

:

judeţ»;

b)

Nell'allegato B, punto 4.2. si aggiunge:

«26.   Bulgaria

Институт за контрол на ветеринарномедицински продукти, ул. “Шосе Банкя” № 7, София 1331

(Istituto per il controllo dei medicinali veterinari, 7 Shousse Bankia Str., 1331 Sofia);

27.   Romania

Institutul pentru Controlul Produselor Biologice şi Medicamentelor de Uz Veterinar, Strada Dudului nr. 37, sector 6, codul 060603, Bucureşti.»;

c)

Nell'allegato C, punto 4.2 si inserisce, tra le voci relative a Belgio e Repubblica ceca:

«BULGARIA

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Бруцелоза по животните”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria» Prof. Dr. Georgi Pavlov«, Laboratorio nazionale di riferimento per la brucellosi, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia)»

e, tra le voci relative a Portogallo e Slovenia:

«ROMANIA

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti»

d)

Nell'allegato D, capitolo II.A, punto 2 si aggiunge:

«(z)

:

Bulgaria

:

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт, “Проф. д-р Георги Павлов”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(National Diagnostic Veterinary Research Institute “Prof. Dr. Georgi Pavlov”, 15, Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia);

(aa)

:

Romania

:

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

2.

31990 L 0426: Direttiva 90/426/CEE del Consiglio, del 26 giugno 1990, relativa alle condizioni di polizia sanitaria che disciplinano i movimenti di equidi e le importazioni di equidi in provenienza dai paesi terzi (GU L 224 del 18.8.1990, pag. 42), modificata da:

31990 L 0425: Direttiva 90/425/CEE del Consiglio, del 26.6.1990 (GU L 224 del 18.8.1990, pag. 29),

31991 L 0496: Direttiva 91/496/CEE del Consiglio, del 15.7.1991 (GU L 268 del 24.9.1991, pag. 56),

31992 D 0130: Decisione 92/130/CEE della Commissione, del 13.2.1992 (GU L 47 del 22.2.1992, pag. 26),

31992 L 0036: Direttiva 92/36/CEE del Consiglio, del 29.4.1992 (GU L 157 del 10.6.1992, pag. 28),

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

32001 D 0298: Decisione 2001/298/CE della Commissione, del 30.3.2001, (GU L 102 del 12.4.2001, pag. 63),

32002 D 0160: Decisione 2002/160/CE della Commissione, del 21.2.2002 (GU L 53 del 23.2.2002, pag. 37),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003 (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

32004 L 0068: Direttiva 2004/68/CE del Consiglio, del 26.4.2004 (GU L 139 del 30.4.2004, pag. 320).

Nell'allegato C, nota in calce c) si aggiunge:

«in Bulgaria

:

“ветеринарен инспектор”;

in Romania

:

“medic veterinar autorizat”.»

3.

31990 L 0539: Direttiva 90/539/CEE del Consiglio, del 15 ottobre 1990, relativa alle norme di polizia sanitaria per gli scambi intracomunitari e le importazioni in provenienza dai paesi terzi di pollame e uova da cova (GU L 303 del 31.10.1990, pag. 6), modificata da:

31991 L 0494: Direttiva 91/494/CEE del Consiglio, del 26.6.1991 (GU L 268 del 24.9.1991, pag. 35),

31991 L 0496: Direttiva 91/496/CEE del Consiglio, del 15.7.1991 (GU L 268 del 24.9.1991, pag. 56),

31992 D 0369: Decisione 92/369/CEE della Commissione, del 24.6.1992 (GU L 195 del 14.7.1992, pag. 25),

31992 L 0065: Direttiva 92/65/CEE del Consiglio, del 13.7.1992 (GU L 268 del 14.9.1992, pag. 54),

31993 L 0120: 31998 L 0076: Direttiva 93/120/CEE del Consiglio, del 22.12.1993 (GU L 340 del 31.12.1993, pag. 35),

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

31999 L 0090: 31998 L 0076: Direttiva 1999/90/CEE del Consiglio, del 15.11.1999 (GU L 300 del 23.11.1999, pag. 19),

32000 D 0505: Decisione 2000/505/CE della Commissione, del 25.7.2000, (GU L 201 del 9.8.2000, pag. 8),

32001 D 0867: Decisione 2001/867/CE della Commissione, del 3.12.2001, (GU L 323 del 7.12.2001, pag. 29),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato I.1 si aggiunge:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Нюкясълска болест и Инфлуенца А по птиците”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per la malattia di Newcastle e l'influenza aviaria, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia)»

«Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

4.

31991 L 0068: Direttiva 91/68/CEE del Consiglio, del 28 gennaio 1991, relativa alle condizioni di polizia sanitaria da applicare negli scambi intracomunitari di ovini e caprini (GU L 46 del 19.2.1991, pag. 19), modificata da:

31994 D 0164: Decisione 94/164/CE della Commissione, del 18.2.1994 (GU L 74 del 17.3.1994, pag. 42),

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

31994 D 0953: Decisione 94/953/CE della Commissione, del 20.12.1994 (GU L 371 del 31.12.1994, pag. 14).

32001 D 0298: Decisione 2001/298/CE della Commissione, del 30.3.2001 (GU L 102 del 12.4.2001, pag. 63).

32001 L 0010: Direttiva 2001/10/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22.5.2001 (GU L 147 del 31.5.2001, pag. 41),

32002 D 0261: Decisione 2002/261/CE della Commissione, del 25.3.2002 (GU L 91 del 6.4.2002, pag. 31).

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003 (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

32003 L 0050: Direttiva 2003/50/CE del Consiglio, dell'11.6.2003 (GU L 169 dell'8.7.2003, pag. 51).

32003 D 0708: Decisione 2003/708/CE della Commissione, del 7.10.2003 (GU L 258 del 10.10.2003, pag. 11),

32004 D 0554: Decisione 2004/554/CE della Commissione, del 9.7.2004 (GU L 248 del 22.7.2004, pag. 1),

32005 D 0932: Decisione 2005/932/CE della Commissione, del 21.12.2005 (GU L 340 del 23.12.2005, pag. 68).

Nell'articolo 2, lettera b) si aggiunge:

«—

:

Bulgaria

:

област

:

Romania

:

judeţ».

5.

31991 L 0496: Direttiva 91/496/CEE del Consiglio, del 15 luglio 1991, che fissa i principi relativi all'organizzazione dei controlli veterinari per gli animali che provengono dai paesi terzi e che sono introdotti nella Comunità e che modifica le direttive 89/662/CEE, 90/425/CEE e 90/675/CEE (GU L 268 del 24.9.1991, pag. 56), modificata da:

31991 L 0628: 31992 L 0077: Direttiva 91/628/CEE del Consiglio, del 19.11.1991 (GU L 340 del 11.12.1991, pag. 17),

31992 D 0438: Decisione 92/438/EEC del Consiglio, del 13.7.1992 (GU L 243 del 25.8.1992, pag. 27),

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21)

31994 D 0957: Decisione 94/957/CE della Commissione, del 28.12.1994 (GU L 371 del 31.12.1994, pag. 19),

31994 D 0970: Decisione 94/970/CE della Commissione, del 28.12.1994 (GU L 371 del 31.12.1994, pag. 41),

31995 D 0157: Decisione 95/157/CE della Commissione, del 21.4.1995 (GU L 103 del 6.5.1995, pag. 40),

31996 L 0043: Direttiva 96/43/CEE del Consiglio, del 26.6.1996 (GU L 162 dell'1.7.1996, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

L'articolo 17bis è soppresso.

6.

31992 L 0035: Direttiva 92/35/CEE del Consiglio, del 29 aprile 1992, che fissa le norme di controllo e le misure di lotta contro la peste equina (GU L 157 del 10.6.1992, pag. 19), modificata da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato IA si aggiunge:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Африканска чума по конете”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per la peste equina, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia);

Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

7.

31992 L 0040: Direttiva 92/40/CEE del Consiglio, del 19 maggio 1992, che istituisce delle misure comunitarie di lotta contro l'influenza aviaria (GU L 167 del 22.6.1992, pag. 1), modificata da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21)

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato IV si aggiunge:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Нюкясълска болест и Инфлуенца А по птиците”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per la malattia di Newcastle e l'influenza aviaria, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia);

Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

8.

31992 L 0066: Direttiva 92/66/CEE del Consiglio, del 14 luglio 1992, che istituisce misure comunitarie di lotta contro la malattia di Newcastle (GU n. L 260 del 5.9.1992, pag. 1), modificata da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato IV si aggiunge:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория за нюкясълска болест по птиците и инфлуенца А по птиците, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per la malattia di Newcastle e l'influenza aviaria, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia);

Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

9.

31992 L 0119: Direttiva 92/119/CEE del Consiglio, del 17 dicembre 1992, che introduce misure generali di lotta contro alcune malattie degli animali nonché misure specifiche per la malattia vescicolare dei suini (GU L 62 del 15.3.1993, pag. 69), modificata da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

32002 L 0060: Direttiva 2002/60/CEE del Consiglio, del 27.6.2002 (GU L 192 del 20.7.2002, pag. 27),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

nell'allegato II, punto 5 si aggiunge:

«Bulgaria

:

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Шап и везикулозна болест по свинете”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per l'afta epizootica e le malattie vescicolari dei suini, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia);

Romania

:

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

10.

31993 L 0053: Direttiva 93/53/CEE del Consiglio, del 24 giugno 1993, recante misure comunitarie minime di lotta contro talune malattie dei pesci (GU L 175 del 19.7.1993, pag. 23), modificata da:

11994 N: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica d'Austria, della Repubblica di Finlandia e del Regno di Svezia e agli adattamenti dei trattati (GU C 241 del 29.8.1994, pag. 21),

32000 L 0027: Direttiva 2000/27/CEE del Consiglio, del 2.5.2000 (GU L 114 del 13.5.2000, pag. 28),

32001 D 0288: Decisione 2001/288/CE della Commissione, del 3.4.2001 (GU L 99 del 10.4.2001, pag. 11),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato A si inserisce, tra le voci relative a Belgio e Repubblica ceca:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Болести по рибите и морските мекотели”

бул. “Пенчо Славейков” 15

София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per le malattie dei pesci e i molluschi

15, Pencho Slaveykov Blvd.

1606 Sofia)»;

e, tra le voci relative a Portogallo e Slovenia:

«Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală

Strada Dr. Staicovici nr. 63

sector 5

codul 050557, Bucureşti».

11.

31995 L 0070: Direttiva 95/70/CE del Consiglio, del 22 dicembre 1995, che istituisce misure comunitarie minime di lotta contro talune malattie dei molluschi bivalvi (GU L 332 del 30.12.1995, pag. 33), modificata da:

32001 D 0293: Decisione 2001/293/CE della Commissione, del 30.3.2001 (GU L 100 dell'11.4.2001, pag. 30),

32003 D 0083: Decisione 2003/83/CE della Commissione, del 5.2.2003 (GU L 32 del 7.2.2003, pag. 13),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato C, si aggiunge:

«Bulgaria

:

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”

Национална референтна лаборатория “Болести по рибите и морските мекотели”

бул. “Пенчо Славейков” 15

София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov,

Laboratorio nazionale di riferimento per le malattie dei pesci e i molluschi

15, Pencho Slaveykov Blvd.

1606 Sofia);

Romania

:

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală

Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5,

codul 050557, Bucureşti».

12.

31996 L 0023: Direttiva 96/23/CE del Consiglio, del 29 aprile 1996, concernente le misure di controllo su talune sostanze e sui loro residui negli animali vivi e nei loro prodotti e che abroga le direttive 85/358/CEE e 86/469/CEE e le decisioni 89/187/CEE e 91/664/CEE (GU L 125 del 23.5.1996, pag. 10), modificata da:

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003 (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

32004 R 0882: Regolamento 882/2004 (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29.4.2004 (GU L 191 del 30.4.2004, pag. 1).

Nell'articolo 8, paragrafo 3, dopo il secondo comma si aggiunge il seguente:

«La Bulgaria e la Romania comunicano alla Commissione, per la prima volta entro il 31 marzo 2008, i risultati del piano di ricerca dei residui e delle sostanze e delle loro azioni di controllo.»

13.

31997 L 0078: Direttiva 97/78/CE del Consiglio, del 18 dicembre 1997, che fissa i principi relativi all'organizzazione dei controlli veterinari per i prodotti che provengono dai paesi terzi e che sono introdotti nella Comunità (GU L 24 del 30.1.1998, pag. 9), modificata da:

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

32004 R 0882: Regolamento 882/2004 (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29.4.2004 (GU L 191 del 30.4.2004, pag. 1).

a)

Il paragrafo 4 dell'articolo 21 è soppresso.

b)

L'allegato I è sostituito dal seguente:

«ALLEGATO I

TERRITORI DI CUI ALL'ARTICOLO 1

1

Il territorio del Regno del Belgio.

2.

Il territorio della Repubblica di Bulgaria.

3.

Il territorio della Repubblica ceca.

4.

Il territorio del Regno di Danimarca, ad eccezione delle isole Faeröer e della Groenlandia,

5.

Il territorio della Repubblica federale di Germania.

6.

Il territorio della Repubblica di Estonia.

7.

Il territorio della Repubblica ellenica.

8.

Il territorio del Regno di Spagna, ad eccezione di Ceuta e Melilla.

9.

Il territorio della Repubblica francese.

10.

Il territorio dell'Irlanda.

11.

Il territorio della Repubblica italiana.

12.

Il territorio della Repubblica di Cipro.

13.

Il territorio della Repubblica di Lettonia.

14.

Il territorio della Repubblica di Lituania.

15.

Il territorio del Granducato di Lussemburgo.

16.

Il territorio della Repubblica di Ungheria.

17.

Il territorio della Repubblica di Malta.

18.

Il territorio del Regno dei Paesi Bassi in Europa.

19.

Il territorio della Repubblica d'Austria.

20.

Il territorio della Repubblica di Polonia.

21.

Il territorio della Repubblica del Portogallo.

22.

Il territorio della Romania.

23.

Il territorio della Repubblica di Slovenia.

24.

Il territorio della Repubblica slovacca.

25.

Il territorio della Repubblica di Finlandia.

26.

Il territorio del Regno di Svezia.

27.

Il territorio del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.».

14.

32000 L 0075: Direttiva 2000/75/CE del Consiglio, del 20 novembre 2000, che stabilisce disposizioni specifiche relative alle misure di lotta e di eradicazione della febbre catarrale degli ovini (GU L 327 del 22.12.2000, pag. 74), modificata da:

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

a)

Il titolo dell'allegato IA è sostituito dal seguente:

b)

Nell'allegato IA si inserisce, tra le voci relative a Belgio e Repubblica ceca:

«Bulgaria

:

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”

Национална референтна лаборатория “Син език по преживните”

бул. “Пенчо Славейков” 15

София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria

Prof. Dr. Georgi Pavlov,

Laboratorio nazionale di riferimento per la febbre catarrale

15, Pencho Slaveykov Blvd.

1606 Sofia)»

e, tra le voci relative a Portogallo e Slovenia:

«Romania

:

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală

Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5

codul 050557, Bucureşti»

15.

32001 L 0089: Direttiva 2001/89/CE del Consiglio, del 23 ottobre 2001, relativa a misure comunitarie di lotta contro la peste suina classica (GU L 316 dell'1.12.2001, pag. 5), modificata da:

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato III, punto 1 si inserisce, tra le voci relative a Belgio e Repubblica ceca:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт“Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория“Класическа и африканска чума свине”, бул. “Пенчо Славейков” 15, София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov, Laboratorio nazionale di riferimento per la peste suina classica e la peste suina africana, 15 Pencho Slaveykov Blvd., 1606 Sofia)»,

e, tra le voci relative a Portogallo e Slovenia:

«Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală, Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5, codul 050557, Bucureşti».

16.

32002 L 0060: Direttiva 2002/60/CE del Consiglio, del 27 giugno 2002, recante disposizioni specifiche per la lotta contro la peste suina africana e recante modifica della direttiva 92/119/CEE per quanto riguarda la malattia di Teschen e la peste suina africana (GU L 192 del 20.7.2002, pag. 27), modificata da:

12003 T: Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati (GU L 236 del 23.9.2003, pag. 33).

Nell'allegato IV si inserisce, tra le voci relative a Belgio e Repubblica ceca:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”

Национална референтна лаборатория “Класическа и африканска чума свине”

бул. “Пенчо Славейков” 15

София 1606

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria Prof. Dr. Georgi Pavlov,

Laboratorio nazionale di riferimento per la peste suina classica e la peste suina africana,

15, Pencho Slaveykov Blvd.

1606 Sofia)»

e, tra le voci relative a Portogallo e Slovenia:

«Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală

Strada Dr. Staicovici nr. 63, sector 5

codul 050557, Bucureşti»

17.

32003 L 0085: Direttiva 2003/85/CE del Consiglio, del 29 settembre 2003, relativa a misure comunitarie di lotta contro l'afta epizootica, che abroga la direttiva 85/511/CEE e le decisioni 89/531/CEE e 91/665/CEE e recante modifica della direttiva 92/46/CEE (GU L 306 del 22.11.2003, pag. 1), modificata da:

32005 D 0615: Decisione 2005/615/CE della Commissione, del 16.8.2005 (GU L 213 del 18.8.2005, pag. 14).

Nell'allegato XI, parte A, si inserisce, dopo la voce relativa al Belgio:

«Bulgaria

Национален диагностичен научноизследователски ветеринарномедицински институт “Проф. д-р Георги Павлов”, Национална референтна лаборатория “Шап и везикулозна болест по свинете”

(Istituto nazionale di ricerca diagnostica veterinaria “Prof. Dr. Georgi Pavlov”, Laboratorio nazionale di riferimento per l'afta epizotica e le malattie vescicolari suine)

Bulgaria»

e, dopo la voce relativa all'Austria:

«Romania

Institutul de Diagnostic şi Sănătate Animală

Romania»

18.

32003 L 0099: Direttiva 2003/99/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 novembre 2003, sulle misure di sorveglianza delle zoonosi e degli agenti zoonotici, recante modifica della decisione 90/424/CEE del Consiglio e che abroga la direttiva 92/117/CEE del Consiglio (GU L 325 del 12.12.2003, pag. 31).

Nell'articolo 9, paragrafo 1, il secondo comma è sostituito dal seguente:

«Entro la fine del mese di maggio di ogni anno, e per la Bulgaria e la Romania per la prima volta entro la fine di maggio 2008, ogni Stato membro trasmette alla Commissione una relazione sulle tendenze e le fonti delle zoonosi, degli agenti zoonotici e della resistenza agli antimicrobici, contenente i dati raccolti ai sensi degli articoli 4, 7 e 8 nel corso dell'anno precedente. Le relazioni, ed eventuali loro sintesi, sono rese disponibili al pubblico.».

II.   NORMATIVA FITOSANITARIA

31991 L 0414: Direttiva 91/414/CEE del Consiglio, del 15 luglio 1991, relativa all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari (GU L 230 del 19.8.1991, pag. 1), modificata da:

31993 L 0071: Direttiva 93/71/CEE della Commissione, del 27.7.1993 (GU L 221 del 31.8.1993, pag. 27),

31194 L 0037: Direttiva 94/37/CE della Commissione, del 22.7.1994 (GU L 194 del 29.7.1994, pag. 65),

31994 L 0043: Direttiva 94/43/CEE del Consiglio, del 27.7.1994 (GU L 227 dell'1.9.1994, pag. 31),

31994 L 0079: Direttiva 94/79/CE della Commissione, del 21.12.1994 (GU L 354 del 31.12.1994, pag. 16),

31995 L 0035: Direttiva 95/35/CE della Commissione, del 14.7.1995 (GU L 172 del 22.7.1995, pag. 6),

31995 L 0036: Direttiva 95/36/CE della Commissione, del 14.7.1995 (GU L 172 del 22.7.1995, pag. 8),

31996 L 0012: Direttiva 96/12/CE della Commissione, dell'8.3.1996 (GU L 65 del 15.3.1996, pag. 20),

31996 L 0046: Direttiva 96/46/CE della Commissione, del 16.7.1996 (GU L 214 del 23.8.1996, pag. 18),

31996 L 0068: Direttiva 96/68/CE della Commissione, del 21.10.1996 (GU L 277 del 30.10.1996, pag. 25),

31997 L 0057: Direttiva 97/57/CEE del Consiglio, del 22.9.1997 (GU L 265 del 27.9.1997, pag. 87),

31997 L 0073: Direttiva 97/73/CE della Commissione, del 15.12.1997 (GU L 353 del 24.12.1997, pag. 26),

31998 L 0047: Direttiva 98/47/CE della Commissione, del 25.6.1998 (GU L 191 del 7.7.1998, pag. 50),

31999 L 0001: Direttiva 1999/1/CE della Commissione, del 21.1.1999 (GU L 21 del 28.1.1999, pag. 21),

31999 L 0073: Direttiva 1999/73/CE della Commissione, del 19.7.1999 (GU L 206 del 5.8.1999, pag. 16),

31999 L 0080: Direttiva 1999/80/CE della Commissione, del 28.7.1999 (GU L 210 del 10.8.1999, pag. 13),

32000 L 0010: Direttiva 2000/10/CE della Commissione, dell'1.3.2000 (GU L 57 del 2.3.2000, pag. 28),

32000 L 0049: Direttiva 2000/49/CE della Commissione, del 26.7.2000 (GU L 197 del 3.8.2000, pag. 32),

32000 L 0050: Direttiva 2000/50/CE della Commissione, del 26.7.2000 (GU L 198 del 4.8.2000, pag. 39),

32000 L 0066: Direttiva 2000/66/CE della Commissione, del 23.10.2000 (GU L 276 del 28.10.2000, pag. 35),

32000 L 0067: Direttiva 2000/67/CE della Commissione, del 23.10.2000 (GU L 276 del 28.10.2000, pag. 38),

32000 L 0068: Direttiva 2000/68/CE della Commissione, del 23.10.2000 (GU L 276 del 28.10.2000, pag. 41),

32000 L 0080: Direttiva 2000/80/CE della Commissione, del 4.12.2000 (GU L 309 del 9.12.2000, pag. 14),

32001 L 0021: Direttiva 2001/21/CE della Commissione, del 5.3.2001 (GU L 69 del 10.3.2001, pag. 17),

32001 L 0028: Direttiva 2001/28/CE della Commissione, del 20.4.2001 (GU L 113 del 24.4.2001, pag. 5),

32001 L 0036: Direttiva 2001/36/CE della Commissione, del 16.5.2001 (GU L 164 del 20.6.2001, pag. 1),

32001 L 0047: Direttiva 2001/47/CE della Commissione, del 25.6.2001 (GU L 175 del 28.6.2001, pag. 21),

32001 L 0049: Direttiva 2001/49/CE della Commissione, del 28.6.2001 (GU L 176 del 29.6.2001, pag. 61),

32001 L 0087: Direttiva 2001/87/CE della Commissione, del 12.10.2001 (GU L 276 del 19.10.2001, pag. 17),

32001 L 0099: Direttiva 2001/99/CE della Commissione, del 20.11.2001 (GU L 304 del 21.11.2001, pag. 14),

32001 L 0103: Direttiva 2001/103/CE della Commissione, del 28.11.2001 (GU L 313 del 30.11.2001, pag. 37),

32002 L 0018: Direttiva 2002/18/CE della Commissione, del 22.2.2002 (GU L 55 del 26.2.2002, pag. 29),

32002 L 0037: Direttiva 2002/37/CE della Commissione, del 3.5.2002 (GU L 117 del 4.5.2002, pag. 10),

32002 L 0048: Direttiva 2002/48/CE della Commissione, del 30.5.2002 (GU L 148 del 6.6.2002, pag. 19),

32002 L 0064: Direttiva 2002/64/CE della Commissione, del 15.7.2002 (GU L 189 del 18.7.2002, pag. 27),

32002 L 0081: Direttiva 2002/81/CE della Commissione, del 10.10.2002 (GU L 276 del 12.10.2002, pag. 28),

32003 D 0565: Decisione 2003/565/CE della Commissione, del 25.7.2003, (GU L 192 del 31.7.2003, pag. 40),

32003 L 0005: Direttiva 2003/5/CE della Commissione, del 10.1.2003 (GU L 8 del 14.1.2003, pag. 7),

32003 L 0023: Direttiva 2003/23/CE della Commissione, del 25.3.2003 (GU L 81 del 28.3.2003, pag. 39),

32003 L 0031: Direttiva 2003/31/CE della Commissione, dell'11.4.2003 (GU L 101 del 23.4.2003, pag. 3),

32003 L 0039: Direttiva 2003/39/CE della Commissione, del 15.5.2003 (GU L 124 del 20.5.2003, pag. 30),

32003 L 0068: Direttiva 2003/68/CE della Commissione, dell'11.7.2003 (GU L 177 del 16.7.2003, pag. 12),

32003 L 0070: Direttiva 2003/70/CE della Commissione, del 17.7.2003 (GU L 184 del 23.7.2003, pag. 9),

32003 L 0079: Direttiva 2003/79/CE della Commissione, del 13.8.2003 (GU L 205 del 14.8.2003, pag. 16),

32003 L 0081: Direttiva 2003/81/CE della Commissione, del 5.9.2003 (GU L 224 del 6.9.2003, pag. 29),

32003 L 0082: Direttiva 2003/82/CE della Commissione, dell'11.9.2003 (GU L 228 del 12.9.2003, pag. 11),

32003 L 0084: Direttiva 2003/84/CE della Commissione, del 25.9.2003 (GU L 247 del 30.9.2003, pag. 20),

32003 L 0112: Direttiva 2003/112/CE della Commissione, dell'1.12.2003 (GU L 321 del 6.12.2003, pag. 32),

32003 L 0119: Direttiva 2003/119/CE della Commissione, del 5.12.2003 (GU L 325 del 12.12.2003, pag. 41),

32003 R 0806: Regolamento (CE) n. 806/2003 del Consiglio, del 14.4.2003, (GU L 122 del 16.5.2003, pag. 1),

32004 L 0020: Direttiva 2004/20/CE della Commissione, del 2.3.2004 (GU L 70 del 9.3.2004, pag. 32),

32004 L 0030: Direttiva 2004/30/CE della Commissione, del 10.3.2004 (GU L 77 del 13.3.2004, pag. 50),

32004 L 0058: Direttiva 2004/58/CE della Commissione, del 23.4.2004 (GU L 120 del 24.4.2004, pag. 26),

32004 L 0060: Direttiva 2004/60/CE della Commissione, del 23.4.2004 (GU L 120 del 24.4.2004, pag. 39),

32004 L 0062: Direttiva 2004/62/CE della Commissione, del 26.4.2004 (GU L 125 del 28.4.2004, pag. 38),

32004 L 0066: Direttiva 2004/66/CEE del Consiglio, del 26.4.2004 (GU L 168 dell'1.5.2004, pag. 35),

32004 L 0071: Direttiva 2004/71/CE della Commissione, del 28.4.2004 (GU L 127 del 29.4.2004, pag. 104),

32004 L 0099: Direttiva 2004/99/CE della Commissione, dell'1.10.2004 (GU L 309 del 6.10.2004, pag. 6),

32005 L 0002: Direttiva 2005/2/CE della Commissione, del 19.1.2005 (GU L 20 del 22.1.2005, pag. 15),

32005 L 0003: Direttiva 2005/3/CE della Commissione, del 19.1.2005 (GU L 20 del 22.1.2005, pag. 19),

32005 R 0396: Regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23.2.2005 (GU L 70 del 16.3.2005, pag. 1),

32005 L 0025: Direttiva 2005/25/CE del Consiglio del 14.3.2005 (GU L 90 dell'8.4.2005, pag. 1),

32005 L 0034: Direttiva 2005/34/CE della Commissione, del 17.5.2005 (GU L 125 del 18.5.2005, pag. 5),

32005 L 0053: Direttiva 2005/53/CE della Commissione, del 16.9.2005 (GU L 241 del 17.9.2005, pag. 51),

32005 L 0054: Direttiva 2005/54/CE della Commissione, del 19.9.2005 (GU L 244 del 20.9.2005, pag. 21),

32005 L 0057: Direttiva 2005/57/CE della Commissione, del 21.9.2005 (GU L 246 del 22.9.2005, pag. 14),

32005 L 0058: Direttiva 2005/58/CE della Commissione, del 21.9.2005 (GU L 246 del 22.9.2005, pag. 17),

32005 L 0072: Direttiva 2005/72/CE della Commissione, del 21.10.2005 (GU L 279 del 22.10.2005, pag. 63),

32006 L 0005: Direttiva 2006/5/CE della Commissione, del 17.1.2006 (GU L 12 del 18.1.2006, pag. 17),

32006 L 0006: Direttiva 2006/6/CE della Commissione, del 17.1.2006 (GU L 12 del 18.1.2006, pag. 21),

32006 L 0010: Direttiva 2006/10/CE della Commissione, del 27.1.2006 (GU L 25 del 28.1.2006, pag. 24),

32006 L 0016: Direttiva 2006/16/CE della Commissione, del 7.2.2006 (GU L 36 dell'8.2.2006, pag. 37),

32006 L 0019: Direttiva 2006/19/CE della Commissione, del 14.2.2006 (GU L 44 del 15.2.2006, pag. 15),

32006 L 0039: Direttiva 2006/39/CE della Commissione, del 12.4.2006 (GU L 104 del 13.4.2006, pag. 30),

32006 L 0045: Direttiva 2006/45/CE della Commissione, del 16.5.2006 (GU L 130 del 18.5.2006, pag. 27).

a)

Nell'allegato IV, punto 1.1., nell'elenco RSh 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Токсичен при контакт с очите.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Toxic în contact cu ochii!»

b)

Nell'allegato IV, punto 1.1., nell'elenco RSh 2 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Може да причини фотосенсибилизация.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Poate cauza fotosensibilitate!»

c)

Nell'allegato IV, punto 1.1., nell'elenco RSh 3 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Контактът с парите причинява изгаряния на кожата и очите, контактът с течността причинява измръзвания.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Contactul cu vaporii cauzează arsuri ale pielii şi ochilor, iar contactul cu lichidul cauzează degerături!»

d)

Nell'allegato V, punto 1., nell'elenco SP 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да не се замърсяват водите с този продукт или с неговата опаковка. (Да не се почиства използваната техника в близост до повърхностни води/Да се избягва замърсяване чрез отточни канали на ферми или пътища.).»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

A nu se contamina apa cu produsul sau cu ambalajul său (a nu se curăţa echipamentele de aplicare în apropierea apelor de suprafaţă/a se evita contaminarea prin sistemele de evacuare a apelor din ferme sau drumuri)!»

e)

Nell'allegato V, punto 2.1., nell'elenco SPo 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

При контакт с кожата, първо да се отстрани продукта със суха кърпа и след това кожата да се измие обилно с вода.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Dacă produsul vine în contact cu pielea, îndepărtaţi produsul cu un material uscat şi apoi spălaţi cu multă apă!»

f)

Nell'allegato V, punto 2.1., nell'elenco SPo 2 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Цялото защитно облекло да се изпере след употреба.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

A se spăla toate echipamentele de protecţie după utilizare!»

g)

Nell'allegato V, punto 2.1., nell'elenco SPo 3 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

След запалване на продукта да не се вдишва дима и третираната зона да се напусне незабавно.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

După fumigarea produsului, nu inhalaţi fumul şi părăsiţi imediat zona tratată!»

h)

Nell'allegato V, punto 2.1., nell'elenco SPo 4 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Опаковката да се отвори на открито и при сухо време.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Ambalajul trebuie deschis în aer liber şi pe vreme uscată!»

i)

Nell'allegato V, punto 2.1., nell'elenco SPo 5 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да се проветрят основно/да се посочи време/третираните площи/оранжериите до изсъхване на разтвора, преди отново да се влезе в тях.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

A se ventila zonele/serele tratate, în întregime/(să se specifice timpul necesar)/până la uscarea produsului pulverizat, înainte de a reintra!»

j)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

С цел опазване на подпочвените води/почвообитаващите организми, да не се прилага този или друг продукт, съдържащ (да се посочи активното вещество или групата активни вещества според случая) повече от (да се посочи срока или честотата)

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia apei freatice/organismelor din sol, nu aplicaţi acest produs sau alt produs care conţine (identificaţi substanţa activă sau clasa corespunzătoare, după caz) mai mult de (să se specifice perioada de timp sau frecvenţa tratamentelor)!»

k)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 2 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да не са прилага при (да се посочи типа почва или ситуацията) почви, с цел опазване на подпочвените води/водните организми.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia apei freatice/organismelor acvatice, nu aplicaţi pe sol (să se specifice tipul de sol sau situaţia în cauză)!»

l)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 3 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да се осигури нетретирана буферна зона от (да се посочи разстоянието) до неземеделски земи/повърхностни води, с цел опазване на водните организми/растенията, които не са обект на третиране/членестоногите, които не са обект на третиране/насекомите.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia organismelor acvatice/plantelor ne-ţintă/artropodelor/insectelor ne-ţintă respectaţi o zonă tampon netratată de (să se specifice distanţa) până la terenul necultivat/apa de suprafaţă!»

m)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 4 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да не се прилага върху непропускливи повърхности като асфалт, бетон, паваж, железопътни линии и други такива с висок риск за оттичане, с цел опазване на водните организми/растенията, които не са обект на третиране.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia organismelor acvatice/plantelor ne-ţintă nu aplicaţi pe suprafeţe impermeabile precum asfalt, ciment, pavaj, cale ferată sau în alte situaţii în care există risc mare de scurgere!»

n)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 5 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Продуктът трябва да е напълно инкорпориран в почвата, с цел опазване на птиците/дивите бозайници. Уверете се, че продуктът е напълно инкорпориран и в края на редовете.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia păsărilor/mamiferelor sălbatice, produsul trebuie încorporat în totalitate în sol! A se asigura că produsul este încorporat în totalitate la sfârşitul rândurilor!»

o)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 6 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да се отстранят разлетите/разпилените количества, с цел опазване на птиците/дивите бозайници.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru protecţia păsărilor/mamiferelor sălbatice îndepărtaţi urmele de produs!»

p)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 7 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да не се прилага по време на размножителния период на птиците.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

A nu se aplica produsul în perioada de împerechere a păsărilor!»

q)

Nell'allegato V, punto 2.2., nell'elenco SPe 8 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Опасен за пчелите/Да не се прилага при култури по време на цъфтеж, с цел опазване на пчелите и други насекоми-опрашители/Да не се използва на места, където има активна паша на пчели/Преместете или покрийте пчелните кошери по време на третирането и за (да се посочи срок) след третиране/Да не се прилага при наличие на цъфтяща плевелна растителност/Плевелите да се унищожат преди цъфтежа им/Да не се прилага преди (да се посочи срок)

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Periculos pentru albine!/Pentru a proteja albinele şi alte insecte polenizatoare nu aplicaţi pe plante în timpul înfloritului!/Nu utilizaţi produsul în timpul sezonului activ al albinelor!/Îndepărtaţi sau acoperiţi stupii în timpul aplicării şi (să se specifice perioada de timp) după tratament!/Nu aplicaţi produsul în perioada de înflorire a buruienilor!/Distrugeţi buruienile înainte de înflorire!/Nu aplicaţi înainte de (să se specifice perioada de timp)!»

r)

Nell'allegato V, punto 2.3., nell'elenco Spa 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Да не се прилага този или друг продукт, съдържащ (да се посочи активното вещество или групата активни вещества според случая) повече от (да се посочи броя на приложенията или срока), за да се избегне развитието на резистентност.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Pentru a evita apariţia rezistenţei nu aplicaţi acest produs sau orice alt produs conţinând (să se specifice substanţa activă sau clasa de substanţe, după caz) mai mult de (să se specifice numărul de tratamente sau perioada de timp)!»

s)

Nell'allegato V, punto 2.4., nell'elenco SPr 1 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Примамките да се поставят така, че да бъде сведен до минимум риска от консумация от други животни. Блоковите примамки да се поставят така, че да не могат да бъдат разнесени от гризачи.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Momeala trebuie depozitată în condiţii de securitate astfel încât să se micşoreze riscul de a fi consumată de către alte animale! A se asigura momeala astfel încât să nu poată fi mutată de către rozătoare!»

t)

Nell'allegato V, punto 2.4., nell'elenco SPr 2 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Третираните площи трябва да бъдат обозначени в периода на третиране. Да се посочи опасността от отравяне (първично или вторично) с антикоагуланта и да се укаже неговата противоотрова.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Zona de tratament trebuie marcată în timpul perioadei de aplicare! A se menţiona riscul de otrăvire (principal şi secundar) cu anticoagulant şi antitodul specific!»

u)

Nell'allegato V, punto 2.4., nell'elenco SPr 3 si inserisce, prima della voce in lingua spagnola:

«BG

:

Мъртвите гризачи да се отстраняват от третираната площ всеки ден през целия период на третиране. Да не се изхвърлят в кофи за боклук или на сметища.»

e, dopo la voce in lingua portoghese:

«RO

:

Rozătoarele moarte trebuie să fie îndepărate din zona tratată în fiecare zi în timpul tratamentului! A nu se arunca în recipientele pentru gunoi sau la gropile de gunoi!»


Top