Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document C2018/454/05

Invito a presentare proposte — EACEA/36/2018 — Programma Erasmus+, Azione chiave 3 — Sostegno alle riforme delle politiche — Iniziative per l’innovazione delle politiche — Progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione

OJ C 454, 17.12.2018, p. 4–6 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

17.12.2018   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 454/4


INVITO A PRESENTARE PROPOSTE — EACEA/36/2018

Programma Erasmus+, Azione chiave 3 — Sostegno alle riforme delle politiche

Iniziative per l’innovazione delle politiche

Progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione

(2018/C 454/05)

1.   Descrizione, obiettivi e priorità

I progetti di cooperazione lungimiranti sono progetti su larga scala volti a identificare, sperimentare, sviluppare o valutare approcci politici innovativi che abbiano il potenziale di essere integrati e di migliorare i sistemi di istruzione e formazione.

Dovrebbero fornire una conoscenza approfondita su gruppi destinatari, situazioni di apprendimento, insegnamento o formazione nonché efficaci metodologie e strumenti che contribuiscano all’elaborazione delle politiche; inoltre dovrebbero derivare conclusioni pertinenti per i responsabili politici nel settore dell’istruzione e della formazione a tutti i livelli.

I progetti di cooperazione lungimiranti dovrebbero pertanto essere guidati e attuati da attori rappresentativi di alto profilo con una comprovata eccellenza e conoscenze all’avanguardia, con la capacità di innovare o generare un impatto sistemico attraverso le loro attività e con il potenziale di condurre l’agenda politica nel settore dell’istruzione e della formazione.

Gli obiettivi generali del presente invito sono i seguenti:

promuovere l’innovazione nei campi dell’istruzione e della formazione attraverso la cooperazione europea a livello sia delle politiche sia della pratica;

potenziare gli attori chiave nello sviluppo e nell’integrazione dell’innovazione delle politiche.

Gli obiettivi specifici del presente invito sono i seguenti:

avviare modifiche a più lungo termine e sperimentare sul campo soluzioni innovative alle sfide nei settori dell’istruzione e della formazione, che possano essere integrate e generare un impatto sostenibile e sistemico sui sistemi d’istruzione e formazione;

sostenere la cooperazione transnazionale e l’apprendimento reciproco su tematiche lungimiranti tra attori chiave;

facilitare la raccolta e l’analisi di elementi di prova a sostegno di politiche e pratiche innovative.

Le proposte trasmesse nell’ambito del presente invito devono riguardare una delle sei priorità elencate di seguito.

1.

Acquisizione delle competenze di base da parte di adulti scarsamente qualificati;

2.

Progettazione e valutazione dell’efficacia della formazione continua per soddisfare il fabbisogno in termini di competenze presenti e future;

3.

Promozione di tecnologie innovative nel campo dell’orientamento professionale;

4.

Promozione di approcci innovativi e interdisciplinari all’insegnamento delle discipline STE(A)M nell’istruzione;

5.

Promozione dell’utilizzo di strumenti di autoriflessione per sostenere l’innovazione e il cambiamento sistemico negli istituti d’istruzione e di formazione;

6.

Istruzione superiore — raggiungimento degli obiettivi del piano d’azione per l’istruzione digitale (tra cui Open Science) e valutazione dei risultati di apprendimento a scopi comparativi tra istituti d’istruzione superiore.

Le proposte che non affrontano alcuna delle sei priorità dell’invito non saranno prese in considerazione.

2.   Candidati ammissibili

Le candidature ammissibili provengono da organizzazioni pubbliche e private operanti nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici, ovvero da organizzazioni che svolgono attività trasversali (ad esempio, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni di settore, società civile e organizzazioni culturali, reti di portatori d’interesse, ONG, ministeri della pubblica istruzione, fornitori di formazione ecc.).

Sono ammissibili esclusivamente le domande di persone giuridiche aventi sede in uno dei seguenti paesi del programma:

i 28 Stati membri dell’Unione europea;

i paesi EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia;

i paesi candidati all’adesione all’UE: ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia e Serbia (1).

Per i candidati del Regno Unito: i criteri di ammissibilità devono essere soddisfatti per l’intera durata del progetto. Se il Regno Unito esce dall’Unione durante il periodo del progetto senza concludere un accordo con l’UE che garantisca in particolare che i candidati britannici continueranno ad essere ammissibili, i partecipanti britannici cesseranno di ricevere il finanziamento dell’UE (pur continuando, ove possibile, a partecipare) o saranno invitati a lasciare il progetto a norma dell’articolo II.16.3.1, lettera a), della convenzione di sovvenzione.

Il requisito minimo di composizione di un partenariato per il presente invito è di 3 organizzazioni che rappresentano 3 paesi del programma.

3.   Attività ammissibili e durata dei progetti

Sono considerate ammissibili a ricevere il finanziamento solo le attività che si svolgono nei paesi del programma (cfr. sezione 2). Eventuali costi relativi alle attività svolte nei paesi partner (2) o da organizzazioni non registrate nei paesi del programma non sono ammissibili a meno che siano necessari per il completamento del progetto e debitamente spiegati e giustificati nella modulo di candidatura. Qualsiasi modifica delle attività che coinvolge i paesi partner deve ottenere la previa autorizzazione specifica dall’Agenzia esecutiva.

Le attività devono iniziare il 1o novembre 2019, il 1o dicembre 2019 o il 1o gennaio 2020.

La durata del progetto deve essere compresa tra 24 e 36 mesi.

4.   Risultati previsti

I progetti proposti nell’ambito del presente invito dovrebbero portare a risultati comprovati in almeno una delle seguenti aree:

i)

sviluppo e/o miglioramento di azioni innovative nei settori dell’istruzione e della formazione, in linea con le priorità dell’invito (cfr. sezione 1);

ii)

migliori dati oggettivi e comprensione relativamente al gruppo o ai gruppi destinatari, a situazioni di apprendimento e insegnamento nonché metodologie e strumenti efficaci che possano fungere da modello e promuovere l’innovazione a livello di sistema;

iii)

dati oggettivi del potenziale impatto a lungo termine sui sistemi di istruzione e formazione attraverso l’integrazione di approcci politici avanzati e innovativi, sviluppati dai progetti;

iv)

valore aggiunto europeo attraverso il rafforzamento della cooperazione transnazionale e il reciproco apprendimento tra i principali portatori d’interesse.

5.   Dotazione di bilancio

La dotazione di bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è pari a 12 000 000 EUR.

Il contributo finanziario dell’UE non può superare il 75 % del totale dei costi ammissibili del progetto.

La sovvenzione massima per progetto sarà di 500 000 EUR.

L’Agenzia si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili per l’invito.

6.   Criteri di aggiudicazione

Le candidature ammissibili saranno valutate in base ai criteri indicati di seguito.

1.

Pertinenza del progetto (30 %);

2.

Qualità della concezione e dell’attuazione del progetto (30 %);

3.

Qualità degli accordi di partenariato e cooperazione (20 %);

4.

Impatto sullo sviluppo e la divulgazione delle politiche (20 %).

Saranno prese in considerazione per il finanziamento dell’UE soltanto le proposte che hanno raggiunto le soglie minime di qualità, ovvero:

almeno la soglia del 50 % di ciascuno dei 4 singoli criteri (vale a dire minimo 15 punti rispettivamente per «Pertinenza del progetto» e «Qualità della concezione e dell’attuazione del progetto»; 10 punti rispettivamente per «Qualità degli accordi di partenariato e cooperazione» e «Impatto sullo sviluppo e la divulgazione delle politiche»); e

almeno la soglia del 70 % sul punteggio totale (ossia il punteggio aggregato dei 4 criteri di aggiudicazione).

Le domande il cui punteggio è al di sotto di tali soglie saranno respinte.

7.   Procedura di presentazione e scadenza

Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 12:00 (mezzogiorno) CET del 19 marzo 2019 (ora di Bruxelles).

I candidati sono invitati a leggere con attenzione tutte le informazioni inerenti all’invito a presentare proposte EACEA/36/2018 e alla procedura di presentazione nonché a utilizzare i documenti che fanno parte della domanda (fascicolo della domanda) e che sono disponibili alla pagina: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/forward-looking-cooperationprojects-2019_en

La domanda e i suoi allegati obbligatori devono essere trasmessi online attraverso i moduli elettronici indicati, disponibili alla seguente pagina: https://eacea.ec.europa.eu/PPMT/

8.   Ulteriori informazioni

Per maggiori dettagli si rimanda alla guida per i candidati.

La guida per i candidati e il fascicolo della domanda sono disponibili al seguente indirizzo Internet:

https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/forward-looking-cooperationprojects-2019_en

Recapito e-mail: EACEA-Policy-Support@ec.europa.eu


(1)  Serbia: gli adeguamenti di bilancio determinati dall’adesione della Serbia al Programma Erasmus+ si applicano a decorrere dal 1o gennaio 2019, subordinatamente all’adozione della decisione della Commissione che approva l’accordo (di modifica) tra l’Unione europea e la Repubblica di Serbia sulla partecipazione della Repubblica di Serbia a «Erasmus+»: il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione e la gioventù a partire dal 1o gennaio 2019.

(2)  Paesi partner: paesi che non partecipano pienamente al programma Erasmus+ e non sono quindi paesi partecipanti.


Top