Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document C2015/092A/01

Bando di concorso generale — EPSO/AD/301/15 — Amministratori (AD 5)

OJ C 92A , 19.3.2015, p. 1–5 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

19.3.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 92/1


BANDO DI CONCORSO GENERALE

EPSO/AD/301/15 — AMMINISTRATORI (AD 5)

(2015/C 092 A/01)

Termine ultimo per l'iscrizione: 21 aprile 2015 alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

L'Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per esami al fine di costituire un elenco di riserva di 149 candidati idonei dal quale le istituzioni dell'Unione attingeranno per l'assunzione di nuovi funzionari amministratori (gruppo di funzioni AD).

Il presente bando di concorso e le disposizioni generali applicabili ai concorsi generali pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea C 70 A del 27 febbraio 2015 (http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:C:2015:070A:TOC) costituiscono il quadro giuridicamente vincolante della procedura di selezione.

NATURA DELLE FUNZIONI

In generale, gli amministratori hanno il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza.

AD 5 è il grado con il quale di solito i laureati e i giovani professionisti iniziano la carriera di amministratore nelle istituzioni europee.

Gli amministratori assunti con questo grado possono svolgere, all'interno di un gruppo, tre tipi principali di attività nelle istituzioni:

1)

formulazione delle politiche;

2)

interventi operativi;

3)

gestione delle risorse.

Per maggiori informazioni sulle funzioni tipiche da svolgere, si veda l'ALLEGATO I.

CONDIZIONI DI AMMISSIONE

I candidati devono soddisfare TUTTE le condizioni riportate qui di seguito al momento della convalida della domanda:

Requisiti generali

godere dei diritti civili in quanto cittadini di uno Stato membro dell'UE,

essere in regola con le norme nazionali vigenti in materia di servizio militare,

offrire le garanzie di moralità richieste per l'esercizio delle funzioni da svolgere.

Condizioni specifiche:

lingue

lingua 1: almeno il livello C1 in una delle 24 lingue ufficiali dell'UE,

lingua 2: almeno il livello B2 in francese, inglese o tedesco; la lingua 2 è obbligatoriamente diversa dalla lingua 1.

Per informazioni sui livelli linguistici, si veda il quadro comune europeo di riferimento per le lingue ( https://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/european-language-levels-cefr).

Condizioni specifiche:

qualifiche ed esperienza professionale

una formazione universitaria completa di almeno 3 anni attestata da un diploma (conseguito obbligatoriamente entro il 31 luglio 2015).

Per maggiori informazioni sui diplomi, si veda l'allegato I delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali ( http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:C:2015:070A:TOC),

non è richiesta esperienza professionale.

La seconda lingua del concorso deve essere scelta tra l'inglese, il francese e il tedesco . Queste sono le principali lingue di lavoro delle istituzioni dell'UE e, nell'interesse del servizio, i neoassunti devono essere immediatamente in grado di lavorare e di comunicare in modo efficace nel loro lavoro quotidiano in almeno una di queste lingue.

Per ulteriori informazioni sull'uso delle lingue nei concorsi dell'UE, si veda l'ALLEGATO II.

MODALITÀ DI SELEZIONE

1)    Preselezione: test a scelta multipla su computer

I candidati che convalidano la candidatura entro il termine ultimo saranno convocati a sostenere una serie di test a scelta multipla su computer in uno dei centri accreditati dell'EPSO.

Test

Lingua

Domande

Durata

Punteggio minimo richiesto

Ragionamento verbale

Lingua 1

10 domande

18 min

5/10

Ragionamento numerico

Lingua 1

10 domande

20 min

5/10

Ragionamento astratto

Lingua 1

20 domande

20 min

10/20

Test situazionale

Lingua 2

20 domande

30 min

24/40

I risultati dei test di ragionamento verbale e numerico non saranno presi in considerazione nel calcolo del punteggio totale dei test di preselezione, ma i candidati devono conseguire il punteggio minimo richiesto in tutti i test per qualificarsi alla fase successiva del concorso.

Il numero di candidati convocati alle prove intermedie sarà circa 10 volte, ma non più di 11 volte superiore al numero dei candidati idonei finali.

2)    Prove intermedie: esercizio e-tray

I candidati che hanno superato tutti i test su computer conseguendo uno dei punteggi migliori nel test di ragionamento astratto e nel test situazionale saranno convocati a sostenere l'esercizio e-tray nella loro lingua 2 in un centro accreditato dell'EPSO.

L'esercizio e-tray presenta da 15 a 20 domande intese a valutare le 4 competenze generali descritte nella tabella sottostante. Ciascuna competenza sarà valutata su una scala da 0 a 10. Per essere ammessi alla fase successiva del concorso, i candidati devono conseguire uno dei migliori punteggi complessivi in questa prova.

Il numero di candidati convocati alle prove del centro di valutazione sarà circa 2 volte, ma non più di 2,5 volte superiore al numero dei candidati idonei finali.

3)    Centro di valutazione (Assessment Center)

I candidati che soddisfanno le condizioni di ammissione in base ai dati registrati nella domanda online e che hanno conseguito uno dei migliori punteggi complessivi nell'esercizio e-tray saranno convocati presso un centro di valutazione, probabilmente a Bruxelles , per sostenere le prove nella loro lingua 2 .

Al centro di valutazione saranno valutate otto competenze generali mediante 4 prove (studio di caso, presentazione orale, intervista basata sulle competenze e esercizio in gruppo). Il punteggio conseguito in queste prove sarà combinato con quello dell'esercizio e-tray fino a ottenere un massimo di 80 punti, assegnati sulla base della tabella sottostante.

Competenza

Prove

1.

Analisi e risoluzione di problemi

Presentazione orale

Esercizio e-tray

2.

Comunicazione

Presentazione orale

Studio di caso

3.

Capacità di produrre risultati di qualità

Studio di caso

Esercizio e-tray

4.

Apprendimento e sviluppo

Esercizio in gruppo

Intervista basata sulle competenze

5.

Individuazione delle priorità e spirito organizzativo

Esercizio in gruppo

Esercizio e-tray

6.

Resilienza

Presentazione orale

Intervista basata sulle competenze

7.

Capacità di lavorare con gli altri

Esercizio in gruppo

Esercizio e-tray

8.

Leadership

Esercizio in gruppo

Intervista basata sulle competenze

Punteggio minimo richiesto

3/10 per ogni competenza e un punteggio minimo complessivo di 50/80

4)    Elenco di riserva

Dopo aver verificato i documenti giustificativi dei candidati, la commissione esaminatrice compilerà un elenco di riserva con i nomi dei candidati che hanno ottenuto i punteggi migliori dopo le prove del centro di valutazione, fino a concorrenza del numero indicato di candidati idonei. L'elenco sarà redatto in ordine alfabetico.

COME E QUANDO PRESENTARE LA CANDIDATURA

Occorre iscriversi per via elettronica collegandosi al sito dell'EPSO http://jobs.eu-careers.eu entro la seguente data:

21 aprile 2015 alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles .


ALLEGATO I

FUNZIONI DA SVOLGERE

I candidati idonei assunti a seguito del presente concorso svolgeranno funzioni che possono variare a seconda dell'istituzione e tra cui figurano:

1.   Formulazione e sviluppo delle politiche

effettuare l'analisi e la formulazione delle politiche nei settori di azione dell'UE,

seguire e contribuire in modo proattivo all'attuazione delle politiche in relazione a politiche settoriali specifiche, redigere note d'analisi politica e briefing,

coadiuvare i responsabili delle decisioni mediante contributi scritti o orali.

2.   Interventi operativi

elaborare, attuare, monitorare e controllare programmi e piani d'azione,

gestire i rapporti con gli Stati membri e con i gruppi di interesse esterni,

seguire il coordinamento e la consultazione interservizi e interistituzionale in merito alle politiche europee,

coordinare i gruppi di lavoro istituiti dagli Stati membri, dalle istituzioni e da altre parti esterne interessate,

redigere contratti, preparare inviti a presentare proposte e bandi di gare d'appalto, partecipare al monitoraggio delle proposte e dei progetti,

contribuire alla comunicazione esterna e interna e alla rendicontazione e comunicazione interna.

3.   Gestione delle risorse

gestire le risorse, in particolare umane, finanziare e materiali,

monitorare le procedure amministrative, finanziarie e di bilancio,

partecipare all'elaborazione delle previsioni di bilancio e alla compilazione delle relazioni e dei conti annuali,

gestire i rischi operativi, strategici, sociali e di bilancio.

Fine dell'ALLEGATO I, cliccare qui per tornare al testo principale.


ALLEGATO II

LINGUE

Conformemente alla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia dell'Unione europea (Grande Sezione) nella causa C-566/10 P, Repubblica italiana/Commissione, le istituzioni dell'Unione motivano nell'ambito del presente concorso la limitazione della scelta della seconda lingua a un numero ristretto di lingue ufficiali dell'Unione.

Si informano i candidati che l'opzione relativa alla seconda lingua del presente concorso è stata definita in base all'interesse del servizio, che richiede neoassunti immediatamente operativi e capaci di comunicare in modo efficace nel lavoro quotidiano. In caso contrario il funzionamento effettivo delle istituzioni potrebbe essere seriamente compromesso.

Secondo una prassi consolidata nelle istituzioni dell'Unione europea, il francese, l'inglese e il tedesco sono le lingue maggiormente utilizzate nella comunicazione interna e che meglio rispondono alle esigenze dei servizi anche in termini di comunicazione esterna e di gestione dei fascicoli. Inoltre, il francese, l'inglese e il tedesco sono le lingue straniere più diffuse e apprese nell'Unione europea. Ciò conferma che la padronanza di almeno una di queste lingue corrisponde al livello di istruzione e competenza professionale che può essere attualmente richiesto a chi si candida a un posto di lavoro nelle istituzioni dell'Unione europea. Pertanto, per raggiungere un equilibrio tra l'interesse del servizio, da un lato, e le esigenze e le capacità dei candidati, dall'altro, tenendo conto dell'ambito specifico del presente concorso, è legittimo organizzare prove in francese, inglese e tedesco, per assicurare che, a prescindere dalla loro prima lingua, tutti i candidati padroneggino a livello operativo almeno una di queste tre lingue ufficiali. Un esame delle competenze specifiche così condotto permette alle istituzioni dell'Unione di valutare se i candidati sono in grado di essere immediatamente operativi in un ambiente simile a quello in cui dovranno lavorare.

Per le stesse ragioni viene limitata anche la scelta delle lingue usate nella comunicazione tra i candidati e l'istituzione e per compilare l'atto di candidatura. Ciò consente inoltre di paragonare tra loro in maniera uniforme sia i candidati che gli atti di candidatura.

Inoltre, per garantire la parità di trattamento, tutti i partecipanti al concorso — compresi coloro la cui prima lingua è una delle tre lingue ufficiali suddette — devono sostenere le prove nella loro seconda lingua scelta tra queste tre lingue.

Ciò non pregiudica la successiva formazione linguistica finalizzata all'apprendimento di una terza lingua di lavoro, conformemente all'articolo 45, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari.

Fine dell'ALLEGATO II, cliccare qui per tornare al testo principale.


Top