EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 52024XC04419

Pubblicazione di una domanda di modifica ai sensi dell'articolo 26, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2019/787 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla definizione, alla designazione, alla presentazione e all'etichettatura delle bevande spiritose, all'uso delle denominazioni di bevande spiritose nella presentazione e nell'etichettatura di altri prodotti alimentari, nonché alla protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose e all'uso dell'alcole etilico e di distillati di origine agricola nelle bevande alcoliche, e che abroga il regolamento (CE) n. 110/2008

C/2024/4794

GU C, C/2024/4419, 10.7.2024, ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/4419/oj (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/4419/oj

European flag

Gazzetta ufficiale
dell'Unione europea

IT

Serie C


C/2024/4419

10.7.2024

Pubblicazione di una domanda di modifica ai sensi dell'articolo 26, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2019/787 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla definizione, alla designazione, alla presentazione e all'etichettatura delle bevande spiritose, all'uso delle denominazioni di bevande spiritose nella presentazione e nell'etichettatura di altri prodotti alimentari, nonché alla protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose e all'uso dell'alcole etilico e di distillati di origine agricola nelle bevande alcoliche, e che abroga il regolamento (CE) n. 110/2008

(C/2024/4419)

Entro tre mesi dalla data della presente pubblicazione, le autorità di uno Stato membro o di un paese terzo oppure una persona fisica o giuridica avente un interesse legittimo e stabilita o residente in un paese terzo possono presentare alla Commissione un'opposizione a norma dell'articolo 17 del regolamento (UE) 2024/1143 del Parlamento europeo e del Consiglio (1).

DOMANDA DI APPROVAZIONE DI UNA MODIFICA DELL'UNIONE

«Hierbas Ibicencas»

N. UE: PGI-ES-01973-AM01

Data della domanda: 21.11.2023

1.   Richiedente e interesse legittimo

Gruppo di produttori di Hierbas Ibicencas [Agrupación de elaboradores de Hierbas Ibicencas]

2.   Voce del disciplinare interessata dalla o dalle modifiche

Nome del prodotto

Categoria o denominazione legale della bevanda spiritosa

Legame

Restrizioni in materia di commercializzazione

3.   Descrizione e motivi della modifica

3.1.   Spiegazione del perché la o le modifiche rientrano nella definizione di modifica dell’Unione di cui all’articolo 31 del regolamento (UE) 2019/787

La domanda stabilisce una restrizione alla commercializzazione dell'indicazione geografica «Hierbas Ibicencas», imponendo che il prodotto trasportato sfuso sia accompagnato da un documento preventivamente convalidato dall'autorità di controllo e che nell'etichetta sia riportato un codice di controllo alfanumerico.

3.2.   Descrizione e motivi della modifica approvata

Restrizioni in materia di commercializzazione

Descrizione

Obbligo che la «Hierbas Ibicencas» trasportata sfusa sia accompagnata da un documento preventivamente convalidato dall'autorità di controllo.

Inserimento di un codice di controllo alfanumerico nell'etichetta del prodotto protetto.

La modifica riguarda il punto 9.a (introducendo una nuova lettera f) e il punto 10 del disciplinare, come pure il punto 9 del documento unico.

Motivi

La «Hierbas Ibicencas» può essere imbottigliata in luoghi diversi dal luogo di produzione.

Negli ultimi anni la «Hierbas Ibicencas» ha iniziato a essere trasportata sfusa al di fuori dell'isola di Ibiza. Al fine di garantire l'origine del prodotto protetto, mantenere la fiducia dei consumatori nella qualità del prodotto ed evitare la concorrenza sleale tra gli operatori, si ritiene necessario che l'autorità di controllo monitori più da vicino la tracciabilità delle diverse partite prodotte imponendo che siano accompagnate da un documento convalidato da tale autorità prima del trasporto e assegnando un codice alfanumerico a ciascuna bottiglia. L'esperienza con altre IGP che utilizzano unità numerate ha dimostrato che l'attribuzione di un codice unico a ciascuna bottiglia consente controlli più efficaci.

DOCUMENTO UNICO

1.   Nome o nomi dell’indicazione geografica

«Hierbas Ibicencas»

2.   Paese terzo o paesi terzi cui appartiene la zona geografica

Spagna

3.   Tipo di indicazione geografica

Indicazione geografica

4.   Categoria o categorie della bevanda spiritosa

25. Bevanda spiritosa all'anice

5.   Descrizione delle caratteristiche della bevanda spiritosa

Bevanda spiritosa all'anice, con una gradazione alcolica compresa tra il 24 % e il 38 % in volume, aromatizzata con piante e dolcificata con saccarosio.

Caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico effettivo: minimo: 24 % vol.; massimo: 38 % vol

Tenore di zuccheri: ≤250 g/l

Tenore massimo di metanolo: 20 g/hl di alcole a 100 % vol

Densità a 20 oC: <1,18 g/ml.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto limpido. Da giallo pallido a giallo ambrato. Aroma intenso e complesso di anice, determinato dalle piante aromatiche utilizzate nel processo di produzione. Sapore dolce. Consistenza ricca, densa e viscosa. Retrogusto intenso di piante aromatiche.

6.   Definizione della zona geografica

La zona di produzione dell'indicazione geografica «Hierbas Ibicencas» è limitata alle isole di Ibiza e Formentera nella comunità autonoma delle Isole Baleari in Spagna.

7.   Metodo di produzione della bevanda spiritosa

Ingredienti

1.

Alcole etilico di origine agricola con le caratteristiche di cui all’articolo 5 del regolamento (UE) 2019/787.

2.

Acqua potabile distillata, deionizzata e/o demineralizzata.

3.

Saccarosio.

4.

Semi di anice stellato (Illicium verum) e/o anice comune (Pimpinella anisum).

5.

Piante aromatiche provenienti dalla zona di produzione: finocchio selvatico (Foeniculum vulgare), timo arbustivo (Thymus capitatus), rosmarino (Rosmarinus officinalis), verbena odorosa (Lippia triphylla), lavanda dentata (Lavandula dentata), ruta d’Aleppo (Ruta chalepensis), eucalipto rostrato (Eucalyptus camalduensis), camomilla (Matricaria chamomilla), bacche di ginepro (Juniperus oxycedrus), origano (Origanum vulgare), menta piperita (Mentha piperita), mentastro verde (Mentha spicata), foglie e scorza di limone (Citrus limonum), foglie e scorza di arancia (Citrus sinensis) e salvia (Salvia officinalis). Il numero e la combinazione delle piante devono essere stabiliti dal produttore.

Metodo di produzione

La «Hierbas Ibicencas» è ottenuta estraendo gli aromi delle piante aromatiche elencate nella sezione precedente mediante macerazione, distillazione e infusione secondo le procedure seguenti:

macerazione: in soluzione alcolica a 70° di alcol etilico di origine agricola e acqua per 15 giorni;

distillazione; a bassa temperatura in alambicchi di rame;

infusione: in acqua bollente e successivo raffreddamento.

Per quanto riguarda la procedura da applicare alle singole piante, i metodi sono utilizzati a discrezione del produttore. Al prodotto ottenuto si aggiungono saccarosio, alcole etilico di origine agricola e acqua, al fine di ottenere le caratteristiche descritte al punto 3.

Il prodotto ottenuto con uno qualsiasi dei processi può essere filtrato.

8.   Norme specifiche in materia di confezionamento

9.   Norme specifiche in materia di confezionamento

Indicazioni obbligatorie

L'etichetta del prodotto protetto dall'indicazione geografica deve riportare:

la denominazione «Hierbas Ibicencas», in caratteri di altezza non inferiore a 2 mm;

un codice di controllo alfanumerico.

10.   Descrizione del legame tra la bevanda spiritosa e la sua origine geografica

L'indicazione geografica «Hierbas Ibicencas» si basa sulla storia, la reputazione e la qualità certificata della bevanda.

Gli abitanti delle isole Pitiuse (il nome dato alle isole di Ibiza e Formentera) tradizionalmente producevano bevande spiritose utilizzando piante aromatiche locali. In quel periodo la maggior parte degli abitanti di Formentera si dedicava alla pesca, all'agricoltura e all'allevamento. Intorno agli anni '50 del XIX secolo, per perseguire le sue ambizioni, Joan Marí Mayans, nativo di Formentera, iniziò a recarsi a Barcellona con la sua piccola imbarcazione con l'obiettivo di fornire all'isola i prodotti e le merci di cui era carente. Fu così che scoprì gli alambicchi e comprese come la distillazione potesse essere utilizzata per produrre le bevande alcoliche dell'isola.

Il suo spirito imprenditoriale lo spinse a fondare una piccola distilleria a Formentera, che trasferì a Ibiza nel 1880. Le vendite aumentarono a tal punto che nei primi anni '30 del XX secolo esportava già abitualmente nelle Filippine e a Cuba. È in questo periodo che cominciano a comparire a Ibiza altri produttori di «Hierbas Ibicencas».

Alcuni di questi stabilimenti, tuttora attivi, sono gestiti da membri della terza generazione che utilizzano ancora gli stessi metodi su piccola scala dei loro antenati. Questo fatto dimostra che la «Hierbas Ibicencas» è ben radicata nelle isole di Ibiza e Formentera.

La qualità certificata della «Hierbas Ibicencas», in particolare la sua complessità aromatica, è il risultato dell'influenza del fattore umano sulla scelta delle piante aromatiche e sul processo di produzione.

La miscela di piante aromatiche utilizzate non è nata per caso ma è il risultato della sperimentazione dei produttori, che hanno selezionato le piante più adatte nelle giuste proporzioni per conferire alla bevanda il suo sapore piacevole e caratteristico. Le condizioni agricole e climatiche delle isole di Ibiza e Formentera favoriscono la crescita di alcune piante aromatiche selvatiche, come il timo arbustivo, con qualità diverse (alto contenuto di olio essenziale) che conferiscono alla «Hierbas Ibicencas» un carattere unico.

Dall'inizio della sua produzione la «Hierbas Ibicencas» ha acquisito via via una reputazione migliore. Molti visitatori delle isole nel corso del XX secolo hanno elogiato le qualità di questa insolita bevanda. Alcuni di questi visitatori erano molto noti, come lo scrittore Vicente Blasco Ibáñez, che nel suo libro «Los Muertos Mandan» (1909) scrisse dell'antica consuetudine di Ibiza di bere una bevanda spiritosa aromatica prodotta con le piante dell'isola.

La qualità e la reputazione della «Hierbas Ibicencas» sono state confermate dal riconoscimento della denominazione geografica «Hierbas Ibicencas» il 12 dicembre 1996. Si tratta di una delle prime indicazioni geografiche concesse alle bevande spiritose in Spagna.

Nell'edizione 2006 del premio Ramón Llull (riconoscimento conferito dal Governo delle Isole Baleari a persone o enti che eccellono in qualsiasi campo), il premio è andato a un produttore di «Hierbas Ibicencas» per essere riuscito a mantenere la tradizione di un prodotto così rappresentativo delle isole Pitiuse e a promuoverlo all'estero.

Fin dal XIX secolo gli abitanti di Ibiza e Formentera hanno apprezzato la tradizionale «Hierbas Ibicencas» in tutti i loro festeggiamenti, riunioni di famiglia ed eventi sociali. La «Hierbas Ibicencas» è una bevanda indiscutibilmente associata alle occasioni di festa e viene offerta nei menu di ristoranti, caffè, bar e delle rinomate discoteche di Ibiza.

Studi recenti confermano la notorietà del prodotto. Secondo la pubblicazione «Diagnosis de la producción y comercialización de los productos con denominación de calidad 2012» [Relazione sulla produzione e la commercializzazione dei prodotti a denominazione di qualità nel 2012] elaborata dall'Istituto per la qualità agroalimentare delle Isole Baleari, dal 2002 le vendite sono aumentate del 38 %, raggiungendo un volume totale di 312 461 litri nel 2012. Inoltre le vendite all'estero rappresentano circa il 20 % e dal 2002 si registra un tendenza in crescita, dal momento che la presenza del prodotto al di fuori del mercato locale è praticamente raddoppiata, a conferma del suo apprezzamento da parte dei consumatori stranieri. Nel 2012 la «Hierbas Ibicencas» è stata venduta in Germania, Svizzera, Italia, Paesi Bassi e Regno Unito.

La «Hierbas Ibicencas» si beve tradizionalmente con o senza ghiaccio, prima o dopo i pasti o con il dessert. Uno degli abbinamenti più comuni è ad esempio un bicchiere di «Hierbas Ibicencas» con il flaó (un dolce tipico di Ibiza). La bevanda ha inoltre numerosi usi culinari che risalgono a tempi lontani, come nella tradizionale ricetta «Langosta ibicenca guisada con calamares y Hierbas Ibicencas» (astice ibicenco stufato con calamari e Hierbas Ibicencas). Oltre alle forme di consumo tradizionali, di recente ha trovato nuovi impieghi, ad esempio in nuove ricette: «Cazón con cebolla y Hierbas Ibicencas» [palombo con cipolla e Hierbas Ibicencas] o «Flaó con gominolas de Hierbas Ibicencas» [flaó con gelatine di Hierbas Ibicencas].

Un'ulteriore prova della reputazione della Hierbas Ibicencas è la sua recente introduzione nel mondo dei cocktail. La scuola superiore di formazione alberghiera delle Baleari ha creato cocktail molto speciali come «A sa fresca eivissenca» a base di «Hierbas Ibicencas», succo di limone e menta o «Textures eivissenques» a base di «Hierbas Ibicencas», limoni freschi, zucchero bianco, fragole fresche e mousse calda al limone.

La reputazione della «Hierbas Ibicencas» è stata confermata da premi di grande prestigio per i quali la bevanda si è trovata a competere con bevande spiritose provenienti da tutto il mondo: stella d'oro internazionale per la qualità 2000 (Madrid), medaglia d'argento all'International Wine and Spirits Competition 2000 e 2001 (Londra), medaglia d'oro all'International Wine and Spirits Competition 2002 (Londra) e medaglia di bronzo all'International Wine & Spirit Competition 2011 di Hong Kong.

La sua reputazione è confermata anche da riferimenti in varie pubblicazioni: «Llibre de vins, licors i per necessari» (Ripoll, Ll., 1974), «Herbes i Remeis Casolans» (Ripoll, Ll. 1985), «Les Herbes Eivissenques» (Inaebnit E., 2001), «Llibre de la Ratafia» (Fábrega, J. 2001) e «El libro de los licores de España» (Zurdo, D. et al, 2004).

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare

https://www.caib.es/sites/qualitatagroalimentaria/es/herbes_eivissenques-46246/


(1)  Regolamento (UE) 2024/1143 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 aprile 2024, relativo alle indicazioni geografiche dei vini, delle bevande spiritose e dei prodotti agricoli, nonché alle specialità tradizionali garantite e alle indicazioni facoltative di qualità per i prodotti agricoli, che modifica i regolamenti (UE) n. 1308/2013, (UE) 2019/787 e (UE) 2019/1753 e che abroga il regolamento (UE) n. 1151/2012 (GU L, 2024/1143, 23.4.2024, ELI: http://data.europa.eu/eli/reg/2024/1143/oj).


ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/4419/oj

ISSN 1977-0944 (electronic edition)


Top