Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Summaries of EU Legislation

Prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose

Go to the summaries’ table of contents

SURVEY: Tell us what you think about the summaries!

This summary has been archived and will not be updated, because the summarised document is no longer in force or does not reflect the current situation

Prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose

SINTESI DI:

Direttiva 2005/60/CE relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo

SINTESI

CHE COSA FA LA PRESENTE DIRETTIVA?

PUNTI CHIAVE

Oltre al settore finanziario, la direttiva si applica a determinati settori non finanziari compresi studi legali, notarili, commercialisti, agenti immobiliari, fornitori di servizi di gioco d’azzardo, fornitori di servizi per trust e aziende e tutti i fornitori di merci qualora i pagamenti siano effettuati in contanti per cifre superiori ai 15 000 euro.

Fra le altre cose, tali destinatari della direttiva sono tenuti a:

  • individuare e verificare l’identità dei loro clienti («obblighi di adeguata verifica della clientela») e del titolare effettivo*, oltre a controllare la relazione d’affari con i clienti;
  • segnalare i propri sospetti di riciclaggio dei proventi di attività criminose* o finanziamento del terrorismo* alle autorità pubbliche, solitamente l’unità nazionale di informazione finanziaria;
  • garantire che il personale sia adeguatamente formato e che siano attivate le adeguate strategie e procedure di prevenzione interne.

La direttiva introduce requisiti e garanzie aggiuntivi («obblighi rafforzati di adeguata verifica della clientela») per situazioni che presentano un rischio più elevato di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, ad esempio gli scambi con banche corrispondenti situate in paesi terzi.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 15 dicembre 2005. I paesi dell’Unione europea (UE) dovevano recepirla nel proprio diritto nazionale entro il 15 dicembre 2007.

A giugno 2015, l’UE ha adottato la direttiva (UE) 2015/849, che abroga la direttiva 2005/60/CE a decorrere dal 26 giugno 2017.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda:

TERMINI CHIAVE

* Titolare effettivo: la persona o le persone che, in ultima istanza, possiedono o controllano il cliente per conto del quale viene realizzata un’operazione (ad esempio, in caso di società, il titolare di una percentuale sufficiente delle azioni o dei diritti di voto).

* Riciclaggio dei proventi di attività criminose: la conversione, attraverso diversi mezzi, dei proventi di un’attività criminosa in «denaro pulito», ad esempio cambiandone la forma o spostando i fondi in un luogo dove è meno probabile che siano ritenuti sospetti.

* Finanziamento del terrorismo: la fornitura o la raccolta di fondi usati per svolgere un qualsiasi reato definito nella decisione quadro 2002/475/GAI del Consiglio sulla lotta contro il terrorismo, quali la presentazione di documenti amministrativi falsi e la direzione di un gruppo terroristico.

ATTO

Direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 ottobre 2005, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo (GU L 309 del 25.11.2005, pagg. 15-36)

Le modifiche e correzioni successive alla direttiva 2005/60/CE sono state incorporate nel testo di base. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Direttiva 2006/70/CE della Commissione, del 1o agosto 2006, recante misure di esecuzione della direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la definizione di persone politicamente esposte e i criteri tecnici per le procedure semplificate di adeguata verifica della clientela e per l’esenzione nel caso di un’attività finanziaria esercitata in modo occasionale o su scala molto limitata (GU L 214 del 4.8.2006, pagg. 29-34)

Direttiva (UE) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 maggio 2015, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo, che modifica il regolamento (UE) n. 648/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e la direttiva 2006/70/CE della Commissione (GU L 141 del 5.6.2015, pagg. 73-117)

Ultimo aggiornamento: 02.02.2016

Top