Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Summaries of EU Legislation

Protezione degli animali in occasione della macellazione

Go to the summaries’ table of contents

SURVEY: Tell us what you think about the summaries!

This summary has been archived and will not be updated, because the summarised document is no longer in force or does not reflect the current situation

Protezione degli animali in occasione della macellazione

L'Unione europea stabilisce norme minime comuni per la protezione degli animali in occasione della macellazione o dell'abbattimento al fine di garantire lo sviluppo razionale della produzione e agevolare la libera circolazione degli animali e dei prodotti di origine animale.

ATTO

Direttiva 93/119/CE del Consiglio, del 22 dicembre 1993, relativa alla protezione degli animali durante la macellazione o l'abbattimento [Cfr atti modificativi ].

SINTESI

La presente direttiva determina le regole applicabili:

  • al trasferimento, alla stabulazione, all'immobilizzazione, allo stordimento, alla macellazione e all'abbattimento degli animali allevati e custoditi per la produzione di carni, pelli, pellicce o altri prodotti;
  • alle procedure di abbattimento in caso di lotta contro le epizootie.

Essa non si applica:

  • agli esperimenti tecnici o scientifici effettuati sotto il controllo dell'autorità competente;
  • agli animali che vengono abbattuti nel corso di manifestazioni culturali o sportive;
  • alla selvaggina libera abbattuta in conformità delle regole d'igiene comunitarie.

In occasione delle fasi suindicate, la direttiva prevede che vengano risparmiati agli animali dolori, sofferenze ed eccitazioni evitabili.

La direttiva stabilisce:

  • le prescrizioni richieste per i mattatoi;i solipedi, i ruminanti, i suini, i conigli, il pollame devono essere trasferiti e se necessario alloggiati, immobilizzati, storditi, dissanguati in conformità delle disposizioni della presente direttiva.Gli strumenti, l'attrezzatura d'immobilizzazione, gli impianti e le installazioni di stordimento o di abbattimento devono essere progettati in maniera da consentire uno stordimento e una morte rapidi.Il personale deve obbligatoriamente possedere le conoscenze e le capacità necessarie;
  • le regole da seguire in occasione dell'abbattimento e della macellazione al di fuori dei mattatoi.Alcune deroghe alle disposizioni normali si applicano al pollame, ai conigli, ai suini, agli ovini e ai caprini abbattuti per consumo proprio.Gli animali feriti o malati devono essere abbattuti o uccisi in loco;
  • le procedure di abbattimento degli animali nelle fasi di lotta contro le malattie;
  • le procedure di abbattimento degli animali da pelliccia;
  • le regole di abbattimento di pulcini di un giorno e di embrioni in eccedenza nelle incubatrici e da eliminare.

Esperti della Commissione possono effettuare controlli in loco per verificare la buona applicazione della direttiva.

Gli Stati membri applicano le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative, comprese quelle relative ad eventuali sanzioni, al fine di conformarsi alla presente direttiva. Essi possono peraltro mantenere o applicare misure più severe informandone la Commissione.

La direttiva abroga la direttiva 74/577/CEE con decorrenza 1° gennaio 1995.

Riferimenti

Atto

Data di entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Direttiva 93/119/CE

20.01.1994

01.01.1995

GU L 340 del 31.12.1993

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 806/2003

05.06.2003

-

GU L 122 del 16.05.2003

Regolamento (CE) n. 1/2005

Entrata in vigore: 25.01.2005Applicabilità dell'articolo 6, paragrafo 5: 05.01.2008Applicabilità degli altri articoli: 05.01.2007

-

GU L 3 del 05.01.2005

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio, del 23 gennaio 2006, riguardante un piano d'azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali nel corso del periodo 2006-2010 [COM(2006) 13 - Gazzetta ufficiale C 49 del 28.02.2006]. L'Unione europea (UE), per il periodo 2006-2010, prevede misure generali volte a garantire la protezione e il benessere degli animali. Tali misure riguarderanno il miglioramento delle normative, lo sviluppo della ricerca e di indicatori, l'informazione degli operatori e dei consumatori, nonché l'azione a livello internazionale.

Ultima modifica: 27.04.2006

Top