EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Cosmetici più sicuri per i cittadini europei

 

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 1223/2009 sui prodotti cosmetici

QUAL È LO SCOPO DEL REGOLAMENTO?

  • Migliora la sicurezza dei prodotti cosmetici venduti nell’UE rinforzando i requisiti di sicurezza.
  • Semplifica le procedure per le aziende e le autorità competenti nel settore.
  • Aggiorna le norme per tenere conto degli ultimi sviluppi tecnologici, compreso il possibile uso di nanomateriali.
  • Mantiene il divieto di sperimentazioni animali in vigore.

PUNTI CHIAVE

  • Ulteriori requisiti per il fabbricante, tra cui la compilazione della relazione sulla sicurezza prima dell’immissione sul mercato.
  • Nuovo concetto di «persona responsabile» per ciascun prodotto:
    • Le aziende possono vendere prodotti cosmetici nell’Unione europea solo se una persona fisica o giuridica è stata designata come «persona responsabile»;
    • la persona responsabile deve garantire che il prodotto rispetti tutti i requisiti di sicurezza pertinenti stabiliti dal regolamento (CE) n. 1223/2009.
  • La burocrazia per i produttori è stata ridotta, in quanto devono registrare i loro prodotti solo una volta, tramite il Portale di notifica dei prodotti cosmetici dell’UE.
  • Nuovo requisito di notifica di effetti indesiderabili gravi:
    • i responsabili e i distributori sono tenuti a notificare tali effetti alle rispettive autorità nazionali;
    • le autorità nazionali devono quindi condividere queste informazioni, insieme con qualsiasi altra ricevuta da altre fonti (utenti, operatori sanitari), con i loro omologhi di altri Stati membri dell’UE.
  • L’imballaggio deve riportare una serie di informazioni, tra cui il nome e l’indirizzo della persona responsabile, il contenuto, le precauzioni per l’impiego e l’elenco degli ingredienti.
  • Nuove norme per l’uso di nanomateriali.
  • Elenchi di sostanze vietate, limitate o autorizzate per l’uso in prodotti cosmetici.
  • I distributori devono verificare che l’etichettatura, inclusa la data di scadenza e i requisiti linguistici, siano conformi.
  • I punti principali del regolamento sono sintetizzati in questa infografica. Il regolamento ha abrogato e sostituito la direttiva 76/768/CEE.
  • Gli allegati al regolamento sono stati modificati in molte occasioni. Le modifiche sono state integrate nella versione consolidata del regolamento.
  • Inoltre, poiché in alcuni casi è difficile distinguere tra dispositivi medici e prodotti cosmetici, l’articolo 119 del regolamento (UE) 2017/745 (si veda la sintesi) modifica il regolamento (CE) n. 1223/2009 che introduce la possibilità di adottare una decisione a livello di Unione sullo status normativo di un prodotto. A partire dal 26 maggio 2021, la Commissione europea può, su richiesta di uno Stato membro o di sua propria iniziativa, decidere se uno specifico prodotto o gruppo di prodotti rientra nella definizione di «prodotto cosmetico».

DA QUANDO È IN VIGORE IL REGOLAMENTO?

È applicato a partire dall’11 luglio 2013.

CONTESTO

Per ulteriori informazioni, consultare:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Regolamento (UE) n. 1223/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 novembre 2009, sui prodotti cosmetici (rifusione) (GU L 342 del 22.12.2009, pag. 59).

Le successive modifiche al regolamento (CE) n. 1223/2009 sono state incorporate nel testo originale. La versione consolidata ha esclusivamente valore documentale.

DOCUMENTI CORRELATI

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla messa a punto, sulla convalida e sulla legalizzazione di metodi alternativi alla sperimentazione animale nel settore dei cosmetici (2018) [COM(2019) 479 final, del 15.10.2019].

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio — Riesame del regolamento (CE) n. 1223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sui prodotti cosmetici per quanto riguarda le sostanze alteranti il sistema endocrino [COM/2018/739 final del 7.11.2018].

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulle dichiarazioni relative al prodotto formulate in base ai criteri comuni nel settore dei cosmetici [COM(2016) 580 final, del 19.9.2016].

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul divieto della sperimentazione animale e di immissione sul mercato e sullo stato dei metodi alternativi nel settore dei prodotti cosmetici [COM(2013) 135 final, dell’11.3.2013].

Ultimo aggiornamento: 18.05.2021

Top