EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Europa creativa

 

SINTESI DI:

Regolamento (UE) 2021/818 che istituisce il programma Europa creativa (2021-2027)

QUAL È L’OBIETTIVO DEL REGOLAMENTO?

Il programma Europa creativa punta a:

  • salvaguardare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo;
  • migliorare la competitività e il potenziale economico del settore culturale e creativo, in particolare del settore audiovisivo.

PUNTI CHIAVE

Il programma ha tre obiettivi specifici:

  • il potenziamento della cooperazione artistica e culturale a livello dell’Unione europea (Unione) al fine di favorire la creazione di opere europee e rafforzare la dimensione economica, sociale ed esterna, nonché l’innovazione e la mobilità, del settore culturale e creativo dell’Europa;
  • la promozione di competitività, scalabilità, cooperazione, innovazione e sostenibilità, anche mediante la mobilità nel settore audiovisivo europeo;
  • la promozione della cooperazione politica e delle azioni innovative a sostegno di tutti i settori del programma e a favore di un ambiente multimediale diversificato, indipendente e pluralistico, nonché dell’alfabetizzazione mediatica, stimolando così la libertà di espressione artistica, il dialogo interculturale e l’inclusione sociale.

Settori d’azione

Il programma è costituito da tre settori distinti, ciascuno avente priorità definite:

  • un settore dedicato alla cultura, che riguarda il settore culturale e creativo, con l’eccezione del settore audiovisivo; le sue priorità comprendono il rafforzamento della cooperazione transnazionale e della dimensione transfrontaliera di creazione, circolazione e visibilità delle opere europee;
  • un settore dedicato ai media, che riguarda il settore audiovisivo; le sue priorità comprendono l’incentivazione della cooperazione transfrontaliera, della mobilità e dell’innovazione nella creazione e nella produzione di opere audiovisive europee;
  • un settore intersettoriale, che riguarda le azioni in tutti i settori culturali e creativi; le sue priorità comprendono il sostegno alla cooperazione politica di carattere transnazionale e intersettoriale volta alla promozione del ruolo della cultura per l’inclusione sociale e la libertà artistica, oltre a giornalismo di qualità e alfabetizzazione mediatica.

Bilancio

  • Il programma si estende dal 1o gennaio 2021 al 31 dicembre 2027, ossia per la durata del quadro finanziario pluriennale.
  • Dispone di un bilancio di 1 842 miliardi di euro ai prezzi correnti, con l’aggiunta di 600 milioni di euro ai prezzi del 2018.
  • Almeno il 33 % di tale importo sarà assegnato alla cultura, almeno il 58 % ai media e fino al 9 % alle azioni intersettoriali.
  • Il regolamento contempla le forme disponibili di finanziamento dell’Unione e le norme per la loro assegnazione.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento è in vigore dal 1o gennaio 2021.

CONTESTO

DOCUMENTO PRINCIPALE

Regolamento (UE) 2021/818 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 maggio 2021, che istituisce il programma Europa creativa (2021-2027) e che abroga il regolamento (UE) n. 1295/2013 (GU L 189 del 28.5.2021, pag. 34).

DOCUMENTI CORRELATI

Regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 (GU L 193 del 30.7.2018, pag. 1).

Ultimo aggiornamento: 19.07.2021

Top