EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Risoluzione delle controversie tra consumatori e professionisti relative agli acquisti online

 

SINTESI DI:

Regolamento (UE) n. 524/2013 risoluzione delle controversie online dei consumatori

QUAL È LO SCOPO DEL REGOLAMENTO?

  • Esso mira a creare una piattaforma (sito web) per la risoluzione delle controversie online (ODR) a livello europeo.
  • I consumatori e i professionisti saranno in grado di utilizzare la piattaforma per risolvere le controversie quando si verifica un problema relativo a un prodotto o a un servizio che hanno acquistato in qualsiasi posto all'interno dell'Unione europea (UE).

PUNTI CHIAVE

La procedura d'infrazione riguarda entrambe le parti e l'organismo di mediazione (risoluzione alternativa delle controversie o ADR) che decidono di utilizzare. Tali organismi, alcuni dei quali operano online, offrono di essere una parte neutrale nelle controversie, ad esempio il difensore civico o il mediatore. Il loro compito è di proporre o di imporre una risoluzione o di riavvicinare le parti in modo che possano trovare una soluzione.

L'intera procedura può essere gestita in modo rapido online, così la maggior parte delle controversie dovrebbe essere risolta entro 90 giorni.

Piattaforma ODR

La Commissione europea si propone di sviluppare, gestire e mantenere la piattaforma ODR. Il lancio avverrà nel gennaio 2016, la piattaforma sarà:

  • un sito web interattivo e di notevole facilità d'uso;
  • aperto a tutti i clienti o i professionisti dell'UE;
  • disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE ;
  • gratuita.

La piattaforma ha più funzioni. Queste includono: un formulario di denuncia elettronico, che informa la parte convenuta della avvenuta denuncia, l'identificazione degli organismi di mediazione nazionali e la gestione del caso elettronicamente.

Tutti i paesi dell'UE devono designare un punto di contatto ODR, che comprenda almeno due consulenti ODR. La Commissione istituirà inoltre una rete di punti di contatto ODR.

Una volta che il formulario di denuncia elettronico è stato trasmesso alla piattaforma ODR, la piattaforma contatterà tempestivamente la parte convenuta per avere una risposta da quest'ultima. Sarà anche in grado di trasmettere la denuncia all'organismo di mediazione che le parti decidono di utilizzare. Se l'organismo di mediazione accetta di occuparsi della controversia, cercherà di risolverla rapidamente e informerà la piattaforma ODR sui risultati della procedura.

Risoluzione alternativa delle controversie

Si può accedere alla piattaforma ODR attraverso il portale «La tua Europa». Sarà collegato anche a tutti gli organismi di mediazione nazionali che sono stati istituiti e notificato alla Commissione europea, in linea con la direttiva dell'UE sulla risoluzione alternativa delle controversie (ADR).

Il regolamento ODR e la direttiva ADR sono stati adottati entrambi nel maggio 2013.

La piattaforma ODR è accessibile ai consumatori e ai commercianti dal 15 febbraio 2016.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento è in vigore dal 9 gennaio 2016.

CONTESTO

Per ulteriori informazioni, si consulti:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/CE (regolamento sull'ODR per i consumatori) (GU L 165 del 18.6.2013, pag. 1–12)

DOCUMENTI CORRELATI

Direttiva2013/11/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, sulla risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori, che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/ CE (Direttiva sull'ADR per i consumatori) (GU L 165 del 18.6.2013, pag. 63–79)

Regolamento di esecuzione (UE) 2015/1051 della Commissione, del 1o luglio 2015, relativo alle modalità per l'esercizio delle funzioni della piattaforma di risoluzione delle controversie online, alle caratteristiche del modulo di reclamo elettronico e alle modalità della cooperazione tra i punti di contatto di cui al regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori (GU L 171 del 2.7.2015, pag. 1–4)

Ultimo aggiornamento: 30.08.2016

Top