Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document C2014/098A/01

Bando di concorso generale EPSO/AST/131/14 — Assistenti (AST 3) — Ispezione nucleare

OJ C 98A , 3.4.2014, p. 1–8 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

3.4.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 98/1


BANDO DI CONCORSO GENERALE

EPSO/AST/131/14 — ASSISTENTI (AST 3)

ISPEZIONE NUCLEARE

2014/C 098 A/01

 

L'Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per titoli ed esami al fine di costituire elenchi di riserva per l'assunzione di assistenti (1).

Lo scopo del presente concorso è costituire un elenco di riserva per coprire posti vacanti di funzionario alla Commissione europea, in particolare presso la Direzione generale «Energia» (DG ENER) a Lussemburgo e i servizi del Centro comune di ricerca (CCR) addetti ai controlli di sicurezza nucleare, in particolare l'Istituto degli Elementi Transuranici (ITU) di Karlsruhe in Germania, l'Istituto dell'Energia (IE) di Petten nei Paesi Bassi e la Direzione del Sito di Ispra (ISD) in Italia.

Prima di presentare la candidatura, gli interessati devono leggere attentamente le disposizioni generali applicabili ai concorsi generali pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 60 A del 1o marzo 2014 e sul sito internet dell’EPSO.

Tali disposizioni sono parte integrante del presente bando di concorso e spiegano le regole relative alla procedura e alle modalità di iscrizione.

INDICE

I.

INDICAZIONI GENERALI

II.

NATURA DELLE FUNZIONI

III.

CONDIZIONI DI AMMISSIONE

IV.

TEST DI ACCESSO

V.

AMMISSIONE AL CONCORSO E SELEZIONE PER TITOLI

VI.

CONCORSO GENERALE

VII.

ELENCO DI RISERVA

VIII.

COME PRESENTARE LA CANDIDATURA

I.   INDICAZIONI GENERALI

Numero di idonei: 32

II.   NATURA DELLE FUNZIONI

Per quanto riguarda il controllo della sicurezza nucleare, la missione della DG ENER consiste nel garantire che i materiali nucleari non siano distolti dagli usi a cui sono destinati, secondo quanto stabilito al capo 7 del trattato Euratom che istituisce il sistema di controllo della sicurezza di Euratom.

Il compito del CCR è fornire un supporto scientifico e tecnico orientato ai clienti in materia di elaborazione, sviluppo, attuazione e monitoraggio delle politiche dell'Unione europea. In quanto servizio della Commissione europea, il CCR funge da centro di riferimento scientifico e tecnologico per l'Unione.

Gli ispettori nucleari devono verificare l'esattezza delle dichiarazioni e delle relazioni elaborate dai gestori degli impianti nucleari, realizzare verifiche fisiche dei materiali nucleari e redigere relazioni sui risultati di tali ispezioni. Sotto la supervisione del superiore gerarchico, essi assicurano altresì la comunicazione con i gestori, i partner nazionali e le organizzazioni internazionali. Inoltre, può esser chiesto loro di contribuire allo sviluppo, all'installazione e alla manutenzione delle attrezzature per i controlli della sicurezza.

La funzione d'ispettore nucleare prevede essenzialmente lo svolgimento delle mansioni elencate di seguito.

Ispezionare gli impianti nucleari a tutti gli stadi del ciclo del combustibile nucleare (l'estrazione di materie fissili, la trasformazione, l'arricchimento, la fabbricazione del combustibile nucleare, il funzionamento dei reattori nucleari, il ritrattamento del combustibile nucleare esaurito, il trattamento dei rifiuti nucleari e il loro stoccaggio definitivo) allo scopo di verificare le caratteristiche tecniche degli impianti e la documentazione giustificativa delle dichiarazioni contabili presentate dal gestore e accertarsi che tale documentazione corrisponda alla realtà. Le verifiche comprendono misurazioni qualitative e quantitative, il prelievo di campioni e l'analisi dei dati delle misurazioni, della videosorveglianza e dei dati sigillati.

Verificare la conformità e la coerenza delle dichiarazioni contabili relative ai materiali nucleari trasmesse dai gestori degli impianti nucleari. Tale funzione prevede il caricamento dei dati in un sistema di contabilità informatizzato, l'analisi delle anomalie registrate da tale sistema e il loro controllo in cooperazione con i gestori interessati.

Partecipare all'elaborazione di dispositivi di controllo della sicurezza specifici di ciascun impianto nucleare, rappresentare la Commissione nelle riunioni con i gestori, le autorità nazionali e le organizzazioni internazionali, quale l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (IAEA), e stilare relazioni particolareggiate.

Analizzare campioni di materie nucleari e di campioni swipe, sia in laboratori in loco che nei laboratori della Commissione europea. Tale funzione comprende la taratura e le prove di validazione del materiale d'analisi e la manipolazione di campioni radioattivi in ambiente controllato.

Sviluppare, preparare e tarare le apparecchiature e gli strumenti da utilizzare nelle ispezioni in loco e installare e occuparsi della manutenzione dei dispositivi di misurazione e sorveglianza, compresi i sistemi di sorveglianza video e i sistemi elettronici di sigillamento negli impianti nucleari.

Le funzioni summenzionate possono essere ripartite tra diverse équipe. Benché i candidati possano essere specializzati in uno solo di questi gruppi di funzione, il fatto di avere competenze pluridisciplinari nei suddetti settori può costituire titolo preferenziale. Gli ispettori nucleari sono incoraggiati a cambiare équipe di lavoro nel corso degli anni.

Le suddette attività sono disciplinate dalle disposizioni del trattato Euratom, dal diritto da esso derivato e dagli accordi internazionali di cui la Comunità europea dell'energia atomica è parte. Per svolgerle occorre compiere numerose trasferte e accedere alle zone controllate degli impianti nucleari. Data la posizione spesso isolata degli impianti nucleari, è richiesta la patente di guida.

Gli ispettori nucleari sono soggetti a indagini di sicurezza.

III.   CONDIZIONI DI AMMISSIONE

Entro il termine ultimo per l'iscrizione elettronica, i candidati devono soddisfare tutte le condizioni generali e specifiche enunciate qui di seguito.

1.

Condizioni generali

a)

Essere cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea.

b)

Godere dei diritti civili.

c)

Essere in regola con le norme vigenti in materia di servizio militare.

d)

Offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

2.

Condizioni specifiche

2.1

Titoli e diplomi

Un livello di studi superiori attestato da un diploma in una disciplina tecnica o inerente alle scienze naturali o applicate quale la fisica nucleare, la chimica nucleare, la radioprotezione, la radiobiologia, la fisica, la chimica, l'ingegneria.

OPPURE

Un livello di studi secondari, di carattere generale o tecnico, attestato da un diploma che dia accesso all'istruzione superiore, seguito da un'esperienza professionale di almeno 3 anni in un settore pertinente.

NB: Questi 3 anni non saranno conteggiati ai fini dell'esperienza professionale richiesta al seguente punto.

2.2

Esperienza professionale

Un'esperienza professionale di almeno 3 anni di cui 2 nel campo della fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o qualsiasi altra disciplina pertinente del settore tecnico o delle scienze applicate, maturata nell'industria nucleare, in un centro di ricerca nucleare, in un organismo pubblico nazionale o internazionale o in un altro settore adeguato.

Possono essere conteggiati, per la durata massima di un anno, periodi di formazione supplementare nel quadro della specializzazione richiesta, posteriori al conseguimento del titolo di studio richiesto.

Tale esperienza professionale è pertinente solo se è stata acquisita dopo il conseguimento del diploma che dà accesso al concorso.

2.3.

Conoscenze linguistiche  (2)

Lingua 1

Lingua principale

conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell'Unione europea

Lingua 2

Seconda lingua (obbligatoriamente diversa dalla lingua 1)

conoscenza soddisfacente del francese, dell'inglese o del tedesco

Conformemente alla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia dell'Unione europea (Grande Sezione) nella causa C-566/10 P, Repubblica italiana/Commissione, le istituzioni dell'Unione motivano nell'ambito del presente concorso la limitazione della scelta della seconda lingua a un numero ristretto di lingue ufficiali dell'Unione.

Si informano i candidati che l'opzione relativa alla seconda lingua del presente concorso è stata definita in base all'interesse del servizio, che richiede neoassunti immediatamente operativi e capaci di comunicare in modo efficace nel lavoro quotidiano. In caso contrario il funzionamento effettivo delle istituzioni potrebbe essere seriamente compromesso.

Secondo una prassi consolidata nelle istituzioni dell'Unione europea, il francese, l'inglese e il tedesco sono le lingue maggiormente utilizzate nella comunicazione interna e che meglio rispondono alle esigenze dei servizi anche in termini di comunicazione esterna e di gestione dei fascicoli. Inoltre, il francese, l'inglese e il tedesco sono le lingue straniere più diffuse e apprese nell'Unione europea. Ciò conferma che la padronanza di almeno una di queste lingue corrisponde al livello d'istruzione e competenza professionale che può essere attualmente richiesto per candidarsi a un posto di lavoro nelle istituzioni dell'Unione europea. Pertanto, per raggiungere un equilibrio tra l'interesse del servizio, da un lato, e le esigenze e le capacità dei candidati, dall'altro, tenendo conto dell'ambito specifico del presente concorso, è legittimo organizzare prove in francese, inglese e tedesco, per assicurare che, a prescindere dalla loro prima lingua, tutti i candidati padroneggino a livello operativo almeno una di queste tre lingue ufficiali. Un esame delle competenze specifiche così condotto permette alle istituzioni dell'Unione di valutare se i candidati sono in grado di essere immediatamente operativi in un ambiente simile a quello in cui dovranno lavorare.

Per le stesse ragioni viene limitata anche la scelta delle lingue usate nella comunicazione tra i candidati e l'istituzione e per compilare l'atto di candidatura. Ciò consente di paragonare tra loro e di controllare le informazioni fornite dai candidati nell'atto di candidatura.

Inoltre, per garantire la parità di trattamento, tutti i partecipanti al concorso — compresi coloro la cui prima lingua è una delle tre lingue ufficiali suddette — devono sostenere le prove nella loro seconda lingua scelta tra queste tre lingue.

Ciò non pregiudica la successiva formazione linguistica finalizzata all'apprendimento di una terza lingua di lavoro, conformemente all'articolo 45, paragrafo 2, dello Statuto dei funzionari.

IV.   TEST DI ACCESSO

I test di accesso si svolgono su computer e sono organizzati dall'EPSO. La commissione giudicatrice determina il livello di difficoltà dei test e ne stabilisce il contenuto sulla base delle proposte presentate dall'EPSO.

I test di accesso su computer verranno organizzati unicamente se il numero di candidati iscritti è superiore a un determinato limite. Tale limite sarà deciso dal direttore dell'EPSO, nella sua qualità di autorità che ha il potere di nomina (AIPN), dopo la chiusura della registrazione delle candidature e i candidati saranno informati al riguardo tramite il loro account EPSO.

In caso contrario, i testi attitudinali saranno organizzati nel centro di valutazione (vedi titolo VI, punto 2).

1.

Convocazione

Saranno convocati per sostenere i test i candidati che hanno convalidato l'atto di candidatura entro i termini (si veda il titolo VIII).

Attenzione:

1.

con la convalida della candidatura si dichiara di soddisfare le condizioni generali e specifiche indicate al titolo III;

2.

per sostenere i test occorre prenotare una data; la prenotazione va fatta obbligatoriamente entro il termine comunicato tramite il passaporto personale EPSO.

2.

Natura dei test e punteggio

Serie di test basati su domande a scelta multipla volte a valutare le capacità e le competenze generali dei candidati in materia di ragionamento:

Test a)

ragionamento verbale

punteggio: da 0 a 20 punti

punteggio minimo richiesto: 10 punti

Test b)

ragionamento numerico

punteggio: da 0 a 10 punti

Test c)

ragionamento astratto

punteggio: da 0 a 10 punti

 

Il punteggio minimo richiesto complessivamente per i test b) e c) è 10 punti.

3.

Lingua in cui si svolgono i test

Lingua 1

V.   AMMISSIONE AL CONCORSO E SELEZIONE PER TITOLI

1.   Procedura

La valutazione delle condizioni generali e specifiche e la selezione per titoli saranno effettuate in un primo tempo sulla base delle dichiarazioni rese nell'atto di candidatura.

a)

Saranno esaminate le risposte fornite dai candidati in relazione alle condizioni generali e specifiche per stilare l'elenco di coloro che soddisfano tutte le condizioni di ammissione al concorso.

Qualora siano organizzati test di accesso preliminari, la rispondenza alle condizioni generali e specifiche viene valutata per ordine decrescente di punteggio e fino a raggiungere il numero, definito dall'AIPN  (3) , di candidati che:

abbiano ottenuto, allo stesso tempo, il punteggio minimo richiesto e uno dei punteggi migliori nei test di accesso, e

soddisfino le condizioni di ammissione al concorso.

Qualora più candidati si classifichino all'ultimo posto utile con punteggi identici, saranno tutti ammessi alla fase di selezione per titoli. Gli atti di candidatura elettronici dei candidati che risulteranno al di sotto di tale limite non saranno esaminati.

b)

Successivamente, tra i candidati che soddisfano le condizioni di ammissione al concorso, la commissione giudicatrice procederà alla selezione per titoli di coloro che possiedono le qualifiche più pertinenti (in particolare diplomi ed esperienza professionale) rispetto alla natura delle funzioni e ai criteri di selezione indicati nel presente bando di concorso. Questa selezione sarà effettuata unicamente sulla base delle dichiarazioni fornite in risposta alle domande della sezione «valutazione dei talenti» (évaluateur de talent/Talent Screener/Talentfilter), secondo un punteggio assegnato nel modo seguente:

ciascun criterio di selezione viene ponderato da 1 a 3, in funzione dell'importanza attribuitagli dalla commissione giudicatrice;

la commissione giudicatrice esamina le risposte dei candidati e attribuisce a ognuna di esse un punteggio da 0 a 4, in funzione delle qualifiche dei candidati. I punti ottenuti, moltiplicati per il coefficiente di ponderazione attribuito a ciascuna domanda, saranno poi sommati per ottenere il punteggio globale.

Successivamente la commissione giudicatrice procederà a classificare i candidati in funzione del punteggio globale ottenuto. Per ciascun settore il numero dei candidati convocati (4) alla fase di valutazione corrisponde al massimo al triplo del numero degli idonei. Il numero dei candidati convocati sarà pubblicato sul sito internet dell'EPSO (http://blogs.ec.europa.eu/eu-careers.info/)

2.   Verifica delle dichiarazioni dei candidati

Al termine della fase di valutazione e in base ai risultati ottenuti, le dichiarazioni rese dai candidati nell'atto di candidatura elettronico saranno verificate sulla base dei documenti giustificativi forniti: l'EPSO verificherà le dichiarazioni relative alle condizioni generali, la commissione giudicatrice quelle relative alle condizioni specifiche. Per la valutazione dei titoli si terrà conto dei documenti giustificativi dei candidati solo per confermare le risposte fornite nella sezione «valutazione dei talenti». Se dalla verifica emerge che le dichiarazioni (5) non risultano suffragate da documenti giustificativi pertinenti, i candidati in causa saranno esclusi dal concorso.

Alla verifica si procede in ordine decrescente di merito per i candidati che abbiano ottenuto i punteggi minimi richiesti e i punteggi complessivi più elevati nelle prove d), e), f) e g) (cfr. il titolo VI, punto 2). Se del caso, i candidati devono aver ottenuto il punteggio minimo richiesto anche nei test attitudinali a), b) e c). La verifica proseguirà finché non si sarà raggiunto il numero massimo d'idonei che possono essere iscritti nell'elenco di riserva e che soddisfano effettivamente tutte le condizioni di ammissione. Non saranno esaminati i documenti giustificativi dei candidati che abbiano ottenuto punteggi inferiori.

3.   Criteri di selezione

Nella selezione per titoli la commissione giudicatrice terrà conto dei seguenti criteri:

1.

esperienza professionale nello sviluppo di tecniche sperimentali in fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o in qualsiasi altra disciplina rilevante nel settore tecnico o delle scienze applicate, compresa la realizzazione, l'analisi e la valutazione di esperimenti;

2.

esperienza professionale nell'attuazione di tecniche sperimentali in fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o in qualsiasi altra disciplina attinente nel settore tecnico o delle scienze applicate, compresa la realizzazione, l'analisi e la valutazione di esperimenti;

3.

esperienza professionale nello sviluppo di tecniche di misurazione in fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o in qualsiasi altra disciplina attinente nel settore tecnico o delle scienze applicate;

4.

esperienza professionale nell'applicazione di tecniche di misurazione in fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o in qualsiasi altra disciplina attinente nel settore tecnico o delle scienze applicate;

5.

esperienza professionale nelle applicazioni informatiche riguardanti lo sviluppo o l'applicazione di tecniche di misurazione in fisica nucleare, chimica nucleare, radioprotezione, radiobiologia, fisica, chimica, ingegneria o in qualsiasi altra disciplina attinente nel settore tecnico o delle scienze applicate;

6.

esperienza professionale nel settore informatico riguardante la gestione di banche dati e di applicazioni contabili;

7.

esperienza professionale inerente agli aspetti regolamentari del settore nucleare;

8.

esperienza professionale nella contabilità delle materie nucleari;

9.

esperienza a livello internazionale in almeno uno dei settori summenzionati (punti da 1 a 8), compresa l'esperienza acquisita nella cooperazione con organizzazioni internazionali che operano in tali settori;

10.

esperienza di negoziazione con parti terze, per esempio con le amministrazioni degli Stati membri, i rappresentanti dei gestori degli impianti o i rappresentanti di società.

VI.   CONCORSO GENERALE

1.

Convocazione

I candidati che (6)

in base all'esame delle informazioni fornite nell'atto di candidatura elettronico, soddisfanno le condizioni generali e specifiche indicate al titolo III

e

hanno ottenuto i punteggi migliori nella selezione per titoli

saranno convocati a sostenere le prove di valutazione che si svolgeranno in linea di massima a Bruxelles (7) nell'arco di una o due giornate.

2.

Centro di valutazione

I candidati dovranno sostenere tre tipi di valutazione, il cui contenuto è convalidato dalla commissione giudicatrice:

capacità di ragionamento (solo se non è già stata oggetto di test di accesso preliminari) valutata mediante i seguenti test:

a)

test di ragionamento verbale

b)

test di ragionamento numerico

c)

test di ragionamento astratto

competenze specifiche valutate mediante la seguente prova:

d)

colloquio strutturato relativo alle competenze nel settore prescelto sulla base delle risposte fornite nella sezione «valutazione dei talenti» dell'atto di candidatura

competenze generali  (8) valutate mediante le prove seguenti:

e)

studio di caso

f)

esercizio di gruppo

g)

colloquio strutturato sulle competenze generali

Ogni competenza generale sarà oggetto delle prove indicate di seguito:

 

Studio di caso

Esercizio di gruppo

Colloquio strutturato

Capacità di analizzare e risolvere problemi

x

x

 

Comunicazione

x

 

x

Capacità di produrre risultati di qualità

x

 

x

Capacità di apprendimento e perfezionamento

 

x

x

Senso delle priorità e dell'organizzazione

x

x

 

Resilienza

 

x

x

Lavoro d'équipe

 

x

x


3.

Lingua in cui si svolgono le prove del centro di valutazione

Lingua 1 per le prove a), b) e c)

Lingua 2 per le prove d), e), f) e g)

4.

Punteggio e ponderazione

Capacità di ragionamento

a)

ragionamento verbale: da 0 a 20 punti

punteggio minimo richiesto: 10 punti

b)

ragionamento numerico: da 0 a 10 punti

c)

ragionamento astratto: da 0 a 10 punti

punteggio minimo richiesto complessivamente per i test b) e c): 10 punti

I test a), b) e c) sono eliminatori, ma il punteggio in essi ottenuto non sarà sommato a quello delle altre prove del centro fase di valutazione.

Competenze specifiche (prova d))

da 0 a 100 punti

punteggio minimo richiesto: 50 punti

ponderazione: 55 % del punteggio globale

Competenze generali (prove e), f) e g))

da 0 a 10 punti per ciascuna delle competenze generali

punteggio minimo richiesto:

3 punti per ciascuna competenza

e

35 punti su 70 per il totale delle 7 competenze generali

ponderazione: 45 % del punteggio globale

VII.   ELENCO DI RISERVA

1.

Iscrizione

La commissione giudicatrice iscrive nell'elenco di riserva i candidati che

hanno ottenuto il punteggio minimo richiesto nelle prove da a) a g) e i migliori punteggi complessivi nelle prove d), e), f), e g) del centro di valutazione (cfr. il numero degli idonei al titolo I, punto 1) (9)

e, dall'esame dei documenti giustificativi, risultano soddisfare tutte le condizioni di ammissione.

2.

Graduatoria

L'elenco è redatto in ordine alfabetico.

VIII.   COME PRESENTARE LA CANDIDATURA

1.

Iscrizione elettronica

Gli interessati devono iscriversi per via elettronica secondo la procedura indicata sul sito dell'EPSO e in particolare seguendo le istruzioni per l'iscrizione online.

Termine ultimo (compresa la convalida): 6 maggio 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles

2.

Fascicolo di candidatura

I candidati ammessi al centro di valutazione, dovranno consegnare il fascicolo di candidatura completo (atto di candidatura elettronico firmato e documenti giustificativi) quando si presenteranno a sostenere le prove di questa fase (10).

Modalità: vedere il punto 2.1.7 delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali.


(1)  Nel presente bando, ogni riferimento a persona di sesso maschile è da intendersi anche a persona di sesso femminile.

(2)  Cfr. il quadro europeo comune di riferimento per le lingue (CECR) — livello minimo richiesto: lingua 1 = C1, lingua 2 = B2 (http://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/european-language-levels-cefr)

(3)  Questo numero corrisponde al limite di cui al secondo paragrafo del titolo IV.

(4)  Ai candidati non convocati alla fase di valutazione saranno comunicati i risultati della selezione e il coefficiente di ponderazione attribuito a ciascuna risposta dalla commissione giudicatrice.

(5)  Queste informazioni saranno controllate sulla base dei documenti giustificativi prima della stesura dell'elenco di riserva (cfr. il titolo VII, punto 1, e il titolo VIII, punto 2).

(6)  Qualora più candidati si classifichino all'ultimo posto utile con punteggi identici, saranno ammessi tutti alle prove del centro di valutazione.

(7)  Per motivi pratici, i test attitudinali potranno essere organizzati presso centri di test negli Stati membri, indipendentemente dalle altre prove del centro di valutazione.

(8)  Tali competenze sono definite al punto 1.2 delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali.

(9)  Qualora più candidati si classifichino all'ultimo posto utile con punteggi identici, saranno tutti iscritti nell'elenco di riserva.

(10)  La data della convocazione al centro di valutazione sarà comunicata agli interessati in tempo utile attraverso il loro account EPSO.


Top