EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62023TN0749

Causa T-749/23: Ricorso proposto l’8 ottobre 2023 — ZZ/Parlamento

GU C, C/2024/131, 15.1.2024, ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/131/oj (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/131/oj

European flag

Gazzetta ufficiale
dell'Unione europea

IT

Serie C


C/2024/131

15.1.2024

Ricorso proposto l’8 ottobre 2023 — ZZ/Parlamento

(Causa T-749/23)

(C/2024/131)

Lingua processuale: lo spagnolo

Parti

Ricorrente: ZZ (rappresentanti: J. Martínez Gimeno, X. Codina García-Andrade, F. Díaz-Grande Rojo e S. Fernández Tourné, avvocati)

Convenuto: Parlamento europeo

Conclusioni

La parte ricorrente chiede che il Tribunale voglia:

annullare l’atto di liquidazione a motivo dell’illegittimità dell’articolo 76, paragrafo 1 bis, della decisione dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, del 19 maggio e 9 luglio 2008, recante misure di attuazione dello statuto dei deputati al Parlamento europeo (in prosieguo: le «MAS»), come modificata dalla decisione dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, del 12 giugno 2023  (1), e annullare altresì tutte le liquidazioni relative a diritti a pensione successive all’atto di liquidazione per lo stesso motivo;

condannare il Parlamento europeo a emettere nuovi atti di liquidazione relativi a diritti a pensione di cui al regime di vitalizio integrativo (volontario) (in prosieguo: il «RVIV») della parte ricorrente nella misura dell’importo che sarebbe stato applicabile conformemente alla versione dell’articolo 76 delle MAS anteriore alla decisione del 2023, tanto per quanto riguarda lo stesso atto di liquidazione quanto per quanto riguarda tutti gli atti di liquidazione successivi emessi a decorrere da tale data;

condannare il Parlamento europeo, sulla base di detti nuovi atti di liquidazione, a mantenere le somme già versate alla parte ricorrente a titolo di diritti a pensione di cui al RVIV e a pagare la differenza tra l’importo dell’atto di liquidazione (e di quelli successivi emessi fino alla pronuncia della sentenza) e l’importo che sarebbe stato applicabile conformemente alla versione dell’articolo 76 delle MAS anteriore alla decisione del 2023, unitamente agli interessi legali maturati a decorrere dalla data in cui detta differenza avrebbe dovuto essere versata fino all’integrale pagamento; e

condannare il Parlamento europeo alle spese.

Motivi e principali argomenti

I motivi e principali argomenti sono simili a quelli dedotti nella causa T-620/23, Barón Crespo/Parlamento.


(1)  Decisione dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, del 12 giugno 2023, recante modifica delle misure di attuazione dello statuto dei deputati al Parlamento europeo (2023/C 227/05) (GU 2023, C 227, pag. 5).


ELI: http://data.europa.eu/eli/C/2024/131/oj

ISSN 1977-0944 (electronic edition)


Top