EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62020CN0113

Causa C-113/20: Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Najvyšší súd Slovenskej republiky (Slovacchia) il 28 febbraio 2020 — Slovenský plynárenský priemysel, a.s. / Finančné riaditeľstvo Slovenskej republiky

OJ C 390, 16.11.2020, p. 17–17 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

16.11.2020   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 390/17


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Najvyšší súd Slovenskej republiky (Slovacchia) il 28 febbraio 2020 — Slovenský plynárenský priemysel, a.s. / Finančné riaditeľstvo Slovenskej republiky

(Causa C-113/20)

(2020/C 390/24)

Lingua processuale: lo slovacco

Giudice del rinvio

Najvyšší súd Slovenskej republiky

Parti

Attrice e ricorrente per cassazione: Slovenský plynárenský priemysel, a.s.

Convenuto: Finančné riaditeľstvo Slovenskej republiky

Con ordinanza del 1o ottobre 2020, la Corte (Sesta Sezione) ha così deciso:

La direttiva 90/435/CEE (1) del Consiglio, del 23 luglio 1990, concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi, non è applicabile in una situazione in cui l’autorità fiscale di uno Stato membro ha proceduto, presso un contribuente, al recupero dell’imposta sul reddito non assolta per un periodo di dichiarazione anteriore alla data di adesione di tale Stato membro all’Unione europea mediante avviso di accertamento emesso successivamente a detta adesione.


(1)  GU 1990, L 225, pag. 6.


Top